SHOUD 11 - IL SÉ RADIOSO

La Serie dell’Incarnazione

SHOUD  11 - IL SÉ RADIOSO - con Adamus Saint-Germain

presentato al Crimson Circle il 4 giugno 2005

Io Sono…e così ci riuniamo nella classe della Nuova Energia dove gli umani riscoprono chi sono davvero. Questo gruppo speciale - che noi chiamiamo Shaumbra - sta aprendo porte, le porte della Nuova Energia, le porte della consapevolezza. Per me, Tobias e per me, Saint-Germain, è davvero un onore essere qui insieme e nello stesso momento. Siamo incarnati insieme in ognuno di voi, incarnati nel nostro canalizzatoreCauldre. Sì, oggi ci siamo dovuti schiacciare parecchio qui dentro, non c’è più tanto posto qui.

Per la prima volta una vera doppia canalizzazione, sentirete in stereo: avrete la sensazione del calore e dell’amore di Tobias e l’arroganza e la presunzione di Saint-Germain. Insieme, nello stesso momento sentirete la tradizione, la storia e l’essenza ebraica di Tobias e la natura anticonvenzionale di Saint-Germain. Dunque oggi definireno la nostra comune essenza “Conte Saint Tobias.” Hm...

Ci siamo messi d’accordo per parlarvi insieme, per fare il vostro Shoud con voi, per fondere insieme le nostre energie. Non deve essere solo uno di noi ma neppure solo due: può essere una quantità di angeli che della nostra parte fanno da canale agli angeli della vostra parte, una quantità di noi che aiutano a muovere l’energia degli Shaumbra dentro e attraverso di loro.

Questa è la prima volta che collaboriamo in questo modo, simultaneamente. Tutto ciò causa a Cauldre e ad alcuni di voi un po' di confusione, perché percepite che le energie arrivano da piani o livelli diversi, ma voi siete fatti per funzionare così. Il vostro essere esiste nello stesso momento in molti piani e dimensioni diverse.

Oggi veniamo da voi sotto forma di questa nuova personalità per farvi capire che non dovete essere lineari ma potete essere multidimensionali, potete esistere in dimensioni diverse e potete accogliere le cose da molte fonti differenti – tutto nello stesso momento. Tutto ciò è più facile che vivere in modo lineare, è più facile che mantenere il focus e il controllo all’interno di una singola dimensione. Voi non siete stati creati per essere così; creare così non è conforme alla vostra reale essenza. L’essenza dello Spirito non crea su un solo livello: lo Spirito crea simultaneamente su ogni piano possibile.

Shaumbra, una delle cose che state imparando come insegnanti della Nuova Energia è che potete essere molte cose simultaneamente. Potete vivere molte storie simultaneamente e ciò non deve essere visto come negativo. Si tratta di storie integrate: la differenza tra vivere molte storie e avere una personalità multipla e frammentata è che le storie sono integrate, sanno le une delle altre e provengono tutte dalla stessa fonte di energia attiva. Si amano fra di loro, onorano i ruoli che le altre recitano-diversamente dalla personalità multipla dove i diversi aspetti del proprio essere giocano a nascondino fra di loro - cioè c’è un incredibile rifiuto.

Shaumbra, una delle cose che state imparando è che potete agire su piani diversi, quindi oggi abbiamo deciso di venire da voi in questo modo multidimensionale, in stereofonia, da diverse direzioni. Ci muoveremo su diversi livelli, dappertutto intorno a voi. Hhmm.

(in sottofondo una sirena della polizia) Sì, in effetti oggi vi  allarmeremo in modi diversi. Shaumbra, è veramente un onore per tutti noi essere qui oggi. Dobbiamo dire che ci siamo passati attraverso già da molto tempo. Vedete, ci siamo già passati attraverso. Mentre le notti scorse sognavate abbiamo attraversato questo Shoud, siamo stati seduti insieme qui con questo gruppo, con tutti quelli che sono qui fisicamente in questa stanza e con tutti quelli che ora stanno ascoltando. Abbiamo lasciato scorrere insieme le nostre energie, non solo alcuni di noi. Noi tutti insieme abbiamo raccolto le nostre energie e poi abbiamo parlato come se fossimo una sola voce e molte voci simultaneamente. Lo abbiamo fatto su altri piani che definireste altre dimensioni, dimensioni non materiali che somigliano poco alle dimensioni in cui esistete come umani. Abbiamo creato questo potenziale, abbiamo creato una LUMINOSITA’. La RADIOSITA’ è il titolo della nostra canalizzazione di oggi. Non è una sorpresa che Andrah abbia usato questa parola durante la respirazione. (la respirazione introduttiva di Norma all’inizio dello Shoud)

Questo è il titolo del nostro Shoud di oggi: IL SÉ RADIOSO.

 Alcune notti fa eravamo seduti tutti insieme e abbiamo creato una luminosità, una vibrazione che emana da voi: è energia che si espande, messa insieme dal gruppo e che irradia verso l’esterno. Ora vi illuminate in mezzo a quest’energia. Siete seduti su queste sedie, siete a casa vostra o da un vostro amico e state ascoltando. In quest’energia, che avete creato alcune notti fa, vi state illuminando.

Édavvero sorprendente come tutto ciò funzioni: in tutto ciò sono coinvolte leggi fisiche impressionanti ma del tutto semplici. Oggi impareremo a lasciar andare il controllo, a illuminarci di nuovo. Capiremo e impareremo che cosa significhi in realtà essere radiosi/luminosi e impareremo a conoscerne le leggi fisiche. Scopriremo come ci si sente e quale amore ne sgorga.

Shaumbra, in tutto il mondo al momento sta succedendo di tutto. Come avevamo predetto qualche tempo fa, moltissimo sta cambiando nella coscienza. Se leggete i titoli dei vostri giornali o se guardate le notizie alla televisione sembra quasi che le cose stiano andando nella direzione sbagliata. Questa è un’illusione, dobbiamo dirvelo: si tratta di una specie di ipnosi o interferenza e accade perché questo tipo di dramma crea la sua cerchia di lettori e ascoltatori, crea una dipendenza da quest’energia, ma c’è dell’altro.  Lasciateci contemplare che cosa sta accadendo davvero nel mondo: sta accadendo alle persone che conoscete, a quelle con cui lavorate, alla vostra famiglia.

Dappertutto in questo mondo sta avvenendo un enorme risveglio che non si rispecchia nei titoli dei giornali o nei notiziari. C’è in atto una gigantesca ricerca di Nuova Energia che trova il suo percorso verso questa Terra e negli uomini che sono già pronti e che hanno tanta nostalgia di utilizzarla. Sì, inizia a influenzare tutti su piani diversi e in modi diversi. Alcuni stanno attraversando ora cose che voi avete vissuto cinque, dieci o venti anni fa.

Il repentino arresto del loro stato di ipnosi voi lo definite “Risveglio.” Nella loro vita stanno attraversando una ribellione che causa ciò che definiscono dolori, sofferenze emozionali e altre difficoltà. Si chiedono che cosa stia loro succedendo. Noi tutti lo sappiamo, voi lo sapete: questa è una trasformazione che li sveglia di soprassalto dal loro stato di ipnosi, che li rende aperti per il loro vero Sé, per una sorta di pace e di amore per il loro Sé che non si può ottenere con la forza, con il denaro o con qualcos’altro e non si otterrà mai con la preghiera a un Dio al di fuori di loro né diventando seguaci di un determinato gruppo di persone.

Un processo di Risveglio si sta manifestando se date uno sguardo a ciò che sta accadendo nel momento presente alle persone che conoscete, alle persone che iniziano a trovare la loro via verso di voi - allora lo vedrete. Dalla nostra parte del velo abbiamo questa visione d’insieme, possiamo vedere i veri cambiamenti che stanno avvenendo e le conseguenze del lavoro che state facendo: possiamo vedere che cosa sta accadendo nella vostra cultura, possiamo vedere il meraviglioso fiorire dell’energia.

A volte non è una visione particolarmente bella, perché è difficile lasciare andare le vecchie storie. A volte è particolarmente difficile per il vostro sé umano, lo sapete bene. Vedete le lacrime di quelli che hanno appena perso una persona amata, che forse hanno appena perso tutto ciò che credevano di possedere o che forse hanno una malattia che ha appena attaccato il loro corpo. Voi lo sapete e noi lo sappiamo: questo è solo un cambiamento di rotta, è ciò che alcuni di voi definiscono incrocio. Nel loro stato di consapevolezza attuale è difficile accettare il risveglio che sta avvenendo. Voi lo sapete e noi lo sappiamo: i cambiamenti che si stanno compiendo sono cambiamenti verso la verità, sono cambiamenti che conducono verso la completezza – alla fine la fusione dell’umano con lo Spirito.

Hm. Osserviamo ciò che sta succedendo nella vostra società: è davvero sorprendente, sorprendente e qualche volta così semplice che lo ignorate. Recentemente è arrivato nei vostri cinema l’ultimo episodio di Guerre Stellari - Il ritorno degli esseri oscuri. È una serie incredibile durata quasi trent’anni, quasi trent’anni del tempo del vostro risveglio, Shaumbra. Moltissimi di voi si sono risvegliati davvero quando hanno visto per la prima volta il primo film. Forse non lo avete percepito neppure a livello di consapevolezza, ma nella trama di quel film sono intessuti gli elementi scatenanti, il ricordo di ciò che è avvenuto in un tempo lontano. Questi film hanno come base molta più verità che finzionee anche se è successo molto, molto tempo fa sembra che debba accadere tutto nel futuro. Il tempo viene distorto.

