SHOUD 08 - NON IMPORTA

SERIE RITORNO

SHOUD 8 - NON IMPORTA

presentato al Crimson Circle il 7 marzo 2009

E così è, cari Shaumbra.

É il migliore dei momenti ed è il peggiore dei momenti.

É l’età della saggezza ed è l’età della stoltezza.

Facciamo un respiro profondo. (pausa)

É l’epica del credo ed è l’epica dell’incredulità.

É la stagione della luce ed è la stagione dell’oscurità.

Cari Shaumbra è la primavera, è la primavera della speranza ed è l’inverno della disperazione.

Davanti a noi abbiamo tutto e davanti a noi non abbiamo proprio nulla.

Siamo tutti nella coscienza dell’ascensione e siamo tutti persi per sempre nell’immutabile.

Con le parole di Charles Dickens, scritte nel 1859 - 150 anni fa - con l’assistenza di Adamus Saint-Germain: “Un Racconto di Due Città.” Oggi, nell’epoca in cui viviamo sono ancora così opportune - forse potremmo intitolarla di nuovo: “Un Racconto della Coscienza Multipla.”

Oh, cari Shaumbra, in che tempi viviamo, e dico “noi” perché la gran parte di me è qui con voi sulla Terra. Questo è uno dei miei ultimi messaggi a questo gruppo di Shaumbra, nel modo in cui lo facciamo ora - con me in una dimensione non fisica e voi qui sulla Terra.  Mi sento richiamare così in fretta verso questo luogo chiamato Terra, di nuovo nel corpo di colui che chiamo Sam, di nuovo in questa realtà e in quest’illusione in cui viviamo tutti.

È davvero il migliore dei momenti ed è davvero il più difficile dei momenti mai vissuti sulla faccia della Terra. Tutti noi, umano e spirito, facciamo un respiro profondo per celebrare questo paradosso, per celebrare dove siamo oggi, perché, come avete udito tante volte, questo è il motivo per cui avete scelto di essere sulla Terra.

Come sapete bene, è difficile e impegnativo e niente sembra funzionare più. I vecchi trucchi e i vecchi strumenti sono andati, ma cosa li ha rimpiazzati? Noi abbiamo tutto davanti a noi - come ha detto Dickens. Davanti a noi c’è ogni strumento, ogni risorsa, ogni soluzione e ogni risposta, perché le abbiamo messe lì in modo multidimensionale. Le abbiamo messe lì tanto tempo fa, senza sapere come sarebbe stato questo giorno.

Abbiamo avuto la saggezza di mettere gli strumenti della Nuova Energia senza neanche conoscerli, senza sapere esattamente come dovevamo usarli, ma sapendo che avremmo dovuto usarli. Senza dover manipolare o fabbricare un certo strumento o un sistema o una struttura, ma sapendo che in questo tempo - quando saremmo arrivati sul sentiero - gli strumenti sarebbero apparsi, sarebbero stati opportuni e sarebbero appartenuti alla Nuova Energia e non alla Vecchia.

Davanti a noi non abbiamo nulla. Non abbiamo niente da mettere in tavola, perché tendiamo a tornare alla storia, indietro nel tempo per estrarre ciò che abbiamo imparato prima, per portarlo a tavola nei momenti della disperazione e delle sfide - ma non funziona, non è più valido. Come ci ha detto Kuthumi il mese scorso, non lo sa proprio nessuno e perciò non c’è niente in tavola - almeno dal nostro passato. Ogni cosa che ora c’è sul tavolo - tutti i doni e l’abbondanza e gli strumenti e la saggezza e la speranza - provengono dal nuovo, provengono da noi, nei potenziali che abbiamo creato nel futuro - è tutto lì.

La Coscienza Dopo il Salto Quantico

Nel settembre 2007 l’umanità ha superato un confine molto importante - lo abbiamo definito Salto Quantico. Guardatevi indietro per un attimo, osservate com’è cambiata la vostra vita - il mondo è cambiato in meno di due anni. Prendete in considerazione i mercati, i governi, le chiese; osservate la coscienza dell’umanità. Non è ciò che era prima. Tutto ciò è accaduto in pochi mesi dalla data del Salto Quantico.

Sapevate che stava arrivando e noi sapevamo che stava arrivando. Dal nostro lato possiamo misurare e monitorare la coscienza dell’umanità - ne vediamo i flussi e i riflussi - vediamo la sua espansione e vediamo come sta accelerando. Sta andando molto veloce - voi potete guardare indietro, a quale velocità andavano le cose - e poi ha fatto un salto quantico.

Sulla Terra la maggior parte delle persone non sa nulla di quella data - del settembre 2007. Non sono consapevoli che c’è stata una cosa chiamata Salto Quantico, ma oggi lo stanno vivendo. Voi eravate consapevoli che stava arrivando, voi lo sapevate da molto prima che noi pronunciassimo le parole “Salto Quantico”, prima che noi vi dicessimo la data di questo salto della coscienza. Voi ne siete stati consapevoli per migliaia e migliaia di anni; sapevate che stava arrivando e avete scelto molto consapevolmente di essere qui, incarnati sulla Terra, in questo momento.

Cari Shaumbra, è il migliore dei momenti oio, Tobias, non sarei tornato nella celebrazione e nella gioia e naturalmente nelle difficoltà e a volte nella confusione, com’è facile che accade per l’umano. Non sarei tornato in questo momento, a meno che non avessi gli stessi sogni che avete voi, la stessa speranza per l’umanità che avete voi e le stesse percezioni di ciò che sta arrivando, quelle che avete voi.

Oh, voi v’ingannate così spesso - davvero spesso. Vi raccontate di esservi persi per sempre nell’immutabilità. Vi raccontate perfino che state aspettando che i piccoletti nelle astronavi di metallo si mostrino e vi mostrino il cammino. Lo so - lo so. A volte, nei momenti più vulnerabili alcuni di voi pensano: “Bene, aspettiamo i grandi esseri intelligenti che vengono da lontano per salvarci.” Cari Shaumbra, ve lo ripeto ancora una volta, siete voi i grandi esseri che vengono da lontano. Siete voi dai potenziali futuri che arrivate da qualunque posto e avete scelto di partire; siete voi che tornate nel Momento Ora portando a tavola la loro saggezza, la loro chiarezza, la loro conoscenza che è già compiuta, la profonda saggezza che dice: “Non è importante” - non lo è proprio.

Alcuni di voi - pochi, non molti - ma alcuni di voi stanno aspettando che gli esseri che vivono dentro la terra vengano fuori da dove hanno vissuto per decine di migliaia di anni portando la loro saggezza. Se fossero così svegli, sarebbero già qui!  Quello che state aspettando davvero è quella parte di voi che deve uscire da dove è stata sepolta, quella che sa così bene chi siete, quella che sa che voi siete anche Dio e che è stata messa sottoterra, che è stata sepolta e nascosta - e che sta aspettando. Perciò siete voi che uscite da sottoterra.

Non vi aspettate orde di milioni di esseri che hanno vissuto sottoterra - senza doccia, sapone o cose del genere - che escono per salvare l’umanità. In questo momento è una parte di voi che verrà fuori - perché è davvero il migliore dei momenti e, per alcuni, il peggiore dei momenti.

La Terra sta affrontando i suoi cambiamenti, e l’umanità sta attraversando il processo di ascensione - e ciò appare caotico difficile. É molto facile essere catturati in tutto ciò, e quando ne siete catturati è facilissimo tornare al vecchio luogo - quello scarsamente illuminato, quello così prosaico che definite mente alla ricerca di risposte, alla ricerca del vostro passato e della vostra storia per dire: “Ora cosa faccio? Che trucco devo tirar fuori? Che cosa ha funzionato dieci vite fa? Che cosa ha funzionato una vita fa?”  Cari Shaumbra, ora non funzionerà, viviamo in un momento molto diverso.

Come vi hanno detto oggi Cauldre e Linda, non tornerete mai indietro - non tornerete mai indietro. La Terra non sarà mai più la stessa. Non è questo che avete chiesto? Non è per questo che avete pregato, quando ancora pregavate? Non è questo ciò che avete immaginato?

Nel Futuro

Cari Shaumbra, come ha detto Saint-Germain in una sua recente discussione, i prossimi anni saranno impegnativi e molto difficili per alcuni e molto facili e sacri e benedetti per altri. Avrete le vostre giornate… ci saranno dei giorni in cui ci sarà un’enorme speranza e dei giorni di disperazione. Voi vivrete giorni di luce e di buio. Nei prossimi anni ci saranno momenti in cui chi vi è stato più vicino e vi è più caro vi tradirà - non importa.

Molti di voi attraverseranno la crisi spirituale più profonda, la più dura e la più oscura mai affrontata in nessuna vita sulla Terra -  lo farete in questo corpo. Ne ho parlato lo scorso giugno con Kryon a Sedona, e pochi di voi sanno di cosa sto parlando. Si tratta di una crisi spirituale diversa da tutte le altre. Oh, nella vostra vita avete imparato a fronteggiare alcune crisi; avete imparato a fronteggiare quasi ogni crisi di salute ed emotiva. Vi dite: “So che posso farcela. Se continuo a respirare e mi tengo basso so che posso superarla - posso affrontarla.” La crisi di cui vi abbiamo parlato prima, è diversa da ogni altra - è più buia e più terrificante di ogni altra.

Allo stesso tempo avrete un’illuminazione spirituale. Non amo più la parola ‘spirituale’ - ha vecchie connotazioni. Voi vivrete un’illuminazione di voi e della vostra coscienza come non avete mai sperimentato prima. Non ha importanza.

Avrete delle intuizioni, come quelle di cui Cauldre, Aandrah e On hanno parlato prima, su come essere così multidimensionali che vi disorienterà. Vi scombussolerà perché i vecchi sistemi di misura umano stanno tentando di mantenervi - come dire - molto lineari e molto unici. I vecchi sistemi di misura e monitoraggio del vostro corpo, della vostra mente e dello spirito cercano di mantenervi in equilibrio in questa rigida realtà/illusione tridimensionale. Se diventate multidimensionali mentre siete incarnati in questo corpo, mente e spirito - ne sarete disorientati. Vi disorienterà perché di colpo ci saranno energie che arrivano da luoghi che non avete mai sperimentato prima - nemmeno nello stato non fisico tra una vita e l’altra.

Voi sperimenterete la Nuova Energia che è così diversa - non è nemmeno quantificabile come lo era la Vecchia. Al momento non c’è alcuna descrizione se non questa espressione convenzionale - Nuova Energia - perché è davvero diversa.

Nella vostra vita farete delle esperienze - quando i giorni sembrano così bui e altri sembrano così luminosi - voi sapete di cosa parlo, non è vero? Adesso le vivrete, sperimenterete il migliore dei momenti e il peggiore dei momenti mentre siete in questo corpo. Non ha importanza.

Cari amici, ci saranno momenti in cui avrete crisi di salute, e questo vi terrorizzerà perché sentirete l’avvicinarsi della morte alla vostra porta. Vi chiederete che c’è di sbagliato - perché il vostro corpo vi tradisce? Perché si sta fermando? Ci sono altre forze più grandi di voi - una parte di voi ma più grande di voi - che vi richiama a casa? Il corpo è davvero il padrone, il controllore e il dio della vita? É il corpo che decide come, quando e dove andrete?

Per voi ci saranno crisi di salute che vi faranno riconsiderare tutta la vostra vita e vi chiederete cosa state facendo. Da queste crisi di salute precipiterete in una crisi spirituale ed emozionale; visto che vi ritenete esseri spirituali evoluti - com’è possibile che vi ammaliate? Come può qualcosa come il cancro o il diabete o perfino un raffreddore, un’influenza mettersi sulla vostra strada, se siete così perfetti?

In altri momenti di questi tempi sorprendenti in cui vivete, vi verrà diagnosticato qualcosa che sembra una minaccia per la vostra vita ma in un batter d’occhio - con l’amore per voi e la scelta sul vostro corpo - le supposte malattie e gli squilibri verranno scaricati ed eliminati dal vostro sistema. Tutto ciò confonderà i medici, tanto che non vorranno parlarne con voi - perché siete una anomalia - non rientrate nei loro testi, nei protocolli e nelle strutture perché è successo qualcosa di diverso, quindi vi allontaneranno. Eppure torneranno ai loro spazi tranquilli, alle loro case a chiedendosi cos’è appena accaduto.

É il migliore dei momenti, è il peggiore dei momenti e soprattutto - non importa.

