SHOUD 08: “Kharisma 8”

IL MATERIALE DEL CRIMSON CIRCLE

SHOUD 8: “Kharisma 8” – con ADAMUS, canalizzato da Geoffrey Hoppe

Presentato al Crimson Circle il 4 aprile 2015
www.crimsoncircle.com

Io Sono quello che Sono, Adamus di St. Germain.

Sento l’odore del caffè ancor prima di aprire gli occhi. Ah! Ah! Grazie, amata Sandra. (qualche applauso) Grazie.

Benvenuti, cari Shaumbra. Benvenuti Shaumbra da tutto il mondo, tutti riuniti in questo studio.

Un Riconoscimento

Prima di passare alla parte normale del nostro incontro voglio riconoscere tutti voi, dal più profondo del cuore e capisco quant’è difficile il viaggio. Lo capisco, davvero.

È stupefacente. È profondamente gratificante che siate qui, che siate con noi. È difficile – cambiare la coscienza di questo pianeta; il lavoro che fate con i vostri aspetti; come riuscite in qualche modo a vivere la vita quotidiana, le relazioni, le sfide di un pianeta che cambia, i vostri corpi; come riuscite a fare tutto ciò e a essere così impegnati con la vostra illuminazione incarnata, con la vostra realizzazione. A volte fate piangere me, Tobias, Kuthumi e tutti gli altri. È stupendo.

A volte sento che non capite del tutto ciò che fate, la portata di ciò che fate – voi cambiate la coscienza, permettete la vostra illuminazione, il sogno di migliaia di vite che avviene proprio ora in una delle situazioni più difficili, impegnative ma belle.

Per sua natura l’illuminazione è brutale. Prenderà ogni parte di chi pensavate di essere e lo polverizzerà. Lo farà a pezzi.

L’illuminazione non è per nulla amica della mente. Lei entrerà in voi. Lei entrerà nei vostri pensieri. Si addentrerà in ogni fessura, in ogni angolo buio, in ogni porta chiusa a chiave della mente e dei ricordi per ripulirli e liberarli.

Questa è l’esperienza più impegnativa da affrontare.

Vivere nello stato della maestria - oltre il risveglio ma ora nella vostra vera maestria - farà in modo che perdiate tutto il senso dell’identità, l’autostima, l’equilibrio, tutto. Vi entrerà dentro, ma in qualche modo siete ancora impegnati. In qualche modo siete rimasti connessi con voi.

Nelle molte notti in cui lavoro con voi, vedo che spesso cercate alcune tecniche quasi con disperazione; voi cercate di tenervi insieme. A volte vedo una quantità pazzesca di forza mentale, voi che usate la pura forza di volontà. A volte vedo che usate queste cose per tenervi insieme e l’unica cosa che vi dirò e ve la dico anche quando ci troviamo di notte è: non sforzatevi di tenere tutto insieme. Se cade a pezzi, è per una ragione.

Quando tutto il resto cadrà a pezzi, voi ci sarete ancora. Voi sarete il vero ”Io Esisto” a prescindere da tutto, ma tutte le altre parti e gli altri pezzi cadranno. Fa parte di un processo di evoluzione. Fa parte del processo della scoperta.

Quando cercate la cosa cui restare attaccati per mantenere l’equilibrio, per non impazzire – io lo so come vi sentite; vi sentite come se foste in caduta libera nell’abisso più buio di tutti e perderete ogni parte di voi – la cosa da fare in quel momento e forse va contro ogni intuizione, l’unica cosa da fare è permettere. Permettere. Voi permettete voi, il vostro spirito, la vostra Essità.

Quando cercate di fare le cose che fate, voi cercate di restare attaccati ai vostri cliché, alle vostre vecchie identità, alle cose che forse in passato hanno funzionato e ciò crea una resistenza che rende tutto più doloroso. Forse per un attimo soddisfa la mente e una parte di voi che pensa che state facendo qualcosa ma se volete fare davvero qualcosa, permettetelo. Lo permettete voi, il vostro divino e la vostra vera natura.

Sì, ci saranno momenti in cui proverete la terribile sensazione di perdere tutto, di cadere nel buio del nulla ma, amici miei, voi emergerete nella consapevolezza vera e piena dell’Io Sono. Questa non è un’affermazione filosofica. Non è un cliché spirituale. Siete voi.

Poi noi ci riuniamo. Io vi distraggo. Ho sentito dire che a volte vi provoco e vi irrito e di proposito sbatto fuori qualcuno. Ammetto di essere colpevole di queste accuse e di altre cose di cui non siete ancora consapevoli. (risate) Il fatto è che voi siete qui, che non ve ne siete andati, che non avete mollato.

In un certo senso non potete mollare. Non potete tornare indietro ed io so che la maggior parte di voi ci ha provato (qualcuno ride) 2, 3, 5 o dozzine di volte o forse di più. So che una parte di voi dice, “Cos’ho fatto? Perché non posso tornare normale?” Normale non è naturale. Questa frase potete citarla, va benissimo per una maglietta. Normale non è naturale. Non è il vostro vero stato dell’essere. Voi vi state evolvendo. Voi state uscendo fuori. Vi state realizzando.

Quando ci riuniamo così e ridiamo e ci provochiamo e ci distraiamo e tutto il resto io vi riconosco, vi onoro davvero tutti; è difficile.

Vi rendete conto di quanti pochi umani in questo momento su questo pianeta stanno permettendo davvero il loro Sé, il loro Spirito? Oh, moltissimi giocano alla spiritualità o alla religione, molti sono filosofi ma quanti sono qui davvero per la loro illuminazione? Non molti - una piccola manciata in tutto il mondo.

Non devono essere molti. Non ne servono molti. È l’effetto pop-corn e voi state proprio scoppiando e passate dall’essere un semino a un delizioso Io Sono in piena fioritura.

Ora, dopo quest’apertura sentita dal cuore ma un po’ sdolcinata, torniamo ad Adamus. (risate)

Facciamo un bel respiro profondo e torniamo alla nostra offerta standard. (Adamus sorseggia il caffè) Ah!

La Verità

L’unica verità – l’unica verità – è “Io Esisto. Io Sono.” Tutto qui. Quella è l’unica verità e tutto il resto è un concetto, un concetto creativo. Riconosco il merito al mio caro amico, il Maestro Ramesh. Io l’ho modificata un po’, ma l’unica verità è “Io Sono, Io Esisto.” Tutto il resto è un concetto creativo. Davvero meraviglioso.

Non esistono altre vere realtà. Sì, voi guardate fuori dalla finestra e vedete gli alberi, gli edifici, l’erba e gli altri. Quella non è la vera realtà. È una realtà ‘e’ , è una specie di realtà ma l’unica vera realtà è “Io Esisto.” Io imploro tutti voi di respirare per questo, disentirlofinché non vi scuote dentro e fuori, finché non provate un momento “aha”, finché non lo cogliete. Non sono solo poche parole – “Io Esisto” – ma è il sapere interiore. È la realizzazione – “Io Esisto. Io Esisto, sempre.”

Quando i vostri modi umani cadono a pezzi, quando la vostra mente è del tutto nel caos, nulla di tutto ciò importa. Non importa. “Io Esisto.”

Quando vi preoccupate della morte, quando vi preoccupate di ciò che accadrà domani, quando vi preoccupate di come farete a tirare avanti o di come pagherete l’affitto, non importa. Non importa, davvero. “Io Esisto.”

Ecco perché posso ridere della morte. Prima di tutto secondo i criteri umani io sono morto, (qualcuno ride) ma sono più vivo della maggior parte degli umani che ho mai incontrato. Ecco perché posso ridere della morte. Non ha alcuna importanza. Rendetevi conto che quando un Maestro supera la preoccupazione di morire – ah! – tutto il resto è molto semplice. Affiora la paura che, “Beh, se accetto la morte,” si attiva la paura che di colpo lei si presenti alla vostra porta. No, non sempre. Alla fine accadrà ma intendente davvero restare in giro per sempre, proprio per sempre? No, no, no.

Quando superate la preoccupazione di morire, avete conquistato uno dei demoni più grandi degli umani. Quando vi rendete conto che “Io Esisto,” quando vi rendete conto che continuerete ad esistere, ancora e poi ancora e poi ancora e poi ancora allora, miei cari amici … (Adamus fa una pausa mentre Linda si dirige verso il fondo della sala; qualcuno ride) Tu cammini in silenzio (a Linda), ma lei fa molto rumore. (Adamus ride)

Quando vi rendete conto dell’Io Esisto, non vi preoccupate di queste cose. Non preoccupatevi del prossimo pasto che farete. Non preoccupatevi di niente del genere. All’improvviso cambia tutta la vostra dinamica energetica e tutto è qui per voi. Tutto. “Io Esisto” – è molto semplice. È davvero molto semplice.

Le Energie Attuali

Lo so. Ci sono giornate difficili. Oh, i giorni difficili – parliamo di giorni difficili – considerate dove siamo. Considerate tutti gli eventi che stanno accadendo. Come ho detto prima, è un 4-4-8 (si riferisce alla data). Sì, c’è da lavorare su quel numero. I 4 sono molto equilibrati, un 4 e un 4 o un 8, naturalmente è l’equilibrio dell’equilibrio.

Ecco, oggi siamo in un giorno 4-4-4, un giorno che dovrebbe essere equilibrato ma molti di voi non lo sentono così.

Eccoci qui. Abbiamo appena avuto l’eclisse lunare e stamattina la luna di sangue. Oh, tutte le energie e poi il weekend di Pasqua. Proprio tra il Venerdì Santo (in inglese GoodFriday, Buon Venerdì. NdT) – strano che l’abbiano chiamato così (qualcuno ride) – e la domenica di Pasqua, il giorno dell’ascensione. Siamo proprio nel mezzo. Al momento ci sono energie stupende.

Stiamo uscendo dall’equinozio di primavera, il cambio della stagione. C'è appena stata un’eclisse solare e accadono tutte queste cose. Io lo definirei davvero l’anno del ProGnost.

