LEZIONE 02 - PRENDETE POSSESSO DELLA VOSTRA DIVINITÀ

La Serie dell’Ascensione 

LEZIONE 2 -  PRENDETE POSSESSO DELLA VOSTRA DIVINITÀ

presentato al Crimson Circle il 1 settembre 2001

E così è, cari amici, che ci riuniamo di nuovo in questa energia. Possiamo sentire Cauldre che ha i brividi e pensa che siano suoi, ma in realtà vengono da noi, perché ci riuniamo con gli Shaumbra in questo giorno e grande è la gioia che questo ci procura! È così gioioso attraversare il Portale che create quando ci invitate ad entrare. Ora possiamo avvicinarci a voi. Che momento! Passeremo i prossimi momenti mescolando le nostre energie, mescolando l’energia di Casa, d, dello Spirito, della vostra divinità – quelli che sono da questa parte del velo arrivano tutti per essere insieme a voi. È incredibile riuscire a riunirsi così. Incredibile!

Durante i miei giorni terreni che risalgono a centinaia di anni fa, potevamo riunirci ma non potevamo far entrare l’energia dello Spirito, della nostra divinità come fate oggi. Se allora per un attimo avessimo potuto dare uno sguardo sul tipo di energia che fluttua qui ora ne saremmo stati incantati, avremmo sentito di aver toccato Dio.

Ora, guardatevi! Guardate cosa siete capaci di fare entrare, guardate il cammino che siete capaci di creare attraversando il velo, tra il vostro spazio sulla Terra e il nostro spazio. Una linea diretta che lavora a suo modo per il vostro essere vero e divino. Incredibile! Io, Tobias, guardo avanti al tempo in cui, per seguire il vostro cammino sulla Terra ritornerò per sperimentare in prima persona cosa significa essere nella biologia e riuscire a mantenere la mia divinità. Non vedo l’ora.

 Respirate profondamente, cari Shaumbra, respirate profondamente. Mentre respirate rilasciate le tensioni, rilasciate le preoccupazioni. Respirate profondamente attraverso il vostro intero essere. Respirate in ogni senso, fino ai piedi. Respirate anche nella vostra mente, in quell’intelletto che vi ha servito così bene, respirate nelle emozioni. Respirate profondamente nelle vostre emozioni perché spesso vi dimenticate di andarci. Spesso usate il percorso della mente per arrivare alle emozioni, ma ora respirate profondamente. Lasciate che il respiro della vostra divinità entri anche nel vostro corpo emozionale, saltando il cervello e entrandoci direttamente, senza filtri, senza dirsi se è giusto o sbagliato o come comportarsi o come agire. State emergendo e maturando quali esseri spirituali. Non avete bisogno che la vostra mente vi dica ancora come muovervi. Respirate profondamente e permettete a quell’essere emozionale, meraviglioso, esuberante che è dentro di voi di venir fuori senza il giudizio della mente.

Ora…(pausa) ci guardiamo intorno, oggi ci guardiamo intorno. (nota che Cauldre è seduto sul palco in sala) Vediamo che ci siamo spostati su un palco!  Promettiamo a Cauldre e alla sua cara moglie che oggi non staremo in piedi troppo a lungo,(ultimamente, Tobias è stato quasi sempre in piedi durante le canalizzazioni) perché vediamo l’energia che è stata messa qui, la paura che voliamo fuori dal palco!  Oggi non lo faremo perciò potete rilassarvi e tu puoi uscire nel tuo spazio (si riferisce a Linda che ha l’abitudine di uscire durante le canalizzazioni). Potete entrare nel vostro profondo viaggio spirituale. Non dovete preoccuparvi di Tobias che si mette a ballare sul palco. Lo riserviamo per un’altra occasione.

Spesso è difficile iniziare, perché ci piacerebbe proprio sedere con voi e goderci l’energia di questo luogo. A volte ci piace sedere qui guardandovi così. Poco a poco, mentre i momenti si succedono, possiamo vedere che diventate sempre più ardenti e luminosi. State permettendo al vostro sorriso interiore di venir fuori. Certamente sapete di essere in un luogo sicuro, in un luogo sacro. Talvolta vorremmo solo sederci qui e guardarvi crescere.

C’è molto da dire oggi, c’è una nuova lezione da tenere. Sarà molto semplice, una lezione che non richiede compiti a casa ma che vi renderà perplessi. Vi chiederete come poterla fare vostra, vi chiederete cosa fare dell’informazione che vi daremo oggi. È semplice: vi chiediamo di guardare a questa lezione dalla prospettiva che ‘non vi riguarda più’.

Mentre parliamo pensate a come insegnerete questa lezione ai vostri studenti. Pensate a come li aiuterete a comprendere la lezione che vi sarà rivelata oggi. Come spiegherete loro la semplicità e la verità? Oggi ascoltate da quest’altra prospettiva e dite a voi stessi: “Come insegnerò queste cose a chi verràda me? Come spiegherò questo concetto semplice, provocatorio e importante del riappropriarsi della propria divinità?”

Parliamone un momento, parliamo per un momento della vostra ascensione. Abbiamo ricevuto molti messaggi dallo spirito, dopo l’ultima riunione ci sono arrivati molti ‘messaggi pensiero’.  Siamo grati che l’informazione contenuta nella canalizzazione del mese scorso (Lezione Uno - Non Vi Riguarda Più) non sia ancora arrivata su Internet in forma scritta. Certamente i messaggi pensiero sarebbero aumentati alla grande! Non possiamo avere sufficiente assistenza per occuparci di tutto questo!

Abbiamo ascoltato molti di voi che si chiedevano: “Tobias, cosa accade in questa Ascensione? Cosa significa Ascensione?” “Tobias, questo non è quello che mi aspettavo. Ci hai detto che siamo ascesi ma non penso che tu parlassi di me.” Abbiamo percepito la vostra frustrazione. Alcuni di voi si sono arrabbiati e sorridiamo perché vi capiamo. Avete chiesto chiarimenti, avete chiesto di guardarci meglio. Oggi condivideremo un po’ di più con voi.

L’Ascensione: l’ascensione è quando non hai bisogno di morire tra due vite. Non abbandonate il corpo fisico, non avete bisogno di passare attraverso la difficile esperienza di una morte e di una rinascita… tutto si compie mentre siete contenuti nello stesso involucro. Ascensione è quando passate da una vita all’altra. In passato era importante lavorare su un set di contratti in una vita per completarli e poi partire e non averne più memoria.  

Nelle ultime settimane abbiamo parlato, nei seminari, di alcuni aspetti importanti del Viaggio umano. Uno di quelli di cui abbiamo parlato a lungo è la morte. Quando l’uomo attraversa la morte c’è così tanta emozione e paura ed una comprensione così piccola. L’anticipazione della morte, non solo per le persone che sono sul loro letto di morte ma per tutti, fa costruire un enorme muro di paura che ora necessita di essere rilasciato. Nello status di ascensione voi non avete bisogno di morire, voi continuate. Non c’è tutta quest’ansia associata al processo.

Certamente esiste un periodo di dolore, un lungo periodo in cui attraverserete cambiamenti profondi. Tutti voi che siete connessi a queste parole, in un modo o nell’altro, state sperimentando questo tipo di cose ma non dovete morire, non dovete lasciare il vostro corpo: vi sposterete nella vostra nuova vita. Quello che è diverso in questa nuova vita, rispetto alle altre, è che non siete soggetti ad un Contratto.

Perfino prima di venire sulla Terra in questa vita, avete avuto una lunga lista di scopi ed obiettivi, c’era un ampio contratto spirituale, avevate una lista di cose su cui lavorare. In un certo senso, questa era la vita della Chiarificazione Finale.  Ora siete trapassati poiché siete ascesi, quindi non ci sono più contratti. La differenza tra ascendere e morire è che ora dovete scrivere il vostro libro, dovete creare quello che volete e che scegliete di essere. Non c’è da meravigliarsi che nel nuovo stato di ascensione le cose siano bianche, si trovino in uno stato neutro: vi stanno aspettando, vi aspettano per reagire. Il processo di trasformazione che state per attraversare…durerà un certo tempo, nel vostro viaggio ci saranno alti e bassi, ma ricordate che si tratta semplicemente di una parte del processo.

Come Cauldre ha detto prima, la ragione per cui stamattinagli occhi gli facevano così male non era perché gli angeli gli stavano dando una lezione o il suo Spirito tentava di insegnargli qualcosa. Come uomo ha solo dimenticato di togliersi quelle cose che mette sugli occhi (lenti a contatto) e ci ha dormito sopra. Non ci sono grandi lezioni qui. Per ognuno di voi a questo punto non ci sono grandi lezioni, ci sono solo cose che accadono nella vostra vita. Non vi riguarda più. Non ci sono contratti, non ci sono lezioni. Gli angeli e le guide e lo Spirito e Tobias non stanno cercando di battere alla vostra porta per avere la vostra attenzione. Non vi riguarda più.