Ecco la storia della parte luminosa e di quella oscura: è la storia di qualcuno che ama scoprirle entrambe. In fin dei conti per capirle davvero si devono attraversare ENTRAMBE e poi integrarle di nuovo.

É la storia dello Spirito che si definisce “La Forza.” É la storia del vostro viaggio e alcuni di voi provano una connessione molto forte perché è la storia delle lotte che avete condotto. Voi non avevate piccole navicelle spaziali di metallo - tutto ciò è accaduto nelle realtà non fisiche ma Shaumbra: era REALTA’! Nel film un personaggio passa alla “Parte Oscura”, diventa il condottiero e il comandante della Parte Oscura ed esplora che tipo di esperienza è quella. Poi c’è l’altro - Luke - che lavora per la “Parte Luminosa.” Luke è stato addestrato come combattente e nel corso della sua formazione avanzata ha dovuto dimenticare TUTTO ciò che aveva imparato fino a quel punto. Ha dovuto dimenticare come tener ferma la spada al laser, ha dovuto abbandonare tutte le fasi precise. Ha dovuto abbandonare tutti i controlli che aveva imparato e in cui aveva sviluppato grande disciplina come combattente. Ha dovuto abbandonare tutto ciò.

Vi ricordate che quando era in pericolo sentiva una voce, una voce dal canale che diceva: “SENTI LA FORZA, Luke!” Non diceva: “Pensa alla forza, Luke!” non diceva: “Analizza la forza, Luke!” diceva: “SENTI LA FORZA, Luke! Lasciala scorrere attraverso ogni parte del tuo essere. Esci dalla ragione, abbandona il controllo e dimentica tutto ciò che hai imparato.”

Come voi,Luke -– all’inizio resiste contro questa cosa. Ha imparato così bene i suoi controlli, ha imparato a trattare con sé stesso attraverso la ragione per poter controllare le sue azioni e i suoi pensieri. Si sentiva molto a disagio nell’abbandonare TUTTO QUESTO ma appena lo fece, appena sentì la Forza e le permise di scorrere attraverso di lui - permettendo alla ragione di lavorare con le cose per cui era competente - appena permise alla forza di scorrere attraverso di lui provò quella “sensazione dorata” come se lo facesse per la prima volta. Nel momento in cui si connetté di nuovo con “la Forza” provò una sensazione d’euforia, la sensazione di ricordarsi e poi essa iniziò a scaturire e seppe che cosa doveva fare prima ancora di doverlo fare. Seppe ciò che il suo avversario avrebbe fatto persino prima che lo facesse. Era lì e sgorgava, ecco tutto.

Shaumbra, molti di voi hanno già avuto queste esperienze. Avete sperimentato ciò che definireste “la certezza divina”, il momento d’oro che trascende lo stato tradizionale della consapevolezza umana: si tratta della Consapevolezza COSMICA. É il momento d’oro in cui sapete e basta... non potreste spiegarlo a nessuno, neppure a voi stessi: sapete e basta. Quello è il momento in cui lasciate andare il controllo.

Qualche volta lo fate perché dovete. Luke dovette lasciare andare il controllo: sapeva che era stato attirato in un agguato dal suo avversario, sapeva che se avesse continuato a usare le tradizionali tecniche di battaglia controllate da lui, ciò avrebbe significato morte sicura. Non aveva scelta, dovette mollare.

Naturalmente voi potete scegliere. Voi non vi trovate nel pasticcio in cui si trovava Luke, ma potete imparare qualcosa di straordinario sul lasciar andare il controllo. Tobias ne ha parlato il mese scorso: mollate del tutto.

Avete appena cominciato a graffiare la superficie, avete fatto le vostre prime esperienze nel lasciar andare il controllo. V’incitiamo a continuare a lasciar andare: ecco la cosa che viene chiamata “Divinità”.  Nel film “Guerre Stellari” era “la Forza” ma si tratta della vostra Divinità. È dappertutto, intorno a voi e dentro di voi e non appartiene a nessun altro, non è un tipo di energia lontana - è molto vicina e molto personale.

Mollare il controllo permette alla divinità di entrare, permette la fusione dell’umano e del divino. Lasciate andare il controllo: all’inizio può essere inquietante, bisogna abituarsi e noi conosciamo moltissimi di voi che hanno rilasciato solo alcuni controlli. In questi ultimi 30 giorni avete fatto alcune esperienze al riguardo. Se continuate a lasciar andare arriverete alla comprensione del tutto nuova della certezza divina - dello sgorgare - e poi arriva l’illuminazione.

Nello Shoud del mese scorsoabbiamo detto: il controllo era qualcosa che avete imparato - come un vasaio che impara a controllare l’argilla o la creta, oppure il tornio e la velocità del tornio - impara a controllare l’argilla stessa che lavora con le sue mani in modo controllato.

Che cosa crea il vasaio? Un vaso? Forse una scultura? È una forma statica, che sta lì ferma e basta. Tolta dal tornio viene messa a esiccare e lavorata ancora finché diventa dura. Questa creazione viene letteralmente rinchiusa nell’energia in cui in origine è stata plasmata e ora controllata. Il vasaio dipinge la sua creazione e la mette su una mensola: è controllata, fissata nello stato d’essere Shaumbra.

Il controllo limita la capacità dell’energia di svilupparsi dentro di voi: In ogni momento di questa vita voi tenete l’energia sotto controllo. Voi siete il vasaio e modellate la vostra storia, l’avete modellata con molta cura. Ogni tanto avete lisciato molte parti ruvide e ogni tanto l’avete rinnovata, in modo che si accordasse con la vostra nuova consapevolezza ma in un certo senso è ancor sempre controllata, questa vostra storia si trova comunque dentro un determinato recipiente.  È arrivato il momento di togliere tutti questi controlli dalla vostra storia e poi guardate che cosa accade alla vostra vita, osservate quali nuove sincronicità vi arrivano. È arrivato il momento di permettere questa luminosità energetica.

Lasciateci parlare ancora una volta di un po' della fisica come retroscena energetico. Come abbiamo già detto, l’energia non esiste. Non esiste in cielo - non c’è ciò che viene definita “energia.” Non ci sono forze opposte tra loro - positivo e negativo – è tutto solo potenziale e basta, potenziale che aspetta di essere attivato e voi lo fate per mezzo della vostra connessione con ciò che viene definito “il Campo” e poi lo portate in diversi stati di realtà o dimensioni, lo portate sulla Terra dove viene modellato - e controllato –  gli viene data una forma e lo fate lavorare per voi. Voi potete scegliere ogni possibile quantità di potenziali, potete scegliere di avere un’espressione positiva o negativa, maschile o femminile: scegliete voi.

L’Energia di per sé non esiste, è solo un potenziale che aspetta di essere espresso. Voi la modellate e la controllate ma il controllo limita la possibilità di ognuna delle vostre manifestazioni - inclusi voi e la vostra storia. Siate luminosi. Siate radianti! Che cosa intendiamo dire? Questo è il tema della nostra discussione di oggi.

Ogni essere divino, ogni essere dotato d’anima ha la facoltà di creare nuove cose, di continuare a farlo, di portare avanti le creazioni e di creare sempre di nuovo. Gli oggetti senz’anima non possiedono questa facoltà: gli alberi, la maggior parte degli animali e persino la maggior parte dei vostri animali domestici non possiede questa facoltà creatrice. Loro non emanano energia come voi.

Voi siete esseri creativi, la vostra emanazione è la continuazione della vostra creazione, eppure vivete in questo contenitore molto controllato che avete plasmato. Per questo voi non irradiate più - non nella misura in cui potreste farlo -  nel contenitore non c’è perpetuazione della vostra energia.  In altre parole: nella vostra storia, nei diversi strati, nei sistemi di credenze e nell’ipnosi voi avete stabilizzato tutto in modo così fermo che la vostra vera facoltà creativa non è libera proprio come il vaso, il recipiente che il vasaio ha costruito e che sta lì sulla mensola trattenuto, strutturato e limitato.

È arrivato il momento di aprirsi, è arrivato il momento di iniziare a emanare la vostra energia, proprio voi che siete seduti qui o che state leggendo nel vostro momento Ora. La maggior parte degli umani e persino la maggior parte degli Shaumbra è così: emanano, permettono e fanno risplendere la loro energia creativa in modo molto limitato, davvero molto limitato. Ciò che acccade è che la vostra vita è limitata allo stesso modo, ciò che vi torna è già limitato.

Se togliete il controllo allora emanate quest’energia meravigliosa. Si tratta di un’energia viva, così colma di vita che tutto ciò che toccate, tutto ciò con cui venite in contatto, tutto ciò a cui pensate viene influenzato dalla vostra energia creatrice. Immaginatevi come una bellissima fiamma che emana energia e non vuole rimanere impressa su qualcuno o qualcosa – emana luce e basta. Questo è ciò che fanno alcuni dei magnifici Arcangeli: emanano solo energia.

Alcuni di voi hanno avuto la sensazione, la visione o l’immagine interiore di una fiamma: la fiamma di Michele, la fiamma di Metatron e di molti altri. È l’emanazione del loro essere e avete notato che la luce, la fiamma non è per niente invadente, non cerca di cambiare qualcosa: emana semplice e solo potenziale, Nuova Energia per tutti quelli che vorranno entrarci.

Shaumbra, a causa dei controlli e delle illusioni siete stati molto limitati nella vostra emanazione radiosa personale. È arrivato il momento di lasciare andare tutto ciò: letteralmente parlando, se tenete una matita tra le mani, se toccate fisicamente una matita la vostra energia si estende dentro di lei e in futuro quella matita tenderà a mantenere la vostra energia.