L’intensità. Ah, durante il ProGnost ho detto che ci sarebbe stata una serie di eventi, molto dramma e una cosa dopo l’altra. Nessuna di queste cose da sola vi travolge, ma in pratica è senza fine; non c’è la possibilità di tirare il fiato. Oh, la sensazione di essere fisicamente stanchi.  Di recente qualcuno l’ha provata? (il pubblico concorda) Sì, ma è naturale.

Voi vi preoccupate, “Cosa non va in me?” Miei cari amici, voi vi preoccupate ma per ciò che state affrontando ora è naturale e ve lo spiegherò tra un attimo.

Siamo qui, nel bel mezzo di tutte queste diverse energie e cosa accade? Beh, ve lo dirò io perché nelle ultime settimane di notte sono stato molto, molto occupato con voi. (Adamus ridacchia) Oh, sì. Voi siete occupati, fate molti sogni strani. No. No. È strana l’interpretazione dei sogni belli. C’è una bella differenza. Voi non fate sogni strani; voi interpretate in modo molto strano e mentale i vostri sogni. I vostri sogni sono belli, ma la vostra mente non capisce che … sta succedendo. Sì. Avete notato che mi hanno limitato. (qualcuno ride) Non l’ho fatto io. Io quella parola volevo dirla, ma non posso.

SART: Avanti, dilla!

ADAMUS: No. Fallo tu per me, Sart.

SART: Cazzo.

ADAMUS: Ah! Bene. (risate) Mi sto esercitando per Sedona dove non posso dire parolacce ma posso portare il pubblico a farlo, a dirle.

Una bella parolaccia mi piace, non sempre è una specie di… oh, è come un punto esclamativo e –wuump! – muove solo un po’ l’energia.

Non mi dispiace per niente, Edith. (qualcuno ride) Edith, Edith, Edith, ti amo, mia cara.  Smack! (lui la bacia) Sì.

EDITH: Grazie. Vale anche per me.

ADAMUS: Oggi ho qualcosa per te.

EDITH: Oh.

ADAMUS: Sì, speciale per te. È il mio nuovo, beh, questo non è illibro di grande successo cui sto ancora lavorando, ma è il mio nuovo fantastico libro. (mostra il libroAtto di Coscienza) Di fatto, questo non è il mio libro. Sopra c’è un nome, scritto in grande. Molto in grande, sì. Vende bene. (qualcuno ride) Questo è il vostro libro. Questo è il vostro libro. Dentro ci sono molte parole, c’è qualche concetto interessante, pensieri e frasi, qualche delizioso cliché e un titolo interessante, ma questo è il vostro libro, Shaumbra, è la vostra energia, contiene le vostre energie. Voi le avete inserite ed io le ho sigillate. Ho lavorato molto a lungo per infonderle durante tutto il processo di produzione. Questo è il vostro libro, è il vostro viaggio.

Non dico che di colpo venderà milioni di copie in tutto il mondo perché non esistono milioni di persone che lo capiscono. In ogni caso troverà il modo per finire nelle mani di molti, molti, molti che sono pronti. Sì, è probabile che voi sappiate già tutto ciò che contiene. Leggerlo di nuovo è divertente, soprattutto per capire quanto siete geniali. Sì, questo libro troverà il modo per finire in mano a persone e in modi diversi finirà per essere la loro salvezza.

Parlo di persone che pensano di essere sole, che pensano di essere pazze, persone che sono molto sbilanciate a causa di cose che accadono e che sembrano essere oltre. Esse leggeranno questo libro e non solo le parole, ma sentiranno le energie e ciò li cambierà.

Ecco, permettimi di farti un regalo.

EDITH: Grazie.

ADAMUS: … mia cara. Sì. (il pubblico applaude)

EDITH: Posso darti un bacio?

ADAMUS: Dallo a papà.  Mmm. (qualcuno ride; Edith lo bacia sulle guance)

EDITH: Grazie!

ADAMUS: Grazie.

Ora ci sono tutte queste energie. È dura. Ci sono giorni in cui dentro di voi sentite una morsa che vi stringe sempre di più e sentite solo che dovete uscirne; altri giorni avete la sensazione che le corde vi leghino braccia e gambe e tirino in direzioni diverse e tutto ciò che c’è in mezzo. Allora fate un respiro profondo.

So che a volte è dura calmarvi e permettere senza cercare di regolare il corpo e di certo neanche i pensieri.

Permettere è l’opposto di tentare di regolare e gestire i vostri pensieri. Non funziona molto bene o meglio, funziona per circa 10 minuti e poi o vi buttate su una bottiglia o su un bong (tubo per fumare la marijuana) come ci piace dire al Club dei Maestri Ascesi (qualcuno ride e Adamus ridacchia) o vi lasciate impazzire del tutto. Sì, in questo (Shoud) ci saranno molte buone clip.

Sì, Shaumbra, là fuori è difficile. Lo riconosco. Lo so. Quando ci riuniamo così c’è una piccola pausa, c’è un po’ di tempo per sorridere, per rilassarvi; è il momento per un po’ di bella musica – quella di oggi mi è piaciuta* – è un momento per distrarvi un po’, per rilassarvi nella vostra illuminazione.

(*Si riferisce alla canzone suonata prima dello Shoud, “FadeIntoYou” di Sam Palladio e Clare Bowen)

Domande e Risposte

Ora Linda passa con il microfono tra il pubblico che risponderà alla mia domanda.

LINDA: É un piacere.

ADAMUS: Sento sempre la gente che dice, “Come mai Adamus non fa Domande&Risposte come faceva Tobias?” Vi sembro Tobias? (qualcuno ride) Forse sì. (le risate aumentano) Domanda sciocca. La risposta è che io farò le domande e voi rispondete.

Oggi faremo una specie di sondaggio e vi chiedo di sentirlo in profondità e di rispondere onestamente; siate veri o parte il makyometro.

LINDA: Oops.

ADAMUS: Ho tre domande a testa e voglio che oggi il campionario sia casuale, Linda, in tutta la stanza. Dai a qualcuno il microfono e poi io faccio la domanda.

LINDA: Vuoi qualcuno già noto o qualche faccia nuova?

ADAMUS: Una nuova faccia nota? (risate) Chi è nuovo e ha una faccia nota deve rispondere. Tu no. Sì. (Linda passa il microfono qualcuno che lo passa al vicino) Oh, questo non è il momento di passare il microfono. Questo è… sì.

SHAUMBRA 1 (donna): Oh. Per me?

ADAMUS: Sì. (risate)

SHAUMBRA 1: Okay.

ADAMUS: Il gioco non è questo. Questo non è un microfono per la musica e non sono sedie per la musica. Okay. La domanda. Ti spiace alzarti?

SHAUMBRA 1: Okay.

ADAMUS: Così possiamo vedere la tua bellezza.

SHAUMBRA 1: Okay.

ADAMUS: Sì, sì. La domanda. In realtà le domande sono tre. Ti chiederò di valutare  – valuta, conteggia. Prima di tutto ti chiederò di valutare il tuo umore da 1 a 10 – 1 è il minimo e 10 sei molto vitale. Sì.

SHAUMBRA 1: Okay.

ADAMUS: Proprio ora come il tuo umore oggi?

SHAUMBRA 1: Credo di essere a sei.

ADAMUS: Sei.

SHAUMBRA 1: Uh huh.

ADAMUS: Buona risposta. Qualcuno può scrivere mentre raccogliamo…

LINDA: Dove vuoi che le scrivo?

ADAMUS: Su un pezzo di carta. (Adamus ride; Linda indica l’iPad) Certo, certo, va bene. LINDA: Okay.

ADAMUS: Sei per l’umore. Il prossimo: com’è il tuo livello energetico? Da 1 a 10; 1 è basso e 10, sei pronta per correre una maratona. Com’è il tuo livello energetico?

SHAUMBRA 1: Un due.

ADAMUS: 2. Va bene, ottimo. Bene. Voglio dire, non va bene che sia 2 ma apprezzo la tua onestà. (lei ride) Sì e ora la numero tre. Com’è il tuo senso di equilibrio? 1 è pari a inesistente; 10, del tutto integrato.

SHAUMBRA 1: Oh wow.

ADAMUS: Wow. Quella non è un’opzione. Da 1 a 10.

SHAUMBRA 1: Da 1 a 10.

ADAMUS: Da 1 a 10.

SHAUMBRA 1: Il mio equilibrio è a tre.

ADAMUS: Un 3.  Eccellente. Grazie. Stiamo andando da qualche parte. Grazie.

SHAUMBRA 1: Okay.

ADAMUS: Sì.

SHAUMBRA 1: Grazie.

ADAMUS: Abbiamo un sei, uh … qual era la parola … (cerca di decifrare la scrittura di Linda)L’umore  (qualcuno dice “L’umore”)

LINDA: L’umore.

ADAMUS: L’umore. Tre il livello energetico, tre l’equilibrio. Piuttosto buono, abbastanza bene.

Ok, il prossimo. Non dico che è buono ma voglio mostrarvi qualcosa e voglio che siate molto concentrati.

SHAUMBRA 1: Okay.

ADAMUS: Qui c’è un punteggio medio che va da 12 a 30 e siamo sotto la metà. Alla fine della serata vi rifarò la stessa domanda e vi farò vedere come funziona. Oh! Mi piace proprio …

SHAUMBRA 1: Ci farai questa…

ADAMUS: … mi piace punzecchiarvi.  Oh! Posso anche abbracciarti? Oggi nel ranch di Adamus è la giornata degli abbracci. (si abbracciano) Bene, bene. Il prossimo.

LINDA: A quante persone lo chiederai?

ADAMUS: A tutti.

LINDA: Nooo! Voglio dire, sulla lavagna.

ADAMUS: No, lo chiedo a tutti.

LINDA: Da scrivere.

ADAMUS: Non lo so ancora.

LINDA: Okay. Cerco di starci, di starci dentro.