Non Importa

Meno di due settimane fa ci trovavamo in un vortice - un vero vortice - definito la Grande Piramide con un divertente gruppo di Shaumbra da tutto il mondo. Non solo è un vortice allineato con le griglie e le linee del suolo e cose del genere, ma perché è diventato un vortice per l’umanità.

La coscienza l’ha creato come un potentissimo vortice ed è impresso nella memoria e nella coscienza degli umani in tutto il mondo e persino in alcune delle vostre banconote(si riferisce al dollaro USA - N.d.T.)E’ una visione e una immagine che la stragrande maggioranza dell’umanità ha visto e conosce. Con questo gruppo di Shaumbra siamo rimasti a lungo nella camera interna parlando dei misteri della vita - entrando nei veri segreti della vita.

A questo gruppo abbiamo detto che non ha nessuna importanza e abbiamo percepito un senso di rammarico, di tristezza e incredulità: “Cosa intendi dire, Tobias?” potevo udire alcuni di loro che dicevano: “Cosa intendi con ‘non importa’? Si suppone che io sia qui sulla Terra ora perché importa. Si suppone che io sia uno Standard della Nuova Energia perché importa. Io sono in missione. Non capisci, Tobias? Io sono in missione. Anche se mi sono dannatamente perso, io sono in missione. Lungo il percorso ho perso tutto, non so cosa sto facendo, non so nemmeno chi sono, ma è una dannata missione, Tobias. Si tratta di una dannata missione. Che vuol dire ‘non importa’?”

Era come se avessi portato via loro qualcosa - il senso della passione, dello scopo. Non ha importanza, ho detto a questo gruppo - non ce l’ha davvero. Perché? Perché voi ci siete già - ne abbiamo già parlato. Voi siete già arrivati nel luogo in cui volevate arrivare. Alcuni di voi hanno detto a Saint-Germain che avete scelto l’ascensione. Ecco, siete ascesi, ci siete! Ora state solo sperimentando com’è stato arrivarci. Non ha importanza perché, cari Shaumbra, è così naturale, è così una parte di voi - tutto questo processo di espansione o evoluzione o comunque vogliate definirla. Voi ci siete già.

C’eravate quando avete attraversato il Muro di Fuoco e avete sperimentato tutti i potenziali di ogni vita - fisica e non fisica - di tutto ciò che avreste mai pensato, mai fatto e tutti i sottopotenziali dei sottopotenziali. Voi siete già arrivati perciò, non ha davvero importanza - non ha alcuna importanza.

Oh, lo so che fa male: “Beh, allora perché dovrei svegliami al mattino? Perché dovrei provarci?” Avete assolutamente ragione - perché dovreste? Perché mai dovreste continuare a combattere? Non dovreste -  non importa, non ha importanza. “Perché dovrei portarmi sulle spalle tutta la Terra, accollarmi i fardelli e l’energia dell’umanità?” Non dovreste; dovreste solo lasciarli cadere, non importa.

Non tutti hanno scelto ciò che voi avete scelto. Non tutti hanno scelto di ascendere - neanche di illuminarsi, e nemmeno di avere un solo giorno buono. Non importa, perché presto o tardi lo faranno - o forse no - non ha importanza. Queste persone affronteranno il loro sacro processo personale. Se si sono persi, se si sono persi del tutto non ha importanza - perché finiranno per ritrovarsi Nel loro stato di essersi persi, si ritroveranno.

Non importa se sono imprigionati nella loro coscienza - o se voi lo siete voi. Non ha importanza perché prima o poi faranno come quel mascalzone, illustre e grande Adamus Saint-Germain che, intrappolato nel suo cristallo, nella più grande semplicità che potete mai immaginare, si rese conto che: “Se sono riuscito a infilarmi qui dentro, posso anche uscirne. Se ho creato l’illusione della mia prigione, posso creare anche l’illusione della mia libertà.” Non ha importanza, Shaumbra.

Nella Grande Piramide, cos’avremmo potuto dire di più grande di: “Non è importante”?  Quale vuoto di tristezza più grande di quello che abbiamo percepito in quel gruppo fatto di chi è qui con una missione, di chi è qui per combattere contro le correnti e di chi è qui per fare i suoi giochi e affrontare i suoi processi. Non ha importanza.

Affrontate i giochi e i processi perché ne uscirete bene, ve lo posso dire. Ho camminato alcune miglia nei vostri sandali: so bene cosa significa arrivare al punto di assoluta unicità con il Sé, di assoluto amore con il Sé - innamorarsi di se stessi - e capire di colpo che “Non importa. Io Sono Quello Che Sono - che sono sempre stato, e sempre sarò. Non importa.”

Pensando a me nel mio viaggio, ricordo la realizzazione finale della mia ascensione; desideravo tornare indietro nel tempo per dirmi che non ha importanza - e poi mi sarei goduto tutto il viaggio per tornarci. Sapete una cosa? Io sono tornato indietro. Sono tornato, in tutto ciò che avevo fatto e sperimentato, e mi sono detto - da anima a incarnazione umana - ho detto a me stesso: “Non importa”.

Non sempre ho ascoltato - non volevo ascoltare. Non mi importava di ascoltare, perché nella mia incarnazione umana ero così impegolato con i miei dilemmi e i miei drammi, ero così coinvolto nei miei giochi, nelle mie riflessioni, ma anche nelle mie creazioni e nelle mie relazioni che non volevo sentire quella voce che diceva: “Non importa. Tu ci sei già.”

Perché Siete Qui?

Voi vivete nel migliore dei momenti e nel peggiore dei momenti. Vivete nel tempo della saggezza e nel tempo della stupidità - e non ha importanza. Vivete in un momento di grande cambiamento e in un momento che non ha bisogno assolutamente di cambiare, perché è già. Oggi chiedo a ognuno di voi, lo chiedo a tutto il mondo: perché siete qui? Cos’è che avete scelto? Se ci siete già, se siete già nell’ascensione, di cui vi abbiamo parlato nella Serie del secondo anno delle nostre discussioni, nei nostri Shoud - allora per cosa siete qui?

Dovete avere una tale missione e uno scopo? Avete bisogno di essere necessari a qualcuno o a qualcosa? Dovete ancora essere un crociato? Dovete ancora montare su un cavallo e attraversare vasti territori per dire e mostrare alle genti come vivere e in cosa credere?

Oppure potete stare qui sulla Terra come voi stessi?  Perché? Perché sì. Ho scoperto che questa è una ragione buona e sufficiente - perché sì. Perché siete qui sulla Terra? “Dannazione, solo perché è il migliore dei momenti ed è il peggiore dei momenti. Non avrei voluto perdermelo per nessuna ragione!” Perché siete qui? “Solo perché posso esserci, perché posso essere in un corpo che è una cosa così sensuale. Solo perché posso sentire le emozioni umane, posso gustare il cibo umano. In realtà posso provare il dolore umano e il suo struggimento - questo di per sé è già un motivo. Perché posso sentire questa cosa chiamata amore tra una persona e l’altra. Posso accarezzare un cane. Posso cantare a voce spiegata e ascoltarmi.”

Perché sì. Che cosa grande e meravigliosa è per un creatore, perché sì - non fosse altro che per vivere l’esperienza.

Dall’altro lato non guadagnate punti per il totale delle esperienze che avete avuto, per le difficoltà e le sfide dell’esperienza. Siete solo ammirati per la profondità e per la compassione dell’esperienza con voi - Questo è tutto.  Dall’altro lato ci sono esseri - esseri angelici, come li chiamereste voi - che non sono mai stati in una forma umana - che sono del tutto affascinati da un angelo che è stato sulla Terra. Si vede dai nostri colori, dai vostri colori. I colori di adesso - si potrebbe parlare di un certo tipo di vibrazione o di luce.

Sto diventando dipendente da questi umani…e devo fare una delle mie ultime richieste, naturalmente oltre a quella sulla barba di Cauldre e…oh sì, dopo essersi fatto crescere la barba per il mio messaggio di addio, vorrebbe tagliarla e vendere le sacre reliquie a…(molte risate, Linda dice: “Stai perdendo il controllo”.) Davvero, nella mia ultima canalizzazione - all’ultimo minuto - vorrei un bicchiere del miglior vino che potete permettervi. (altre risate e Linda dice: “Stai attento a ciò che chiedi.”) Oh, certo, io non solo chiedo, io sogno e creo. E così sarà. Dove eravamo?

Negli altri reami, quando un angelo che non ha mai preso una forma umana incontra uno di voi che è stato in una forma umana, è in soggezione di fronte alla vostra esperienza - ne vuole un po’. Quegli angeli hanno soggezione della profondità della vostra anima, dei colori magnifici e della canzone del vostro cuore. “Dove l’hai preso!?” dicono. “Come sei diventato un essere così grande e glorioso - un re, un faraone e un Dio dentro di te? Come faccio a diventare come te?”

Voi fate un respiro profondo: “Per questo devi andare sulla Terra per questo, ma vorrei darti un avvertimento prima che tu vada. Potresti perdere la via.” Essi rispondono: “Ma guarda, è ovvio che tu l’hai trovata.”

“Sì, ma esiste l’illusione di perdere la via ed è così reale che è la più grande esperienza che tu possa mai avere. L’illusione di essere perduti, di essere fragili e insignificanti e di essere un nulla in mezzo a molti - che grande esperienza è!”

Essi rispondono: “Ma guardati, tu essere magnifico. Sei stato sulla Terra, hai giocato, ti sei divertito, hai amato. Sei diventato solido! Hai potuto percepire le cose in un modo che non ci è possibile.” Voi scuotete la testa e o io scuoto la mia- e dite: “Tu la odierai e proprio in quell’odio, in quell’avversione e in quella disperazione di volerne uscire sta l’esperienza. Che grande cosa è osservarlo dall’altra parte, sentirsi davvero così oppresso e disperato da odiare tutto. Che esperienza!”

“Aai una cosa? Detto tra noi…” dite a questi nuovi “quando andate sulla Terra, fatemi un favore. Soprattutto quando andate sulla Terra e siete lì, disperati, in difficoltà, mentre vi chiedete se sarete in grado di mangiare il giorno dopo e il vostro compagno ha appena divorziato da voi e i vostri figli non vi sopportano più e siete malati - avete mal di schiena e un raffreddore e l’influenza, tutto insieme - e imprecate e bestemmiando vi chiedete: “A cosa mai pensavo?” ricordatevi questo: Non ha importanza! Non importa, perché non vi potete perdere. Non potete perdervi: non è una prova, non è nemmeno un esperimento - è un’esperienza. Non importa. Ora, potete scendere e ricordare queste parole” vedete, voi glielo dite, io glielo dico ma loro non ascoltano: “Se potete scendere e ricordare queste parole ‘Non importa’, farete un’esperienza fantastica. Voi amerete ogni momento nel corpo fisico e se scendete in questo tempo di grandi cambiamenti sulla Terra chiamato Salto Quantico - l’evoluzione della coscienza - e vi ricordate che ‘Non importa’, vi godrete davvero l’esperienza. Cosa vorreste sperimentare - provare gioia o averne paura? Essere un creatore o un giocatore?

“Se andate sulla Terra in questi tempi nuovi, ricordatevelo” dite a questi angeli grezzi, immaturi: “quando siete sulla Terra, se la sera, prima di dormire, vi ripetete: “Non fa niente, non ha importanza” con gli umani accade una cosa strana. Essi non vogliono credere per forza che non importa e restano indottrinati o a volte ipnotizzati dal fatto che invece ha importanza. É stato detto loro che se non ha importanza, potrebbero ferire qualcuno; se non ha importanza potrebbero derubare, ingannare o addirittura uccidere qualcuno. Viene loro detto e sono addestrati al fatto che è meglio che abbia importanza.

“Ma sapete, se ricordate sempre che siete un angelo che sperimenta, che è in un’esperienza - voi siete il creatore di quella esperienza e il distruttore di quell’esperienza - se ve lo ricordate questo, non dovrete mai preoccuparvi di fare qualcosa di ‘male’. Voi trascendete il bene e il male e non avete neanche bisogno di rubare energia a qualcun altro, ragione per cui non sarete coinvolti nei giochi che fanno gli umani e non sarete intrappolati nel karma. Non finirete in quella trappola, se ricordate che non ha importanza: “Io Sono Quello Che Sono, io sono il creatore e il distruttore.

Non ha importanza.”