La chiarificazione sulla quale avete lavorato con tanta diligenza, nei primi anni della vostra vita, ha avuto successo. Avete purificato vecchi karma e in una sola vita vi siete assunti più karma, più purificazione e più lezioni di quanto non abbiate fatto nelle ultime dieci vite messe insieme. Ecco perché è sembrata così intensa fino ad oggi e in tutto il tempo in cui stavate chiarificando le vite passate stavate anche liberando il karma ancestrale. Oh, non importa se alcuni di voi sono stanchi fino al midollo! Stanchi fino al midollo. Non importa se alcuni di voi desiderano tornare a Casa pensando di non avere più energia per andare avanti…cari amici, Io, Tobias e tutti coloro che sono venuti qui oggi siamo qui per dirvi che andare avanti non sarà come il passato, non sarà pieno di contratti e lezioni e karma. Punto.

Abbiamo sentito qualcuno dire: “Come è possibile dire che ho purificato il karma, visto che ho fatto cose terribili? Non ho neanche cominciato a ripagare i debiti”…allora così sia per voi! Continuate il vostro karma, se così scegliete. Noi saremo lì ad onoravi ed amarvi, camminandovi accanto, ma nel momento in cui premete il bottone per fermare la giostra non importa dove siete, se scegliete coscientemente di fermarlo potete scendere. Non c’è una quantità prescritta di sofferenza che dovete affrontare.  Siete nella vostra illuminazione quando scegliere che non ne avete più bisogno. Voi scegliete quando scendere da questa giostra karmica.

Nello stato di ascensione – dove tutti voi siete – vi trovate in un nuovo Territorio senza planimetria. Nessuno di quelli che oggi sono qui dagli altri reami è stato dove siete voi. Voi siete gli osservatori, noi siamo i consiglieri. Noi siamo guide, ma NOI seguiamo VOI. Nessuno di noi è stato in questo nuovo stato di ascensione. La differenza è che non ci sono contratti, karma o lezioni… questa è la differenza. Dipende da voi creare qualunque cosa scegliete e nella serie in cui siamo, della quale vi stiamo parlando…ciò che stiamo canalizzando da voi, dal vostro essere…è buffo. È semplice. Noi stiamo semplicemente prendendo i vostri pensieri per poi riproporveli. Come potreste essere arrabbiati con noi per avervi detto che siete ascesi, quando voi ci avete chiesto di dirvi che è così? Noi eravamo felici quando ci avete annunciato che eravate ascesi e ora possiamo rivelarvelo.

Nel vostro stato di ascensione sta a voi decidere quale via prendere, cosa fare e cosa creare. I mezzi stanno arrivando e continueranno ad arrivare per voi. Come abbiamo già detto tante volte, lavorate insieme, aiutatevi a capire com’è questo stato di ascensione. Avete attraversato molti confini, avete attraversato la linea della distruzione che avrebbe potuto accadere 50 o 60 anni fa.

Durante il prossimo anno ci sarò da attraversare un altro confine e sarà il completamento di un tessuto energetico che è stato creato per permettervi di entrare in possesso della vostra divinità, di avere accesso a tutto quello che siete. Questo è il lavoro di Kryon con le griglie. Anche voi attraverserete quella linea, ne avete attraversate così tante. La cosa importante è che vi siete mossi dal vecchio al nuovo, siete passati da una vita alla successiva. Siete ascesi. Forse non vi appare come pensavate che dovesse essere – ma poi cosa vi aspettavate?

 Ci sono quelli che oggi sono venuti qui e come sempre ci sono ospiti invitati. Possiamo farvi notare che voi - gli umani, gli ‘ascesi’ – sedete nel Primo Cerchio, il cerchio d’onore. Siete circondati dal Secondo Cerchio, da quelli che sono gli ospiti e dobbiamo anche notare, come ci è stato chiesto recentemente: “Sono solo questo piccolo gruppo?” – quelli che annunciamo (riferendosi agli ospiti invitati). Sì, nel senso che loro sono gli unici che possono avvicinarsi energeticamente a voi, ma ce ne sono molti altri che guardano da lontano. Non possono arrivare così vicino, non possono intromettere le loro energie in nessun modo…è come se, nel vostro mondo, guardaste qualcosa in televisione e non dal vivo.

Quelli che avete conosciuto in questa vita e che sono trapassati sono i vostri migliori sostenitori, sebbene siano stati i più duri con voi quando vivevano sulla Terra… loro stanno guardando. Quelli che vengono dal vostro passato, dalle vostre vite passate – anche loro stanno guardando, in verità oggi sono in questa stanza. Questo è uno degli show più popolari dal nostro lato del velo!

Stiamo osservando con tale interesse e curiosità, abbiamo così tante speranze. Osserviamo i passi che fate e siamo molto curiosi delle domande che ponete. Ci rallegriamo con voi in ogni modo. La parte più difficile per noi è sapere che non possiamo farlo per voi…nessuno di noi. Nessuno di noi può intervenire o interferire, possiamo solo amarvi.

Quando si compiono i miracoli, quando accadono cose fuori dall’ordinario non è perché gli angeli hanno interferito o sono intervenuti o l’hanno fatto per voi. É stato perché per un breve momento, perfino con tutta la tensione e lo stress di una situazione traumatica voi chiedete l’aiuto degli angeli e dello Spirito. Quello che accade è che voi state abbassando la guardia, state lasciando andare la mente. Vi aprite alle energie dell’amore che arrivano fluendo dal velo in quel momento. Non sono gli angeli che spostano la macchina per impedirle di investire qualcuno. Le preghiere che avete fatto sono state udite, ma quando accadono i miracoli siete VOI che permettete al vostro amore di entrare.

Molti dal nostro lato stanno osservando il vostro progresso per vedere quello che accade, per vedere quello che state sperimentando. Gli ospiti invitati che entrano in questo spazio devono prenotarsi per venire qui e quelli che sono qui oggi… prima di annunciarli vi chiederemo per un momento di non stare nel mentale. Non tentate di analizzare nulla, respirate semplicemente la loro energia. Inspiratela. Non cercate di indovinare, non cercate di intellettualizzarlo. Inspirate la loro energia, permettetevi di sentire coloro che vengono senza etichettarli. Respirateli e basta.

Coloro che oggi si sono uniti a voi in questa stanza vi sono molto familiari. Vengono oggi per una ragione speciale, un tipo di neutralità energetica, un riconoscimento. Quelli che sono entrati in questo spazio, che vi stanno accanto molto, molto vicini, in posizione familiare…sono quelli che sono state le vostre guide. Sono state le vostre guide fino a un anno, due o tre anni fa. Sono quelli che hanno mantenuto e occupato l’equilibrio nello spazio, l’equilibrio che ha creato le energie appropriate tra il vostro mondo, la vostra Terra e il nostro lato del velo. Le vostre guide non vi hanno parlato molto ma erano sempre con voi.

Queste guide e altre che lo sono stato in passato nei vostri viaggi sulla Terra oggi sono venute in questo spazio, sono accanto a voi. Tengono la posizione che presero una volta come solenni guardiani della porta, i solenni sostenitori dell’energia, fianco a fianco con voi. In questo giorno ci sorridono, sanno che è stato difficile per voi attraversare questo processo di trasformazione. Sanno che è stato difficile per voi percorrere il corridoio dell’ascensione tutto da soli ma doveva essere fatto così, non potevano accompagnarvi in questo viaggio.

Tornano oggi, ora che avete percorso il corridoio dell’ascensione e sono accanto a voi.  Ora, invece di essere quelli che mantengono la vostra energia sono quelli che vi applaudono, sono quelli che vi sono grati, sono quelli che più di chiunque altro onorano il vostro diploma. Sono venuti oggi per una riunione ed una visita. Ora la maggior parte di voi ha accanto due Esseri, perfino quelli che stanno leggendo questo messaggio, mentre altri ne hanno tre. Ce ne sono altri che – difficile da spiegare – appoggiano quelli che erano le vostre guide, prima di quelli che ci sono ora. Oh, voglio dire che c’è un’intera catena di guide, ma quelli che ora occupano l’immediata energia che vi circonda nel Secondo Cerchio sono le vostre guide personali, quelli a cui siete mancati così tanto quando sono partiti, quelli dei quali avete molta nostalgia.

Sono venuti oggi per una ragione speciale della quale parleremo, ma per un momento faremo una pausa. Noi permetteremo l’abbraccio, il tempo di fare di nuovo conoscenza, il tempo di chiacchierare con loro per un poco, per dare loro il tempo di condividere il regalo che vi portano oggi. Ogni regalo è personale, ognuno ha un significato per voi. Lo potreste riconoscere subito o potreste non riconoscerlo per un po’ di tempo. Tutti quelli che sono toccati da queste parole sanno che è tempo di fare una pausa, di chiudere gli occhi, di aprire le mani e respirare.