Percepite la vostra energia, voi emanate continuamente energia. Attualmente accade a un livello molto basso, ma voi emanate la vostra energia in tutto. Ancora una volta: se parliamo di emanazione intendiamo luce splendente, estensione, luce dorata d’energia che non cerca di cambiare niente - emette solo un potenziale. Avete notato per esempio che la vostra emanazione radiante, la vostra divinità, risplende su tutto? Questa è la ragione per cui persino la macchina che guidate assume la vostra energia. Voi dipingete letteralmente con la vostra divinità. Qualche volta date anche un nome alla vostra auto e lei assume voi e le vostre caratteristiche - è colma della vostra energia.

I vostri animali domestici sono colmi della vostra energia, la vostra emanazione si spande su di loro. Le persone che vi stanno a cuore nella vostra vita emanano, splendono, illuminano per tutto il tempo e dopo un po', che siano persone o oggetti assumono tanto dei vostri attributi energetici e iniziano persino a avere un aspetto simile al vostro. Risuonano come voi, prendono qualcosa della vostra identità.

Un Essere Creatore ha il potere di fare tutto ciò. Le sedie su cui sedete assumono l’essenza della vostra forza vitale. Sapete, potreste modellare una bambola o un essere di creta che somigli a un essere umano oppure no e potreste poi lasciare espandere la vostra energia in quella scultura di creta e darle la vita.

Ecco la vostra emanazione radiosa, è la facoltà che possedete. Sì, proprio così: un oggetto inanimato, un pezzo di creta diventa la figura di un uomo mentre voi inspirate e poi espirate - quando non usate la forza e la fretta ma emanate solo e semplicemente energia - il grosso pezzo di creta che avete modellato come una figura umana può essere risvegliato alla vita. É vero, io l’ho già fatto.

Hm. Può davvero iniziare a respirare con voi. Potete provarci, ma ci sarà bisogno di un po' di tempo e di un po' di comprensione relativa alla semplicità della mistica della vostra stessa emanazione, però potete respirare dentro questa figura che verrà risvegliata alla vita. Lo vedrete. Potrebbe volerci un bel po' di tempo, ma lo vedrete. Comincerà a respirare, un giorno incomincerà a muoversi, un giorno comincerà persino ad alzarsi e a parlare. Sì, è proprio questo di cui siete capaci, proprio ora.

Ve lo ripetiamo, ci vorrà ancora un bel po' di sforzo - no, non vogliamo usare la parola “sforzo” -  ci vorrà PAZIENZA. Ci sarà bisogno di PAZIENZA per imparare tutto questo. Non consigliamo a tutti di iniziare a farlo, ma usiamo l’esempio estremo di come l’energia funziona, di come funziona la VOSTRA energia. Voi espandete continuamente energia dentro a tutto.

Ve lo ricordiamo perché questa è una parte importante della fisica della Nuova Energia; ve lo ricordiamo perché sta succedendo in ogni caso, sta succedendo proprio ora. L’intensità della vostra emanazione è molto bassa. Dalla nostra parte non abbiamo - per così dire - una vera e propria asticella di misurazione, ma per aiutarvi a capire usiamo una scala da 1 a 10.

Il valore 1 corrisponderebbe a un umano con una emanazione molto bassa, un essere in cui scorre molto poco della sua energia spirituale divina. Il valore 10 sarebbe il massimo dell’energia che esce senza struttura, senza limiti, in modo libero e aperto; In questo caso l’energia vitale viene utilizzata al massimo.

La maggior parte degli umani vive ad un livello energetico che varia tra 3 e 5 - molto basso, l’intensità della loro emanazione è molto bassa a causa dei limiti, dei controlli e dei limiti che si autoimpongono: si tratta dei sistemi di credenze che hanno e che sono rinchiusi in quella figura di creta. Si sono induriti da soli, si sono incagliati nelle loro stesse storie.

Attualmente gli Shaumbra vivono a un livello che varia tra 4 e 6. La vostra emanazione è più alta e più chiara, ma ci sono ancora troppi sistemi di controllo e tantissimi vecchi sistemi di credenze che vi limitano, che vi trattengono. Il significato di quest’emanazione è vario e multidimensionale.

Punto primo: se non vi permettete di lasciar scorrere liberamente la vostra energia divina ciò significa che la tenete prigioniera nel vostro corpo, nella vostra realtà; non la lasciate scorrere e ogni energia è fatta per scorrere, non è fatta per essere rinchiusa e tenuta prigioniera in quel contenitore, in quella scultura che è il vostro corpo.  É fatta per scorrere. Voi emanate energia, siete veri creatori. Ciò che fate è lasciar scorrere il potenziale in tutte le cose: espandete l’energia. Ciò che avete fatto molto tempo fa (nel periodo precedente alla Terra) quando emanavate energia era di concedere a voi e a tutte le vostre creazioni la libertà e il diritto di svilupparsi ulteriormente. Capite?

La maggior parte dei creatori umani, la maggior parte degli umani non concede a nulla il diritto di espandersi e di vivere. Gli umani creano qualcosa, lo limitano e lo circondano di barriere e così non potrà più espandersi. È come il vaso messo sulla mensola: la natura del vaso non potrà più cambiare. La maggior parte degli uomini crea qualcosa, la controlla e così arresta il processo della creazione.

La maggior parte di voi in passato l’ha fatto abbondantemente. La maggior parte di voi si sbatte e si affanna ancora per creare proprio per questo motivo: creare davvero significa donare vita, significa far nascere qualcosa. L’idea di un sentimento è mettere al mondo un concetto e poi concedergli il suo SÈ permettendogli di svilupparsi. Lasciatelo andare in modo che cresca, non tenetevelo stretto!

Una parte di voi prova strane sensazioni perché credete che quando create qualcosa dovete limitarlo, sentite una responsabilità e un dovere nei suoi confronti, ma anche la vostra creazione ha una responsabilità e un dovere nei vostri confronti. Qui siete in errore. Un vero creatore crea e lascia andare. Sarà sempre la vostra creazione ma inizierà la sua vita individuale: se ne andrà per espandersi e per crescere, se ne andrà per definirsi di nuovo e senza fine.

Invece di restare un pezzo di creta modellato come vaso e posto su una mensola, sarà un pezzo di creta modellato come energia viva. Un momento può essere un vaso, un momento dopo un albero, un momento dopo ancora può essere un uccello oppure tornare a essere il pezzo di creta: questa è alchimia, questa è trasmutazione, questa è la vera natura dell’energia.

Vi suona familiare: lo sappiamo, ne abbiamo già parlato. Ci stiamo già lavorando, VOI ci state lavorando. Tutto ciò vi riporta alle vostre radici di esseri creatori non adombrati dai controlli, dai limiti o dalla paura di creare. Questa è vera emanazione radiante.  “DIO” è proprio questo: nessun meccanismo di controllo, nessun limite. Questa è la grazia, questo è il flusso, Shaumbra, ecco cosa sta accadendo a voi e alla vostra vita.

Se emanate energia date vita a un potenziale che non ha un’agenda, è solo un potenziale divino. Se create delle cose, se le portate nella vostra realtà e permettete loro di svilupparsi ulteriormente, ciò modifica il flusso energetico totale che torna da voi. Questa è semplice fisica della Nuova Energia: se controllate l’energia che emanate, allora l’energia tornerà a voi in modo molto controllato. Dite che tutto ciò è molto letterale - ebbene sì - l’Omniverso è letterale.

Se controllate andrà a finire che voi stessi sarete controllati. Se controllate l’energia dentro di voi e il flusso energetico che emana da voi, allora tutto ciò che tornerà a voi sarà controllato. Se vi aprite, se lasciate andare il controllo e iniziate a creare in un modo nuovo, pieno di grazia eluce, allora tutto tornerà a voi con grazia e bellezza.

Le creazioni luminose. È così facile che alcuni di voi diranno: “Perché non ce l’hai raccontato cinque anni fa? Perché ci siamo dovuti affaticare attraverso tutti questi Shoud? Perché dalla nostra parte abbiamo dovuto attraversare tutti questi lunghi incontri e tutte queste difficoltà?”

 Per prima cosa, Shaumbra, perché noi amiamo venire a trovarvi e lo Shoud ci offre l’opportunità e lo scopo di essere qui almeno una volta al mese. In secondo luogo, allora non avevate le basi per capire tutto questo - ce l’avete comunicato durante i vostri Shoud. Volevate fare un passo alla volta, imparare passo per passo in modo che tutto potesse avere un significato e potesse essere integrato. Solo così tutto sarebbe risultato armonioso.

Ve lo ripetiamo perché capiate la fisica: l’energia è un potenziale che viene espresso nella vostra realtà, viene usata per la creazione quindi voi create senza controllo, permettete alla creazione di fluire, le date vita e la benedite. Le donate vita e le permettete di svilupparsi e di espandersi. Ciò che vi torna è un’energia libera e fluente che è davvero al vostro servizio, è al servizio di ogni bisogno o desiderio che avete. Vi arriva pulita e chiara come ciò che emanate in base a quanto permettete.

Ecco la vera natura della creazione: prendere un potenziale, portarlo in una forma energetica, creare con lui e donargli la vita. Dove molti altri incontreranno delle difficoltà, voi inizierete a capire la natura della creazione. Voi però limitate ancora le vostre creazioni, non permettete loro di esprimersi. Voi cercate di limitare, di frenare e di mantenere i diritti di proprietà su di loro - lasciatele andare, Shaumbra, lasciatele andare! Osservate come appare un flusso del tutto nuovo, osservate come la sincronicità diventa sempre di più una regola di vita invece che un’eccezione.