La Fine Della Dualità

Shaumbra, sono tempi incredibili quelli in cui vivete e che sperimenterete - gli umani stanno per sperimentare questo paradosso incredibile. Un giorno sanno tutto, il giorno dopo niente. Un giorno hanno un grande amore e il giorno dopo sono traditi da chi li ama. Non ha importanza, non ce l’ha proprio. Oh, alle condizioni umane piacerebbe molto che fosse importante e vorrebbero gridare e lamentarsene, vorrebbero biasimare qualcun altro e gli piacerebbe essere le vittime per recitare quel ruolo, ma non importa.

Vivete in un tempo di paradossi incredibili in cui più niente è più come prima. In un recente Shoud abbiamo parlato del tempo atmosferico - un tempo che fa avanti e indietro - un incredibile paradosso. Un momento una burrasca, il momento dopo un paradiso; un momento l’umanità soffre e il momento dopo esulta.

Perché tutti questi paradossi? Perché tutta questa confusione proprio ora? Perché, cari amici, questa cosa che avete conosciuto per tutto il tempo che avete vissuto delle vite sulla Terra - questa cosa chiamata dualità, le forze che si oppongono - la coscienza della dualità sta per compiersi…sta arrivando al suo compimento. Queste forze che vedete e che apparentemente percepite come in guerra fra di loro - in realtà stanno per riunirsi.

Stanno per riunirsi, così voi non sarete più un uomo o una donna ma mentre si riuniscono, c’è questa percezione o illusione che ci sia un grande paradosso tra la parte maschile e quella femminile di voi - ma in realtà stanno arrivando a compimento. Ecco cosa riguarda davvero tutta la trasformazione nella Nuova Energia.

In un certo senso è la fine dei tempi, è la fine della dualità, ma la dualità si sta facendo visibile più che mai. Le contraddizioni saranno più visibili e sensibili che mai - intendo dire che le sentirete più forte che mai - e in realtà questa non è una contraddizione e non si tratta più di forze opposte - perché stanno arrivando a compimento. Ciò che potrebbe apparire come caos, contraddizione e conflitto, in realtà è un riunirsi di nuovo. Vedete, Non ha importanza. Accade naturalmente - e accade veramente in un modo bellissimo.

Di questo bellissimo processo sulla Terra vi viene mostrato solo un lato. Tutti si focalizzano sul lato terribile, sul sistema che sta crollando. Passate dall’altro lato, dove non c’è nessuno, guardate dall’altro lato della creazione, di quest’illusione e vedrete la bellezza di ciò che sta accadendo. Non restate in mezzo alle masse sbalordite a questa rappresentazione tridimensionale della realtà dicendo: “Che diavolo succede alla Terra? Dove andremo? Cosa faremo? Perché sono qui?” Shaumbra di tutto il mondo girate sull’altro lato, proprio dove non c’è nessun altro e osservate quanto sta accadendo davvero. É bellissimo e allo stesso tempo crolla: è il riunirsi degli elementi che sono stati separati molto a lungo - è un processo talmente bello.

Siate quello che in tutto ciò vede la bellezza. Siate quello che lo porta dentro, che sente assolutamente ciò che sta accadendo davvero. Mettete da parte le vostre preoccupazioni sul lavoro e sul denaro e - oh, il valore del mercato azionario. Non importa. Per voi ci saranno risorse e abbondanza, ma non somiglieranno per nulla alla vecchia abbondanza perché non funziona come la vecchia abbondanza. Smettetela di preoccuparvi da dove arriverà il prossimo assegno.

Ora volete contraddirmi su questo punto e mi state scrivendo fornendomi delle prove inoppugnabili. Posso sentirvi: “Gli scriverò una email e gli dirò: ‘Tobias, tu non sai di che diamine parli perché io non ho niente e in arrivo per me non c’è niente. Sono alla frutta.” Lo siete veramente. Girate dall’altra parte e osservate perché siete alla frutta. Guardate la bellezza del lasciar andare tutto.

Dimenticate i piccoli dolori umani …la maggior parte è solo paura e in gran parte si tratta di un’illusione. Cosa avete perso realmente? Niente. Non importa. Voi state guadagnando tutto, ma non volete vederlo. Siete troppo occupati a guardare le cose che crollano. Siete troppo occupati a giocare, siete troppo occupati a ritenervi una vittima. Siete troppo occupati a incolpare me, i vostri genitori, i vostri figli, i coniugi e le vite passate, il mondo, i politici e tutti gli altri, inclusi i piccoletti nelle astronavi e quelli nel sottosuolo. Siete troppo occupati a biasimarli tutti.  Non ha importanza, davvero non ne ha.

Per un po’ ingaggeremo una lotta su questo punto, finché un giorno finalmente riderete dicendo: “Oh Tobias, avrei voluto che me lo avessi detto prima, quando ero nel fuoco della mia disperazione e nella profondità della mia agonia. Tobias, avrei voluto che mi avessi detto: “Non importa” e io avrei lasciato andare i piccoli ruoli che stavo giocando e avrei smesso di incolpare tutti, poi avrei fatto un grande sorriso e avrei detto: “Che grande esperienza sto facendo sulla Terra - l’illusione che le cose stiano crollando, mentre in realtà si stanno riunendo insieme, si stanno riunificando.”

L’illusione che tutto stia crollando non è una contraddizione o un paradosso in sé?

Immaginate di stare su una collina con milioni di altri umani e c’è questo enorme dipinto chiamato: “Il Quadro della Terra nel 2009” e questo dipinto sembra disfarsi. I colori si sciolgono, la cornice s’incrina e si spezza e contiene…è Dio, è il dio dei giorni moderni, è l’illusione della vita. Tutti lo guardano e dicono: “Sta crollando.” Ciò che veneravamo - il dio dei giorni moderni, la New Age, Horus, Iside e tutti gli altri - le cose moderne che veneravamo e l’illusione della vita stanno crollando. Si sta disfacendo davanti a noi e qui non c’è nessuno a salvarci, perché abbiamo invocato Dio e nessun Dio ha risposto. Ho invocato gli angeli e mi hanno solo dato questo BS, (bullshit = stronzate) quindi so che non c’è niente, e…” Il quadro, l’illusione stanno crollando.  Cari Shaumbra, qui vi dico che non ha importanza. Proprio no e, detto tra noi, questo crollo l’avete chiesto voi. Siete voi che volevate il cambiamento.

Ora passate sull’altro lato della collina dove non c’è nessuno che guarda cosa sta succedendo veramente - si sta riunificando. L’illusione che tutto crolli deve esserci, altrimenti non fareste altro che intensificare i vecchi elementi della dualità: rendereste il maschile ancora più mascolino e il femminile più femminino. Rendereste la luce più luminosa e il buio ancora più buio e ciò aggiungerebbe al gioco - non è affatto ciò che avete scelto, ciò che avete chiesto. Non è per nulla ciò che volete sperimentare.

Passate dall’altro lato di quel quadro, di quell’illusione. Per prima cosa vi renderete conto che non c’è nessun dipinto. Secondo, che tutto si sta riunificando - con o senza di voi. Sta accadendo tutto, tutto è nella sua progressione naturale.

É solo un’illusione che stia crollando - in realtà non può, non può proprio.

C’è qualcosa nel vostro DNA che viene da Atlantide che dice: “Oh, Tobias -sì che può crollare, eccome. Ohhh se può!Io l’ho visto, l’ho sentito e le fiamme scottavano davvero. Tobias, non mi dire che non può accadere.”

Bene, torniamo per un attimo ad Atlantide e prendiamo in considerazione cos’è successo. Anche lì si trattava di una evoluzione e una transizione: era un tempo di scoperta del Sé e di scoperta dell’essenza dello Spirito, di Dio. Prima c’era stata l’illusione di Dio che stava nei cieli, ed alla fine… alla fine alcuni umani avevano cominciato a comprendere che Dio era dentro di loro.

In un certo senso, tornando ad Atlantide, ingenui come eravamo tutti - come i bambini dello Spirito che tutti eravamo e recitando il grande ruolo che stavamo recitando, abbiamo detto: “Lasciamolo saltare in aria” Non l’avete mai fatto da bambini? Non avete preso i vostri piccoli autocarri e i vostri giocattoli e li avete demoliti? Era molto divertente! Era sorprendente! Buum - distruggilo! E cosa accadeva? Beh, che poi avevate un gioco più grande e bello, un gioco più grande con cui giocare.

Atlantide non è stata un errore. Non è stata la collera di Dio e non è stato un errore dell’umanità. Tra l’altro, Atlantide non era questo gran modello di perfezione sociale: c’erano grandi cose, ma non era certo la società perfetta. Stavamo imparando, stavamo sperimentando. Volevamo anche sperimentare com’era avere questo gran caos e questa grande distruzione. Non fa niente: poco dopo siete tornati per un’altra vita - che fosse sopra o sotto la Terra, non aveva importanza. Eravate ancora qui.

Tutti noi, me incluso, viviamo nel migliore dei momenti e nel peggiore dei momenti. Viviamo nei tempi più sorprendenti…i tempi più sorprendenti di sempre. Cercate di capire che siete qui solo perché potete starci, perché volete starci, solo perché è assolutamente divertente. Non prendetela sul serio. Non caricatevi i fardelli del mondo sulle spalle.

Quando entrate nella paura - sentitela, percepite la paura. Certo, sentite la paura. Non tentate di sfuggire alla vostra paura - è già davanti a voi. Vi incontrerà sul sentiero prima ancora che ci arriviate!

Sentite la paura ma sentitela davvero dentro, in profondità perché la paura è una energia molto interessante della coscienza. Quando guardate dal lato della paura e dell’oscurità, vi sentite congelati. La paura vi condurrà nelle profondità del terrore o dell’illusione dell’inferno ma attraversatela - non giratele intorno, - camminate attraverso di lei. Osservate cosa c’è dall’altro lato:guardate la perla che sta lì ad aspettarvi.

Facciamo un respiro profondo. (pausa)

La Nuova Energia

Avete tutto davanti a voi, avete tutto sulla vostra tavola - e non avete niente. Avete tutto ciò che arriva da voi, che proviene da quello che chiamereste futuro, che proviene dalla parte migliore di voi. Non voglio nemmeno chiamarlo futuro perché non voglio relazionarlo al tempo. Proviene da una parte della vostra coscienza che non avete ancora sperimentato è che c’è già. Ecco cosa c’è sulla vostra tavola.

Sulla vostra tavola non c’è proprio nulla perché ciò che vedono gli occhi e percepiscono i sensi è qualcosa che assomiglia al vecchio, che viene dal vecchio - i coltelli più affilati, gli utensili e forse anche il cibo migliore, ma non c’è nulla perché in questo tempo di cambiamenti di coscienza, voi non portate in tavola nulla di vecchio in. Nulla, perché ciò che è vecchio non funziona più.

Lo abbiamo detto al gruppo di Shaumbra in giro per l’Egitto, mentre si recavano ai siti sacri che gli Egiziani - quegli esseri meravigliosi - non hanno risposte. Nei loro geroglifici non ci sono codici segreti che spiegano cosa accadrà dopo - non lo sanno. Aspettavano che arrivaste voi per girare a voi quelle domande   voi ed essere liberi di proseguire il loro cammino.  Vi stavano aspettando - ma non hanno le risposte.

Quando gli Shaumbra erano lì, hanno chiesto: “O voi grandi dell’antico passato, quale segreto custodite? Quale mistero rivelerete?” I grandi del passato, quelli che erano gli dei e i faraoni e quindi erano ritenuti divini, hanno riflettuto per un momento e poi hanno detto: “Non lo sappiamo!Non ne abbiamo idea. Fate buon viaggio. Giriamo la domanda a voi. Ci mettiamo in viaggio.”

Ecco…ecco, cari Shaumbra, un’altra cosa interessante sui tempi in cui vivete adesso. Abbiamo detto che la dualità sta tornando a riunirsi - è nel suo stato di completamento. In realtà è già arrivata a compimento, ma ora sta fingendo di arrivarci. Voi considerate le cose in modo molto lineare, ogni volta pensate di dover salire il gradino che vi sta davanti per arrivare a destinazione - non è assolutamente così. Voi siete già a destinazione e ora state solo tornando indietro per sperimentare l’esperienza e rifarla di nuovo. Non state cercando di risolvere niente - è già stato risolto. Ora, riuscite solo sperimentarla e a smettere di lottarci contro?