Faremo una pausa per un momento, mentre questa riunione e la consegna del dono arriva a voi. Vi chiediamo di condividere questo dono, ditelo agli altri che sono qui, agli altri a cui parlate. Sappiate che dopo questo raduno e nei giorni e nelle settimane a venire è tempo di condividere con gli altri ciò che è stato dato a voi. È giusto dire agli altri cos’è questo dono.  Torneremo fra un momento, al termine di questa riunione e della consegna dei doni.(pausa)

Come dite voi umani – vorremo poter mettere in bottiglia questo momento, ci piacerebbe poterlo imbottigliare, ci auguriamo che voi lo possiate imbottigliare. Ci auguriamo che i vostri studenti, quelli che verranno da voi possano bere da quella bottiglia -  e voi potrete dire: “Durante i tempi difficili che attraverserete nel percorrere da soli questa strada verso l’ascensione sappiate che ci sarà una ricompensa, sappiate che ci sarà una dolcezza”…e porgerete loro questa bottiglia che è stata presa da questo momento e chiederete loro di berne e loro vedranno, sentiranno quanto sia dolce aver percorso quella lunga strada ed essere capaci di riunirsi così.

Ora, come abbiamo detto, c’è molto da discutere in questo giorno, ma è molto semplice. É molto semplice, è davvero molto semplice.

C’è un'operatrice di luce di nome Rachel …non è per forza il suo vero nome, ma è una persona reale. É anche un insieme di tutti voi, rappresenta parte e pezzi di tutti voi. Parliamo della storia di Rachel per aiutarvi a comprendere la lezione di oggi.

Rachel è venuta sulla Terracome voi. Aveva già vissuto sulla Terra centodieci vite – non molte rispetto ad alcuni di voi che amano continuare a tornare ancora ed ancora.  Ha vissuto centodieci vite ed ha scelto questa vita come pulizia finale. L’ha scelta sapendo che sulla Terra esisteva il potenziale per la sua fine, sia per mano dell’uomo che per mano di quello che voi chiamate Dio ma sapeva anche – perché ne aveva parlato a lungo con le sue guide e con gli angeli dal nostro lato del velo – sapeva che c’era un forte potenziale che tutto questo potesse essere aggirato, che questo potenziale per la distruzione potesse essere trasmutato nel potenziale dell’ascensione, il potenziale dell’avanzare.

Comunque sia, è venuta in questa vita per la chiarificazione finale ed era come molti di voi. Ha detto: “Questa sarà la mia ultima vita. Non tornerò di nuovo sulla Terra.” E noi scherziamo e ridiamo quando ci sediamo qui e vi vediamo tornare in uno stato di ascensione!

Ora, la donna di nome Rachel ha avuto un’infanzia difficile perché sua madre l’ha abbandonata nei suoi primi anni di vita. Suo padre ha tentato di essere amorevole ma era sopraffatto dal doversi prendere cura di quattro bambini. Tra il lavoro e il tentare di sostenerli in modo decente non riusciva a trovare il tempo per nutrirli quindi questi bambini restavano molto tempo da soli. Non sapevano cosa fosse una babysitter perché non potevano permettersela.

Mentre il padre di Rachel era occupato al lavoro lei doveva restare a casa e prendersi cura degli altri fratelli ma, cosa ancora più importante, preparava la sua opportunità di essere con se stessa per creare i suoi giochi, il suo divertimento, la sue espressioni personali.

Ebbe poca guida da suo padre. In verità più tardi, durante la sua adolescenza, provò risentimento perché la famiglia si era rimessa in sesto finanziariamente, ora potevano permettersi una casa da classe media in un quartiere da classe media, in una città da classe media. Ora però il padre si permetteva tutte le cose che gli erano mancate, usciva la sera e aveva una ragazza. Passava poco tempo con i suoi quattro figli e poco tempo con Rachel. In realtà, a causa di questo, c’era molta rabbia e risentimento.

Crescendo, alla fine dell’adolescenza e all’inizio dei suoi venti anni cercò di trovare in altri uomini l’amore che non aveva ricevuto dal padre, ma queste relazioni non funzionavano molto bene. Nessuno era capace di appagare qualcosa che era dentro di lei. C’era qualcosa accaduta quando era una bambina, c’era un campanello interiore che suonava. C’era una voce interiore che affiorava, qualcosa che aveva bisogno di essere appagato, aveva bisogno di una partecipazione. In questa parte della sua vita Rachel cercò questa partecipazione nelle sue relazioni con gli uomini.

Era veramente molto sveglia e andò al college per diventare autosufficiente e una volta laureata, poiché le sue relazioni erano così povere, si buttò nel business, lavorando sodo in grandi compagnie, scalandole a modo suo. Per tutto quel tempo c’era qualcosa di inappagato dentro di lei. Come abbiamo detto aveva tentato di trovare questo appagamento nelle relazioni, ma queste non erano durate a lungo. Si stancava velocemente degli uomini nella sua vita perché non incarnavano il ruolo che lei stava cercando.

Divenne una donna d’affari di successo. Nella prima parte dei suoi trent’anni iniziò un suo business che decollò bene poiché c’era una guida e una luce dentro di lei…eppure c’era sempre qualcosa che le rodeva dentro, una sensazione, un sentimento che ci dovesse essere qualcosa di più, che mancava qualcosa.

Un giorno una socia in affari le parlò di questa cosa chiamata Spirito. Oh, immediatamente l’operatrice di luce Rachel evitò l’argomento e disse che non aveva tanto interesse per le chiese. Suo padre ce la mandava e parenti e amici avevano cercato di convertirla, avevano cercato di arruolarla o iscriverla nelle loro chiese ma nessuna di queste la interessava.

Ora però, dopo la discussione con la sua socia a proposito dello Spirito e del Sé se ne interessò molto, iniziò a leggere libri - come molti di voi -  iniziò a frequentare gli incontri e per la prima volta in tanto tempo cominciò ad avere una luce dentro.

Se qualcuno se lo sta domandando, lungo il percorso aveva trovato un marito ed ebbe diversi figli ma parte del motivo del fare questo era stato perché sentiva di doverlo fare, sentiva che faceva parte del programma umano. Sentiva che era importante per il suo lavoro avere un compagno perché la gente non pensasse che era strana o diversa.

Rachel fu molto coinvolta in questo lavoro spirituale. Più ci guardava dentro, più ci vedeva sé stessa e più realizzava che quei primi anni passati da sola da bambina…in quegli anni erano accadute molte cose. Capì che entrava in comunione con lo Spirito, parlava con gli angeli, sentiva le sue guide…c’erano tantissime cose che accadevano. Si ricordò di questo mentre studiava tutto quel materiale.

Anche con il materiale New Age si sentì frustrata perche si sentì bene per un certo tempo, ma non riusciva ancora ad appagare il desiderio che sentiva interiormente, non sapeva ancora come parlare a Dio. A dispetto di tutta la gente meravigliosa che incontrava e di tutte le meravigliose parole che aveva ascoltato, non aveva ancora quella profonda connessione interiore con lo Spirito. Era ancora una cosa esterna ed elusiva, non aveva ancora provato quella scintilla interiore.

Ascoltò tutte quelle parole sull’essere il Creatore e stava cominciando a capire con l’intelletto cosa significava. Lesse la Serie del Creatore e l’apprezzò, ma c’era ancora qualcosa che rodeva dentro l’operatrice di luce Rachel. Voleva sentire, voleva quella connessione con quel, qualunque cosa fosse. “Che cos’è?” Si domandava di notte. “Dio è in qualche luogo lontano? E’ la mia vecchia guida? Sono gli angeli?” Lei non sentiva questo…lo poteva pensare ma non lo sentiva.

La cara Rachel era così frustrata durante questo processo e desiderava questa connessione così profondamente che noi, dall’altro lato, sedevamo osservando lei e osservando voi. Questo ci faceva venire le lacrime agli occhi perché noi capiamo che ad un livello profondo siete così puri nelle vostre intenzioni, siete così puri nei vostri desideri. Tutto quello che volete fare è essere toccati dallo Spirito ed essere consapevoli dell’amore dello Spirito. Ci siamo resi conto di questo ascoltando le vostre preghiere, ci rendiamo conto che non state chiedendo dei beni mondani, non state chiedendo di avere il cervello di Einstein…la vostra più profonda preghiera e augurio e desiderio è semplicemente essere toccati dallo Spirito.

Ora osserviamo Rachel, osserviamo voi. Sappiamo che state lavorando diligentemente per il vostro progresso ma vediamo una cosa – e diventa molto ovvio dopo l’ultima riunione, molto ovvio per noi, cari amici, che tutte queste cose vi stanno accadendo - voi disponete di energia come mai prima. Come ho detto prima ai miei tempi - duemila anni fa - non avremmo potuto radunarci insieme così ed avere il tipo di energia che avete voi qui. Noi non abbiamo avuto nulla di simile! Voi avete tutto questo a vostra disposizione, avete perfino noi che vi diciamo che siete andati in uno stato di ascensione. Voi avete gli strumenti per creare.

Oh, sì, c’è ancora molto da comprendere e imparare, ma prima di fare un altro passo avanti e prima che Rachel approdi ai suoi veri desideri c’è una cosa che ognuno di voi dovrebbe guardare con attenzione e valutare profondamente dentro di sé. Cari amici, è molto semplice: qui non si tratta di abracadabra, non c’è niente che dovete fare. Lezione Due della Serie dell’Ascensione: “Prendete possesso della Vostra Divinità.” APPROPRIATEVI DELLA VOSTRA DIVINITA’! Possedetela ora, in questo momento.