Ora qui c’è una cosa difficile, un territorio con cui molti di voi hanno avuto problemi e difficoltà: da una parte abbiamo il concetto del bisogno divino e dall’altra parte il bisogno umano. Sembra che nella vostra vita ci siano molte contraddizioni su questo punto: affiorano perché il bisogno umano è una cosa e il bisogno divino - o dell’anima - sembra un concetto diverso. Ciò che accade è che voi pregate e chiedete cose per la vostra vita e poi non accadono; vi arrabbiate con lo Spirito o con voi e avete la sensazione di non essere veri creatori.

Fino a poco tempo fa l’umano e il divino erano separati; li avete tenuti separati, avete costruito un muro tra loro e poi avete detto: “Qui ci sono io - l’essere umano -  e so che il divino è dall’altra parte, ma non siamo collegati.”

Ora sono uniti di nuovo, c’e stata la riunificazione, l’integrazione di entrambi. Tutto ciò sta accadendo in QUESTA realtà, non da qualche parte là fuori in altre dimensioni; accade nel vostro Momento Ora. Le due parti sono riunite di nuovo. Iniziamo a capire cos’è un vecchio bisogno umano, un bisogno molto limitato e cos’è il bisogno, il desiderio della vostra anima.

Lasciateci fare un esempio: l’umano - la storia in cui vi siete rinchiusi - non vorrebbe mai morire. Vorrebbe vivere eternamente, continuare a vivere sempre e quindi gli uomini hanno sempre cercato la vita eterna mentre erano nei loro corpi umani. Qualche volta gli umani hanno detto: “Se non creo la morte per me, allora creo il fatto di vivere in eterno” e invece continuate a morire. Morirete, lo avete già fatto molte volte e siete diventati molto esperti nel farlo.

A quanto pare c’è una contraddizione fra i due elementi -  il creare umano e il creare divino - qualche volta la differenza è talmente grande che vi fa sentire molto confusi e non sapete da che parte dovete girarvi.  Ora entrambi gli elementi si stanno fondendo insieme e cominciate ad avere una visione d’insieme, iniziate a capire il piano divino, il bisogno divino in contrasto con il bisogno umano. Il bisogno umano spesso è avvolto in una storia talmente limitata dai sistemi di credenze che non sono al servizio della più ampia intenzione del Sé. A volte dalla nostra parte diciamo: “Il bisogno umano contro il bisogno più alto, quello divino.” Di regola il divino deve mantenere la prevalenza sull’umano. Perché prima o poi VOLETE morire? Perché altrimenti rimarreste così prigionieri della vostra storia personale e vi risulterebbe molto difficile uscirne fuori. Ecco perché avete creato la morte; avete creato la morte per potervi liberare, in modo da non restare imprigionati in questa storia.

Questo è un esempio per farvi capire quanto il bisogno divino e il bisogno umano siano in apparente contraddizione, ma dietro ci sono un motivo e un’intenzione. A volte vi chiedete come mai nella vostra vita, non avete un partner qualcuno da amare e con il quale poter condividere le cose. Siete arrabbiati e contrariati: a volte i bisogni e i desideri divini hanno il sopravvento su quelli umani. A volte è più importante per voi usare il vostro tempo per stare con voi, per scoprire chi siete davvero, per capire chi siete veramente. Il divino sa che se ci fosse un’altra persona nella vostra vita verreste distratti e a volte vi chiedete chi ci sia davvero al comando nella stanza dei bottoni.

Ciò che è successo è che vi state aprendo, Shaumbra: il divino e l’umano si riuniscono di nuovo. Per i vostri bisogni ottenete un senso da una prospettiva molto più ampia. Non siete più prigionieri dei limiti umani, non siete più prigionieri di quelli che si potrebbero definire “bisogni limitati”: voi perseguite bisogni più elevati, intenzioni più ampie e più elevate.

Sappiamo che ci sono momenti in cui cercate di creare consapevolmente, ma quando vi trovate di fronte a questi blocchi, con l’integrazione e con la fusione iniziate a vedere questi problemi e a trovare un senso a tutto ciò. Togliete i controlli ed emanate energia, benedite le vostre creazioni che diventano vive. L’energia torna per servirvi, torna per servirvi in un modo nuovo e magnifico: questa si definisce vita sincronistica.

In un certo senso, si potrebbe dire che nella vita sincronica non esistono bisogni: tutto è già presente, in ogni momento. Non dovete più lottare, non dovete più dare una spinta alla vita - tutto è semplicemente presente.In un certo senso, nella vita sincronica non esiste una “creazione forzata”: non avete neppure più bisogno di definire che cosa vi serve. Non c’è più nessun bisogno di preoccuparsi di cose come “pienezza”, “salute” o altro. Tutto è presente.

Nella vita sincronica non ci sono bisogni - perché tutto è già compiuto. C’è un flusso che vi arriva e da cui dovete solo attingere e prendere ciò che vi serve in ogni momento. Nella vita sincronica, come abbiamo detto poco fa, le risposte sono già presenti - prima che vengano poste le domande. Nella vita sincronica si manifesta una riunione costante e ininterrotta con la vostra divinità e con lo spirito. Non c’è bisogno che cerchiate, che forziate, non dovete metterci la volontà: fluisce e basta. Prendete in considerazione la vita sincronica, Shaumbra, non è molto lontana da voi: si tratta solo di abbandonare i controlli e accadrà in modo del tutto naturale. Un momento fa vi siete detti che la cosa migliore da fare è quella di evitare sé stessi. I controlli vi sono di intralcio, rappresentano una specie di velo o barriera, una separazione tra voi e la vostra divinità, tra di voi e la sincronicità. Abbandonate i controlli e anche le paure e i sistemi di credenze; lasciate andare tutto e subito dopo la vita sincronistica inizierà a dare i suoi frutti nella vostra vita. Tutto esiste già.

È difficile descriverla, perché non esiste una formula o qualcosa del genere: è semplicemente un modo di essere. Nella vita sincronica esiste il flusso…e sì, è tutto a posto. Voi vivete ancora in una realtà dualistica, la mattina dovete ancora alzarvi - se lo scegliete - dovete mostrare interesse per il mondo materiale ma diventerà molto più facile, non ci sarà più quello stress, quella pressione, non ci saranno più quelle lotte mentali. La vita sincronica fluisce.

Le persone ci saranno - arriveranno e basta. Ci saranno i mezzi e le risorse e voi non dovrete neppure pianificarli, non dovrete combattere e non dovrete pregare per ottenerli: appariranno e basta.

Quando entrerete nella vita sincronica, vi accorgerete che ognuna di queste singole cose era già presente…solo che non ve ne eravate accorti! Vi darete una pacca sulla fronte chiedendovi come avete fatto a non vederlo prima. Realizzerete che ogni singolo mezzo necessario, ogni energia, ogni guarigione e tutto l’amore erano già presenti ma non li avevate visti. Siete così occupati a focalizzarvi sulla vostra “storia” e a come dovete creare la vostra realtà, siete così occupati a “essere umani” che non li avete visti. Tutto era già presente, tutto è presente ora, in questo momento Ora pronto a servirvi, pronto per essere integrato dentro di voi.

La vita sincronica - potreste dire che non ci sono aspettative, non ci sono bisogni. Ora, non vi diciamo che dovete andare e buttare via le vostre proprietà terrene - sarebbe di nuovo un’attività forzata - non dovete forzare nulla. Nella vita sincronica scoprirete di non avere proprio nessun bisogno - per esempio - di una nuova macchina oppure di una nuova casa. Non avrete alcun “bisogno” delle persone che amate o delle persone con le quali vi divertite a stare perché tutto è già presente. Vedete, se è già presente, allora come potete averne bisogno?

Il posto giusto dove vivere – l’automobile giusta per voi - è già lì! Il bisogno è appagato prima ancora che voi lo sappiate. QUESTO è il flusso, questo è il sincronismo!

Non è una normale “magia da quattro soldi” e neppure un’attività soprannaturale - è la grazia, la grazia divina! La farete entrare nella vostra vita e vi accorgerete che non avrete neppure più bisogno di un programma perché il programma esiste già prima ancora che ne siate consapevoli. Tutto apparirà prima ancora che il bisogno abbia preso forma, capite?

La vita sincronica modifica tutte le relazioni tra ‘bisogno’, ‘tempo’ e ‘realtà’, cambia le relazioni della ‘vita lineare’ e tutto viene soddisfatto prima ancora che ci sia accorti del bisogno. Si tratta di un genere di vita più ampia, più fluida, più in crescita, più dinamica - nella vita in cui provvedete a tutto voi stessi per mezzo di voi, non dello spirito, non di noi! A tutto si provvede prima ancora che vi siate accorti di aver bisogno di qualcosa: questa è vita sincronica.

Basta cercare, basta cercare le risposte perché le risposte saranno già presenti prima ancora che vi accorgiate di avere una domanda. Basta cercare lo spirito, perché lo spirito è già lì! Basta cercare gli angeli perché sono già presenti, sono sempre stati presenti, capite? Basta cercare gli aspetti delle vostre vite passate perché avete creato uno spazio tale per cui sono già presenti.

La vita sincronica è un’imponente sicurezza spirituale - nel momento Ora. Lo ripetiamo ancora: non c’è bisogno di fatica o di forza per arrivarci, Shaumbra. Non c’è un “sentiero” o un “piano di studi” che dovete seguire per arrivarci: può succedere ora, proprio in questo stesso istante. Può succedere nell’istante in cui rilasciate coscientemente i vostri vecchi sistemi di credenze, nell’istante in cui rilasciate i controlli sulla vostra vita. Può succedere e in un certo senso, in base alla discussione avuta alcuni giorni fa, è già accaduto! É già successo.