Ora sta accadendo un’altra cosa interessante. Questa dualità si sta riunendo, si sta completando nel processo più sorprendente. Si tratta di un processo di fuoco e trasmutazione - un fuoco eccezionale, in questo momento - e uso il termine “fuoco” in modo simbolico. C’è una enorme trasmutazione - in questo momento l’alchimia si sta manifestando e la cosa divertente è che non è solo la dualità a riunirsi. In questo momento non sentite solo il passato e il futuro che non è di fronte a voi o più avanti, ma anche le cose che erano ai lati e al di sotto e al di sopra.

Tutto ciò può confondervi moltissimo - e devo usare termini umani per aiutarvi a capire - a questo punto non è solo avanti e indietro; sta arrivando da ogni direzione, da ogni tipo di realtà o direi illusione che abbiate mai immaginato, perché non era nemmeno sui vostri schermi radar. Non era nemmeno nel vostro campo energetico.

Una parte di tutto ciò è definita Nuova Energia e arriva da luoghi che non avete mai esplorato. Qui entriamo in una fisica spirituale interessante: la Nuova Energia non è unica - è multipla, è multidimensionale. E voi dite: “Sì, voglio un po’ di questa Nuova Energia. Sì, la porterò nella mia realtà dualistica, e ne prenderò un po’.” Se da quassù ne prendete un po’ e la portate nel Momento Ora, arriverà da qua dietro e da là sopra e da lì e da dentro a fuori fino al Momento Ora - e vi confonderà molto. se restate nella mente umana, se avete aspettative su come dovrebbe essere e come dovreste percepirla.

Così arriviamo al punto in cui vi sentite sopraffatti. A livello intuitivo sapete che i vecchi modi di percepire non funzionano più, quindi esplodete o vi fate a pezzi con una scelta incosciente, ma in qualche modo conscia. Voi rompete con voi, sbriciolate l’illusione del sé così potete godervi l’esperienza senza le vecchie coperture. Voi perdete tutto per poter vedere tutto; lasciate che il vostro sé si spezzi per rivelarne le illusioni, le menzogne e i vecchi modi, per poter sperimentare e percepire in modo multidimensionale.

Oh, è una cosa che spaventa! É terrificante, è spossante per una piccola parte di voi - la parte che sembra attirare tutta l’attenzione, la ruota che cigola, quella che grida e si lamenta di più - il piccolo sé umano, il sé vittima, il piccolo sé impaurito che non crede in sé, il sé che gioca il ruolo e lo ama. Quel sé grida e si lamenta: “Cosa diavolo succede? Perché non siete qui? Tutto quello che dicono gli angeli sono solo un mucchio di stronzate.”  Lo sono, è vero.  Non importa. Non ha importanza, perché lo scoprirete da soli.

Noi possiamo offrirvi una piccola guida e un po’ di conforto lungo il percorso. Possiamo tornare spesso per dirvi che non ha importanza. Possiamo dirvi con uno sguardo dall’alto cosa sta avvenendo. Possiamo condividere con voi questo momento in cui lasciare andare le illusioni.

Da qualche parte, voi avete scelto. Da qualche parte, in profondità dentro di voi, avete fatto una scelta. Forse non è stato il vostro piccolo sé, il piccolo urlatore, il piccolo tiranno - come amo chiamarlo nel mio cottage, il piccolo sé tiranno. C’è stata una parte sacra del sé che ha detto: “Abbandoniamo le illusioni, molliamo l’unicità o la dualità. Lasciamo andare il vecchio, così da poter sperimentare qualcosa di ben più grande - perché sì.  Perché sì. Non per salvare il mondo, non per salvare le nostre famiglie angeliche - lavoreranno bene anche da sole - ma solo perché sì. Non c’è niente di meglio del perché sì.”

La Domanda Del Mese Scorso

Il mese scorso Kuthumi è venuto nel suo splendore - oh, caro Kuthumi -  e al momento delle domande e risposte è arrivata una domanda sincera, reale e autentica; una domanda che ha portato molta energia a tutti voi e un’onda di realismo e trauma, ma che in realtà ha disorientato Cauldre e probabilmente Kuthumi. Qualcuno di voi ha riso, ma le risate non erano opportune - ma non ha importanza. Era qualcuno molto confuso e fuori dal corpo. Voi non avete neanche udito la domanda - la ripeteremo fra un momento -  ma non l’avete ascoltata perché era troppo toccante e troppo reale. Non importa, la leggeremo di nuovo. Era qualcuno molto arrabbiato.

Sapete, a volte ci piace vedervi arrabbiati. Saint-Germain provoca la vostra rabbia perché altrimenti vi compiacete.  A volte siete così compiaciuti che si diverte a pungolarvi ed irritarvi fino a farvi arrabbiare con lui. Poi sapete cosa accade? Più tardi tutti noi - voi inclusi - ci facciamo tutti una bella risate e diciamo: “Sai una cosa? Non ha importanza. È stata esperienza.”

Ho chiesto a Cauldre di rileggere quella domanda, come il mese scorso - la maggior parte di voi. Ora l’ascolterete, ma in un breve mese - da quando è stata posta la domanda - voglio che ascoltiate la differenza, sia nella domanda che nella sensazione relativa e voglio che percepiate la vostra saggezza, la vostra assoluta saggezza nella risposta. Vedete, voi la sapete già, voi la sapete già. Sì, non ha importanza, la sapete già.

Poiché ha scritto anche per conto di molti altri, voi sapete anche cos’ha attraversato questa persona. Conoscete già la disperazione in cui si trova; sapete già che si trova nell’inverno della disperazione e non riesce a vedere la primavera della speranza. Voi lo sapete che davanti a lei non c’è niente. Voi sapete che non entra diritta nell’ascensione, ma sperimenta com’è sentirsi persi per sempre. Voi conoscete quella sensazione - ne conoscete l’assoluto conflitto. Prego, rileggiamo la domanda.

LINDA: Caro Tobias, con quale baldanza ci hai detto che stiamo solo recitando un ruolo, come se tu non avessi niente a che fare con il gioco che stiamo facendo? Il mese scorso hai detto: “C’è qualcosa dentro di voi che sceglie, lo prende e lo fa diventare realtà.” Tu ci hai detto che tutto ciò che dobbiamo fare per creare la nostra realtà, è una scelta - chiara e conscia - nel momento Ora. Questo è il gioco.

Noi abbiamo scelto di abbandonare le nostre vecchie credenze che non ci servivano più. Allora, cos’è questo qualcosa che è dentro di noi? Sembra che non abbiamo alcun controllo su di lui, che in qualche modo ha il potere di creare la nostra realtà senza il nostro consenso - lo definirò il nostro Sé anima. Il gioco è che noi scegliamo di adottare il nuovo credo - che possiamo scegliere la nostra realtà - ma è il nostro sé anima che fa la scelta ufficiale e poi crea la nostra realtà. E’ ovvio che il nostro Sé animico sceglie di creare attingendo alle nostre vecchie credenze, quelle che abbiamo lasciato andare.

Saint-Germain ha detto che completare il nostro processo di ascensione ed entrare nel Terzo Cerchio è solo una scelta. Io ho fatto quella scelta più di un anno fa e ora posso vedere perché non sono il vero creatore della mia realtà. Sì, sono stanco di questo gioco e vorrei poter tornare indietro di otto anni e dimenticare tutto ciò che ci avete detto. In ogni caso, mollerò le nuove credenze e permetterò alla mia realtà di essere qualsiasi cosa. Se c’è un terzo Cerchio, non c’è una scelta per esserci e ciò spiega perché siamo stati bloccati in questo processo di ascensione da oltre 200.000 anni. Noi creiamo la nostra realtà - non con la parte cosciente di noi - ma con qualcosa che è dentro e NOI non abbiamo alcuna scelta. Tobias, davvero non capisci la nostra frustrazione?

TOBIAS: Certo. Tu sai che non ha importanza, non ne ha. Voglio proprio dire che non ne ha proprio.

Ora, con tutto il dovuto rispetto e con grande amore - oh, sapete che quando dico questo arriva qualcosa - c’è in atto un gioco, un gioco assoluto; è un gioco meraviglioso e non importa. Il gioco è: “Mi separerò dalla mia anima. La metterò là fuori da qualche parte e le permetterò di avere il potere. Le permetterò di essere il creatore e io giocherò il ruolo del piccolo essere umano. Farò delle richieste a Dio, a Tobias, a Saint-Germain e alla mia anima, ma farò il gioco per cui nessuno mi ascolta. Farò il gioco in cui io sono il burattino legato ai fili manovrati dal burattinaio.”

Éun gioco brillante, è un gioco bellissimo perché vi permette di vedere com’è non avere scelta, non essere sovrani, non avere il dominio sulle vostre creazioni. Somiglia molto alla storia di Saint-Germain, di Tobias o di Kuthumi - tutti bloccati in diversi tipi di prigione. Che gioco meraviglioso è stato permetterci di restare bloccati, fingere di non aver voce in capitolo sulla nostra realtà, consegnare quella realtà e quella coscienza ad altri umani - ai governi, agli dei e a chissà chi altri. Tutti noi abbiamo fatto questo gioco.

Sappiamo com’è sentirsi intrappolati, fin quando non abbiamo detto: “Non importa.” Fin quando un giorno Saint-Germain ha detto: “Aspetta un attimo. Sono rimasto in questo cristallo per 100.000 anni - che razza di stupido. Un po’ in ritardo, in realtà.” Saint-Germain prese quel minibus per l’ascensione. Miei cari, dopo aver tentato di procurarsi una via d’uscita cercando di far arrabbiare la sua via d’uscita, alla fine gli apparve chiaro, alla fine disse: “Non importa. Mi ci sono infilato da solo, ne uscirò da solo.” Smise di giocare il ruolo della separazione tra il suo sé umano e il suo sé anima. Ora io incoraggio tutti voi a smettere di recitare quel ruolo in cui avete un’anima che è là fuori in qualche altro posto e che ha tutte le risposte - siete voi.

Sapete qual è la definizione di divinità? Voi, nel Momento Ora, mentre fate esperienza delle vostre creazioni. Non è un grande angelo là fuori da qualche altra parte, a meno che non ce lo mettiate voi. Non è quel complesso stato di perfezione che esiste solo in qualche dimensione lontana e che otterrete quando ne sarete degni - a meno che non ce lo mettiate voi.

In verità il divino siete voi in questo momento. Una parte di voi non vuole accettarlo, perché volete che il divino sia grande. Non lo è, non lo è. Questa è una illusione. Il vostro divino è semplice. Il vostro divino è così elegantemente semplice. Come potrebbe essere grande? Come potrebbe essere grande e complesso? Come può essere più grande di voi?

La vostra divinità è la parte più semplice e sorprendente di voi. É lì, è parte di voi. Non è dentro di voi. Non si libra sopra di voi. É voi ed è lì per voi, per sentire e sperimentare ogni volta che volete.

Chi ha posto la domanda è passato per un’enorme rabbia, la sensazione tremenda di essere una vittima che recita un ruolo terribile: “Sono fuori controllo, dannazione, non voglio starci.” Chi ha fatto la domanda sta facendo un gioco - come molti altri Shaumbra - perché io so com’è. So quanto potete sentirvi collegati a questa domanda, si quanta compassione provate, perché sentite la stessa cosa. Potete recitare il ruolo per tutto il tempo che volete, per tutto il tempo che volete duri il gioco.

V’incoraggio a fare questo - chiedetevi: “A cosa rinuncio se smetto di giocare questo ruolo? A cosa devo rinunciare?”

Chi gioca il ruolo di essere una vittima, per cui la sua anima e Dio esistono in qualche altro luogo, rinuncia a quella cosa definita debolezza - dà la colpa a qualcun altro, sente di non avere il controllo - e in realtà è una cosa molto interessante da sperimentare. Di colpo, quando rinunciate a quel gioco, dovete assumervi davvero la responsabilità delle vostre scelte.

Molti di voi sono in conflitto con la loro anima e la vostra anima è in conflitto con voi. Voi avete inventato questo gioco. Oh, certo, in fondo la vostra anima non si può macchiare, non si può distruggere o alterare. Non è possibile può violarla, ma potete giocare a fare in modo che sia possibile. Potete fare il gioco in cui la vostra anima vi gira le spalle, perché voi lo volete. Potete fare quello in cui l’abisso tra voi e la vostra divinità è così grande e così vasto che non riuscirete mai a raggiungerla. Voi potete giocarci. Potete fare il gioco di: “Ho fatto una scelta e non ha funzionato.” È naturale che non abbia funzionato, perché non volete che funzioni.