Voi dite: “Tobias, ma come faccio a possederla?” É semplice. Come prendete possesso di una casa, di una macchina, di un vostro talento o di un amore? Accettatelo semplicemente nel vostro essere. Perché deve essere così difficile per voi accettare i vostri diritti divini e la divina eredità che è qui?

Lezione Due della Serie dell’Ascensione, prima di andare avanti: Appropriatevi Della Vostra Divinità. Prendetene possesso.

Abbiamo visto già dal mese scorso che non volete possederla… volete buttarla fuori dalla finestra! Volete negare la sua esistenza! Volete negare il grande potere che avete. Volete che un angelo vi appaia davanti – e loro lo stanno facendo in questo giorno e ci sono alcuni che ancora non ci credono.! Volete che un angelo appaia davanti a voi e vi porti via tenendovi tra le braccia. L’unico modo in cui vedrete accadere questo nella vita sulla Terra è attraverso la morte…oltre a questo caso non aspettatevi di vedere un angelo che arriva, vi prende e vi porta via.

Siamo rimasti lontani di proposito. Non ci siamo manifestati davanti a voi, non ci siamo approssimati a voi in una visione per una ragione. Oh, sì, ci sono altri che ci vedono e vedono altri, ci sono altri che hanno apparizioni da quelli del nostro lato. Non lo abbiamo fatto con voi e voi sapete il perché: è perché vi amiamo, è perché, cari amici, non vogliamo distrarvi dal vostro viaggio.

C’è qui una persona che quasi ogni notte ci chiede, di mostrarci, di darle un segno, poi potrà credere. No, cari amici, questo non è credere, questo non è credere. Questo è trattare, mercanteggiare. Prendete possesso della vostra divinità. Quando lo fate…quando lo farete poi noi vi appariremo, vi stringeremo la mano e vi ringrazieremo per il lavoro che avete fatto.

Come ne prenderete possesso? Cosa fate? Sentiamo che la vostra mente si pone freneticamente questa domanda: “Come posso appropriarmi di questa divinità?” Innanzitutto, non la possederete mai per mezzo della vostra mente, non la possederete mai con la mente. La vostra divinità – che è lì – la possiamo vedere che vi circonda. In molti di voi possiamo vederla mentre emerge da dentro, perché voi la state inspirando.

C’è una persona che sta leggendo questo e continua ad intellettualizzare tutto quello che diciamo. Ha fatto tre respiri e poiché non sono avvenuti grandi miracoli, si è contrariata e ha detto: “Tobias, questa cosa non funziona poi così bene.”   Noi vi ricordiamo – questo è un processo in corso, un processo della coscienza.

La vostra divinità esiste ed è intorno a voi. Ognuno di voi, inclusi quelli che stanno leggendo o ascoltandoci…possiamo letteralmente vederla mentre emerge da dentro di voi. Non è un concetto, non si tratta semplicemente di pensiero creativo. Possiamo vederla, la possiamo vedere sorgere dentro di voi.  Per alcuni somiglia a una fiamma interiore, per altri somiglia a una bellissima pianta che sta crescendo e in altri ancora è una palla di luce che vi attraversa. Per ognuno di voi è diverso, non esiste un’unica espressione della divinità nascente. È unica per ognuno di voi. É lì, prendetene possesso.

Come prendete possesso di lei, di questa cosa chiamata divinità? Come ve ne appropriate? Non attraverso la mente. Se vi sedete e tentate di scriverlo su un foglio di carta, tentate di raffigurarla vi farà male, vi causerà un bel mal di testa.

Questa cosa chiamata Divinità è come un bambino. Sebbene siate voi, è la vostra Essenza che proviene da un tempo lontano, quando avete lasciato Casa. È la vostra Divinità, è il vostro Sé Pieno. Dobbiamo interrompere qui per un momento, ma dobbiamo chiedere ad ognuno di voi di smetterla di immaginare l’Angelo D’Oro, il vostro Vero Sé come qualcosa di esterno, alto tre metri e mezzo, un essere alato, perché non lo è. Se continuate a pensare a lei in questo modo sarà difficile integrare un essere di tre metri e mezzo dentro di voi!  Non è una cosa esterna, è dentro di voi. Non è un angelo che sta fuori, è l’Essenza di chi voi siete. Si sta facendo strada attraverso il vostro corpo, il vostro DNA, le vostre cellule, chiede di esprimersi attraverso il vostro corpo. 

Appropriatevi della vostra divinità attraverso il corpo essendo gioiosi con lui. Siete così seri! Vi mettete a dieta e vi ferite da soli. Sapete cosa vi procura l’essere grassi? Sono le vostre dannate diete! Voi ferite voi stessi ed il vostro corpo con i pensieri che ci mettete dentro. La vostra divinità sta venendo fuori dal vostro corpo. Giocate con lui! Nutritelo con quei cioccolatini! Oh sappiamo bene che riceveremo queste mail-pensieri da molti di voi che diranno: “Oh, Tobias, la storia medica e la scienza hanno provato che queste cose fanno male”. No, quello che fa male sono alcuni dei vostri pensieri, alcune regole e regolamenti.

Talvolta sono triste per non essere ritornato in un corpo fisico sulla vostra Terra, ma altre volte non vorrei vivere le cose in cui vi mettete. Godete del vostro corpo, non ha importanza di quale forma o taglia sia. Amate il vostro corpo, basta creare dei modelli. La vostra divinità sta sorgendo dentro di voi e questo è uno dei modi in cui viene a voi. Giocate con il vostro corpo.

 Se avete bisogno di un giorno o due per restare a letto a far niente se non mangiare cioccolato, patatine e biscotti, così sia!  Voi vi divertirete velocemente e realizzerete che c’è un lavoro da fare. Il vostro corpo vi dirà – se semplicemente lo ascoltate, se ne prendete possesso – quali cibi sono buoni per voi. Non seguite questi metodi preconfezionati, compilati da coloro che sono a capo di negozi alimentari e canali televisivi. Ascoltate il vostro corpo. Giocate con lui e permettetevi questo lusso.

Alcuni ora scuotono la testa e dicono: “Tobias, tu non sai di cosa parli” e noi rispondiamo: “Bene, continua il tuo gioco di regole, regolamenti e auto-punizioni del tuo corpo.” Agli altri diciamo: “Andate e divertitevi!” Permettete alla vostra divinità di salire. Ecco come possederla…ve ne appropriate giocando con lei, giocandoci.

La vostra divinità è come un bambino. Sebbene sia la vostra essenza, sebbene sia tutto ciò che siete, è stata ripartorita.  Voi siete morti, siete morti e ora state per rinascere e questo è quello che sta accadendo dentro di voi. State partorendo la vostra divinità nel corpo, nella mente, nelle emozioni. Giocateci!

Come trattereste un bambino? Dareste a un bambino di due giorni o sei mesi o di un anno una lista di regole e regolamenti? Alcuni di voi potrebbero! Molti di voi troverebbero la gioia in quel bambino, molti altri se ne assumerebbero la responsabilità, lo terrebbero in braccio guardandolo con amore, nutrendolo, allevandolo e cercando ogni momento per poter giocare con lui. Ecco come appropriarsi della propria divinità.

Oh, voi cercate di intellettualizzare tantissimo. Come potrete insegnare questa cosa della divinità e dell’appropriarsene se intellettualizzate tutto? Non è più facile dire ai vostri studenti di uscire e giocare con la loro divinità, piuttosto che scrivere 100 libri cercando di spiegare cos’è? Le parole sarebbero vuote. Ad ognuno di voi, possedete la vostra divinità, giocateci. Avete dimenticato come giocare, non è vero?? Lo avete dimenticato! Lo sappiamo. La nostra operatrice di luce Rachel ha dimenticato come giocare, perché c’era così poco gioco nella sua infanzia, ce n’era così poco. Ha fatto un contratto così serio, come tutti voi.

Oggi stiamo scherzando con voi Sappiamo che siete venuti con contratti seri, pesanti, impegnativi, sappiamo che vi siete presi in carico le cose più difficili che mai. Ecco perché avete dimenticato come giocare. Avevate così pochi giochi quando eravate bambini, avete dovuto essere così seri nella vita, così presto e avete dovuto lavorare sodo.

Perfino quelli che provengono da famiglie ben aggregate, perfino voi… vi siete messi alla prova presto nella vita. Guardate i giovani di oggi, non hanno tutto questo. Siete sorpresi perché ne vedete alcuni che a ventotto o trent’anni vivono ancora con i genitori e non hanno ancora deciso cosa fare delle loro vite.

Voi siete quelli che hanno avuto contratti pesanti e siete stati molto precisi sul tempo in cui li avreste rispettati e su come onorarli…e continuate a farvi pressione, continuate ad avvicinarvi alla vostra divinità nello stesso modo – cioè studiare duro, lavorare sodo per esserne degni dovete esaurirvi e soffrire.

No, siamo qui per dirvelo, non si tratta più di quel modo. Siete ascesi, vi siete lasciati alle spalle il vecchio modo di fare le cose. È tempo di giocare e certamente molti di voi si sentiranno in colpa per questo. Vi darete il permesso cinque minuti al giorno, lo strutturerete e lo organizzerete… stiamo alludendo a Cauldre mentre lo diciamo.