ADAMUS: Qui non facciamo prove. Non c’inventiamo tutto.

LINDA: Cerco di creare una mappa.

ADAMUS: Sì.

LINDA: Cerco di sostenerti.

ADAMUS: Okay, il prossimo.

LINDA: Ti sostengo.

ADAMUS: Grazie. Sarebbe la prima volta. Qualcuno registri ciò che ha detto. (qualcuno ride e lui le manda un bacio) Sì. Com’è il tuo umore?

SHAUMBRA 2 (uomo): Non so cos’è.

ADAMUS: Non lo sai. Scegli un numero da 1 a 10.

SHAUMBRA 2: Sette.

ADAMUS: 7. Okay.Com’è il tuo livello energetico?

SHAUMBRA 2: Il livello energetico?

ADAMUS: Sì.

SHAUMBRA 2: Direi … cinque o sei, cinque e mezzo.

ADAMUS: Cinque e mezzo. Bene, bene e ora com’è il tuo senso di equilibrio?

SHAUMBRA 2: Il mio senso dell’equilibrio?

ADAMUS: Con te, la tua integrazione.

SHAUMBRA 2: Cinque e mezzo. (Adamus fa una pausa e guarda Linda che parla con John Kuderka)

LINDA: Ho da fare! (qualche risata)

ADAMUS: Cinque e mezzo. Linda, puoi scrivere qualche numero?

LINDA: Tra un secondo. L’iPad funziona male.

ADAMUS: Grazie. È come il guardaroba che funziona male? (altre risate)

Dunque abbiamo un “Va bene, ma non alla grandissima.” Giusto.

SHAUMBRA 2: Sì. Nulla di sconvolgente.

ADAMUS: Nulla di sconvolgente. Sì. A proposito, sono lieto che tu sia qui. Ti ricordi la nostra chiacchierata di qualche notte fa?

SHAUMBRA 2: Qualche notte fa?

ADAMUS: Puoi passargli il microfono, per favore? Signora, tu sei molto occupata. Ti ricordi che qualche notte fa abbiamo fatto una lunga chiacchierata?

SHAUMBRA 2: No.

ADAMUS: Bene. (Adamus ride) Bene. Eri molto arrabbiato con me e abbiamo fatto una sessionelunga, noiosamente lunga. Sì.

SHAUMBRA 2: Okay.

ADAMUS: Non ti ho fatto pagare per la lunghezza particolare della sessione. Sì. Grazie. Il prossimo, il prossimo. Com’è il tuo umore?

SHAUMBRA 3 (donna): Sette.

ADAMUS: Sette. Wow. (Linda continua a cercare di far funzionare il suo iPad) Sai, mi piace la carta. Il vecchio e caro pezzo di carta.

LINDA: Che numero hai detto?

SHAUMBRA 3: Sette.

ADAMUS: Grazie.

SHAUMBRA 3: Non abbiamo ancora fatto altro.

ADAMUS: Bene. Com’è il tuo livello energetico?

SHAUMBRA 3: Mm. Sei.

ADAMUS: 6. Sì. Cos’hai mangiato a colazione?

SHAUMBRA 3: Yogurt.

ADAMUS: Ah, bene. Potevi dire, “Non sono affari tuoi.”

SHAUMBRA 3: Forse sì! (qualcuno ride)

ADAMUS: Bene.

SHAUMBRA 3: Non nascondo nulla.

ADAMUS: Lo yogurt e com’è il tuo senso di equilibrio, benessere ed equilibrio?

SHAUMBRA 3: Otto.

ADAMUS: 8! È divertente – no, lo è – ma è insolito. Pensavo che stessi per piangere.

SHAUMBRA 3: No.

ADAMUS: Forse mi sono sbagliato. Mi sono sbagliato eccome. No.

I SHAUMBRA 3: Io non mi sento così. (Adamus ride)

ADAMUS: Va bene, guardavo e basta. Non sono fatti miei né il tuo yogurt né le tue lacrime; non sono affari miei. (qualcuno ride) Il prossimo.

LINDA: Mmm. Mmm.

ADAMUS: Là in fondo c’è una festa. (qualcuno ride; Larry ha tirato fuori una lavagnetta su cui scrivere)

LINDA: Sembra di sì!

MOFO (Marty): Oh cavolo.

ADAMUS: Mofo.

MOFO: Come va!

ADAMUS: Bene. Com’è il tuo umore?

MOFO: Umm …

ADAMUS: Meglio di così.

MOFO: È stato migliore, ma non è orribile.

ADAMUS: Definisci orribile. Sei su questo pianeta e vivi la condizione umana. Voi siete in trappola. La vita è difficile. Voi avete tutto questo … cosa?! Non è orribile? Ohi!

MOFO: Ohhh.

ADAMUS: Com’è il tuo umore? Ora, dopo che ho appena …

MOFO: Ora che hai appena …

ADAMUS: Schiantato.

MOFO: Solo bleighhh!

ADAMUS: Sì, sì. Sì.

MOFO: Sì, sì. Siamo a otto. Ora siamo a sei.

ADAMUS: Vai per il sei.

MOFO: Sì, sei. Sì, sì.

ADAMUS: Sei. Okay, grande.

LINDA: Sei?

ADAMUS: Com’è il livello energetico?

MOFO: È strano perché è dieci e poi è due ed è come –snap! – così.

ADAMUS: Sì.

MOFO: Mi sento pieno d’energia e del tutto esaurito.

ADAMUS: Sì, bipolare.

MOFO: Sì! Sì! (risate) Sì. Non prendo abbastanza farmaci.

ADAMUS: Oh, ti preoccupi di essere bipolare o di soffrire di una patologia psichica. Non è vero. Stai bene.

MOFO: Oh, pfuuiii‼

ADAMUS: Tu stai bene.

MOFO: Wow. Ora posso dormire.

ADAMUS: Sì. Ora puoi dormire.

MOFO: Grazie. Grazie.

ADAMUS: Sì. Bene. Poi, com’è il tuo senso di equilibrio?

MOFO: Umm, direi che è circa quattro.

ADAMUS: Eh.

MOFO: Sì.

ADAMUS: Eh.

MOFO: Sì, Appena sotto la metà.

ADAMUS: Appena sotto la metà.  Okay.

LINDA: E come va il compromesso energetico?

MOFO: Oh, probabilmente l’energia era a cinque.

ADAMUS: Cinque.

MOFO: Sì.

ADAMUS: Dividi la differenza. Compromettiti di nuovo. Okay. Bene.

MOFO: il modo umano.

ADAMUS: sì, Sì. Altri due. Altri due.

LINDA: Altri due.

ADAMUS: Okay. Notate una tendenza? qualcuno dice “Sì”)

LINDA: Sì, sì.

ADAMUS: Okay.

LINDA: Chiaro che c’è una tendenza.

ADAMUS: La tendenza è chiara.

LINDA: Fa schifo.

ADAMUS: Okay, il prossimo. (pochi ridono) Com’è il tuo umore? A chi capita il microfono. Com’è il tuo umore?

DENISE: Nelle ultime due o tre settimane, molto altalenante.

ADAMUS: E proprio ora?

DENISE: Oggi, oggi …

ADAMUS: Buum! All’istante.

DENISE: Oggi è un sette.

ADAMUS: Sette. Bene. Il punto più basso nelle ultime due settimane?

DENISE: uno.

ADAMUS: Sì, bene. E il tuo livello energetico?

DENISE: Ora è un otto. Due settimane fa era due.

ADAMUS: Okay, bene.  E ora, com’è il tuo senso dell’equilibrio?

DENISE: Sette. Due settimane fa era circa uno.

ADAMUS: Uno. In realtà, due settimane fa non ce l’avevi.

DENISE: Sì!

ADAMUS: Anche tu ed io che litighiamo a notte fonda.

DENISE: Oh, no!

ADAMUS: Perché litighi con me?

DENISE: Io litigo con te?

ADAMUS: Oh sì, sì.

DENISE: Okay. È perché voglio che mi ascoltino.

ADAMUS: Tu vuoi che ti sentano.

DENISE: Io voglio che mi ascoltino …

ADAMUS: Interessante.

DENISE: … ed io ho bisogno di ascoltarmi.

ADAMUS: Interessante.

ADAMUS: Chi vuoi che ti ascolti?

DENISE: Io, me stessa …

ADAMUS: Ohhh.

DENISE: … la mia anima, il mio spirito.

ADAMUS: Perché non dovrebbero ascoltarti?

DENISE: Perché non dovrebbero ascoltarmi? (inizia a piangere)

ADAMUS: Sì, perché mai la tua anima non dovrebbe ascoltarti?

DENISE: (fa una pausa) Per molti anni mi hanno detto che non valgo, che non sono abbastanza brava.

ADAMUS: Chi te lo dice?

DENISE: Mentre crescevo, lo sentivo dire fuori di me e ora torna a casa.

ADAMUS: Chi te lo dice?

DENISE: Devo averlo assorbito e ci ho creduto e ora lo porto nel cuore.

ADAMUS: Perché lo fai?

DENISE: È una bella domanda.

ADAMUS: Lo so. L’ho fatta io, dev’esserlo per forza. (qualcuno ride) Bella domanda, mi spiace, ho capito male. Pensavo che le lacrime venissero dall’altra parte della stanza e invece vengono daqui. In fondo credo che siano dappertutto.

Perché dovresti farlo? Perché qualcuno – voglio dire, io lo so ma non soperché – lo farebbe a se stesso?  Non ne vale la pena. Io … potremmo parlare in privato per un attimo? (Adamus ride)

DENISE: Prego. (ride nervosamente)

ADAMUS: È un gioco. È un gioco marcio, puzzolente e che crea dipendenza. Tu, tutti voi potete uscirne in un – snap! – attimo. Così. Tutti voi potete smettere di raccontarvi cose meno che belle su di voi o almeno aggiungete una ‘e.’ “il mio livello energetico è basso. Il mio equilibrio è bassoenon lo è.” È ciò che tusceglidi credere. So che me lo dici perché l’altra notte me lo urlavi – tu urlavi.Io posso sentirti a livello energetico e fisico. Urla a te stessa, se sai cosa intendo dire. Parla con te. Permettiti di ascoltarti. Non urlare alla tua anima. Non urlare contro di me. Parla con te.