Potete fare quello che dice: “Esco, me ne vado”, ma non volete andarvene davvero. Osservate le contraddizioni che avete costruito per voi; prendete in considerazione le esperienze che avete costruito per voi. Potete biasimare gli altri, potete biasimare noi, fino a quando non capite che voi vi siete infilati in quella situazione, che voi l’avete creata e ora voi e solo voi potete di-screarla. Io, Tobias non ho la chiave. Kuthumi non conosce la password segreta per le vostre illusioni e Saint-Germain non conosce un solo mistero che vi possa portar fuori dal vostro mistero, dalla vostra illusione. Solo voi.

Quando riuscite a fare un respiro profondo e dire: “Oh, non ha più importanza. Sto solo lasciando fuori me stesso. Io disferò ciò che ho creato” allora, miei cari, avrete l’illuminazione. Quando potete dire: “Questa cosa chiamata divinità, l’IO Sono, il Dio del Sé non è una qualche creatura lontana che vive in un’altra grande dimensione, mentre io soffro quaggiù.” Quando vi rendete conto che la divinità è semplicità?  É troppo semplice per essere compresa dalla mente umana come la conoscete ora. Può solo essere sentita, sperimentata - è talmente semplice che smettete di giocare alla complessità. Ha una tale brillante chiarezza che smettete di immaginarvela e iniziate a viverla.

Questo è davvero il migliore dei momenti ed è davvero il peggiore dei momenti. Davvero, non ha importanza.  Namastè.

RIT8 - DOMANDE&RISPOSTE

E così è, cari Shaumbra, arriviamo al momento delle domande e risposte di oggi, Cauldre mi ha chiesto un piccolo favore – di non rispondere alle domande con “non importa”. (risate)

Quindi, senza entrare in altri discorsi, cominciamo.

DOMANDA DA SHAUMBRA 1: (da Internet, letta da Linda) A proposito dello Shoud in cui Kuthumi parla di mangiare tutto l’elefante, mi domandavo se continuiamo a mangiare l’elefante e continuiamo a muovere e cambiare l’energia, questo crea un potenziale, non solo per gli Shaumbra, ma per tutta l’umanità, per transitare nella Nuova Energia più facilmente?

TOBIAS: Sì, assolutamente. Per prima cosa realizzerete che non è realmente un elefante,ma soltanto un pisello (risate) - minuscolo, non così grande come l’elefante - perché questa è una illusione. Sembra solo enorme. Sì, quando diciamo “mangiare l’elefante” voi continuate a sentire tutte le energie, continuate a portarle dentro, piuttosto che tenerle fuori di voi.

Talvolta c’è una tendenza a introdurne solo una parte. Voi state cercando di prendere quello che chiamate il lato positivo della vita. Noi vi invitiamo a prendere tutto - le buone notizie, le cattive notizie, l’assenza di notizie, le notizie estreme - introducete tutto. Nel far questo, prima di tutto fornite a voi stessi un flusso equilibrato di energie. Voi riuscite non solo a vedere entrambi i lati della dualità, ma a vedere anche altre energie interdimensionali che, a questo punto, stanno arrivando.

Quando introducete questa energia e la percepite per voi, senza appropriarvene e senza incolpare voi stessi per le calamità del mondo, voi vi procurate enormi intuizioni e prospettive su quanto sta veramente accadendo. Come abbiamo detto a un altro gruppo di recente, le cose non sono affatto come appaiono. È uno dei detti di Kryon che preferisco:‘Le cose non sono assolutamente come appaiono’, perché accade qualcosa di molto diverso di quanto leggete sulla superficie.

Quando vi permettete completamente di assorbire tutte quelle sensazioni, comprendendo che non sono vostre, voi state leggendo e utilizzando tutti i diversi potenziali, tutte le diverse realtà che esistono e tutte le differenti sfaccettature. Questo vi procura una enorme ispirazione, ed un modo completamente diverso di guardare alla vita. Al posto di un percorso molto lineare, basato sulla storia e su un futuro lineare, ora vedete che è molto più avvolgente e in realtà molto più divertente.

Quando esplorate i grandi potenziali che esistono all’interno di questa energia e capite come usarla per voi o come gioirne, questo fornisce un’energia molto ancorata e radicata nel potenziale per l’umanità. Questo potenziale di cambiamento, di evoluzione e di illuminazione non si nutre necessariamente nella matrice – la matrice vuol dire coscienza di massa o il tipo di griglia o di campo energetico e di sovrastrutture, che sono state messe in piedi e che moltissime persone condividono automaticamente. I potenziali si trovano di poco al di fuori della matrice, per coloro che vogliono guardare in altri posti rispetto alla matrice, oltre la vecchia coscienza, per avere risposte.

Quelli che restano sdraiati e svegli tardi la notte dicendo: “”Ci deve essere un modo migliore. Ci deve essere qualcosa di diverso. Qual’ è la risposta?” Improvvisamente, si connettono al potenziale o alla possibilità che avete aiutato a far entrare, per ornare la Terra. Questa è la magnificenza. Voi non state cercando di introdurvi nella Matrix, né cercate di imporre i vostri concetti o credo, ma state presentando un più esteso, più grande assortimento di potenziali per coloro che potrebbero volerli scegliere.

Grazie per la domanda.

DOMANDA DA SHAMBRA 2: (una donna al microfono) Salve Tobias. Sai, quando parlavamo del fatto che non ha importanza, mi sono sentita trasportare verso il tuo cottage, vedendo i magnifici fiori, e avvicinandomi alla tua porta poi ho realizzato che avevo una mazza da baseball e volevo venirvi ad acciuffare, te e Saint-Germain, e dirvi: “Che diamine!? Avreste dovuto darmi quel promemoria prima di venire qui e di avere un bambino”. Ma in ogni caso non ha una fottuta importanza. Non c’è dubbio.

TOBIAS: Beh, in realtà il promemoria è lì, appoggiato sulla tua scrivania. (risate) Solo che non volevi guardarlo. Sta lì con un mucchio di altri Memo che riguardano molte, molte vite. (altre risate) Ma, sai…

SHAUMBRA 2: Grazie.

TOBIAS:…Tu hai scelto l’esperienza, e ora io ti onoro per qualsiasi cosa tu abbia scelto. E non per indicare te o qualcun altro, ma tu avresti potuto scegliere di fare qualsiasi cosa. Tu puoi scegliere di essere magnifica, come hai fatto in questa vita. Tu puoi scegliere di essere…

SHAUMBRA 2: un marmocchio disgustoso e viziato…

TOBIAS:…persa o confusa o quant’altro, ma io ti conosco meglio di così. Perciò i promemoria sono tutti lì, assolutamente tutti lì. La saggezza delle Ere è lì a disposizione di tutti. Non è sepolta nella terra, né nascosta in qualche altra dimensione. Non è posseduta dagli Indiani Anasazi o dai grandi Hawaiani - da nessuno. È tutto lì.

Quando condensi tutta la saggezza che molti di voi hanno contribuito a scrivere, la risposta è che Dio sei tu. Tu sei il creatore. Ora divertiti, ora sperimenta. Ora fai tutto ciò che vuoi fare. Noi saremo sempre lì, e se non siamo lì, qualcun altro ci sarà per aiutarti, per condurti indietro se ti perdi, ma non tutti vogliono essere ricondotti indietro.  Alcuni di voi vogliono venire alla nostra porta con una mazza da baseball. (risate) Allora io faccio (schiocca le dita) sparire il mio cottage. (molte risate) Detto tra noi, il tuo punteggio medio (da battitore) sta calando. (altre risate)

SHAUMBRA 2: Mi dispiace. Beh, sai anche io ho la mia immaginazione, il mio piccolo umano. Non sto chiedendo della mia nonna morta, ma del potenziale sugli immobili, di queste cose ed ho usato la mia intuizione…

TOBIAS: Bene.

SHAUMBRA 2:…E volevo solo un tuo sguardo su…

TOBIAS: Gli immobili sono una buona cosa; sono tangibili, reali. Se li consideri in termini pragmatici ora il mercato è basso e ci vorrà del tempo prima che si rialzi. Ma posso dirtelo con chiarezza che la popolazione sulla terra continuerà a crescere. Il bisogno di case sarà ancora lì, e vorrei incoraggiare gli Shaumbra ad investire in immobili ed usarli per affittarli o per commercio o altro, perché voi state, sia letteralmente che in senso figurato, creando uno spazio protetto, un posto in cui la gente va non solo per vivere, ma per sentire quelle energie che voi avete contribuito a far entrare. Ogni casa, ogni costruzione che comperate e altri occupano, conterrà dei potenziali. Che grande cosa è veramente un “bene” immobile.

SHAUMBRA 2: Sto parlando in modo specifico di una opportunità che un mentore ci ha presentato; cosa senti su questa persona.

TOBIAS: (esitando) Lasciami dire questo: ci sono cose da imparare ma tu ne uscirai assolutamente per conto tuo. Non seguire un sistema o una struttura. Voglio dire, dai uno sguardo - siamo logici per un momento - guardati intorno. Il Sistema non funziona più. Il programma non funziona più. Tu svilupperai un nuovo programma. Perciò impara tutti i particolari, i retroscena, ma poi, e questo per tutti voi, non importa cosa fate, non seguite il sistema di qualcun altro che si tratti di cure o investimenti o invenzioni o qualunque altra cosa. Grazie

DOMANDA DA SHAUMBRA 3: (da Internet, letta da Linda) Sono stata in viaggio per quattro anni. Ho sentito…

TOBIAS: Uh, devo fermarti qui. (risate) Ohhhh cara. Tu sei stata consapevole del tuo viaggio per quattro anni, ma tu sei stata in viaggio per lungo tempo. Continua.

LINDA: Sto leggendo la domanda di un altro non la mia.

TOBIAS: Certo, lo so…(Tobias ridacchia e il pubblico continua a ridere)

LINDA: Pronto?

TOBIAS: Certo.

LINDA: Okay.

SHAUMBRA 3: (Linda continua) Sono stato in viaggio per quattro anni. Mi sono sentito perso e in ansia e addolorato la più parte del tempo, fino a quando ho trovato il Crimson Circle on line un mese fa. Ho cominciato a leggere i primi Shoud. Gli scritti mi sembravano giusti per me. Rispondevano a molte mie domande. La domanda di ora è, cosa devo affrontare ora,qualcosa di fisicamente e spiritualmente pertinente agli scritti dell’anno 2000 o dovrei solo leggere l’ultimo anno degli Shoud?  Grazie.

TOBIAS: Sì, se ti fa piacere leggi pure gli Shoud passati, e comprendi che tu hai attraversato quei processi a quel tempo. Non stai recuperando, stai solo leggendo la tua storia, poiché gli Shoud sono la storia degli Shaumbra di tutto il mondo. Un giorno molti altri leggeranno tutto questo, leggeranno la vostra storia contenuta negli Shoud.

Perciò, se vuoi, rileggili per trovare da dove vieni ma fa attenzione perché ora non devi deliberatamente attraversare di nuovo quei processi. In realtà sei stato con noi tutto il tempo.  Grazie.

DOMANDA DA SHAUMBRA 4: (una donna al microfono) Salve Tobias, mio caro. Non ho una domanda.

TOBIAS: Bene. Puoi solo parlare.

SHAUMBRA 4: Non ho una risposta (ridono insieme) Sto festeggiando un momento meraviglioso della mia vita, poiché emergo dalla grande, oscura notte dell’anima. Una volta ne abbiamo parlato, forse sei o sette anni fa – è stato veramente orribile quando le guide ci hanno lasciato – e io non sapevo se sarei mai riemersa da tutto questo. Pensavo che forse avrei dovuto solo saltare dall’altra parte. Ma sono molto felice in questo momento. “Non importa” è stato detto a me e Hoodie per circa due anni, c’è una voce con un accento incantevole e vorremmo sentirgli dire: “Non importa!” Così è stato davvero elettrizzante e affascinante ascoltarti, mentre condividevi con tutti questo profondo concetto, che io condivido con tutto il cuore.

TOBIAS: È interessante sapere che ascoltare questo messaggioper molti umani sarà difficile;entreranno nel campo filosofico e dibatteranno sul perché invece ha importanza. Vorremmo solo dire loro: okay, fatelo essere importante per quanto tempo volete. Veramente noi permettiamo loro, vogliamo di godere della loro esperienza non importa quale sia, perché alla fine “non importa”. Alla fine la dualità torna a compimento e poi lascia entrare questa cosa, che appare illusoria, chiamata Nuova Energia.