La vita sincronica è qualcosa che per un po' gli altri non capiranno, anzi chi vive ancora nella dualità non lo capirà affatto. Vi invidieranno – vi invidieranno a tal punto che forse arriveranno a disprezzarvi o a rifiutarvi, oppure alla fine cercheranno di danneggiarvi per poter scoprire il segreto, “l’elisir.” L’elisir, loro lo vorranno, lo vorranno intensamente - ma non capiranno cosa c’è davvero dietro. Loro vogliono solo fare della loro vecchia storia una storia più grande e migliore, vogliono solo essere un “superuomo” piuttosto che un “Uomo Divino” e tra i due c’è una differenza immensa. Loro vogliono poteri sovrumani invece di voler essere un Sé Divino; loro vogliono creare e controllare invece di concedere il proprio sé alle loro creature.

Ogni vita passata che avete creato continua a vivere: le avete concesso il suo ESSERE e quindi continua a vivere là fuori, nelle altre dimensioni – di solito non qui sulla Terra, qualche volta sì ma non in generale. Gli aspetti delle vostre vite precedenti continuano a vivere, ancora e ancora ma non sono esseri creativi come voi e quindi non possono creare Nuova Energia o nuovi spazi; continuano a turbinare e a espandersi con l’energia che avete concesso loro.

Gli altri non capiranno questa cosa, questa cosa che si definisce “vita sincronica”, finché anche loro non saranno passati attraverso alcuni dei processi che voi avete attraversato. Imparare, capire, liberare, rilasciare: dovranno arrivare a comprendere che sono esseri divini e che tutto è già presente. Devono arrivare alla comprensione che ognuno di loro è DIO. Non capiranno come la vostra vita possa essere così facile e senza fatica né come mai usate così poca energia - pur ottenendo così tanto.

Shaumbra, negli ultimi tempi molti di voi hanno vissuto l’esperienza del “fenomeno” di essere “catapultati fuori” dal mondo della dualità, dai vostri lavori, dalla vostra famiglia e da tutte le altre cose. Dovevate uscire fuori perché la vostra energia non era più compatibile con quella del vostro ambiente. Voi state costruendo altri ambienti nuovi per voi; all’inizio è un po' strano lasciarsi dietro le spalle tutte le vecchie strade, però così voi create un nuovo ambiente di vita sincronica per voi. Dovevate essere buttati fuori dai vecchi binari per poter scoprire i nuovi, per poter scoprire che tutto era già lì.

Non è solo un gioco concettuale, più di ogni altra cosa NON si tratta di un gioco concettuale. Non vorremmo che voi, dopo aver sentito questo Shoud o dopo averlo letto, andaste là fuori e cercaste di giocare con i vostri pensieri del tipo: “C’è già tutto! C’è già tutto!” Ciò significherebbe una costrizione dell’energia, sarebbe il tentativo di costringervi a vivere in un sistema di credenze ed è molto difficile che in questo modo possiate manifestare. Si tratta piuttosto di essere sicuri che c’è già tutto, sicuri dal profondo del cuore e accettare il fatto che tutto è già presente - tutto - e accettare che la vita sincronica esiste già.

Se doveste avere dei problemi, se aveste la sensazione che tutto ciò non vale per voi, se aveste la sensazione di scivolare indietro nella dualità, allora per prima cosa considerate i controlli che potrebbero limitarvi, i controlli che vi impediscono di farne esperienza in questa vostra vita.

Come vi abbiamo detto nell’ultimo Shoud, è necessaria un’immensa fiducia per lasciar andare i controlli, un’infinita quantità di fiducia - in voi - per vivere nel sincronismo, per sapere che si provvede in modo assoluto a tutto ciò che può guarire il vostro corpo; che la vostra mente può essere bilanciata e che tutto ciò di cui la vostra vita ha bisogno è già presene. Ci vuole un’enorme fiducia. Più di qualunque altra cosa, questo è il punto dove siete arrivati ora. La fiducia nel vostro Sé - la Grande Liberazione - questo gruppo oggi lo sta sentendo e lo sta sperimentando: il grande rilascio del controllo e la grande fiducia in sé stessi.

Lo stiamo facendo come gruppo, ma non vorremmo indurre nessuno a delle forzature. Ancora una volta: l’energia forzata tornerà a voi come costrizione. Permettiamo - permettiamo solo il rilascio, la fiducia, la liberazione dei controlli, il SÈ nello stato della vita sincronica senza aspettative, bisogni, desideri.

Facciamolo in modo del tutto semplice per mezzo della respirazione - fate un respiro profondo. Permettetevi di fare questo salto nella fiducia - e lasciate andare anche le paure, le preoccupazioni. Se vi diciamo di lasciarle andare, non intendiamo dirvi di cercare di respingerle - lasciatele semplicemente andare. Attraversatele e basta.

Qui si tratta della certezza di essere talmente divini, di essere un creatore benedetto tale da poter vivere qui sulla Terra in questo stato umano e essere un creatore, un creatore di nuove energie e di nuovi concetti. Potete concedervi di ESSERE, potete concedervi la vostra esistenza e così tutto tornerà a voi con grazia e chiarezza.

Si tratta di vivere il momento presente e di non cercare più di definire qual è lo scopo della vita, né chi dovete essere. Stare seduti qui, in questo momento di fiducia divina e non cercare più di definire - neppure che cosa significhi “spirituale” o “umano.”

Siate qui nel puro momento Ora in cui non dovete neppure definire i vostri bisogni. Andate oltre. Non dovete definire, non dovete limitare, non dovete forzare niente. Le cose adatte alla vostra vita esistono già, non dovete desiderarle o pregare per ottenerle. Siate insieme in questo momento senza aspettative e permettetevi letteralmente di muovervi come un tornado, di trasformarvi, di passare a un nuovo livello di vita, un livello che non potete immaginare con la vostra mente da Vecchia Energia. Il vecchio modo di pensare voleva conoscere sempre i dettagli, le strutture, i controlli. Il vecchio modo di pensare voleva sempre definire tutto attraverso la ragione; noi stiamo andando oltre tutto ciò.

Permettiamoci di stare seduti nel momento Ora: non cerchiamo di fare qualcosa, non cerchiamo di forzare qualcosa. (breve pausa)

 Mentre lo fate, in questo sacro momento dell’ESSERE la vostra emanazione luminosa si espande. Il divino entra in voi e si fonde con l’umano - tutto inizia ad espandersi, a brillare, a illuminare.

Possiamo vederlo: abbandonate il controllo, lasciate cadere le barriere e le protezioni, lasciate andare i vostri meccanismi di difesa perché non vi servono più.

ORA SIETE LUMINOSI

ORA SIETE LA FIAMMA

VOI SIETE LA FIAMMA

Lo siete sempre stati.

Avete aspettato noi, avete aspettato lo spirito perché vi fosse data una fiamma, ma voi lo siete sempre stati. Ora siete radiosi. La vostra energia trabocca, sgorga da voi, esce da voi danzando. Si muove come un tornado, gioca, si muove intorno a voi non solo nella realtà fisica ma in tutte le dimensioni. Questo è un modo così semplice di vivere, Shaumbra, se permettete all’energia di fluire attraverso di voi e lasciate uscire da voi la creazione.

Ciò che risulta strano nel Creare è che è quasi il contrario di ciò che tutti gli uomini pensavano che fosse.

Pensavate che la creazione fosse come allungare la mano e manifestare oro dal nulla, pensavate che questa fosse la creazione. La vera creazione è diversa: per la vera creazione non c’è neppure bisogno di allungare la mano - come ha scoperto Adamus - e l’oro è già lì. Non dovete cercare di creare perché è già presente. È l’energia del creare quella che ci fa venire le lacrime agli occhi, ai vostri occhi. È molto così semplice: accade nel momento Ora ed è così perfetto.

Shaumbra, mentre vi parliamo, proprio ora voi siete luminosi,. Avete riacceso la vostra fiamma, avete superato la vostra ragione. Vedete come la luce della vostra fiamma esce da voi? Non cercate di cambiare niente. Non cercate di cambiare il tempo e per quale motivo poi, visto che il tempo è perfetto! Non cercate di cambiare la vostra realtà, è stata sempre perfetta. Finora avete potuto vederne solo una piccola parte che non definireste perfetta ma osservandola da una prospettiva più ampia, tutto è perfetto.

Irradiate energia, lasciatela danzare e non cercate di muoverla con la forza, non cercate più di costringerla a fare qualcosa in particolare. Non deve avere più un determinato colore o una determinata frequenza: è semplice emanazione luminosa.

Ecco, questa è la creazione.

Questa è la pura creazione, perché attraverso la vostra emanazione tutto viene illuminato fuori di voi, tutto inizia a essere melodioso, tutto ciò che siete davvero. L’Essere Angelico che siete, il Dio che siete ora torna a voi -  tutto ora torna per colmarvi, per servirvi.

Shaumbra, è molto facile. Voi lo avete reso difficile, perché volevate fare l’esperienza di cosa fosse davvero la durezza e la resistenza. É arrivato il momento di lasciare andate tutto: è molto semplice e se voi restate attaccati alla vostra ragione e vi ostinate con tutte quelle regole, con i meccanismi di controllo e con tecniche prestabilite allora state facendo qualcosa di sbagliato.