Quando mi urli contro e ti chiedi, “Ma come, io scelgo di essere felice, abbondante; io scelgo di essere piena di gioia.” Fermati un attimo. L’hai fatto sul serio o hai solo detto le parole? Hai scelto, hai scelto davvero? O dici solo, “Sì, voglio essere felice. Sì, voglio essere felice,” ma ti lasci ancora cadere nella stessa trappola dello stesso vecchio modello dell’autoabuso? Parla con te. Ascoltati, va bene?

DENISE: Questa settimana ci lavoro.

ADAMUS: Smettila di lavorarci sopra.

DENISE: Lo faccio e basta.

ADAMUS: Fallo. Lavorarci sopra, mio dio! Conosco umani che ci lavorano sopra da quaranta, cinquanta vite. Io dico ma come, continui ad arare sempre lo stesso vecchio campo e non permetti che ci cresca qualcosa perché continui ad arare?

Come ti diverti a lavorare sulle cose? Fallo e basta. È un cambio di coscienza. È un …dov’è il mio libro, ne ho bisogno. (prende da Edith Atto di Coscienza)É – grazie. È un atto di coscienza; ora disponibile nei negozi vicini a voi. (qualche risata)

È un atto di coscienza. Non lavorarci sopra, non provarci, è – snap! – “Io Sono.” È così. È così.

Moltissimi di voi restano coinvolti nel pantano dell’autoabuso. “Ohh! Come posso superare gli ostacoli? Come raggiungo la cima della montagna? Ohh! I pesi che porto e la mia infanzia.” Stai zitto! Buum! Fallo e basta.

Tu sai, lo sai … (Adamus ride) ecco una piccola presentazione del prodotto, una specie di promozione ma tu lo sai … è una distrazione. Sai, se continui a giocare quel gioco deve contenere qualcosa che ti piace. È molto semplice.

DENISE: Mm.

ADAMUS: Ci sono stati Maestri Ascesi molto vicini alla loro ascensione, alla loro realizzazione che mi urlavano contro ma non importa perché non ho una forma fisica e quindi – whssssht! – mi attraversa e basta. Mi buttavano addosso le cose e negavano di divertirsi. Io affermo che se fai quel gioco, ne ricavi qualcosa.  Ne ricavi ancora qualcosa e quando ti stanchi smetterai di giocare. Non è sempre facile. Ecco perché all’inizio ho fatto quella cosina strappacuore. No, non è sempre facile ma esci da quella relazione. Esci dal vecchio modo di fare le cose. Esci dalla miseria.

Sai, al momento la Città Miserabile è sovrappopolata e fatiscente. Appena lo vuoi, puoi passare alla Città del Piacere. Tiratene fuori. È un atto di coscienza. Va bene.

A proposito, volevo dire … grazie per avermi lasciato essere – peravercilasciato essere – così chiari.

Ancora sulle Energie Attuali

Volevo parlarvi del fatto che le attuali energie sul pianeta si faranno più intense. Sì. Trovate qualcosa che vi piace fare e scordatevi del resto. Gli altri faranno i loro giochi. Le energie sono molto intense e ci sono altri due fattori importanti, uno a breve termine e uno a lungo termine.

Quello a lungo termine, la visione d’insieme…eh, prima quello a breve termine.

La dinamica a breve termine che si sta manifestando e quando lo dirò tutti voi direte, “Oooh! Ahhh! È geniale,” e potete farlo anche se non ci credete. (qualcuno ride) Noto che qui c’è un nuovo segnale, ma non vedo ‘Risate’ o ‘Applausi’ o ‘Ooh, Ahhh.’ (altre risate) Sì.

Le attuali energie sono strane e qualcuno direbbe, “Beh, sono astrologiche” o “Arrivano dal cosmo.” Ma per favore! Queste energie furono create molto tempo fa per arrivare nella vostra vita al momento adatto. Voi avete pre-creato le condizioni; in altre parole, non è l’astrologia che vi fa fare cose che in realtà voi non volete fare. No. Voi avete pre-creato condizioni difficili come una morsa perché arrivassero nella vostra vita proprio al momento giusto. Ecco, non è certo l’astrologia che le crea; in realtà sono qui per servirvi. È solo un meccanismo di consegna di cose che voi avete richiesto molto tempo fa – “Ciao. Spediscimi all’inferno. Va bene.” (qualcuno ride). Eccoci qui.

L’influenza più grande che le energie avranno a breve termine sarà soprattutto nelle ultime due settimane e proseguirà circa per altri 15 giorni avrà un effetto duro, molto duro sulle relazioni.

LINDA: Aghh!

ADAMUS: (ride) Tu sei quella sbagliata per …

LINDA: Aghh!

ADAMUS: No, tutti gli altri dovrebbero dire, “Ugh!” No, tu ….

LINDA: Tutti gli altri …

LINDA E IL PUBBLICO: Ughhh!

ADAMUS: Le relazioni.

Ora queste energie sono molto intense e influenzeranno direttamente le vostre relazioni perché ci sono relazioni che non sono più appropriate. Andate avanti. Liberatevi. Liberate l’altra persona. Andate avanti.

Le stesse energie possono avere un modo profondo di portare la relazione attuale a uno stato più profondo e ricco di significato. Sì. Voi tutti dovreste annuire se di fianco a voi c’è il vostro partner, “Oh Sì! Sta accadendo. Sì.”

LINDA: Ohh. Mm.

ADAMUS: “È così. È proprio così, Adamus.”

LINDA: Hmm.

ADAMUS: Direi che questo è l’effetto relazione e non parlo solo del partner con cui vivete e condividete il letto, ma delle relazioni con vostra madre e vostro padre. La mamma spicca proprio.  Wooo, per qualcuno dei presenti c’è la storia tosta della mamma o dei vecchi amici. Beh, voi pensavate che fossero buoni amici ma non lo erano. Sì, è molto difficile.

La dinamica generale ora, quest’anno – intendo dire per sempre, ma soprattutto quest’anno – è molto semplice. L’ho già detto e lo ripeterò, tutto gira in torno alla libertà. L’umanità lotta per la libertà o almeno per ciò che pensa sia la libertà. È pazzesco. Sul pianeta è la più grande dualità che si sta manifestando e lo farà in molti modi diversi. I modi saranno molto diversi e proseguirà quest’anno e anche l’anno prossimo. Tutto riguarda la libertà.

Moltissime persone invocano la libertà, ma cosa leggete sui giornali? Non riguarda questo o quel gruppo, questa o quella persona che diventa libera; proprio no. Voi sentite parlare solo di trappole, di schiavitù, di limiti e dell’ipnosi che si sta verificando su questo pianeta.

L’Ipnosi

Il livello – ora faccio una digressione ma tornerò al punto – in questo periodo il livello di ipnosi su questo pianeta, per usare le vostre parole – ha superato il limite. È facile da fare, è molto facile. Al momento la mente è molto vulnerabile e tutto ciò avrà senso più avanti, ma ora la mente è estremamente vulnerabile e le persone non lo capiscono.

Esiste una dinamica per la libertà. Le persone dicono di volere la libertà ma come ho detto molti anni fa e per questo mi hanno criticato, in realtà non la vogliono. Non la vogliono. Pensano di volere la libertà e molti dei capi diranno, “Noi vi diamo più libertà,” ma non è così. Pochissimi umani sono pronti per la vera libertà ed ecco perché io onoro tutti voi. Voi combattete ma io so che nel vostro punto più profondo, ecco per cosa siete pronti.

In generale gli umani vogliono una vita un po’ più semplice. Amano lamentarsi delle cose. Ve ne siete accorti? Vogliono le cose un po’ più semplici ma non vogliono la vera libertà, neppure se gliela serviste su un piatto d’argento e diceste, “Puoi avere la libertà assoluta – finanziaria, fisica, spirituale e tutto il resto,” perché devo dirvi anche che la vostra vita cambierà e la libertà potrebbe cambiare le vostre relazioni e come pensate e il vostro lavoro e il vostro futuro e tutto il resto. Voi direste, “Ci penso un po’ sopra.” Buum! Gli umani ci cascano, perché non appena iniziano a pensare piuttosto che scegliere diventano molto vulnerabili a tutto il resto e a tutti gli altri.

In Colombia ho parlato di ipnosi e di come i gruppi la usano e voi potreste dire, “Oh! È terribile.” Va avanti da un bel po’ ma ora la stanno raffinando.

È la storia dell’ipnosi da lontano, quella che i gruppi usano di proposito e voi potreste definirla onde radio. Beh, non devono essere di fronte a voi con un orologio e … svegliati! Svegliati! (Adamus ride) Non devono essere di fronte a voi con un orologio o altro. Quella è roba vecchia, fa molto 1800. No, ora è molto diverso perché possono inviarlo virtualmente all’istante grazie alle onde radio e qualcuno che non sa come scegliere e che non vuole davvero la libertà e non discerne i suoi pensieri da quelli degli altri raccoglierà quell’ipnosi.

È davvero molto semplice da fare. Non devi essere un maestro nell’ipnotizzare, proprio no. Devi solo sapere come proiettare un pensiero e inviarlo là fuori, come rivestirlo, impacchettarlo per il pubblico giusto e poi guarda se lo raccolgono o no.

Parlando di ipnosi da lontano, qualcuno ha idea da dove arriva nei tempi attuali?

LINDA: Dalla Russia.

ADAMUS: Ho sentito Russia. Da qualche altra parte? Qualcuno? (qualcuno dice “Romania”) Romania. Certo, scegliete la Romania, perché no? Dove altro? Russia, Romania. L’ipnosi da lontano, gli specialisti ben allenati si riuniscono ed entrano in una specie di stato di trance che non deve essere profonda e poi proiettano i pensieri all’esterno. (qualcuno dice, “L’esercito”) L’esercito.