Vi appropriate della vostra divinità trattandola come un bambino amato, nutrendolo, curandovi di lui, assumendovi delle responsabilità e giocandoci. Non cominciate ad insegnare al bambino tutte le cose scritte sui vostri libri e nelle vostre scuole. Questo è il tempo del nutrimento e del divertimento.

È molto semplice. Ci siamo detti: “Quando cominceremo la discussione di oggi, sarà semplice e sarà una sfida”. Lezione Numero Due, il prossimo passo nel vostro stato di ascensione, è appropriarsi di quella cosa che avete cercato così a lungo, così a lungo. Nella storia di Rachel…lei l’ha cercata e non riesce ad accettare che finalmente è arrivata a lei. Si aspettava un qualche grande angelo, questo avrebbe significato che era ascesa.

No, viene da dentro, si deve possedere da dentro. Prima di andare troppo avanti in questo processo e gioire veramente di tutti i benefici e di tutte le cose buone dell’ascensione, dovete prendere possesso della vostra divinità. Il modo per farlo è di trattarla come un bambino, giocando con lui, nutrendolo, cercando ogni giorno del tempo per lei. Ogni giorno, cari amici, trovate il tempo da passare con voi stessi. Trovate tanto tempo da passare con voi stessi.

Se dovete lasciare questa stanza, questo spazio con un compito, cosa di cui tanti di voi hanno bisogno, il vostro compito a casa sarà trovare ogni giorno il tempo per giocare con la vostra divinità, per godervi la vita. Siete ancora circondati da questa energia del lavoro duro e delle difficoltà, delle sfide e del programma del giorno. Quando tornerò sulla Terra ho giurato di non avere MAI un programma del giorno!“Ciò rovina un buon flusso di espressione, di vita, di essere.

Per molti di voi è difficile accettare di essere in questo nuovo stato di ascensione. State cercando di negarlo, ma è così. É vero, è qui. É tempo di accettarlo. Mentre ci giocate diventa espressione, è espressione che si muove attraverso il vostro essere ed entra in tutte le cose che vi circondano.

Come abbiamo detto nella nostra ultima serie - la Serie Del Creatore - questo porta a voi le cose appropriate. Basta con le dure lotte, basta lottare per portare a voi queste cose: arrivano, ora prendetene possesso.

Questa non è la lezione originale che avevamo pianificato per la Lezione Numero Due della Serie dell’Ascensione. Mentre all’inizio lavoravamo al programma c’era qualcos’altro in lista, ma all’avvicinarsi di questo momento e vedendo la reazione alla ultima discussione abbiamo cominciato a dare uno sguardo alla situazione, abbiamo cominciato a prendere informazioni da voi su che cosa volevate che dicessimo e a tutti noi è parso lampante che avevamo bisogno di progettare questo. È evidente perfino a voi che non potete procedere oltre sul vostro cammino senza prendere possesso della vostra divinità.

Cari amici,in questo preciso momento inspirate la vostra divinità fino ai piedi e possedetela. Non lasciatela uscire, ma possedetela, abbracciatela. Cercate di capire che siete esseri spirituali, che il passato è passato e non deve più aggrapparsi a voi.  Se in passato qualcosa è stato difficile non significa che questa nuova energia, questa nuova via di ascensione debba esserlo. Ora, quando respirate possedetela, stringetela e nutritela come fareste con un bambino. Respirate profondamente e appropriatevi della vostra divinità, prendete possesso del vostro nuovo stato di ascensione.

Talvolta vi chiediamo: “Cosa state aspettando? Cosa state aspettando?” poi vediamo che state aspettando che appaia un grande essere. Ci sono altre persone, non in questa stanza, ma ce ne sono altre che stanno aspettando delle piccole navi metalliche ed esseri verdi che ne escono fuori. Noi ci diciamo: “Aspetteranno a lungo, stanno ancora alienando il loro potere per qualcosa che è fuori di loro.” Questo ci diverte perché noi possiamo vedere direttamente la vostra divinità dentro di voi, possiamo vedere quanto potere avete, quali esseri di luce siete.

Ora, mantenete quella fiamma. Giocateci, godetevela. Divertitevi con lei. Uscite da questa stanza con una nuova attitudine, con un’attitudine di gioia di vivere. Avete già raggiunto il vostro obiettivo, avete onorato il vostro contratto. Permettetevi di gioire e quando lo fate voi cambiate i cicli dell’energia, cambiate il modo in cui il mondo esterno reagisce a voi e infatti comincerà a reagire in modo diverso. Comincerà a tornare a voi in modo gioioso, in modo più appagante. Le cose che incontrerete non saranno così difficili, dure e impegnative. Ora, nella formazione dell’energia questo potete lasciarlo fuori, potete eliminare le situazioni difficili e impegnative che avete portato in questa vita, non ne avete più bisogno. Per ognuno di voi è soprattutto il tempo di giocare e di gioire, questo è il modo in cui prenderete realmente possesso della vostra divinità.

Ora, quelle che furono le vostre guide e che oggi sono venute qui sono accanto a voi, vi amano e vi ringraziano. Ricordano quando dovevano sostenere la vostra energia, quando dovevano creare quell’equilibrio. Sono qui per qualcosa che somiglia ad una cerimonia di diploma, sapendo che ora potete farlo da soli. Quelle che erano le vostre guide sono entrate oggi nel Secondo Cerchio per riconoscere che voi potete sostenere la vostra divinità, che potete sostenere questo spazio.

Oh, ci sono stati giorni di tremore quando le vostre guide hanno cominciato a partire, quando voi, loro e noi non eravamo sicuri che ce l’avreste fatta a mantenere questa energia, ma ce l’avete fatta. Vi muovete ancora timidamente, ma ogni giorno diventate più forti e possedete un po’ di più. Ecco perché sono venute qui in questo giorno speciale: è per il diploma. Vi dicono anche di appropriarvi di questo spazio che hanno sostenuto per così tanto tempo, vi dicono di portarlo nel vostro cuore, consapevoli ogni mattina della Pienezza di chi siete e ogni sera capendo e riconoscendo l’IO SONO non con la testa ma attraverso il cuore.

Quella di pensare con il cuore è un’altra area di sfida. Non la capite molto, sembra ancora fluire dal vostro intelletto. L’intelletto assomiglia alle parole su una pagina. Sapete che voi siete simili a un libro? Il corpo fisico rappresenta le pagine, la rilegatura e la copertina e poi ci sono le parole che avete scritto. Questo è l’intelletto: è la spaziatura, i caratteri che avete usato, è il modo in cui avete impostato i paragrafi, le vostre virgole e punti esclamativi….perfino il disegno delle singole lettere e come sono assemblate come parole e frasi. Tutto questo prende un’energia e la colloca in una serie di simboli che circolano. Il vostro intelletto, in un certo senso, somiglia alle parole sulle pagine di un libro. Ciò che balza fuori dalle pagine, che attira il vostro interesse e la vostra attenzione sono le sensazioni, le emozioni e lo spirito. Nei vostri libri esiste uno spiritoche non è contenuto nelle singole lettere, nei punti esclamativi o nelle interlinee. Questi sono solo modi per esprimere lo spirito del libro.

Per voi è lostesso: possedete un corpo per muovervi, per focalizzarvi nel momento presente e possedete una mente, che è un modo per prendere tutti quei simboli e metterli insieme in una sequenza logica, ma sono il vostro Spirito ed il vostro cuore che hanno bisogno di cantare ora per progredire, per esprimere sé stessi. La vostra divinità non procede dall’intelletto, l’intelletto è semplicemente un modo di organizzare e comprendere. La divinità fluisce attraverso il vostro intero essere.

Ci sono qui quelli che cercano di dire che tutto ciò si trova in uno spazio del cuore. No, è in tutto lo spazio: è tra le righe, su ogni pagina, sulla copertina, sceglie di cantare in ogni modo. Questo è tutto quello che c’è da dirvi, non cercate di regolare il percorso, non cercate di intellettualizzare il processo. Giocare non è cosa intellettuale, giocare è semplicemente divertirsi per amore dell’espressione. Fate lo stesso con la vostra divinità: giocateci per amore dell’espressione. Appropriatevene, possedetela.

Riflettete sulle parole che abbiamo dette oggi e sulle reazioni sulle emozioni che quelle parole hanno suscitato e pensate a come un giorno siederete di fronte a coloro che verranno a voi e ai quali tenterete di spiegare che è tempo di prendere possesso della loro divinità. Loro saranno quelli che vi guarderanno con paura, perché si aspettavano che lo avreste fatto voi per loro…si aspettavano una guida, quella che mostra la via per la loro divinità.

Un giorno li lascerete liberi e questo vi farà male, vi farà male perché c’è una parte di voi che li ama moltissimo. Ci sarà una parte di voi che ama anche il ruolo che avete svolto come insegnante…ci sarà un giorno in cui direte loro che è tempo di prendere possesso della loro divinità ed uscire fuori a giocare. Loro vi guarderanno con uno sguardo strano quando direte loro di uscire a giocare e gettare via ogni regola.