Lasciateci tornare indietro per un momento, fate un respiro profondo.

VOI SIETE LA FIAMMA

LO SIETE SEMPRE STATI

VOI EMANATE PURA ENERGIA CREATIVA

Non definite ciò che create. Credete forse che lo Spirito stia seduto a casa sua e cerchi di definire qualcosa? Lo Spirito crea semplicemente e benedice con energia viva. Voi siete la fiamma, voi create e benedite la vostra luminosità, la vostra energia creativa, benedite con la vita le energie che emanano da voi. Allora arriverà il cambiamento, la trasmutazione o come volete chiamarla. Una fiamma illumina e basta: brilla e prova gioia per le sue creazioni e in quel momento vi arriva tutto. Questa è la vita sincronica - non dovete mai definirla, né strutturarla, non dovete mai più preoccuparvi per lei: è molto semplice.

Naturalmente uscirete da qui, tornerete nel mondo della dualità e verrete assaliti da tutta quella pesantezza e da tutte quelle contraddizioni: allora ricordatevi della fiamma, ricordatevi come sta brillando. Sta brillando con compassione e vi porta tutto ciò di cui avete bisogno.

Le energie di Tobias e Saint-Germain hanno voluto essere qui con voi oggi per effettuare questa semplice consegna energetica per mezzo delle parole pronunciate che hanno così poco significato. L’energia vi ha raggiunto: era la vostra energia, fin dall’inizio è sempre stata la vostra energia.

Siamo nella Serie dell’Incarnazione, l’incarnazione della vostra divinità, l’incarnazione di ogni singolo aspetto del vostro SÈ in questa realtà. La piena accettazione, l’accettazione priva di paura, la comprensione che l’aspetto del vostro ESSERE che avete conosciuto in questa vita era solo una storia - una storia meravigliosa e bellissima a cui avete dato vita e che avete lasciato andare - ora potete tornare a ciò che siete davvero.

Siamo felici di potervi rivedere nel prossimo incontro, nel prossimo Shoud, lo Shoud 12, l’ultimo della Serie dell’Incarnazione. Siamo felici di ricondurre tutte le energie che abbiamo mosso nel corso di quest’anno in un luogo sacro, in un’energia molto santa da dove permettiamo loro di muoversi con grandissima velocità verso la prossima Serie.

Vi amiamo molto e lavoriamo sempre e sempre con voi, siamo con voi, condividiamo con voi, in realtà non siete mai soli.

E così è.

La Serie dell’Incarnazione

INC11 -DOMANDE&RISPOSTE

Io Sono …e così è che proseguiamo la nostra riunione. É il momento delle domande e risposte, il momento di assorbire davvero l’energia del vostro Shoud, il momento di restare nel Momento Ora e di assorbire tutto ciò che vi siete appena consegnati, l’avete fatto molte notti fa. Voi create l’ambiente in questa realtà che definite la vostra condizione umana e lo introducete in questa realtà.

Voi gli permettete di impregnare profondamente il vostro sistema. Non c’è nulla da fare a livello mentale, nessuna forza, nessun lavoro: assorbirlo e basta, poi lasciarlo andare a lavorare per voi - è proprio così semplice. Se c’è qualcosa che possiamo mostrarvi, Shaumbra, è come tutto ciò può essere semplice.

Qui vi diamo un tassello dell’enigma per comprendere chi siete voi e cos’ è lo Spirito. Vedete…lo Spirito era… e ora è… è amore ed espansione. Lo Spirito ama provare gioia nel creare, eppure nella creazione lo Spirito sa che tutto è ed è sempre stato e ciò vi darà qualcosa su cui riflettere per un certo periodo: è il fondamento della comprensione dello Spirito e della creazione.

Capite… lo Spirito è quest’energia dinamica che è sempre esistita. Si è trasformata in “E’” quando ha voluto scoprire di più su di sé e ha voluto esprimersi attraverso la creazione, ma ha scoperto che la creazione è e basta.  Tutto è ed è sempre stato…capite?  Ecco dove siete in questo momento, Shaumbra. La via sincronica: c’è già e c’è è sempre stata e vi permette di essere il Creatore che emana… che è sempre, che è sempre stato… capite?

Voi siete proprio come una candela, una fiamma, ma la fiamma era in un recipiente di metallo e un coperchio la copriva. Il recipiente di metallo o il coperchio posto sulla fiamma rappresentano i vostri sistemi di credenze, i vostri controlli e i vostri limiti.

Che cosa accade quando appoggiate un recipiente di metallo sulla fiamma? La fiamma è sempre là, ma voi non la vedete più né la percepite più - è nascosta ma c’è sempre eppure lo splendore, la capacità di emanare non c’è più. Alcuni tra voi invece di una copertura di metallo sopra la fiamma ci hanno messo un vetro smerigliato, un vetro brinato e quindi esce solo un po’ dell’emanazione. Questo vetro sporco che si trova sulla vostra fiamma sono i vostri sistemi di credenze, i vostri limiti e di vostri controlli.

Ora togliamolo. Non vogliamo che mettiate altre cose a copertura della   fiamma, non ce n’è bisogno; voi appoggiate cose diverse sulla vostra fiamma, sulla vostra divinità per proteggervi. Le avete poste sulla fiamma per poter giocare a nascondino, per vedere com’è non conoscere la fiamma, non vederla o sentirla.

Ora, però siete arrivati al punto, avete ottenuto tanta comprensione. Voi dite: “Cosa devo fare ora? Come posso essere un umano integrato, divino? Come posso essere un vero Creatore sulla terra?” Mollate i controlli, le credenze e i limiti e lasciate alla vostra anima la sua liberta’, permettetele di esprimersi.

Di fatto l’informazione incredibile in tutto ciò è molto semplice: nella creazione non avete bisogno di creare. In altre parole la creazione di per sé non esiste, almeno non secondo i vostri canoni. Il vostro punto di vista è sempre stato quello per cui esisteva una forza esterna proattiva che si manifestava e determinava la creazione che a sua volta avrebbe fatto accadere le cose che si sarebbero manifestate nella vostra vita - in fondo non c’è alcuna creazione perché è ed è sempre stata: è tutto qua.

Ora, quando giocate al gioco del “Io-ci-combatterò-contro” la creazione vi risponde e quindi le energie di ritorno saranno quelle della lotta. Quando dite: “Imparerò cosa significa dover forzare per creare” proprio questo si manifesterà nella vostra vita, ma non ce n’è più bisogno…se lo scegliete.

La creazione non è creazione: è sempre ed è sempre stata.  Quella è la   spirale dello Spirito… lo Spirito era… lo Spirito è… lo Spirito ama creare, è sempre, è sempre stato… è una spirale. Ecco chi siete. D’ora in poi permettetevi di brillare. 

Cominciamo con le domande e le risposte e vediamo se arriva Tobias o Saint Germain. Cosa c’è dietro la porta n° 3, per esempio?

DOMANDA DI SHAUMBRA 1 (da Internet, letta da Linda): Caro Conte, sono uno studente in biologia e faccio una ricerca su una pianta che aiuta la guarigione delle cellule cancerogene. La mia università vuole usare la pianta su cui lavoro per fare esperimenti sugli animali e io sono molto triste. Non riesco a capire come la scoperta di un rimedio porti a maltrattare animali innocenti. Vorrei sapere la tua opinione sulla questione dell’utilizzo degli animali per ragioni scientifiche. C’è un’alternativa? E cos’è venuto a insegnarmi questo problema?

TOBIAS/ADAMUS: Ora alludiamo alla Prima Nazione, agli Indigeni Americani, agli Indiani o Pellerossa e a tanti altri indigeni, le genti delle Prime Nazioni che avevano l’abitudine di mangiare il cervo, o il bufalo o qualche tipo di animale volatile o che camminava sul loro campo. Capite? C’era l’onore, la crudeltà non era coinvolta. Anche nell’abbattimento dell’animale c’è l’onore e soprattutto quando gli alimenti vengono portati alla bocca dell’essere umano, c’è onore e ciò cambia del tutto l’energia.

Non dovete essere crudeli verso questi animali. Gli animali vogliono entrare, realmente, letteralmente nel vostro laboratorio, offrendosi loro stessi. L’abbiamo detto prima – l’energia torna per servirvi e lo fa se voi la onorate e l’amate. Gli animali si offrono in onore e amano far parte di questa gigantesca scoperta e di questa nuova comprensione. Onorate l’amore e ringraziateli perché partecipano a quest’esperienza.

Dobbiamo dire che il tipo di dolore che un essere umano avvertirà non somiglierà per niente al dolore che prova un animale. La coscienza non vi partecipa: forse il corpo fisico dell’animale reagisce, ma non c’è risposta della coscienza, quindi non crediamo che questo tipo di lavoro sia malvagio o crudele anche se maltratta l’animale così a lungo -  lui ne è onorato.

Sarebbe un grande passo avanti su questa Terra se la società umana che mangia la carne e gli animali, se chi lavora nei mattatoi e nei luoghi dove gli animali sono uccisi li onorasse prima di ucciderli e mangiarli. A loro tutto ciò piacerebbe e renderebbe il cibo davvero più energetico e ciò cambierebbe tutta la costruzione energetica sulla Terra in questo momento. Onorate semplicemente gli animali con cui lavorate: amateli, date loro dei nomi e poi uccideteli con onore - è per questo che sono qui.