Per me avuto origine in Vaticano. In Vaticano.  (il pubblico “Ohhh”) Certo e sapete come si chiamava allora? Pregare! (il pubblico dice “Ahhh”) Ah! Ecco, ora fate “Ahh!” Ora, ora!

Pregare. No, non sempre lo facevano per scopi sinistri ma scoprirono che, “Oh, se preghiamo per qualcuno che è malato, fa un certo effetto.” Pensano che sia l’intervento divino.Pffft! È semplice ipnosi. È possibile ipnotizzare qualcuno e farlo sentire meglio – qualsiasi sia il vostro scopo – voi potete ipnotizzare qualcuno e farlo stare meglio. Perché? Chi ipnotizzate raccoglie un pensiero, un pacchetto mentale che dice, “Tu stai meglio” e di colpo sta meglio. Questo è – dammi il mio libro, il tuo libro – questo è un atto di coscienza. Essi compiono un atto. Lo mettono in atto. “Ah! Okay, l’ha raccolto.”

Da quel momento in poi i preti e gli arcivescovi e i cardinali si riunirono e dissero, “Hm. Sapete, oltre alla storia della preghiera c’è di più. E se pregassimo per avere più denaro?” Io c’ero, l’ho visto. “E se pregassimo per avere più denaro? E se pregassimo per avere il potere?”

LINDA: Oooh!

ADAMUS: “E se pregassimo per dominare il mondo?” Sapete, non pregate mai per dominare il mondo. Voi non sapete cosa vi arriva con quel pacchetto! Non è molto carino.

Si resero conto che con ciò che voi ora definite intenzione, preghiera – cioè un pensiero diretto, concentrato e mentale … (Linda gli passa una bevanda)

LINDA: Tossisci. Hai bisogno di qualcosa da bere.

ADAMUS: Tossisco. Sono molto eccitato. (Linda ride nervosamente) Ha fatto effetto.

A quel tempo non capivano come o perché e parliamo di 500, 600 o 700 anni fa ma sapevano che funzionava.

Sapete, allora pensavano che si trattasse dell’intervento di Dio o di qualcosa. A loro non importava, non importava affatto. “Ora preghiamo per avere altri fedeli. Preghiamo per fare una certa cosa in un certo modo.”

Più avanti la usarono anche i governi, è naturale – cos’è un governo senza qualche complotto sinistro – e l’hanno usata anche i militari e ora molte altre persone la chiamano con nomi diversi. In fondo, però, è ancora preghiera e sì, io prego che David sia carino con me e quindi invio un pensiero là fuori.

La realtà è una specie di onda, una corrente radio che esce da qui ma è molto potente, molto efficace e quindi esce e qualcuno può raccoglierla o voi potete concentrarvi, restringere lo spettro del pensiero e così avrà il potenziale di raggiungere solo alcune persone.

Da solo il pensiero non può farti fare qualcosa che non vuoi fare ma la maggior parte delle persone non ha idea di chi è, di cosa vuole fare e del perché è qui. Le persone sanno solo che hanno bisogno di mangiare, di aver un posto dove dormire e fare sesso e poche altre cose. Oltre a questo non ne hanno idea, quindi sono molto vulnerabili.

Non capiscono la differenza tra coscienza pensiero. Non capiscono cos’è l’energia. Capiscono poco di tutto e quindi sono molto, molto suscettibili soprattutto quando un pensiero ipnotico, un’ipnosi da lontano viene impacchettata in un certo modo ed è istantanea. Non ci vuole… voi potete farle attraversare l’universo all’istante e le persone prendono quel pensiero per proprio. Lo accettano come se fosse loro.

In tutto il pianeta il livello di pensiero ipnotico e di suggestione è ai livelli più alti e alcune suggestioni sono molto deliberate, altre sono piuttosto goffe e altre ancora sono l’atto di vivere ogni giorno. In ogni caso là fuori influisce su tutti voi finché non fate una scelta – ciò che è vostro e ciò che non lo è.

Denise, tu accetti molte cose, nella tua vita accetti molte cose che non sono tue. Tu proclami che lo sono. Tu affermi che vengono da vite passate, dalla tua infanzia e dalle esperienze che hai fatto nella tua vita. No, non è così. Non sono tue se non le vuoi.L’unicacosa che è tua è ciò che scegli. Anche se pensi che arrivi dal tuo passato o che sia una tua pessima abitudine o che non puoi farci niente, non è tuo. Non è affatto tuo se non lo scegli. Liberati da tutta la merda che non è tua, in senso letterale e figurato.

Ciò ci porta la prossima domanda e sto di nuovo facendo una digressione, ma tornerò al punto. Ecco la prossima domanda: sapete che cosa volete? È una gran bella domanda. Lo sapete davvero? Non datemi le solite risposte, “Sì, voglio una casa più grande. Voglio uno stipendio più alto. Non voglio pagare i conti. Voglio essere sano e voglio essere illuminato.” Io non ci credo e voi non ci credete. Allora, sentitelo davvero dentro di voi.Che cosa volete?

È una domanda tosta. Forse sapete ciò che non volete. È una domanda tosta. Che cosa volete? Quando dite, “Sì, voglio l’illuminazione,” lo volete davvero? Quando dite che volete la libertà, volete un po’ più di libertà di quella che avete ora o siete pronti per tutta la libertà? Volete un po’ più d’illuminazione per comportarvi quasi come un guru a un cocktail party? O volete l’illuminazione piena dove non ci sono guru e non partecipate a molti cocktail party?

Queste sono le domande. Allora, che cosa volete?

Io – mmmm – in Colombia durante la nostra riunione ho creato un po’ di ansia tra gli Shaumbra perché ho parlato dell’ultimo incidente aereo. È un caso puro e assoluto, davvero assoluto di ipnosi e tutti gli “esperti” faranno le loro diagnosi che sono sbagliate al 100%. Tutti gli esperti prenderanno in considerazione il suo passato, le sue relazioni e tutto il resto. Questa è una comprensione del tutto errata di ciò che sta accadendo qui.

Io l’ho detto molto prima che lo scoprissero, ma c’è anche il fatto che quell’ individuo era in cura con farmaci antidepressivi che vi portano via quasi tutta la vostra capacità di discernere, tutto il vostro discernimento perché sotto l’influenza di questi farmaci – mi dispiace molto, Linda, ne parlo perché è un vero problema.

Sotto l’influenza dei farmaci, il discernimento si dissolve. Non sparisce sempre la logica; sparisce la sensazione, la sensazione di ciò che è giusto e di ciò che è sbagliato. Quando il pilota è partito per la sua avventura, non provava nulla. Non sentiva alcun senso morale. Non c’era il pugno nello stomaco. Non ha provato paura e neppure ansia. Si è comportato in modo quasi robotico e ha seguito un’influenza ipnotica che è stata inviata là fuori.

Le persone fanno queste cose e a proposito, in questo caso il Vaticano non c’entra. Chi fa queste cose segue una traccia e vede che tipo di segnale c’è e anche quando emette il suo segnale e quando può influenzare al meglio, come può rivestire il segnale, confezionarlo bene e anche il tipo di risultati che può ottenere.

Amici miei, accadrà sempre più spesso e non dovete preoccuparvi. Scegliete ciò che volete. Liberatevi di tutto il resto. Se avete dei pensieri orribili o una pessima giornata o qualcosa del genere, fermatevi per un attimo. Non siete voi.

Torniamo al nostro piccolo sondaggio, alle nostre domande e al nostro strumento elettronico. Dov’eravamo rimasti?

Torniamo alle Domande e Risposte

LINDA: Ancora una persona, come da tue indicazioni.

ADAMUS: Ah, sì. Ancora una. E tu, Linda? Com’è il tuo umore oggi? Oggi.

LINDA: Oggi.

ADAMUS: Oggi.

LINDA: Otto.

ADAMUS: Otto.

LINDA: Oggi.

ADAMUS: Okay. Ieri?

LINDA:Due.

ADAMUS: Okay. Il tuo livello energetico?

LINDA: Oggi? Otto.

ADAMUS: Otto. Bene, bene e ieri?

LINDA: Due (Adamus ride)

ADAMUS: E in generale il tuo senso di equilibrio e di benessere?

LINDA: Ieri o oggi? (due persone ridono)

ADAMUS: Facciamo un gioco. Vediamo la prossima settimana.

LINDA: La prossima settimana? Prego che sia un dieci.

ADAMUS: (ride) Lei s’ipnotizzerà da sola. (risate)

Ecco la prova. La settimana prossima … no, sceglilo e basta. Non pregare. Oh, pregare è molto laborioso. Sceglilo e basta. Fallo e basta. La settimana prossima, mercoledì prossimo come sarà in generale il tuo senso di equilibrio e di benessere?

LINDA: Dieci.

ADAMUS: Bene. Vedi cos’è appena accaduto? (qualcuno dice “Lei sceglie.”)  Lei l’ha scelto e non solo questo ma così vi preparate per il Kasama, il destino della vostra anima e che in fondo è il futuro, la realizzazione che voi portate nel momento Ora. Lei ha appena scelto un dieci.

La cosa strana è che in un certo senso Linda si è suggestionata ma soprattutto si è permessa di realizzare il potenziale duro e l’ha portato dentro. Sicuramente avrà una giornata molto buona, una gran bella giornata.

Per tutti voi non è diverso, non c’è alcuna differenza.

Considerate il livello (indica il sondaggio) e oggi siete stati generosi. Io non vi avrei dato … mi sono reso conto che il vostro umore girava intorno al cinque e il vostro livello di energia non era brillante. Ecco … parliamone. Il vostro livello energetico in generale varia da tre a quattro ed è ancora più basso se consideriamo il livello della vostra energia potenziale, ma siamo da tre a quattro nell’equilibrio? Credo che non si vada da nessuna parte. Non so nemmeno se arriverebbe a zero. L’equilibrio, non pervenuto.