Sta succedendo e continuerà a succedere. È una scelta fatta a livello individuale, ma su base collettiva, da tutti quelli che hanno lasciato la Casa. Perciò, in ogni modo accade, ed è una scelta individuale. Non c’è nessuno che sta manovrando dall’alto. Quest'ultima è una percezione interessante che molte persone hanno, perché amano averla. E così sia. Permettete loro di averla.

SHAUMBRA 4: Se qualcuno sta bramando dal profondo del cuore la libertà, la liberazione, sapere questo è molto utile. Si equilibra dentro te stesso, per cui veramente non ha importanza, non è per sminuire la tua esperienza, semplicemente per comprendere che non ha importanza e tu sei libero.

 TOBIAS: Ma la libertà veramente può essere la cosa più terrificante che un umano o molti angeli possano mai sperimentare. Perché quando attraversi la porta della tua prigione, che sia psicologica o fisica, la attraversi ed entri nella libertà – non c’è niente lì. E questo in sé fa paura.

SHAUMBRA 4: É terrificante.

TOBIAS: Arriva il secondo livello di paura: “Se lì non c’è niente e se posso creare, cosa succede se creo qualcosa di sbagliato? Se creo qualcosa – un demone o simile – che nuoce a me o ad altri?”  Così c’è una tendenza a rimanere alla porta della libertà, continuando a parlarne, dicendo che volete uscire chiedendo di uscire, e arrabbiandovi molto di non essere liberi. Ma se smettete…se tutti si fermano per un momento e guardano, c’è una maniglia sulla porta e non è bloccata e voi potete aprirla in qualunque momento ed è la totale libertà. Ma poi la domanda torna a cosa rinunciate con la totale libertà? A quale comfort, a quale gioco o a quale coscienza rinunciate, se siete completamente liberi?

Saint-Germain ha parlato dell’ascensione ed ha spiegato a modo suo agli Shaumbra dicendo: “Quando entrate nell’ascensione, quello che metaforicamente chiamiamo il Terzo Cerchio, voi siete liberi, e sovrani e siete di diritto un assoluto creatore.” Abbastanza inquietante…vediamo, Saint-Germain ama i numeri…circa il 76 per cento degli Shaumbra percepisce questo come noioso. In un certo senso non vogliono questa libertà, godono moltissimo quello che stanno facendo sulla Terra, e va bene. Ma ora stiamo sfidando gli Shaumbra ad essere capaci di sperimentare quella libertà, rimanendo sulla Terra nel corpo fisico e godendo assolutamente dell’esperienza della vita.

SHAUMBRA 4: Sì, lo raccomando.

TOBIAS: Potresti scriverci un libro!

SHAUMBRA 4: Un’altra cosa. Un essere bellissimo è entrato nella nostra vita. Il suo nome è Maggie, nella descrizione delle razze dei cani è chiamata una Weimaraner. Forse ci puoi dire qualcosa. So che ha avuto delle sofferenze in questa vita…

TOBIAS: Quando uno Shaumbra parla dei suoi animali è una cosa così meravigliosa ed esiste una storia di Tobias e Tobias jr. e i cani. É intessuta in tutte le nostre vite. Considerate il momento in cui la preziosa creatura è entrata nella vostra vita. Potresti dire che i cuccioli - cani, gatti e alcuni uccelli - generalmente sono la manifestazione di una parte di voi.

Non sono quello che chiamereste il vostro sé totale, ma la vostra energia è infusa in loro e questi esseri preziosi, questi preziosi deva o esseri della terra, non proprio angeli, ma esseri della terra assorbono la vostra energia. Quando un essere come questo entra nella vostra vita, osservate un momento cosa sta condividendo con voi, ed è probabilmente amore e saggezza, ma anche osservate il suo passato perché è un riflesso del vostro passato, se avete un animale così.

Per chi prendono nuovi cuccioli di razza, sappiate che sono già stati con voi prima. La vostra energia gli è molto familiare e così il vostro viaggio, ed hanno camminato lungo il sentiero con voi per così tante vite quante potete contarne. Perciò in genere si sentono molto vicini. Sono come delle spugne di energia – consciamente. Essi assorbono la vostra energia e vi aiutano a lavorarci in modo molto amorevole – per tutto il tempo che voi scegliete di essere amorevoli.

 Perciò…quando guardate nei loro occhi, sappiate che è il loro essere, ma anche una parte del vostro.

SHAUMBRA 4: Grazie.

TOBIAS: Sì, aiuta…gli animali contribuiscono ad insegnarvi come amarvi.

DOMANDA DA SHAUMBRA 5: (Da Internet, letta da Linda) Caro Tobias, di recente c’è stata una grande attenzione dei media su una controversia riguardante i benefici degli ormoni biocompatibili per le donne che hanno superato i 40 anni. Puoi dirci di più sul ruolo degli ormoni nel corpo, soprattutto per noi che entriamo nella seconda fase della vita? Possono essere usati per equilibrarci per un certo tempo? E incidentalmente, perché i sintomi della menopausa somigliano a quelli dell’ascensione? (molte risate) Grazie da tutte le donne Shaumbra di mezza età, che probabilmente sono almeno il 50% del vostro gruppo demografico.

TOBIAS: Ci sono diverse cose. I sintomi della menopausa hanno molto a che fare con l’integrazione del sé maschile/ femminile, che in definitiva riguarda l’amore per l’intero sé. Ecco perché i sintomi sono molto simili, perché riguardano l’integrazione e l’evoluzione e l’affrontare un cambiamento di vita.

Per quanto riguarda la biologia, raccomandiamo agli Shaumbra di non cominciare a immettere molte influenze esterne nel corpo. Ci sarà un momento nella vita della più parte di voi, in cui ci sarà una più equilibrata immissione dall’esterno, un tipo più equilibrato di ormoni, o perfino una terapia con le cellule staminali. Ma ciò in questo momento è in evoluzione e reca con sé la coscienza, non solo dei ricercatori, ma degli umani in generale, che non sono sicuro siano pronti a fare quel salto. Perciò venir coinvolti in questo, non è particolarmente raccomandabile al momento.

Rientra in te, il tuo DNA sta cambiando, tu ora sei capace di produrre ormoni ed antibiotici equilibrati dentro di te. L’intero concetto di Tecnologia Standard consiste nel fatto che tu sei il guaritore. Il tuo corpo ha già sia l’immediato potenziale cellulare, che il potenziale cellulare futuro per potersi equilibrare. Ma non nutrire aspettative, perché talvolta per bilanciarsi, il corpo ha inizialmente uno squilibrio, di cui ti potrai rendere conto ammalandoti o avendo certi tipi di problemi.

Non incominciare a ripararlo, abbi fede nel tuo corpo, parla al tuo corpo, sentilo. Esercita il tuo corpo – è come essere con lui – e consenti nel tuo corpo questa interessante combinazione di DNA, cambio ormonale e cambiamento di coscienza, per affrontare il processo in un modo molto naturale.

Ci sono alcuni giorni in cui questo è molto impegnativo, e non sapete se il vostro corpo sta realizzando questo, ma avviene se fate la respirazione e lasciate lavorare e amate il vostro corpo, permettendogli di adattarsi alla coscienza. Il corpo tende a essere l’ultimo anello della catena dell’adattamento che si sta compiendo.

SHAUMBRA 5: Grazie.

TOBIAS: Prego.

DOMANDA DA SHAUMBRA 6: (una donna al microfono) Okay, questa settimana stavo per caso ascoltando degli Shoud del passato, di un paio di anni fa, che ho scaricato sul mio iTune. Era la Serie degli Insegnanti, ed ho udito la mia voce venir improvvisamente fuori dal computer e stavo facendo una domanda. La tua risposta era molto profonda e mi descriveva perfettamente. Così ho realizzato: “Dannazione, sono passati due anni e non credo di aver fatto niente di meglio da allora. Sto ancora rendendo tutto difficile e complicato. Quando la smetterò?”

Ma la mia domanda principale è: allora tu parlasti di come noi siamo già lì, voi avete fatto questa scelta – voi siete lì, siete arrivati, proprio come hai detto oggi, voi avete compiuto la vostra ascensione o qualunque cosa avete scelto – ora state rivivendola. Poi hai fatto un esempio di come alzarsi la mattina e andare al lavoro. Bene, andiamo ancora al lavoro. Ora…

TOBIAS: Posso interromperti un momento?

SHAUMBRA 6: Avanti.

TOBIAS: …con rispetto. Tu devi uscire dalla testa, fuori dalla mente. In realtà ti sei programmata e adattata per continuare a muoverti nel mentale. E ne abbiamo parlato così tante volte, ma tu vai ancora in quella direzione. Stiamo diventando molto cerebrali, molto analitici. Ti chiederò di fare un respiro profondo …oh, mi ero detto: non lo dirà…(risate).

SHAUMBRA 6: Non ha importanza.

TOBIAS: Non volevo dire questo, ma è importante per te? (Tobias ridacchia) É un modo diverso per dire: ha importanza? C’è questa continua attività mentale, senza la quale ti senti persa. Tu ne sei dipendente - il flusso elettrico nella mente e il modo in cui fluisce nei suoi stretti condotti nei quali gli permetti di fluire - ti manda letteralmente fuori di testa per sentire che potresti smettere di pensare. Così sei in questo perpetuo dilemma, e, dalla nostra prospettiva è molto interessante - Penso che lo useremo come caso da studiare più avanti, se non ti dispiace…

SHAUMBRA 6: Okay.

TOBIAS: É interessante, è bello, è magnifico, ma la tua vera domanda è come uscire dal mentale? Beh, ci sono diverse cose. Fermati, fai un respiro profondo e fa una scelta molto consapevole – non una scelta solo mentale, c’è una differenza tra una scelta mentale e una scelta del cuore – dicendo: “Sono pronta ad uscire da questo.” Ma, una volta che lo fai, la tua vita cambia. E la domanda che ti ripropongo è, sei pronta per cambiare la tua vita? E non rispondermi sì, fin quando veramente…

SHAUMBRA 6: No. Questo non lo so. Non lo so.

TOBIAS: …finché tu ci entri e lo senti.

SHAUMBRA 6: Perché io…come oggi, io posso sentirlo. Ci sono cose di cui godo e tengo dentro e che sono in contatto con me ed io vorrei lasciar perdere tutto quello.

TOBIAS: Hai notato nei tuoi comportamenti, che ogni volta che cominci ad aprire e sentire e ad espanderti, qualcosa ti rigetta indietro? Ora tu dai la colpa ad altre cose, naturalmente, tutti noi lo facciamo – tutti voi lo fate (Tobias ridacchia) – Ma tu dai la colpa al tuo partner, al lavoro, all’economia, al tempo…

SHAUMBRA 6: Mia madre…

TOBIAS: …al comportamento del letargo dello scoiattolo (risate) o a qualunque altra cosa possibile. Questo diventa una specie di scusa, ma è un processo mentale. E poi quando ti stanchi di questo ricominci ad espanderti di nuovo e a crescere e provi grande gioia e poi vieni respinta indietro.

Perciò, cos’è che ti tiene indietro? Qual è la paura nell’uscire dalla molto ponderata programmazione mentale? Ti do alcuni spunti; è qualcosa portato da Atlantide, la deliberata ipnosi che la mente sia Dio. E la paura di scoprire cosa accade quando la mente non sa la risposta. 

SHAUMBRA 6: Grazie.

TOBIAS: Se vuoi, puoi continuare la domanda.

SHAUMBRA 6: Ero solo nella mente, credo.

TOBIAS: Certo. E non colpevolizzarti per questo…

SHAUMBRA 6: No.

TOBIAS:…ma osserva cosa potrebbe accadere se resti nelle vere sensazioni, nelle percezioni sensorie e nella vera apertura, e se tu…facciamo così. Stanno arrivando delle situazioni nella tua vita che richiedono la risoluzione di un problema. Consciamente fermati. Non entrare in soluzioni mentali. Entra nel problema e percepiscilo e senti i molti potenziali di soluzione senza entrare nel mentale. Se senti delle pressioni nella mente o se senti iniziare il processo – tu hai detto a te stessa come non sentire la pressione nella mente - così ogni volta che accade, fermati, e non cercare di immaginarla, lasciati solo sperimentare, e scoprire che la soluzione è già lì. Non ci devi pensare per conto tuo. Ora permettiti solo di entrarci.

SHAUMBRA 6: Farò del mio meglio.

TOBIAS: Non ci provare proprio. Oh…questo non posso dirlo. (risate)

SHAUMBRA 6: Nessuna prova. Non importa.

TOBIAS: Datti la libertà di sperimentare un po’ senza essere respinta di nuovo indietro. Hai così tanti talenti che sono latenti, pronti a venir fuori. Lasciali uscire.