Facciamo un passo in più. C’è tanto di quel lavoro da fare nel settore della ricerca sul cancro. Questo aiuta la società nel suo insieme a comprendere che accade all’energia e allo squilibrio d’energia – ecco la ragione per cui la ricerca sul cancro dura da così tanto tempo, perché si è creduto che il tempo e il denaro sarebbero bastati - ma allora questo problema al momento attuale dovrebbe essere stato già risolto. Questo aiuta letteralmente i ricercatori a capire come funziona e come risponde l’energia squilibrata: apprenderanno di più su altre cose, che hanno più importanza del cancro stesso.

Finalmente attraverso gli sforzi di Shaumbra, attraverso i ricercatori Shaumbra, i facilitatori e i guaritori, si sta per capirecome  si può riequilibrare molto velocemente l’energia senza bisogno di tutti questi trattamenti problematici e stancanti. Stanno per capire che il cancro è solo energia squilibrata che in realtà è molto sensibile al riequilibrio e molto, molto rapidamente influenzabile. Guarire nello spazio sicuro come vi abbiamo detto è ideale per questo tipo di lavoro del cancro. Ti ringraziamo per questa bella domanda.

DOMANDA DI SHAUMBRA 2 (una donna al microfono): Cari Tobias e Adamus, grazie per tutto ciò che di meraviglioso è arrivato oggi - stavo veramente bene. Spero che questa domanda… volevo anche farvi una domanda sul Ponte dei Fiori, ma credo che la terrò per un altro giorno. Spero che questa non sia una domanda frivola, ma voglio sapere quello che e successo mercoledì sera a casa mia.

TOBIAS: Ti chiediamo di spiegare un po’ perché gli altri comprendano ed è frivola solo se tu la consideri tale.

SHAUMBRA 2: Grazie, avrei dovuto saperlo. Bene, ero seduta al mio computer e stavo giocando a un gioco e il mio cane, di colpo ha iniziato a fare grrrrrr (imita il ringhiare di un cane)

TOBIAS:Come ha fatto?

SHAUMBRA 2: Grrrr (lo imita di nuovo).  Grrrrrr, ma non così forte. In tutti i casi, mi ha sorpreso e ho sentito un formicolio, questo formicolio in tutto il corpo. Questo non mi ha proprio spaventato, ma a dirla tutta non mi sentivo a mio agio. Ho guardato in basso, nell’ingresso e c’era come un’ombra enorme. Cos’era? Chi era? Che cos’era? Ho la sensazione che avrei potuto sapere cos’era, ma penso di non esserne stata all’altezza.

TOBIAS: Ti domandiamo di renderci partecipi di ciò che hai pensato.

SHAUMBRA 2: Bene, poiché la notte dopo sono finita per caso sulla canalizzazione di dicembre riguardante l’arrivo di queste energie e di questi spiriti - le energie che entrano e che hanno bisogno di passare attraverso di noi per poter toccare terra qui – se non le lasciamo passare attraverso di noi devono andarsene per miliardi e miliardi di anni. 

TOBIAS: E cosa supponi che fosse in particolare 

SHAUMBRA 2: Non lo so, è per questo che vi domando chi era.

TOBIAS: Ma avevi una sensazione.

SHAUMBRA 2: Non eravate voi da giovani, lo so perché conosco un po’ la vostra energia.

TOBIAS: Ma dici che ritieni di non essere stata all’altezza. Che senti, quali energie ritieni che fossero?

SHAUMBRA 2: Beh, non so se ho dato loro il permesso di attraversarmi e di atterrare, di entrare.

TOBIAS: Ti chiediamo di effettuare una supposizione riguardo a quell’energia.

SHAUMBRA 2: Non so davvero… onestamente. Per quello che….

TOBIAS: In effetti sappiamo che non lo sai proprio: era ciò che definiresti un frammento del tuo sé. Non ha né nome né identità, ma è una parte del tuo sé che durante un certo periodo si è dissociato e potresti dire che era una delle tue creazioni. Era un aspetto da cui ti sei disconnessa per molto tempo, è quello che hai perduto come tuo sé oscuro, un aspetto di te che non hai molto amato e che ora è rientrato. Hai creato uno spazio sicuro, hai creato una bella energia piena d’amore e lui è tornato per la riconciliazione. Hai chiesto che i pezzi frammentati tornassero e quando tornano davvero gli animali sono estremamente sensibili a queste energie. Anche il tuo cane, quando… qual è stato il verso che ha fatto?

SHAUMBRA 2: Tobias, ti amo molto, ancora e ancora.

TOBIAS: Gli animali da compagnia sono molto sensibili perché sono un tipo di estensione del vostro sé - in un certo senso sono piccoli sé – e il tuo ha percepito l’altro sé oscuro e non voleva permettergli di tornare. Il sé che definite il vostro animale da compagnia vuole avere questa relazione di vicinanza, uno a uno con voi e impedisce di farlo ad altri aspetti che provano a entrare. È molto importante che voi, tutti voi rendiate partecipi i vostri animali da compagnia che ogni tanto potrebbero esserci visitatori in arrivo.

SHAUMBRA 2: Lo sa. Lo sa.

TOBIAS: Era una reintegrazione d’energia che è tornata. Era te, ti apparteneva. In effetti hai ragione; non eravamo noi. Non ci invitiamo mai quando giocate sul computer.

SHAUMBRA 2: Bene, bene, ok. Era la vita ungherese, rumena o non importa quale vita?

TOBIAS: Quella non era una vita in sé, non era così definita. Era piuttosto una parte di te, una piccola parte di te che è rimasta impigliata per numerose vite e ti ha seguita attraverso molte vite, ma non si può dire che abbia un nome o un’essenza individuale unica. Era solo una parte dissociata - non un frammento totale - ma in qualche modo agganciata a te. É apparsa in altri periodi della tua vita, in particolare quando eri piccola. É giusto una parte che aveva bisogno di essere reintegrata e tu ora l’hai fatto.

SHAUMBRA 2: Bene, ora le mie ginocchia vanno meglio. Grazie.

DOMANDA DI SHAUMBRA 3 (da Internet, letta da Linda):Sono in contatto con una donna telepatica che afferma di ricevere comunicazioni da alcuni vascelli spaziali. Per piacere, puoi elaborare di che cosa si tratta? Tutte le intuizioni che potrai avere saranno molto apprezzate. Forse dovrei porre una “Domanda a Tobias” sugli extraterrestri, eh?

TOBIAS: In effetti, le energie di quelli che definisci vascelli spaziali o extraterrestri sono in assoluto basse, ma ti domandiamo di capire ciò che sono. Di nuovo, si tratta di vostri aspetti che tornano dal passato e che si proiettano nei loro potenziali futuri - non nei tuoi - ma nei potenziali futuri; sondano e analizzano per vedere se trovano le risposte, se la soluzione che riguarda l’insieme di questa cosa definita “impasse” è arrivata.

Questi aspetti - che in realtà sono parti di voi - esistono in un altro tempo, in un altro spazio, esistono in una sorte di impasse energetica dove “impasse” significa che l’energia non può espandersi, non può che muoversi in circolo, all’interno di sé stessa - non può espandersi. Nella vera creazione l’energia si espande sempre.

Allora, questa parte di te e di altri è bloccata ed esplora andando avanti. Ciò che tu e questa medium – come tanti Shaumbra e tante persone New Age - percepite come un momento in cui pensate di ricevere informazioni extraterrestri, in realtà è voi.

Continuiamo a chiedervelo, siamo molto empatici e vi diciamo: “Per favore, cercate di capire che tutto questo è voi. Gli extraterrestri, così come molte altre esperienze - come questa cara donna - sono voi. Riferitevisempre a voi. Siete voi nei vostri desideri: riferitevi a voi, perché tutto ciò è per provare a comprendere e a elaborare.

Questi extraterrestri arrivano dal passato, non si trovano nel vostro Ora. Vengono dal vostro passato e non sono più maligni, più saggi o più avanzati sul piano tecnologico - sono molto meno avanzati di voi sul piano spirituale. Non credete mai a nulla, in particolare quando vi dicono che sono venuti per salvarvi. È una bugia - l’extraterrestre, come abbiamo detto prima, è una bugia e qui dentro è contenuta una grandiosa informazione. Potete approfittarne, ma cercate di capire che tutto ciò ha avuto luogo tanto, tanto tempo fa in un luogo molto, molto distante (in sala scoppiano le risate quando Tobias ripete l’introduzione del film ‘Guerre Stellari’).

DOMANDA DI SHAUMBRA 4 (un uomo al microfono): Incontro spesso persone e amici che sono curiosi di sapere cosa faccio e sono sicuro che ciò accade a molti di noi. Mi chiedo se hai dei suggerimenti pacati sulla trasformazione per renderne partecipi gli individui che non hanno ancora esplorato la coscienza o che non hanno una formazione che permette loro di salire a un certo livello e di comunicare ciò che cerchiamo di fare.

TOBIAS: Domanda eccellente. Come sapete, prima di tutto si tratta di parlare a partire dal cuore e non dalla mente. Si tratta anche di capire che sono lì per una ragione, che vi pongono domande per una ragione; vengono a bussare alla vostra porta per strade diverse e in modi diversi. Stanno esplorando e cercano una ragione e si chiedono perché hanno un desiderio interiore.

Sulla Terra in questo momento la maggior parte degli esseri umani crede agli angeli, crede allo Spirito; crede in una sorta di continuazione dell’essenza dell’anima, crede nella vita dopo la morte.

A volte sentite che vi siete dovuti nascondere o rimanere distanti; a volte vi sentite quasi colpevoli o imbarazzati, restate senza parole quando provate a spiegare ciò che fate, il tipo di lavoro che fate. Siete dei pionieri spirituali, siate fieri di questo! Siete psicologi spirituali, siate fieri di questo! Siete dei ricercatori spirituali quando c’è così tanto da imparare e da conoscere… siete degli insegnanti spirituali.