Per questo facciamo un respiro profondo.

Tutti voi che ci ascoltate online, rispondete alla domanda. Com’è il vostro umore oggi? Dov’è il vostro livello energetico? Dov’è il vostro equilibrio?

Fate un bel respiro profondo mentre passiamo alla prossima parte della nostra chiacchierata.

Se per voi dove stiamo andando non ha senso, non ha senso neanche per me. Vedremo dove arriveremo. No, per favore cercate di capire che andremo da qualche parte.

Il Cambiamento

Il luogo dove andremo prossimamente è il cambiamento. Il cambiamento assoluto.

Aspettatevi un cambiamento, ecco l’altra cosa. A volte gli umani tendono a stare troppo comodi. Quando siete sul sentiero spirituale è meglio se vi aspettate molti cambiamenti. Quando state per entrare nella vostra illuminazione, nella vostra realizzazione se non ci sono cambiamenti selvaggi e drastici è probabile che voi non stiate accedendo alla vostra realizzazione. Probabilmente restereste lì seduti con la troppa comodità dei vostri vecchi modi.

Aspettatevi un cambiamento. Sta accadendo e non solo a livello globale; ora sta accadendo a un ritmo folle.  Per voi esce dal diagramma, ma è così dappertutto. Posso riavere la mia immagine?

LINDA: Quale?

ADAMUS: Quella. (sugli schermi torna il sondaggio)

L’equilibrio, probabilmente state scherzando. Liberatevi dei vecchi concetti di equilibrio. Voglio dire, non ci saranno. Sì, potreste dire che ci sarà un tipo diverso di, hm, non di stabilità … un tipo di flusso, entrerà la facilità ma in questo momento l’equilibrio no, non ci sarà.

I livelli energetici saranno molto bassi. Saranno buoni in alcuni giorni ma, amici miei, voi continuate a inghiottire un mucchio di pillole. Sono integratori naturali, rimedi omeopatici ma sono pillole. Voi dite, “Il mio livello energetico è inesistente. Ohh!” E poi, “Oh, forse sto invecchiando” o, “Cosa c’è di strano nel mio corpo?” Ebrrrrr! Drurrr!Drurrrr!  via con le pillole. Andiamo! Ne prendete più ora di un anno fa. Mi spiace, ma per il vostro livello energetico non funzioneranno. Al momento il vostro livello energetico è basso a causa dei cambiamenti che state affrontando. Vi consuma, vi porta via tonnellate di energia.

Perfino dormire non funziona molto bene e forse ve ne siete accorti. La cosa migliore è un po’ di … (qualcuno dice “Cos’è?!”) Già, cos’è il sonno? La cosa migliore è un po’ di aria fresca, un po’ di esercizio leggero come camminare o procedere con passo saltellante o cose del genere. L’esercizio leggero, niente di pesante o bruciate altra energia. Per quanto riguarda il livello energetico, per il momento scordatevelo.

E il vostro umore? Vi sentirete come un cane rabbioso incazzato che non mangia da due settimane. Il vostro umore; voi cercate di controllarlo ma permettetevi di essere arrabbiati. Datevi il permesso di lasciare uscire tutto, va bene così perché per un po’ il vostro umore sarà incostante.

LINDA: Ancora di più? (risata nervosa)

ADAMUS: Dipende dalla persona con cui parli.

Certo, va bene ora passiamo al prossimo segmento e cercate di capire - il cambiamento. Oh, c’è moltissimo cambiamento in atto e quindi permettetelo, lo farete? Permettetelo e basta. Smettete di lottarci contro perché la lotta è ciò che lo rende difficile.

In questo mondo c’è il cambiamento in atto è tale che agli scienziati di questo pianeta direi: divertitevi con tutti i vostri fatti e la vostra logica. Divertitevi con tutte quelle cose, perché presto vi scoppieranno tra le mani. Sarà così, a un certo punto tutte le attuali teorie su come funzionano le cose esploderanno. Non accadrà tutto in un giorno come una grande esplosione nucleare ma le scoperte che riguardano la scienza della fisica arriveranno in fretta. Al momento di scienziati e i fisici discutono perché hanno fissato una teoria carina e stabile che riguarda l’energia e la realtà ma presto esploderà e alcuni esperimenti che stanno avendo luogo proprio mentre noi parliamo, proprio adesso distruggeranno tutto ciò.

Voi guide religiose e religioni in generale, divertitevi con la vostra storia e il vostro senso di essere nel giusto perché tutto ciò finirà nella polvere e verrà portato via dal vento. Salteranno in aria tutti i concetti che riguardano la religione e che di solito sono molto, molto falsi e non capiscono Dio. Si sbricioleranno, cadranno a pezzi. A tutti io dico: divertitevi ora, perché finirete in una situazione in cui balbetterete e tartaglierete nel tentativo di tornare alla vecchia storia, ma non funzionerà.

A tutti i filosofi in questo momento dico: cari filosofi, piantatela di filosofeggiare. (risate nervose) Andate al parco a giocare o siete morti. Andate al parco perché moltissimi… sapete, in realtà la filosofia non ha portato molto lontano questo pianeta. Io stesso ho giocato con la filosofia e mi sono divertito perché potevo essere uno stronzo arrogante con le mie …

LINDA: Cosa?! (ride)

ADAMUS: … affermazioni filosofiche che non portano da nessuna parte. A tutti i filosofi e ai cani del makyo dico smettetela di parlarne. Buttatevi nella vita e vivetela come fanno tutti gli altri. Vi divertite, v’intrattengo? Oppure…

LINDA: Oh, sei bravo.

ADAMUS: Oh, bene.

LINDA: Oh, sei bravo.

ADAMUS: Per finire a tutti di i capi di governo che pensano di capire ciò che vuole la gente ma non ne hanno la più pallida idea. Cari capi di governo o di qualcosa – dell’economia, ma soprattutto dei governi – cercate di capire cosa vuole la gente: la libertà, ma cercate di capire che non hanno idea di che cos’è. Non ne hanno idea.

Quando voi, i capi dei governi fate i vostri bei discorsi e vi candidate e fate promesse, dovete considerare ciò che vogliono. Ciò che vogliono davvero e non solo per la vostra guida, ma nelle loro vite. In fondo si tratta di libertà ma ne hanno molta paura. La temono molto.

Il punto è che le cose cambieranno. Il mondo, le notizie saranno… siamo fuori tempo?

LINDA: No, va bene. Va bene.

ADAMUS: Okay, bene.

Il mondo cambia a una velocità pazzesca e voi ci siete incastrati dentro, Shaumbra. Siete incastrati in questo “Cosa accade? È velocissimo.”

Voi vi fermate. Fate un respiro profondo e vi rendete conto che sì, tutto sta cambiando. È l’evoluzione. Capita a causa della coscienza, a causa vostra. Voi vi fermate, tutto qui, fate un respiro profondo e permettete. È semplicissimo.

Per le persone che vi circondano le cose diventeranno ancora più toste in molti modi diversi e parlo del mondo, delle notizie e della follia. Sarà sempre più dura e Denise e tutti voi, sapete una cosa? Non è vostro, non è vostro.

Certo, voi lo sentite nel vostro corpo e dappertutto. Voi lo sentite, ma non è vostro.

Il Mentale

Il prossimo. Attualmente uno dei problemi più grossi è che questo pianeta è molto, molto, molto mentale e poiché è mentale l’ipnosi è molto semplice, quindi influenzare un’altra persona e farle fare qualcosa è molto, molto semplice e proprio perché è molto mentale è anche molto stancante. Voi sentite non solo il mentale, ma anche il mentale del mondo e ciò vi stanca moltissimo.

Il mentale è un processo molto poco efficace, davvero poco efficace; consuma quantità pazzesche di energia. Il fatto che la quantità di energia sia quasi infinita non importa, perché la mente non la vede così. La mente crede nei limiti e consuma molto energia, quindi pensa che prima o poi la finirà, quindi consuma ancora più energia nel tentativo di trovare energia e lo fa con gli altri. La mente, la vostra o quella degli altri otterrà energia dagli altri.

Probabilmente vi siete accorti di come ultimamente, direi negli ultimi due o tre mesi le persone si nutrono di voi. In parte avviene perché voi ne siete più consapevoli, più consci e in parte perché attualmente c’è un disperato bisogno di nutrimento energetico sul pianeta. Via via che le persone si stancano e si sentono più confuse a livello mentale, la prima cosa che fanno è attingere da qualcun altro, anche se è una persona che amano. Non si fermano a pensare ciò che fanno a una persona cara e lo faranno a chiunque. È un’abitudine, crea dipendenza ed è ciò che fanno le persone.

Poiché questa è un’era molto mentale, le persone si aprono all’ipnosi e sono vulnerabili e ciò crea anche una quantità enorme di sbalzi d’umore. In realtà l’umore non è una sensazione. L’umore è un’autodiagnosi. La mente si fa una diagnosi e dice, “Oggi sono di cattivo umore.” Non è davvero così, ma questa è la visione della mente che voi accettate e quindi agite di conseguenza. “Sono di cattivo umore e sono stanco. La mia energia è bassa. Sono depresso.” Le persone s’incastrano sempre più profondamente nella depressione mentale che li rende stanchi e di umore variabile.

A quel punto non solo perdono il senso dell’equilibrio, ma non sanno più cos’è l’equilibrio. La mente parte per un viaggio in cui tenta di trovare un senso di stabilità, il senso di ciò che definisce equilibrio, un qualche senso di stabilità.

Ciò che fa quando cerca di trovare la stabilità è di … Joe, alza la temperatura. Sì, grazie.

A quel punto la mente, per trovare la sua stabilità – in altre parole impazzisce da sola, è stanca e niente ha più senso – la mente si limita, s’infila in una scatola e poi in una scatola dentro una scatola. Si crea una specie di crisalide e questa non è una cosa strana perché si isola e rimpicciolisce tutto.