SHAUMBRA 6: Grazie.

TOBIAS: Grazie. E non aspettare due anni per tornare.

LINDA: Conosco Tess, e ascoltandola mi chiedo se non abbiamo necessità di impiegare più tempo per conoscere cosa siamo, e festeggiare cosa siamo e non cosa non siamo.

TOBIAS: Assolutamente. Ma osservare anche come limitiamo noi stessi. Questo non c’entra con il giusto o lo sbagliato, ma ad un certo livello, riguarda lo scegliere di sperimentare in modo più grande, ma poi accorgersi che è difficile farlo e che sebbene la scelta sia stata fatta, sembrano esserci delle barriere. Parte del processo del fare una scelta è osservare quale porta tiene fuori la scelta dalla sua manifestazione.

LINDA: Grazie.

DOMANDA DA SHAUMBRA 7: (da Internet, compilata da Linda) Stavo rivedendo le domande ed ho cercato di riassumerne alcune per portare l’argomento. Esiste un enorme – per mancanza di un termine migliore – problema con i giovani che sembrano essere sfidati dal sistema, in cui non riescono ad entrare e che si sentono perduti quando affrontano un tipo di scuola superiore, o al termine della scuola superiore. Ed è diventato così serio che verso i 25 anni abbiamo avuto delle situazioni in cui si sono suicidati. I ragazzi non sanno cosa fare e tanto meno i genitori, che non sanno come sostenere questi figli, questi giovani ad affrontare la transizione e trovare un posto nel sistema.

TOBIAS: Stiamo parlando in particolare dei figli degli Shaumbra…

LINDA: Sì.

TOBIAS:…per la gran parte, solo per chiarire, perché la risposta che darò non è universale, è specifica per questo gruppo. Questi ragazzi hanno scelto dei genitori speciali - genitori Shaumbra - che sono aperti e illuminati e che sono qui per essere degli Standard della Nuova Energia. Così si instaura una bellissima e particolare relazione tra genitore e figlio. Il genitore non seguirà nessuno dei vecchi testi, dei vecchi modi per allevare un figlio. Che io sappia, nessuno degli attuali programmi psicologici funzioneranno. E questo rende le cose più difficili, perché i giovani tendono a livellarsi. Veramente sono decisi a fondersi, a livellarsi agli altri. Vedete che non amano emergere, non amano l’attenzione del gruppo, cercano di mantenere un basso profilo. Ma lo faranno, presto o tardi emergeranno dal loro bozzolo.

Stanno affrontando un enorme numero di prove di integrazione, perché essi entrano come Cristalli o perlomeno come esseri molto trasparenti o molto illuminati. Sono molto sensitivi, così affrontano un durissimo momento, venendo a contatto con delle energie che adesso sono molto intense.

Spesso sono così sintonizzati con i loro genitori - genitori Shaumbra - che cominciano a percepire le loro preoccupazioni, la paura e il senso di protezione. Questo innesca qualcosa dentro di loro, e in un certo modo cominciano a manifestarlo. E sebbene molti di voi non saranno d’accordo con la mia affermazione, la miglior cosa che i genitori possano fare è di non sentirsi protettivi - e lo fate proprio a malincuore, per quello che avete fatto -  non temete per i vostri figli, ma celebrateli, non tentate di risolvere i loro problemi e non cercate di essere il loro rifugio.

Per voi genitori Shaumbra è molto difficile, perché avete un certo intuito di ciò che accade e di quanto possano essere difficili le energie, e comprendete la sensitività dei vostri figli e li volete proteggere. Preferite lo strale su di voi piuttosto che verso i vostri figli. Nel lungo periodo, questo non farà loro nessun bene, e in verità, non lo vogliono. Giocano con voi perché vi amano e vi rispettano e pensano di doverlo fare.

La cosa da fare è di non trattarli come un’anomalia o come qualcosa di eccentrico o strano, ma trattare con loro ad un livello da anima ad anima. Smettete di trattarli come i vostri figli. Forse dovrei sottolineare questa frase. Vi prego di non trattarli come vostri figli.

In questa vita voi siete il loro vettore. Voi li avete portati qui, ma per favore smettetela di pensare che sono i vostri figli. Incominciate ad argomentare con loro su ciò che chiamate una coscienza superiore, alla pari, sullo stesso piano, piuttosto che da genitore a figlio, e vedrete che le dinamiche tra voi cambieranno. Questo darà loro un differente senso di rispetto e di auto stima, e un diverso senso di equilibrio interiore. Così smetteranno di cercare di integrarsi o di cercare di manifestare le loro differenze, come molti di loro fanno.

Alcuni di loro non solo si accollano la sensitività del mondo e cose come la depressione, la tristezza e la disperazione, ma anche le vostre, a causa della profonda connessione che hanno con voi. Energeticamente, da pari a pari, da Dio a Dio, siate chiari con loro, che sia in parole pronunciate dirette a loro o in un senso psichico, ma siate chiari nel dire che voi non volete che si assumano i vostri problemi. Essi portano una energia molto pura e luminosa, ed emergeranno. Lo faranno veramente. Verranno fuori da questo stato di timore in cui si trovano, questo sentirsi perduti, ma adesso respirate in questo processo.

LINDA: Cosa ci dici in merito ai suicidi?

TOBIAS: Molti di loro stanno considerando di tornare indietro. Le attuali energie sulla Terra sono molto difficili. Così è…sono strettamente connessi con le energie dell’altro lato, e tutti voi conoscete questo.  Raccontano degli esseri con i quali parlano, raccontano i loro sogni bizzarri, sono strettamente connessi, e alcuni di loro hanno un sentimento di voler tornare indietro. Si dicono: “Perché sono qui? Quale compito mi sono assunto?”

Invece di aver paura, invece di creare drammi intorno al suicidio, come molti di voi hanno fatto, chiedete loro di fare un respiro profondo. Dite loro che sono creatori, che hanno scelto di venire e andare come preferiscono. Uscite da questa mentalità del suicidio ed entrate nella mentalità della scelta.

Ora turberò alcuni di voi, perché voi dite: “Bene, cosa accade se se ne vanno?” Cosa accade se scelgono di andarsene? Potete ancora onorarli? Potete ancora amarli? Potete comprendere che…superate questa storia del suicidio, che invoca paura e crea una spiacevole energia in tutti voi.

Ancora una parola su questo. Io vi incoraggio veramente, vi prego, vi prego, vi incoraggio di non consegnarli nelle mani di psichiatri di vecchia energia, che, in primo luogo, non capiranno mai la loro natura più illuminata, e che li indurranno a prendere droghe. Questo causa il suicidio. Quella è la ragione. Se avete un figlio che ha una attitudine suicida, vi prego di guardare subito nel suo armadietto dei medicinali. Avete permesso la prescrizione di queste droghe? Perché questo li indurrà in uno stato molto alterato, che renderà loro molto difficile il restare qui. Perciò uscite da quelle droghe. Potete immettere questi esseri preziosi nella respirazione…nella respirazione? Questo li aiuterà ad integrare le energie dell’altro lato con quelle di questo lato.

Lo so che alcuni di voi ci accusano di semplificare troppo e noi ne siamo fieri. Grazie. (risate)

LINDA: Altre due domande?

TOBIAS: Va bene.

DOMANDA DA SHAUMBRA 8: (un uomo al microfono) Salve Tobias. Voglio ringraziarti, prima di tutto per il “non importa” E non ho una domanda…

TOBIAS: Sì, hai passato così tanto tempo, cercando di fare in modo che importasse, e facendolo hai realizzato di aver permesso ad altri di manifestarlo per te e a dirti: “è importante, dovresti fare questo e dovresti fare quello” ma intuitivamente tu sai che “non importa”.

SHAUMBRA 8: Troppo vero.

SHAUMBRA 8: Non ho una domanda, ho una richiesta.

TOBIAS: Va bene.

SHAUMBRA 8: É come se ti chiedessi un regalo, forse per tutti gli Shaumbra. Ha pochi elementi. Vorrei che mi raccontassi una storia divertente che coinvolga me e te o Saint-Germain o Kuthumi, sia in questa vita che in altre o tra le vite. Qualcosa che ci ricordi di questo. “Non importa.”

TOBIAS: Bene!! Non sei tu quello che ha colpito il palloncino, per così dire (risate). Tu sei più medianico di quanto abbia mai conosciuto. (altre risate) Detto tra noi, ci sono alcune storie che vorrei raccontare alla mia partenza, durante i nostri ultimi giorni insieme, vorrei tenerle per allora che raccontarle ora, perché sto raccogliendo storie su molti di voi. Perciò, se non ti dispiace, sii indulgente e permettimi di farlo durante il nostro ultimo Shoud insieme.

SHAUMBRA 8: Grazie.

TOBIAS: Grazie, e continua a lavorare sulla tua sintonizzata natura medianica. Pensavamo che fosse un segreto! (risate)

DOMANDA DA SHAUMBRA 9: (una donna al microfono) Salve Tobias. Ho una domanda sulla espansione interdimensionale.

TOBIAS: Sì.

DOMANDA DA SHAUMBRA 9: Dopo il workshop sento di aver migliorato la mia connessione e la mia comunicazione con i miei animali. Ma d’altra parte non sento di aver fatto molti progressi, e mi chiedo se sto facendo qualcosa per bloccare o tenermi indietro dall’avere un’esperienza o dal permettere all’esperienza di entrare.

TOBIAS: Stiamo osservando la tua energia. Non vediamo questo. In realtà stai lavorando bene ed è più facile cominciare con gli animali domestici. È molto più facile espandere la tua energia in cose come le pietre, gli alberi e l’acqua e infine con i tuoi animali. Questo ti darà una buona base, una linea di base per quando comincerai il lavoro interdimensionale, non fisico. Analizzando la tua energia con molta cura, vedo che hai scelto un percorso meraviglioso. Tustai diventando un’esperta in modo molto equilibrato.

SHAUMBRA 9: Perciò continuo quello che sto facendo?

TOBIAS: Certamente, e saprai, lo sentirai quando sei pronta per passare al livello successivo, senza bisogno di spingere. Non hai bisogno di correrci dentro, si tratta solo di una esperienza da permettere a te stessa – permettere, per tutti voi – permettere a se stessi, per non essere solo duali in questa illusione, o questa cosa chiamata realtà. Ora comincia con l’introdurre gli altri aspetti dimensionali, e nel lavorare con gli animali, uno dei prossimi passi sarà lavorare con delle entità che si riuniscono intorno a te. Esse hanno una buona connessione con te, e una volta che lavori con loro, poi comincerai ad espanderti nelle altre dimensioni, imparando a trattare con loro con grazia, mentre sei nel tuo corpo fisico qui sulla Terra.

Uscire dal corpo e andare a giocare in un'altra dimensione. Tu lo fai la notte – tutti voi lo fate – ma ora che ne dici di portare tutto questo nella realtà. Nel Momento Presente e essere capace di essere in uno stato di sogno mentre sei pienamente cosciente. Essere così espansa nelle altre dimensioni, ma ancora capace di guidare l’auto sulla strada. Questo vuol dire vivere con gioia e passione. Grazie.

LINDA: Ultima domanda.

TOBIAS: Va bene.

DOMANDA DA SHAUMBRA 10: (una donna al microfono) Tobias, stasera sono un poco confusa. Tu hai spiegato e terminato con “basta dare la colpa, tu sei il creatore” e io torno a gennaio quando hai descritto la tua transizione in colui che chiami Sam e la…veramente credo che tu hai usato la parola paura – in cui altre sovra-anime temono le loro creazioni e di avvicinarle troppo e questo fa parte della sfida e della bellezza della tua transizione, immagino, comparata ai tuoi pari.

A quel punto hai anche spiegato che tu hai…se tu sei o hai mai conosciuto qualcuno che si è sentito completamente non amato, non sostenuto, che lo era perché la sua sovra-anima con poteva tollerare ciò che la sua incarnazione aveva fatto e le girava le spalle. Così…okay…e poi voi non siete mai soli, voi siete sempre amati. Come fanno queste cose a stare insieme?

TOBIAS: Quando un umano decide di entrare nel luogo della sua oscurità, egli crea l’energia che vuole che la sua anima e la sovra-anima gl girino le spalle.  la sovra-anima e l’anima lo fanno in suo onore. Quando gli esseri decidono di essere soli, essi creano quella realtà, sebbene siano circondati dall’amore di altri umani o degli angeli. Si tratta di una manifestazione, di una rappresentazione di tutto quello che sta accadendo a quell’essere.