Oh, gli studenti verranno da voi, avranno blocchi e blocnote, con scritte tutte le grandi cose che avete detto loro – e con le regole e con le dannate diete e tutto il resto delle indicazioni intellettuali. Come avete fatto voi vi porteranno tutti i ritagli di giornali che dicono come vivere. Voi prenderete tutti questi blocchi, li getterete nella spazzatura e direte loro di appropriarsi della loro divinità, uscendo fuori e giocandoci.

È molto semplice, cari amici. Non abbiamo bisogno di dire altro. È molto semplice. É tempo di possederla, di giocarci e di esprimerla. É stata mantenuta nel cervello e l’avete cercata per così tanto tempo che avete quasi dimenticato ciò che stavate cercando. Avete quasi perso il senso dell’umorismo: è tempo di giocarci, semplicemente.

Ad alcuni non piaceranno le parole che diciamo, a loro non fa piacere che diciamo che è arrivato il momento di buttare le cose che abbiamo imparato. Noi vi ricordiamo che vi hanno servito bene, che vi hanno condotto in questo luogo, che vi hanno condotto a questo punto. Ora è arrivato il momento di lasciarle andare. Ascoltate il vostro corpo, ascoltate il vostro intero essere e giocate con la vostra divinità.

Vi amiamo moltissimo e le vostre guide chiedono se possono restare e giocare con voi per un po’!  Torneremo tra un momento per le vostre domande.

 E così è.

La Serie dell’Ascensione

ASC2 - DOMANDE & RISPOSTE

É così, cari amici, che ci ritroviamo di nuovo per questo tempo delle domande e risposte. Ci procura una tale gioia vedervi quando ridete, quando vi aprite e quando permettete all'espressione dell'energia della vostra stessa divinità di passare dal vostro viso, dal vostro cuore, dal vostro ventre e dal vostro essere intero! Ci piace vedere questa risata. 

Durante la storia dell’Operatrice di Luce Rachel, si era detto dal nostro lato che bastava una sola  risata di gusto di quest'ultima, una risata proprio di gusto, espansa come non aveva fatto da tantissimo tempo per rilasciare e purificare tutto il dolore, la sofferenza ed il karma di una vita. Solo con una risata. Questo dovrebbe dirvi qualcosa sul potere della risata, sulla capacità di sorridere, di mollare la presa e di fatto di non essere così angosciati.

Per parecchie, parecchie vite vi è stata instillata l'idea di essere studenti seri nelle vite di servizio che avete avuto con Yeshua. Siete stati studenti seri, seri e con un grande scopo. Noi onoriamo questo scopo, onoriamo tutto il lavoro che avete fatto in questa vita.

Adesso vi diciamo che lo stato d'ascensione in cui vi trovate è diverso.

Non c'è molto da studiare. Questo non vi riguarda più ormai…ora siete l'insegnante, siete quello che aiuta gli altri a rilasciare e quindi adesso è arrivato anche per voi il momento di rilasciare e di godere della vita.

Voi basate i potenziali dell'avvenire su quello che è emerso dal passato, supponente che se c'è stata una certa reazione nel passato questa si manifesterà anche in futuro. Esiste una nuova fisica spirituale, una nuova energia della Terra. Pensare che si ripeterà anche in futuro ciò che è avvenuto in passato ormai non funziona più.. Noi esageriamo un po', ma proprio poco.

In passato potete aver constatato che mangiare biscotti con gocce di cioccolato per tutto il giorno non era una cosa salutare per voi. Se questo è successo in passato non significa che si ripeterà in futuro! Ci sono quelli che si rapportano sempre alla fisica e agli accordi del passato e che suppongono faranno parte della Nuova Energia…non è affatto vero. Ci sono quelli che non capiscono che una persona può eliminare queste cose dal proprio spirito, manifestano una certa reazione basata su quanto avevano osservato quando erano nella vecchia energia o trattano con persone che sono sempre nella vecchia energia.

Quello che voi e gli altri non avete ancora osservato è la reazione nella Nuova Energia: è diversa, è assolutamente diversa. Voi avete solo messo i vostri attrezzi in un angolo, non vi siete permessi di andare più lontano.

È comprensibile che vi avviciniate a questa ascensione con prudenza, ma supponete che siccome le cose nella vecchia energia sono arrivate in un certo modo questo si ripeterà adesso con la medesima modalità. Non è vero. La maggior parte delle cose saranno diverse.

La maggior parte dei sistemi che utilizzate per far soldi, il modo in cui programmate la vostra abbondanza sarà diverso da quello che avete imparato in passato. Noi abbiamo imparato queste cose riguardo al lavoro a tariffa oraria.

Non ha alcun senso nella Nuova Energia. É diverso. Esiste, in un certo modo, una Fisica completamente nuova che gira intorno al numero quattro, di cui abbiamo parlato così spesso. La ‘matematica quantica’ si lega con il salto quantico attraverso cui passate tutti voi. La convergenza di scienza, tecnologia, conoscenza e spiritualità che si riuniscono   insieme avviene ad una velocità rapidissima e convergerà nei prossimi anni. Non pensate che ciò che avete appreso nella vecchia energia si applicherà alla nuova: esiste una nuova fisica sulla Terra.

Noi sfidiamo ciascuno di voi al livello più profondo. Per questo motivo nella lezione di oggi abbiamo dovuto introdurre il concetto di ‘prendere possesso’. Voi non avete ancora capito come possedere la vostra divinità, aspettate che qualcuno dall'esterno vi doni il titolo e la licenza. Per questo che abbiamo lanciato questa lezione all'inizio della serie. Esiste anche una nuova fisica spirituale, una fisica energetica che si concretizza -  somiglia ad un tipo di curva che può essere disegnata, dal momento che sappiamo che molte persone amano fare questi diagrammi. Funziona così: appena vi entrate nella Nuova Energia, più restate vicini ai sentieri della vecchia energia più lento e doloroso sarà il processo. Al contrario, più presto vi libererete di tutti i sistemi di fare le cose nel modo della vecchia energia ed imparate a giocare, più velocemente constaterete che questo processo d'ascensione è così dolce, bello e piacevole.

Se esigete a tutti i costi che qualcuno venga e vi dica che siete in ascensione, se pensate che dovrebbe apparirvi un angelo o che dovrebbe arrivarvi qualcosa di specifico, se volete sfidare la vostra divinità lei  non si farà vedere. Se volete possederla, accettarla, giocare con lei ed amare nello stesso tempo ogni momento nella Nuova Energia, questo accadrà. Sarete in uno stato d'estasi. Questo vi appartiene, vi appartiene la scelta di decidere a che gioco volete giocare. Allora, cosa scegliete oggi?

Detto questo prendiamo in considerazione la prima domanda.

DOMANDA 1:Tobias, spiegaci per favore la dichiarazione: ‘Ormai questo non vi riguarda più’ - non significa che non ci possa occupare di noi stessi, che prendersi cura di sé stessi sia egoistico.

TOBIAS: Ci sono più aspetti da considerare. Noi diciamo di prendervi cura di voi stessi. Occupatevi di voi, ma di nuovo, avverrà con una nuova modalità, non sarà nel modo che avevate imparato prima. Occupatevi di voi in modo divertente. Siete stati molto inquadrati, così disciplinati e severi. Voi, tutti voi siete stati più rigidi verso voi stessi che i vostri genitori di cui vi lamentate!

Siete stati così con voi stessi. Occupatevi di voi in un modo amorevole e divertente. Questa sera rientrate a casa e buttate via ogni lista delle regole che avete scritto su cosa dovreste sapere, leggere, fare, mangiare, pensare ed agire. Buttatele tutte! Sono tutte superate. Occupatevi di voi stessi in modo gioioso e non punitivo.

‘Ormai questo non vi riguarda più’ significa che non è più il vostro karma. Non ci sono lezioni. Non abbiamo dato un colpo in testa a Cauldre (riferendosi ad una storia detta all'inizio della giornata) per cercare di ottenere la sua attenzione: si è semplicemente alzato in piedi su una panca. Non è per lui, ma questo non significa che ci siano lezioni che debbano essere imparate, non si deve tormentare per giorni e settimane, domandandosi cosa lo Spirito cercasse di dirgli. La prossima volta utilizzerà una... Più semplice di cosi! Non è per lui e non è per voi. Voi vi siete Liberati, siete passati oltre, avete chiuso coi vostri contratti. Le nuove pagine del vostro libro sono vuote. Perché volete infliggervi altre lezioni? Perché volete aggiungere altri pesi? Non è per voi, a meno che, certo, non vogliate continuare a portarli e quindi osserveremo ed aspetteremo onorandovi ed amandovi molto fino a quando non sarete pronti a mollare la presa.

DOMANDA 2:Tobias, se dobbiamo essere insegnanti, come sapremo quando siamo pronti? Quando è OK? Io sto spiegando cosa ho letto agli amici. Ho cominciato?

TOBIAS: Puoi cominciare quando vuoi, non aspettare che veniamo noi a dirtelo. Quando prendi possesso della tua divinità e di tutto ciò che sei e scegli di essere un insegnante gli studenti appariranno. Comincia ora, non aspettare. Non aspettare altri chiarimenti, altre lezioni, altre cose. Comincia ora. Possiedi questa divinità, non cercare di presumere cosa accadrà dopo perché sarà del tutto nuovo. Non presumere che la tua divinità verrà a te in modo specifico o in un momento specifico. Forse ancora non sai cosa è meglio che venga a te. Non è per te, è per loro. È per loro. Possiedi la tua divinità oggi…. da questo momento in poi cammina nella gioia, invece pensando qui (Tobias indica la testa di Cauldre ) a cosa accadrà, a quando e a come e cosa hai bisogno di fare mantieni tutto attorcigliato, limitato e confuso.