Non ottiene un vero e proprio equilibrio, ma solo i limiti che restringono il flusso energetico e a livello di umore la rendono ancora più instabile.

In questa dinamica che è attiva in tutto il mondo e che continuerà a proseguire, avviene il nutrimento energetico che riguarda te e te e te. Sono i biscotti che cercate, è il nutrimento e gli umani stanno diventando proprio bravi, meglio che mai. Riescono a farlo in modo molto manipolativo e molto in fretta. Per un po’ di nutrimento energetico servono solo tre secondi.

Voi lo sapete, in questo momento l’avete fatto e ora lo fanno a voi.

Io parlo di tutto ciò e suona terribile e triste e voi chiedete, “Cosa faremo?” o “Oh, Adamus, ora sono molto depresso. Sono entrata che ero a cinque e ora sono uno. È possibile scendere ancora un po’?!” (risate) Ah! Voi non conoscete. Non vi porterei all’inferno se non sapessi come uscirne.

LINDA: Ohh. (Adamus ride)

Kyeper

ADAMUS: Ora passiamo alla prossima parte e la prossima parte è bella. Amo la prossima parte e ci passeremo parecchio tempo perché c’è … non è neppure una soluzione. Esiste, ma non l’avete mai usata.

Per aiutarvi a capire di cosa parlo, parliamo di una parola egiziana se riesco a farla dire a Cauldre; Linda, dovremo scrivere sulla lavagna.

LINDA: Okay.

ADAMUS: Si scrive … a livello tecnico siamo pronti?

LINDA: Sto aspettando.

ADAMUS: Okay. Si scrive … (fa una pausa)

LINDA: É una parola corta o lunga?

ADAMUS: Lo decideremo strada facendo. (risate some) Si scrive, è un’antica parola egiziana – k-y-e-p-e-r.

LINDA: K-y-e …

ADAMUS: p-e-r.

LINDA: “p” o “t”?

ADAMUS: K-y-e-p-e-r. Kyeper. (si pronuncia “chei-piar”)

LINDA: Strana.

ADAMUS: Kyeper – un’antica parola egiziana. Kyeper – significa creazione, nascita, creatività ed è anche associata allo scarabeo, lo scarabeo stercorario. Sapete, lo stercorario. (Adamus ride)

Questa parola, io amo questa parola perché significa portare in vita. In termini moderni, la parola che potremmo associare meglio a questa è creatività. La creatività.

Potreste dire che la creatività è ciò che ripristina o supera l’umore. La creatività è la cosa che porta l’energia, il flusso energetico, la dinamica energetica. La creatività o

Kyeper è la cosa che ripristina un equilibrio. Continua a cambiare ma è sempre in equilibrio, se riuscite a immaginarlo. È la creatività che avete perduto.

Voi non vi siete persi. Tutte le storie della new age e le vostre storie e anche Tobias ne ha raccontata qualcuna – “Vi siete persi nel viaggio verso il pianeta Terra. Vi siete persi quaggiù.”  Non è proprio così. Voi siete ancora qui. Voi potete sentirvi. Siete ancora qui. Non vi siete persi. Si è persa la vostra creatività, ecco cos’è andato perduto.

Kyeper deriva dal termine che molti hanno equivocato, un termine molto semplice che attualmente si usa in modo poco appropriato. È molto semplice: lo Spirito. Lo spirito.

Ci sono un mucchio di equivoci sul termine “Dio”, “anima” e “Spirito” e tutti in un certo senso ne fanno una cosa sola. Voi parlate del mondo dello spirito. No. Lo spirito è la creatività di Dio. Lo Spirito è la creatività della coscienza. Ecco cos’è andato perduto.

Quand’è stata l’ultima volta che siete stati creativi?

La creatività, Kyeper, è qualcosa che è inerente e naturale. Non dovete andare a cercarlo. Non dovete fare un corso. É voi.

Voi avete la coscienza, siete coscienza che non contiene energia. È la coscienza e poi la coscienza, mentre irradia, mentre si permette di esprimersi e ancora più di realizzarsi, la coscienza ha lo Spirito. Lo spirito è creatività, tutto qui.

La parola “Spirito” è mal usata e malinterpretata. È stato inserito insieme al Padre, al Figlio, allo Spirito Santo e a tutto il resto. Che grande equivoco. È solo la vostra capacità naturale di creare.

La Creatività, Kyeper, è ciò che lo Spirito, Dio, Tutto Ciò Che È vi diede e disse, “Vai. Sii un creatore. Vai e crea.” Pochissimi sono andati e l’hanno fatto. Pochissimi lo permettono e quindi usano il loro creativo.

Alcuni di voi dicono, “Sì, ma io ballo.” Quella è un’espressione della creatività. Quella non è creatività. “Ah, ma io sono uno scrittore.” Può essere molto mentale, ma è un’espressione della creatività. Alcuni dicono, “Io dipingo. Sono molto creativo.” Si tratta di un’espression di Kyeper, della creatività ma non è la creatività. In altre parole, solo perché disegni non sempre significa che attingi ai livelli più profondi dello Spirito, del tuo spirito.

Voi tendete a usare la creatività per risolvere problemi, i problemi della vostra vita umana e anche in modo limitato ed è così che usate la maggior parte della vostra creatività. È molto superficiale, ma voi la usate così. Sarebbe un po’ come usare il denaro – diciamo che avete molto denaro  – ma la usate solo per comprare il cibo e pagare l’affitto, nient’altro. Che spreco. Che spreco usare il vostro spirito, la vostra creatività solo per risolvere i piccoli problemi della vita.

Voi dite, “Nella mia vita ho questo dilemma. Devo gestire qualcosa,” e vi permettete un po’ di creatività per risolvere un piccolo problema umano ma la vera creatività, il vero spirito è stato soppresso, è andato perduto.

Amici miei, è arrivato il momento di riportarlo indietro. È inerente a voi.Èvoi.

Proprio ora la mente va fuori di matto e dice, “Oh sì, lo capisco davvero? Non sono certa di cosa dice e come lo applico? Quali esercizi devo fare e cosa devo fare quando me ne andrò da qui?” Niente. Niente. Lasciate che lo spirito si faccia avanti.

Determinerà dei cambiamenti ma, sapete, il cambiamento avverrà in ogni caso. Farà in modo che la vostra vita sia diversa, ma non è ciò che volete?

Alla stessa stregua, Kyeper vi porterà oltre il mentale. Oltre il mentale. Kyeper porterà nella vostra vita lo spirito e la creazione. Voi siete un creatore, non un robot. Voi siete davvero creativi, non solo logici o razionali e invece, come gli altri umani, vi siete infilati sul binario in cui vivete e basta, pensate e basta e il vostro umore continua a peggiorare. Ciò mi preoccupa molto perché dite, “Io pensavo che le cose migliorassero,” e Joe, io penso che ora qui faccia troppo caldo. (Adamus ride) “Io pensavo che il mio livello energetico sarebbe migliorato e faccio yoga e leggo i libri, ma il mio livello energetico scende sempre di più. Pensavo che tutto ciò mi avrebbe reso più equilibrato, ma mi sento sempre più dissociata.” Sì.

Io vi dico, “Permettete la creatività.”

Facciamolo. Non parliamone più, facciamolo e basta. Eh, se ora la vostra mente è confusa, va bene così. (qualcuno ride) É un po’ intenzionale.

La Merabh di Kyeper

Abbassiamo le luci, facciamo un respiro profondo e ora potete addormentarvi. (Adamus ride) Chiamiamola merabh perché sì, ricade in quella categoria. La merabh dello Spirito. Kyeper. Un’antica parola per dare vita, creare la vita.

Fate un bel respiro profondo e rilassatevi.

(parte la musica, da“Sweet Integration” con Adamus e Yoham)

Molto spesso mi chiedono, “Qual è la risposta? Cosa faccio di sbagliato? Perché sembra che le cose non funzionino?” Io vi ripeto, come ho detto all’inizio, che vi onoro per il vostro impegno e la dedizione a voi. Lo so che è dura.

So che è dura anche portare dentro ciò che chiamate lo Spirito, Kyeper, la creatività. Oh, è solo un’altra cosa nel calderone grande e grosso delle cose che stanno accadendo nella vostra vita, ma è la creatività che mancava.

La creatività non è pensare. A proposito, non ha nulla a che fare con il cervello destro e sinistro. Proprio nulla. Il cervello sinistro – il mentale, associato all’attività mentale è una cosa, ma poi si parla tanto del cervello destro, quello creativo. Nella vostra mente non esiste creatività. Di nessun tipo.

Ci sono parti della vostra mente che la creatività può stimolare e rendere più espressive, ma la creatività non è nella mente. Non esiste creatività nel pensiero.

Quando gli ipnotisti da lontano inviano il loro messaggio non usano la creatività, ma il puro pensiero e la logica. In ciò che fanno non vogliono lo spirito, né la creatività. Usano il pensiero – il pensiero mentale, limitato e conforme. Amici miei, ciò dovrebbe dirvi qualcosa.

Nella mente non esiste nulla di creativo. La sorgente della creatività non è lei.

Certo, nella mente la creatività stimola alcune cose che voi usate per esprimervi tipo ballare, fare musica, arte e scrivere. Queste, però, sono solo espressioni.

La vera creatività è il vostro spirito.

Sarebbe quasi impossibile misurarla o addirittura quantificarla, ma è qualcosa che ora potete sentire.

Sentite dentro di voi la parola  “creativo,” creare, far nascere; la vostra coscienza che dà  la vita, che porta in vita qualcosa.

Quando avevo il titolo di Merlino, quando mi chiedevano come facevo a fare la magia io sorridevo e dicevo, “È solo il mio spirito,” e intendevo la mia creatività, la mia capacità innata di portare in vita le cose perché io sono un creatore.

Amici miei,  non potete lavorarci sopra. Non potete forzarla. Non esistono discipline mentali ma in questo momento potete permetterla.

Non cercate di capirla. Non cercate di pensare a come inizierete a usarla.