Ecco perché diciamo che è un gioco, è un bellissimo gioco. É un ruolo magnifico che viene giocato, ma questo è anche il motivo per cui diciamo che siete pronti a comprendere che siete Dio…la divinità non sta là fuori da qualche parte. La divinità non è un angelo d’oro che vive in un palazzo o paradiso o cose così. Non sta aspettando il 2012 e non sta aspettando che superiate le vostre cattive abitudini.

La divinità è la cosa più semplice, più bella e profonda, e sei tu. È qui ora, sei tu in questo momento ma se vuoi far finta che non sia qui, se ne andrà. Se vuoi dimostrare che non sei amato, non ti amerà. E se vuoi fingere che sei meno che Dio, farà finta di essere meno di Dio. Capisci?

SHAUMBRA 10: Sì.

TOBIAS: Abbiamo scandalizzato qualcuno dicendo: “basta recitare i ruoli” ma lo faremo di nuovo dicendo. “Basta recitare i ruoli”, a meno che il gioco ti piaccia, ma poi capisci che è il tuo gioco. Non c’è nessuno che ti manipola. Non c’è cospirazione contro il divino. È la percezione, è il gioco.

Di nuovo vi chiediamo: cosa perdete quando smettete di giocare il ruolo? Quando puoi comprendere che capirai perché tu - non solo tu, ma tutti gli Shaumbra - continui a giocarlo. C’è un senso di imbarazzo, di inquietudine nel dire: “Io sono il creatore. Io Sono Quello Che Sono”.

C’è anche un gioco che dice, se sono il creatore, allora dovrei essere capace di schioccare le dita e manifestare un milione di dollari. Questo è il gioco. Voi state facendo una sfida in un modo umano molto Vecchia Energia. In realtà state tentando di diventare un super umano, piuttosto che molto divino ed è un ruolo che continuate a giocare e poi non lasciate che si manifesti. Voi in realtà potreste. Potreste, ma non ve lo permettete, perché poi il gioco finisce.

Lo so, ora alcuni di voi stanno scrivendo una email (risate) – grazie a Dio io non ho un indirizzo email, ma Cauldre e Linda ce l’hanno - che dice: “Ma Tobias, dannazione!” Ed io rispondo “Dannazione a te! Tu stai giocando un ruolo. Stai giocando il ruolo di uno squattrinato, o di uno che è malato o solo, o qualcos’altro - ed è magnifico, io ti ammiro. Io vi ammiro.

In base alle domande che ci ponete, l’unica domanda che faccio è: “Quando volete smettere di giocare? Voi rispondete: “Io non sto giocando” e continuate a impoverirvi o ad ammalarvi e a non essere creatori. Va bene, noi vi amiamo tutti, davvero e onoriamo tutti voi proprio come la vostra anima e sovra-anima. Tutti gli altri vi amano e quindi giocheremo con voi. È un gioco meraviglioso, ma voi avete detto: “Ne ho abbastanza.” Avete detto: “Per favore, qualcuno venga a dirmi che è un gioco. Qualcuno venga a dirmi che non ha importanza.” Ecco perché siamo qui.

SHAUMBRA 10: Eccellente. Grazie.

TOBIAS: C’è ancora una domanda che volete fare – una domanda nel pubblico. Se vuoi tornare quassù.

DOMANDA DA SHAUMBRA 11: (un uomo al microfono) Grazie fratello. É la mia prima volta qui e mi sono…

TOBIAS: Divertito, non è vero?

SHAUMBRA 11: Oh sì, è meraviglioso. Ho una domanda su una città, riguarda Cripple Creek. Vorrei sapere quando, come e perché quel vulcano spento diventerà attivo? Perché io vivo a Colorado Spring.

TOBIAS: Tu vuoi che diventi attivo?

SHAUMBRA 11: Uh…no, Ho il sospetto che in un futuro non distante accadranno molti sommovimenti geotermici in tutto il pianeta Terra.

TOBIAS: Bene, lasciami dire questo, limitandoci, ed essendo prudenti per diverse ragioni. Ci saranno movimenti d’energia, non direttamente a Cripple Creek, ma in un’area più bassa e più piana. Ci sarà una scossa di alcune energie – non di tipo vulcanico, ma ci saranno altre cose – perché c’è molta energia repressa in questa particolare regione, che non menzioneremo. Molta energia repressa che ha bisogno di essere liberata.

L’energia è rabbia, molto rigida, e sai cosa accade quando le cose sono rigide? Tendono a spaccarsi e rompersi. Quello che diciamo è che la tua intuizione è buona, ma scendi solo un po’ dalla collina…non pensare all’eruzione a cui stavi pensando, è un altro tipo di movimento energetico.

SHAUMBRA 11: Vi chiedo il luogo, il luogo, il luogo. (risate)

TOBIAS: Bene, il luogo, il luogo il luogo cambia in nuovo, nuovo, nuovo.

SHAUMBRA 11. Oh, sì. Non vorrei fare un plagio – ma ho ascoltato un mucchio di frasi da usare per gli adesivi da paraurti e mi chiedo se posso utilizzarle. Non necessariamente per diventare ricco, ma…

TOBIAS: Perché…non vorresti diventare ricco?

SHAUMBRA 11: “Tu scegli l’esperienza”. Mi piace questa.

TOBIAS: Eccellente adesivo da paraurti.

SHAUMBRA 11: La posso usare?

TOBIAS: Purché tu dica: “Tobias” (Tobias e il pubblico ridono)

SHAUMBRA: Va bene. Oh ho! Oh ho!

TOBIAS: Scherzavo. Certo, certo, sono cose sono bellissime da condividere e aspettati che possa andare oltre gli adesivi e che potrebbe essere meravigliosamente abbondante per te.

SHAUMBRA 11: Ve bene. Namaste, fratello.

TOBIAS: Namaste. Tu comunica che ce n’è un’altra. Ancora una domanda.

LINDA: Ancora una.

TOBIAS: Ci stiamo divertendo troppo oggi!

LINDA: Oh, è la corte della ricreazione!

DOMANDA DA SHAUMBRA 12: (una donna al microfono) Salve Tobias, l’anno scorso sono stata molto occupata, così non sono venuta e non ho letto gli Shoud. Dopo Natale ho pensato di aver bisogno di un corso intensivo e così l’ho fatto. Ora, per tornare all’ autunno, cammino con il mio cane e il bimbo dei vicini e spesso per strada trovo monetee a volte cose strane. Quest’autunno stavo camminando per strada…l’ho portato perché è una cosa speciale. Ho trovato questa…vedi cos’è? C'è scritto “N” e quando l’ho raccolta ho pensato…ora intuitivamente sapevo che era per me, una cosa veramente speciale. Non volevo lasciarla in strada. Era speciale.

Comunque l'ho riposta insieme alle altre cose che raccolgo, vicino al letto e, dopo Natale, stavo riponendo le cose di Natale e, quando ho tirato fuori le scatole di plastica da sotto il letto, con le cose di Natale, questa è caduta sul pavimento. Avevo appena letto della Casa del Risveglio e che alcuni di noi la stavano costruendo. Giusto?

TOBIAS: Certo.

SHAUMBRA 12: Non avevo mai pensato di guardare sull'altro lato. Guarda cosa c'è: un chiodo e quando arrivano queste sincronicità …questo è quello che mi piace della Nuova Energia, la sincronicità e il fatto che quando accade fai un gran balzo. É meraviglioso.

LINDA: Somiglia al club della numerologia di David, sì.

SHAUMBRA 12: Sì e ora tu parli di questo! Oggi ho notato qualcos'altro su questa carta, che non avevo notato prima. C'è sopra un minuscolo 11, il mio numero preferito. Grazie!

TOBIAS: Bene.

SHAUMBRA 12: Ancora una cosa. Ho la sensazione…perché ho fatto questo corso intensivo, giusto, sentire le cose, lo sto facendo da anni. Faccio…il venerdì mattina faccio la meditazione nella vasca da bagno. Entro nelle cose e le percepisco.

LINDA: La meditazione nella vasca da bagno?

SHAUMBRA 12: Uh e registro ciò che provo. Okay, L'ho fatto per anni e quel giorno - circa un paio di settimane fa - ho pensato: voglio sentire il vuoto, essere lì, vedere che succede, giusto? Perché vedi, io sono un Sagittario. Penso che questa Nuova Energia sia grande. Penso che tu solo…

LINDA: Hai chiamato mia madre? (risate)

SHAUMBRA 12: Vedi, un Sagittario galoppa in prima linea e dice: "Wow! Qui ci sono scoperte da fare" Stavo facendo questo ed era meraviglioso, me ne stavo lì seduta nel vuoto solo per essere e solo ah! Grande! E poi all'improvviso ho visto un occhio rettiliano - un enorme occhio rettiliano, che mi ha fatto tornare indietro. Cos'era? Non appena gliel'ho chiesto è sparito. Spiega! (risate)

TOBIAS: Certamente, Questo è un caso particolare, non vogliamo che tutti pensino che questa è la loro situazione, perché talvolta questi occhi che si manifestano sono in realtà aspetti di te stessa, che si mostrano per vedere cosa combini. (risate) I tuoi aspetti vengono dal passato e vogliono vedere cosa accade nel futuro.

Ci sono anche membri della tua famiglia angelica che non hai incontrato o con i quali non parli da molti anni, e vengono da un luogo molto lontano per controllarti. "Ci sei già arrivata?" perché se tu sei arrivata, loro possono cominciare. Così ci sono molti esseri che ti vengono a controllare.

Nel tuo caso, mia cara, ci sono…non vogliamo che tu vada in crisi su questo, ci sono delle energie interdimensionali di tipo rettiliano. (qualcuno tra il pubblico fa "Oh") talvolta loro…

LINDA: Oh, carino…

TOBIAS: A volte…(Tobias ridacchia). Essi non vivono sotto la Terra…e talvolta vengono per esplorare. Sono molto interessanti e molto mentali - questo dovrebbe dirti qualcosa. Da soli non conoscono la strada per provare emozioni o sensazioni, sono rimasti così imprigionati nella mente, e il fatto che hanno perso sensazioni ed emozioni, dovrebbe essere un monito per tutti voi. Di conseguenza devono nutrirsene.

In realtà non assomigliano ai rettili, ma poiché non sono creature desiderabili, li manifesti o ne hai visione come esseri di natura rettile. E vengono per nutrirsi di sensazioni ed emozioni perché non ne hanno di proprie. Vorrebbero rubare le tue, non solo le tue, ma di tutti - ogni volta rubano emozioni, primariamente quelle fondate sulla paura, ansia e queste più attive, le assorbono. Cercano di nutrirsene, ma poi tornano velocemente nel mentale. Perciò hanno una fame che, in realtà, non sarà mai soddisfatta.

Verrà un momento in cui, come tutti noi sappiamo, dovranno affrontare la loro trasformazione. In ogni caso non sono esseri fisici, ma affrontano la loro evoluzione, quella del loro pianeta, comunque lo volete chiamare, per poter andare oltre. Ma sarà molto difficile per loro, sarà un inferno. I primi che faranno una scelta consapevole di andare al di là della mente, saranno sopraffatti dalle loro emozioni e sensazioni. Sentiranno di attraversare l'inferno, di essere lacerati, dilaniati e poi sputati nel vuoto, perché le vecchie strutture e i vecchi modelli di elaborazione mentale staranno crollando.

Riuscite a immaginare quanto possa essere sconvolgente per un essere che si è programmato senza emozioni e che è stato solo mentale, logico, intellettuale o analitico, assaggiare di nuovo le emozioni e le sensazioni? Saranno sopraffatti. Crederanno di morire di mille morti.

Una volta che superato tutto ciò, realizzeranno che si stanno evolvendo o perfezionando, e diventeranno gli insegnanti nella loro dimensione e realtà, che insegneranno come tornare di nuovo alle emozioni. Suona forse leggermente familiare?

LINDA: Ho il tuo permesso per inviare tutto questo come episodio a South Park?

TOBIAS: Beh, noi non abbiamo…

SHAUMBRA 12: Grazie Tobias.

TOBIAS: Qui al cottage non abbiamo South Park, ma noi lo vediamo attraverso i tuoi occhi, che ne hanno visto molti, molti episodi e abbiamo paura che potrebbero volgere al pornografico. (risate)

E con questo, cari Shaumbra, che giorno delizioso. Vi prego di godere la vita. Vi prego di sperimentare voi stessi come creatori e come distruttori.

E così è.