Nell'ascensione puoi goderti vita, puoi godere di tutto ciò che ha da offrire. Sei così occupato a ripulire le vite attraversando questa vita di rilascio che hai dimenticato come gioire. Nell'ascensione tu puoi gioire. Lo capisci questo? Non hai bisogno di fare qualcos'altro, a meno che tu non lo scelga. Puoi scegliere di continuare a camminare su una strada impervia senza scarpe portandole sulla spalla mentre esiste un sentiero parallelo alla strada impervia, un sentiero che è liscio come uno del tuoi marciapiedi e tu non devi muoverti neppure tanto. Ti permetteremo di camminare sulla strada impervia con i piedi insanguinati,il dolore e la difficoltà e scuoteremo le nostre teste domandandoci perché mai tu non prenda la via facile.

DOMANDA 3:Tobias, mi dicono che sono un canalizzatore. Io resisto e voglio andare avanti. Come posso farlo?

TOBIAS: Voi lasciate che gli altri vi indichino cosa fare, ma il vostro  Essere Interiore non si sente a proprio agio in  questo modo. Non capiamo la domanda che ha in sé la risposta.  Chiunque può dirvi di fare una serie di pazzie, ascoltate cosa c’è all'Interno. Quando voi ascoltate ciò che è all'Interno...sapete cosa canalizzate? Siete voi, si tratta di voi

Cari amici, la cosa più potente che come guida umana voi donerete a qualcuno che arriva da voi come studente, è di mostrargli chi siete come essere umano.

Come guida umana, la cosa più potente che possiate fare è stare seduto davanti all'altro e dirgli: “Io comprendo e provo empatia e compassione per il cammino che hai percorso poiché ci sono passato anch’io. Adesso guardami, mangio biscotti con pezzi di cioccolato e il mio peso non è eccessivo. Mi alzo ogni mattina e mi piace sentire gli uccelli cantare. Faccio una passeggiata, non perché debba farla ma perché lo voglio.

Io canalizzo il mio sé interiore perché è il più grande tra tutti gli esseri. Permetto alla mia divinità di precedermi, la possiedo e mi esprimo nel mondo attorno a me e lo faccio con gioia. Ogni giorno c'è abbondanza nella mia vita e questo mi succede in un modo che non cerco di pianificare, non cerco di dirigere e controllare. L'abbondanza e la gioia mi arrivano semplicemente perché lo permetto”. Quando siete seduti davanti ad un altro, sia che voi siate saggi sia che diciate buone cose è più potente, credeteci o meno, che voi canalizziate voi e non un certo vecchio uomo morto come Tobias.

DOMANDA 4:Tobias,noi rilasciamo i modelli dei nostri antenati che si trovano nel nostro DNA così come i bambini rilasciano i nostri?

TOBIAS: Voi iniziate un processo che permette ad un potenziale più grande di essere liberato nei vostri bambini. Voi non potete farlo per loro, che si portano sempre dietro un po' di questo lignaggio, ma da qualche parte, lungo la linea di discendenza, qualcuno deve cominciare il processo di liberazione dal Karma ereditario. Qualcuno deve iniziare e poi gli altri continueranno l'opera…qualcuno comincia prima a camminare nella Nuova Energia e gli altri seguono. La stessa cosa avviene con la liberazione del karma ereditario. Ora che voi l'avete fatto, sarà più facile farlo per quelli che verranno dopo di voi. Possono anche non essere coscienti di farlo, non devono attraversare certe difficoltà che voi avete affrontato.

Si tratta di un'eccellente domanda e questo ci fornisce l'occasione di dirvi quando è importante il lavoro che ciascuno di voi compie. Questo ormai non vi appartiene più, quello che fate è iniziare un processo per gli altri. Voi camminate all'avanguardia in questo stato d'ascensione che è difficile e che è ancora misterioso e solo camminando l’avete intrapreso. Voi avete dato inizio ad una reazione  a catena di liberazione dal karma dal vostro proprio essere, dal vostro essere ancestrale, dal vostro passato. Quello che fate davvero, amici cari, è qualcosa che va oltre tutto questo, qualcosa che abbiamo descritto.

É difficile esprimerlo in parole, dunque vi diciamo semplicemente di sentire l'energia. Noi -come si può dire – trasferiamo quest’energia, la traduciamo per le guide che sono pronte al vostro fianco affinché possiate sentire l'energia dietro quello che vi diciamo e poiché le parole non bastano domandiamo alle guide di aiutarci a ritrasmetterle.

Come abbiamo detto c'è stato un blocco nella creazione, in questa creazione dove tutte le cose, in un certo senso, sono energeticamente collegate. Esse non potevano andare più avanti, non potevano espandersi. La creazione, come noi e voi sappiamo si era bloccata, si era fermata perché c'era qualcosa che necessitava di una soluzione. Questo è quello che ha creato l'Ordine dell'Arco - gli Arcangeli – responsabili di proiettare le proprie energie nell'avvenire per trovare una soluzione a questo impasse di energia, affinché tutta la Seconda Creazione potesse progredire. Quello che fate è grandioso come può sembrare, ma così pieno di sfide e difficile ...per mezzo di questo lavoro come Operatori di Luce, come persone che devono aiutare a risolvere quest’impasse ciò che fate aiuta le cose a muoversi in avanti.

QUESTO ORMAI NON VI RIGUARDA PIU'. Voi lavorate per trovare la soluzione a questo blocco affinché la Creazione possa progredire.

Sappiamo che la soluzione è già qui, ne abbiamo parlato enigmaticamente durante alcune canalizzazioni e discussioni precedenti. Possiamo dirvi che le cose progrediscono e lo vedrete nei vostri avvenimenti cosmici: vedrete come i vostri scienziati esaminano le stelle e cominciano a vedere non quello che è già stato visto, ma un altro fenomeno nuovo.

Cercate di capire che quando verrà reso pubblico darà un'indicazione che quest’impasse energetico è stato risolto e che le cose possono andare avanti. Detto questo, deviamo un po' dalla domanda, ma ciò ci dà l'opportunità di parlarvi e di esprimere la grande considerazione che abbiamo per voi. Voi vi vedete come persone che devono guidare nel traffico verso un lavoro che non amano molto e superate queste difficoltà. Noi vi vediamo, nello stesso modo degli arcangeli, come coloro su cui possiamo contare e riporre la nostra fiducia. Vi amiamo caramente e vi ringraziamo per questa domanda.

DOMANDA 5:Tobias, voi avete parlato di antidepressivi. Sarei curioso di sapere se altre medicine ostacolano il muoversi verso la Nuova Energia. Potete parlarci dell'alcool, dell'hashish o degli allucinogeni?

TOBIAS: Noi siamo un po' restii a parlare di questo, perché sappiamo che Cauldre e colei che è seduta alla sua destra ci rimprovereranno! Ma questo fino ad oggi non ci ha ancora fermati.

Ci sono poche cose che hanno l'effetto dei farmaci di cui abbiamo parlato. Questi ultimi (gli antidepressivi) sono prodotti chimici potenti ed è anche nostra... oraCauldre ci ha fermati. A lui non piacciono assolutamente le predizioni, ma noi non la facciamo; noi parliamo di quello che abbiamo imparato e capito su questi farmaci e su quelli alternativi su cui si lavora.

Esiste solo qualche persona di questo gruppo e della famiglia che può lavorare su...questi farmaci. I farmaci suddetti saranno ritirati dal commercio fra tre o cinque anni, perché verranno scoperti i problemi che creano. Saranno ritirati più tardi, ma ci sono quelli che sanno che non potete proprio farlo senza una soluzione alternativa. Noi vediamo che non saranno più venduti o commercializzati, vediamo altri modi per curare. Non è una profezia vera e propria, ma è una nostra comprensione ed in un certo modo anche una predizione.

Le altre cose di cui avete parlato qui… dipendono in primo luogo dal modo in cui le utilizzate. Sapete, l'alcool è una grande via, un’enorme autostrada per sfuggire alla paura. E' un modo di diventare più forti del mostro della paura, ma solo per un breve periodo. Se assumete alcool vi sentite più forti, ma sapete come fanno alcuni tra di voi, il giorno dopo...oh, cose da pazzi.