Tornate al vostro Kyeper – lo Spirito che si esprime.

Fate un semplice respiro profondo e, nell’atto di coscienza, permettete.

Io vi chiedo com’é il vostro umore e com’é il vostro livello energetico. Io vi chiedo com’è il vostro equilibrio e voi parlate dalla mente, dalla vostra verifica mentale.

Ora vi chiedo, venendo dal vostro Spirito, come state?

Dal vostro Spirito, dalla vostra innata capacità di creare, di portare la vita nella vita, come state?

Da oltre l’umore, che è molto mentale sentite la sensazione della vita, della vostra vita.

Oltre il dire “Com’è il vostro livello energetico?” voi mi rispondete con una verifica mentale.

In Kyeper, nello Spirito non esiste limite all’energia. Tutto riguarda solo il flusso e lasciare che il flusso vi attraversi.

Volete che il flusso sia lento e armonioso così da poterlo sentire davvero? Volete che il flusso sia veloce e dinamico? In realtà non esiste alcun livello. Esiste solo la sua espressione. Non esiste limite all’energia.

Per quanto riguarda l’equilibrio, per voi è stato difficile rispondere. Com’è il vostro equilibrio? Un giorno a sinistra e il giorno dopo a destra; il giorno prima sale e il giorno dopo scende.

La creatività non ha bisogno di equilibrio. La mente sì, ma la creatività no. Lo Spirito non ha alcun bisogno di equilibrio.

Quando dico che lo Spirito, che Kyeper è dentro di voi, ciò non significa che risieda sempre nel vostro corpo o nella vostra mente, mai in voi. È la natura della coscienza.

La coscienza è la consapevolezza. Dalla consapevolezza tutto può nascere, tutto si può immaginare e tutto si può realizzare ma non a livello mentale, non attraverso i pensieri lineari.

Mi piace dire che la coscienza – lei crea quando sorride. Tutto qui. La coscienza sorride, tutto qui e si creano nuovi mondi. Nuove realtà prendono vita. Si rendono disponibili nuove esperienze.

La coscienza sorride e sente dentro l’”Io Esisto. Io Sono.” Lei sorride a quella realizzazione e poi lei, lo spirito della coscienza, lei crea.

(pausa)

La mente ha pochissimo a che fare con la creazione, la creatività o lo Spirito. La mente permetterà che facciano parte della sua realtà, ma non è la sorgente. La sorgente siete voi.

Il fatto è che nella vostra vita la mente – che come direste voi cerca di copiare la creatività e creare una falsa creatività – continuerà a creare i problemi, così può cercare di risolverli e può fingere di essere creativa.

La mente non è creativa; continua a entrare in vecchi cicli e in pessime abitudini. Da quando in qua dovrebbe creare dei problemi pensando che siete voi a risolverli? No.

Sentite dentro di voi la vostra vera natura creativa. La capacità di far nascere, di immaginare e avere le cose che arrivano nella vostra vita senza pensare, senza dover usare la concentrazione mentale, l’ipnosi e il controllo mentale.

Kyeper. Portare in vita.

(pausa)

Qualcuno di voi potrebbe dire, “Non sono mai stato molto creativo.” Beh, modifichiamo l’atto di coscienza. Voi siete del tutto creativi.

Proprio ora alcuni potrebbero sentire, “Ora cosa ci faccio? Come l’afferro? Come la porto fuori dalla porta? Come faccio a essere sicuro di non perderla?” Amici, è sempre una parte di voi. Sempre.

In realtà non potete perderlo. Sicuramente potete permetterlo.

La mente salta subito dentro e dice, “Beh, quant’è grosso e grande e cosa posso farci? Posso creare un castello magico con gli unicorni e tutto il resto?” Fate un respiro profondo.

Non dovete controllarla. Non dovete e non potete neanche forzarla. Siatene consapevoli e basta. Nel momento in cui ne siete consapevoli, nel momento in cui sentite lo Spirito, la creazione, lei prende subito vita. Non dovete dirle come o quando o quando tanto o quanto poco. No, perché la vera creatività, la vera Kyeper è libera. Si trova nella libertà.

La vera Kyeper non ha bisogno che le parliate di dettagli – quanto in fretta, quanto grande, di che colore e in che misura. Ecco la bellezza della vostra creatività. Per la mente immaginarla è difficile perché la mente vuole quantificarla, controllarla e misurarla e invece no, la cosa bella di Kyeper è che supera tutte queste cose.

(pausa)

La mente, il sé umano dice, “Posso usarla per avere una macchina nuova? Posso usarla per guarire il mio corpo? “ Shhh. Siatene consapevoli e basta.

Non si tratta di dirigere o di fare qualcosa. Ecco la bellezza della creatività. Voi la guidate. Voi la manipolate. Quella è la bellezza dello spirito.

È solo vita, vita che prende vita.

Una delle grandi gioie di essere un creatore consapevole è che non dovete controllarla.

(pausa)

La creatività reagisce in modo naturale a voi. Non potete controllarla.

Pensate alla creatività come il livello successivo della realtà, il riflesso della dualità – voi che vi vedete. Per molto tempo c’è stato ciò che voi chiamate la dualità. La dualità ha permesso al Sé di vedersi e di fare esperienza del Sé.

Mentre superiamo la dualità ed entriamo nella vera creatività, quello è lo specchio in cui vi vedete. In altre parole la creatività, lo spirito quando non è controllato e non è gestito e non è manipolato risponde direttamente a voi. È vostro.

Quando la vostra coscienza sorride con il sapere interiore “Io Esisto”, allora la creatività fornisce ilriflessoperfetto nel mondo materiale e in tutte le altre realtà.

Quando la vostra coscienza sorride, in altre parole quando permettete la vostra consapevolezza, allora la creatività crea la vostra realtà perfetta. Nessun controllo. Non dovete progettare, architettare, costruire e mantenere. Lei diventa e basta. Questa è la libertà.

(pausa)

Con Kyeper, la creatività, tutte le cose come l’umore e i livelli energetici degli equilibri diventano insignificanti, irrilevanti.

Sentitelo per un attimo, un attimo che esiste nel passato e nel futuro e poi tornate nel presente. Sentite dentro di voi il momento che è nel passato e nel futuro quando c’eravate voi, la vostra coscienza e la creatività.

Nient’altro.

Molto prima che aveste un corpo fisico, molto prima che sentiste il peso di essere un umano su questo pianeta, quando la vostra coscienza sorrise, le cose divennero. Nacquero. Nessun piano, nessun obiettivo. Nacquero e basta.

La mente pensa, “Beh, è un po’ fuori controllo. “Ah! Sì, in un bel modo.

Molto prima di arrivare su questo pianeta, molto prima che esistessero le famiglie spirituali, le famiglie angeliche c’eravate voi e la vostra creatività. Nel futuro c’è la vostra coscienza e quando la coscienza sorride, lo Spirito prende vita. La creatività crea senza pensare, senza controllare, senza manipolare, è un’espressione divina e l’uso divino nel creare.

Come Maestro Asceso, a un certo punto del tempo là fuori c’è solo la vostra consapevolezza. Certo, è piena della saggezza di tutto ciò di cui avete fatto esperienza, ma è la vostra consapevolezza. Quando la consapevolezza sorride, dà la vita; fornisce vita ed espressione.

Nessun piano, nessun progetto e nessun limite. Nessun muro o barriera. La creazione pura e semplice.

(pausa)

Quel poco di creatività che in questi giorni si usa sul pianeta serve per risolvere i problemi umani e i dilemmi umani ma come ho detto, sarebbe come essere ricchi e usare il denaro solo per comprare il cibo e pagare l’affitto. Che spreco. Che grande spreco di buona creatività quando si applica solo a risolvere problemi o a migliorare solo un po’ la vita umana.

Miei cari amici, propongo a tutti voi di superare l’uso della creatività solo per risolvere qualche problema. Lasciate che Kyeper si faccia avanti, che sia presente nella vostra vita – non solo per farsi carico di qualche problema umano che riguarda la gestione della casa, le cose fisiche o emotive perché è un grande spreco di buona creatività – ma la vera creatività nella vostra vita.

Voi ripeterete, “Allora dovremo uscire e ballare o dipingere? “No, quelle sono solo espressioni della creatività. Potete fare quelle cose, ma nella vostra vita permettete la creatività e non gestitela.

Nella vostra vita la creatività sostituirà la dualità e sarà un modo per vedervi, sarà il nuovo specchio. La creatività sostituisce la dualità.

Ecco, ora facciamo un bel respiro profondo.

Permettete Kyeper

Io chiedo a tutti voi di permettere Kyeper nella vostra vita. Non pensateci troppo sopra. Non cercate di concentrarvi e la ragione per cui oggi ho parlato di ipnosi e di tutto il resto è che questa non ne è l’opposto. Quello è pensiero mentale concentrato e ha una forma d’onda e potreste dire che ha una frequenza. Non è ciò che stiamo facendo qui. Noi non entriamo di più nella mente; noi andiamo oltre la mente.

La vera creatività non ha frequenza. La vera creatività non ha bisogno o non vuole essere limitata.

Esistono espressioni di quella creatività che si manifestano in molti modi diversi ma, amici miei, permettetela nel vero stato in cui si trova e cioè libera.

Facciamo un bel respiro profondo. Ahh!

All’inizio vi ho chiesto, com’era il vostro umore? Com’era il vostro livello energetico? Com’era il vostro equilibrio?

Fate un bel respiro profondo.

Ehh, è ancora basso (Adamus ride) ma sta accadendo qualcosa. Qualcos’altro arriva proprio al momento perfetto. L’avete messo lì voi. L’avete messo lì voi. Si chiama la vostra creatività. Ora state con lei.

Cari amici, detto questo ricordatevi che nonostante tutto ciò che sta accadendo in questo mondo folle tradito da Dio… (risate)

ADAMUS E IL PUBBLICO: … Tutto è bene in tutta la creazione.

ADAMUS: Grazie. Grazie.  (il pubblico applaude)