Se al contrario lo assumete in modo appropriato, con un approccio adeguato leccatevi le labbra, prima di tutto. Io, Tobias ero famoso perché mi piaceva bere un bicchiere di vino. E devo dire...quello che devo dire veramente a Cauldre è che la storia che è stata scritta a questo riguardo non è affatto vera. È stato scritto che non bevevo mai più di un bicchiere di vino per ogni invitato a pranzo e devo dire che Cauldre ha sparso la voce secondo cui avevo molti invitati a pranzo ogni giorno della settimana. In effetti, mi piaceva molto il vino. Ho veramente constatato che rilassava e mi sono reso conto che era una buona cosa nella vita. Cari amici, quando queste cose passano la barriera delle vostre labbra, pensate alla ragione che vi ha spinto a farlo. Quando fumate una sigaretta, per esempio, lo fate come se erigeste un muro? Lo fate per nascondervi? Lo fate perché è talmente insito in voi che avete dimenticato che potreste non farlo più?  Noi diciamo anche a Cauldre – che non ama affatto che si parli di lui – lui fuma queste cose ed ha intenzione di smettere. Noi possiamo dire che utilizza un vecchio approccio energetico. Stringe i pugni e combatte, così non smetterà mai. Noi sappiamo che ci guadagnerà!

Nella Nuova Energia voi avete imparato a possedere chi siete, a capire come liberarvi di queste cose e come trattare con loro. È una delle cose più grandi della Nuova Energia, cari amici. Parlate a queste cose, le paure, le sigarette, un problema. Parlate loro e se siete pronti a smettere di fumare queste sigarette, ma non sapete come fare...se non sapete come combatterle parlate loro semplicemente. Loro sono qui al vostro servizio e provocheranno una forte dipendenza se permettete che lo facciano perché voi avete chiesto loro di farlo. Chiedete loro adesso di andarsene facilmente e senza dolore. (chiediamo veramente a Cauldre di abbandonare le idee preconcette che ha. Lui si inquieta quando ne parliamo).

E' ora di parlare a queste cose e di ascoltare quello che hanno da dire. La sigaretta può dire:’Ecco una strada che vorrei intraprendere, ecco come potrei andarmene”. Parlate a tutte queste cose: emozioni, oggetti, fantasie popolari. Constaterete che è lo strumento più efficace nella Nuova Energia. Smettete di lottare con il vostro cervello per calcolare le cose e cominciate a parlare attraverso il vostro essere. Non è da meno con qualsiasi altra sostanza che avete menzionato, con qualche eccezione che proviene da prodotti chimici potenti. Quello che conta è il modo con cui li prendete e quello che ne volete fare.

DOMANDA 6:Tobias, che consigli hai per quelli tra di noi il cui matrimonio va a pezzi?

TOBIAS: Lasciatelo andare a pezzi. È semplice. Perché vi attaccate a qualcosa che non serve o che ormai non vi coinvolge più? Quale regola dice che un matrimonio debba durare per sempre? Nelle vostre vite precedenti, vi era stato donato un partner per sposarvi e col quale restare per sempre e in qualche caso non era affatto divertente. Adesso, se capite che il vostro matrimonio non funziona più, lasciatelo andare. Quando lo lasciate andare succede una cosa divertente: diventa libero di essere il massimo o il niente di tutto. Evitate di farne qualcosa d'artificiale, che non funziona più. Noi capiamo che da principio è doloroso liberarsi di qualcosa. In un certo senso vi liberate dei modelli del passato, dei modi della vecchia energia. Sappiamo che amate queste persone al livello più profondo, ma in una forma più profonda d'amore lasciatele andare.

Liberatele e liberatevi. Rimarrete sbalorditi nel vedere come il fatto di lasciarle andare lontano da voi ve le restituisce pienamente, ma nella Nuova Energia e con un amore ‘pulito’.

DOMANDA 7: Indossare un qualunque gioiello di metallo blocca la capacità di canalizzare o di ricevere energia? Vizia il campo di energia?

TOBIAS: Amici cari, il metallo non vi possiede, il metallo non vi influenza, a meno che non glielo permettiate. Se credete che portare un braccialetto di metallo o una catena di un certo tipo faccia interferenza certamente lo farà, Lo farà. Quando capirete di possedere la vostra divinità e non permetterete che queste cose idiote entrino nella vostra vita? Questi metalli, queste regole e tutte le altre cose che avete...prendono la stessa quantità di energia e la concentrano sulla forza interna che si trova in voi. Se proprio non capite e ci credete lo stesso, copritevi di metalli, ricopritevi di qualsiasi cosa...può darsi che canalizzarete meglio, può darsi che abbiate comprensioni più grandi. E' come mettere ostacoli lungo il percorso del vostro viaggio…e poi ci chiedete perché i gomiti e le ginocchia vi fanno male!

Se non siete sicuri chiedete pure a questi oggetti di metallo. Chiedete a loro che hanno tutte le vibrazioni energetiche e possiedono tutti una loro personalità. Hanno tutti coscienza, ma quando voi chiedete ad oggetti esteriori, oppure ad una persona o ad un animale, esigete sempre che la risposta venga dalla verità e dall'amore, perché a volte amano giocare con voi. A loro piace prendervi in giro per vedere quanto siete veramente Divini e consapevoli. In quando Dio domandate per ottenere risposte nella verità e nell'amore. Parlate a questi oggetti e se non siete sicuri delle cose chiedete. Domandate… è così che comincerete a possedere la vostra divinità.

Quando utilizzerete la vostra divinità per parlare ad un oggetto od a una cosa o ad un'emozione o ad una paura, allora ne prendete possesso perché l'utilizzate e ci giocate e le permettete di esprimersi. Ormai non vogliamo più sentire queste domande riguardo a quale tipo di gioiello portare o meno! Noi vi amiamo ma vi chiediamo di cominciare ad utilizzare il vostro potere.

DOMANDA 8:Tobias, nel 1974 gli Stati Uniti hanno mandato nello spazio un messaggio in codice. Nel giro di due settimane sembra sia stata ricevuta una risposta - sotto forma di cerchio di grano o glifo apparso in Inghilterra. Puoi commentare per favore? Chi ha risposto o qual era la risposta?

TOBIAS: Questi cerchi nel grano che avete… in effetti sono simboli potenti, simboli molto potenti. Vi dirò esattamente di che cosa si tratta e sta a voi decidere cosa volete fare al riguardo.

I simboli scritti sulla vostra Terra, in certi settori particolari esprimono la gratitudine degli Arcangeli dei reami più elevati poiché, grazie al lavoro che fate sulla Terra l'energia bloccata si sta sbloccando. Non appena l’impasse energetico si libera vi ringraziano, vi mandano una specie di messaggio in codice: un biglietto di ringraziamenti dall'altro Lato. Per apprezzare e ricevere i benefici di ciò che appare sulla Terra guardateli e basta, non dovete andarci. Non dovete nemmeno sapere cosa c'è là perché questo vi arriva dalla Nuova Energia sotto forma di energia di ringraziamento. Non sono gli extraterrestri che cercano di dirvi cosa fare e non è la risposta a un messaggio in codice che è stato inviato nel 1974. È un ‘grazie’ dal cielo per il lavoro che avete fatto, in un certo senso è una specie di biglietto di congratulazioni che usano gli arcangeli dell'Ordine dell'Arco, un bigliettino di ringraziamento che appare sulla Terra.

Questo biglietto porta con sé un'energia nuova, nuova ed abilitante che è impressa sulla vostra Terra e nelle griglie, un’energia disponibile per tutti voi quando sarete pronti a cominciare ad usarla, quando sarete pronti a cominciare ad averne accesso. É la nuova energia della Terra. Si tratta di un incoraggiamento da parte nostra per voi che siete stati tenuti in questa stasi per un lungo periodo di tempo. Non date credito a qualche extraterrestre per questi scritti e non date credito alla perspicacia dei vostri governanti per essere stati capaci di produrli, perché neppure li comprendono. Datevi il riconoscimento per il lavoro che avete fatto.

Prendete possesso della vostra divinità e tutto quello che siete. Non cedetela a nessun altro. Possedetela. Divertitevi a giocare con lei, cari amici. Il vostro dovere è di giocare con lei ogni giorno. Non vorreste giocare, trovare il tempo di giocare ogni giorno con un bambino? Noi vi chiediamo di giocare con la vostra divinità. Parlate a questo muro, parlate all'albero qua fuori. Parlate alla vostra scarpa, lei ha qualche storia interessante a proposito del vostro viaggio! Parlate alla divinità degli altri che sono seduti al vostro fianco e siate capaci di ascoltare tanto quanto parlate. Ci sono storie interessanti, ci sono storie meravigliose sul viaggio umano. Cominciate a parlare e ad ascoltare. Questo vi appartiene, cominciate a giocare. Questo vi appartiene, possedete la vostra divinità in ogni momento che arriva. Questo vi appartiene. Se non lo scegliete dovremo semplicemente continuare a ritornare a parlarvi per un lungo, lungo periodo di tempo. Possedetela, possedetela cari amici e noi tutti potremo progredire.

Noi vi amiamo caramente. Noi amiamo riflettervi quello che già conoscete ma che a livello cosciente non avete ancora accettato. Noi amiamo ridirvi le stesse cose che rimpiangete di non poter dire a voi stessi. Noi torneremo tra qualche settimana, un breve lasso di tempo per la Terra ma saremo per tutto il tempo al vostro fianco. Noi vi daremo un calcio nel sedere ogni volta che cercherete di cedere il vostro potere o di passarlo a qualsiasi altra cosa. (risate del pubblico e applausi) Noi vi daremo un colpo in testa, come a Cauldre, ogni volta che cercherete di darlo via.

E così è.