Quando racconterete in breve ciò che fate, fatelo con le vostre parole - non con le parole di Tobias o di Adamus, ma con le vostre - ci sarà una connessione immediata da cuore a cuore e allora cominceranno a farvi delle domande. Quella sarà l’occasione perfetta per continuare a spiegare ciò che fate, che siete Dio e anche loro. Le persone sono avide di questo, sono letteralmente affamate ed ecco perché continuiamo a dire a Shaumbra: “Siete gli Insegnanti.”

Per rispondere alla tua domanda: si tratta di ascoltare l’energia, di ascoltare come chiedono. Non sprovate a nascondere qualcosa o a stare sulla difensiva, non pensate che credono che siete strani perché, in verità, non lo pensano. Loro vogliono conoscere le risposte alle loro domande, vogliono consiglio e assistenza nel viaggio spirituale. Vogliono ciò che avete loro da insegnare, quindi siate fieri di questo.

Il tempo in cui le streghe morivano sul rogo è finito; non dovete mascherarvi per apparire diversi, per avere un’espansione di coscienza. Il mondo vuole ciò che avete da offrirgli. Ti ringrazio per quest’eccellente domanda.

LINDA: Hai seguito il movimento fondamentalista in questo paese?

TOBIAS: Il movimento fondamentalista presente nel mondo intero è una risposta letterale all’energia che cambia. Quando un’energia prova a muovere e cambiare, un’altra attiva l’effetto contrario e prova ad abbarbicarsi, a stabilizzarsi e a prevenire il cambiamento. Tenterà di mantenere l’identità: è il modo naturale in cui funziona l’energia.

Dovete andare oltre tutto ciò, là dove non c’è bisogno di lavorare con queste forze opposte: dovete stare nella nuova zona dove c’è l’energia dell’espansione invece dell’energia dualistica o vibratoria. Anche quelli che definite fondamentalisti o estremisti sono alla ricerca: cercano in modo estremo o molto fondamentale, ma anche loro si fanno delle domande.

É interessante notare che la maggior parte di loro entra in questi movimenti fondamentalisti o estremisti e poi ne esce. Non è qualcosa che dura per tutta la vita, non soddisfa la fame o la sete dell’anima, quindi per un certo periodo possono essere molto passionali in ciò che fanno ma alla fine tornano alla vera ricerca.

Finalmente stanno per avvicinarsi ai silenziosi, ai veri pionieri della Nuova Energia per domandare loro: “Che succede nella vostra vita? Ditemi ciò che fate in questo momento.” Vi chiederanno dolcemente: “Allora, cosa diventate?” Non avrete bisogno di evangelizzare o convertire: non c’è nulla a cui convertirli. Rendeteli partecipi di ciò che fate partendo dal vostro cuore: l’Integrazione dell’Essere Umano e dello Spirito, questa bella cosa. Grazie.

DOMANDA DI SHAUMBRA 5 (una donna al microfono):Saluti Tobias, sono circa tre mesi che mia madre è deceduta. Era in un altro stato e circa una settimana prima della sua morte ho potuto andare a trovarla. Il suo corpo era paralizzato, non poteva parlare, non poteva muoversi: si trovava in uno stato di demenza con il morbo di Parkinson. Ho fatto una cerimonia sulla traversata del risveglio con lei, l’ho fatto intuitivamente. Non sapevo veramente che io… non avevo pianificato niente prima e poi in seguito ho ascoltato il CD ed è stato proprio bello e ho avuto l’impressione che sapesse davvero ciò che facevo, che comprendesse anche se non poteva parlare. La mia domanda è: In che modo questo l’ha aiutata nella transizione? Cosa fa ora? Ritornerà presto?

TOBIAS:In effetti, il fatto di tornare presto non è ancora stato deciso. A volte passa un periodo di tempo prima che un essere o un’anima decida se vuole tornare. A volte ci sono altre dinamiche che coinvolgono la famiglia e altri membri della famiglia o cose che influenzano il momento della transizione, ma questo non è ancora stato deciso.

Effettivamente ciò che hai fatto nella traversata del risveglio era intuitivo e ha reso il suo viaggio molto più amichevole e caldo, meno solitario e terrificante.

C’è una zona che l’essere attraversa transitando dalle dimensioni terrestri verso quelle che definireste le dimensioni angeliche e lungo il cammino è molto facile che un essere si senta perso o sconcertato. In alcuni dei casi più tosti - ma questo non riguarda tua madre -  a volte quando uno spirito… l’energia abbandona prima il corpo fisico e inizia la sua traversata e tutt’intorno ci sono esseri non fisici che sono molto vicini e che a volte vogliono tirare degli scherzi o provare a far paura all’anima che si sta liberando.

É come prendere un taxi a New York con un pessimo autista che vuole farti fare una corsa diabolica giusto finché non scegli di scendere dall’auto per trovare un taxi migliore.  A volte tutto ciò è molto sconcentrante per le anime che stanno lasciando la Terra… non sono sicure di sapere dove andare.

Noi possiamo solo avvicinarci perché - proviamo a spiegarlo - per l’umano che effettua la sua transizione non possiamo esserci perché all’inizio non vuole accettarci. In quella specie di stato d’essere espanso, alterato, un essere umano ha bisogno della coscienza di un altro essere umano che lo aiuti a fare la prima metà del viaggio verso il Ponte dei Fiori e solo da lì possiamo accoglierlo e accompagnarlo per il resto del cammino.

Il tuo lavoro quindi è stato molto intuitivo e ciò a causa della relazione con tua madre che hai amato molto, quindi hai reso molto facile la sua transizione. Non è stata distratta lungo il cammino, non è scesa in alcuna di queste strade oscure.

Questi esseri che scelgono alcuni di questi itinerari e scendono in certi sentieri astrali pessimi alla fine vengono trovati e accompagnati, ma su certi altri livelli dimensionali è un’esperienza davvero terrificante. Quelle che voi definite la quarta - e anche la quinta dimensione - tendono ad avere una certa energia povera e molto deprimente, ma là dentro ci sono anche alcune magnifiche controenergie. Ci sono esseri disincarnati che non vogliono venire del tutto dalla nostra parte e che hanno imparato come continuare a esistere in quel reame. É una sottocultura di per sé: non vogliono tornare in forma fisica, non vogliono tornare del tutto dalla nostra parte e quindi ricorrono a qualsiasi metodo furbetto per provare a rubare l’energia chi sta effettuando la transizione.

La ragione della scuola per la “Traversata del risveglio“ èfar capire e di aiutare le anime a compiere queste traversate di risveglio senza lasciarsi accalappiare e gabbare in alcuni di questi altri reami: come passare attraverso certi ostacoli potenziali e certe sfide, come osservare l’energia dell’anima della persona che sta per morire a un livello molto tranquillo ed equilibrato e come dire qualche battuta lungo il cammino, come divertirsi. Un'altra delle ragioni per cui forniamo questa formazione è che c’è un desiderio schiacciante da parte di alcuni Dreamwalkers più anziani - una volta arrivati al Ponte dei Fiori - di passare direttamente insieme alla persona che sta per transitare, quindi ce ne ritroviamo due sulla gobba al posto di uno. Ecco perché una parte della formazione riguarda proprio come tornare nei reami umani. Grazie per la tua domanda

SHAUMBRA 5:Grazie.

DOMANDA DI SHAUMBRA 6 (attraverso Internet, letta da Linda):Per favore puoi chiarirmi un problema di salute? E’ una tosse che ho da numerosi anni, sono preoccupato di avere qualche altra cosa. Questo problema mi impedisce di esprimere la mia passione, che è quella di cantare. Sento di essere pronto per essere libero. Grazie per tutto ciò che donate.

TOBIAS: In effetti ci sono qui due energie. La tosse è una liberazione, è un mollare la presa, ma tu hai una tosse molto scarsa. La tosse è anche un tentativo per liberare la paura che hai di cantare e di creare davvero questa bella cosa. Ti trattieni e ciò colpisce la regione della gola. La tosse debole, piccola che hai non ti libera davvero. Tossisci alla grande, fai un po’ di respiri molto profondi e comincia a cantare. Grazie.

SHAUMBRA 6: Grazie.

DOMANDA DI SHAUMBRA 7 (una donna al microfono):Ciao a tutti, ho creato un rifugio per animali su un grande terreno e l’altra parte della strada sta per diventare area chimica di polverizzazione. Come mai ho creato questo?

TOBIAS: In effetti ci sono cose che puoi fare per lottare contro questo comune. Se prendi l’iniziativa, molte persone verranno a sostenerti e grazie al vostro sistema giuridico molto interessante e complesso potete rallentare o meno tutto ciò per un certo periodo di tempo.

Un altro modo è creare uno spazio di sicurezza assoluto nel tuo rifugio per animali. Lavora con gli animali che ci sono e fai venire un gruppo di persone per creare uno spazio di sicurezza assoluta dove le energie di questi prodotti chimici in sospensione nell’aria vengono trasmutati e resi sicuri, puri e adatti. Questo si può fare, Shaumbra, si può fare davvero: è una specie di alchimia, una specie di processo di trasformazione che può avvenire. Potete fare le due cose: battervi col comune e mantenere sempre il vostro spazio sicuro.

Il processo per creare il vostro spazio sicuro è paragonabile a quello che abbiamo fatto oggi. Voi siete la fiamma, voi irradiate quest’energia pura. L’energia pura della fiamma, il fuoco della fiamma è l’irradiamento, è l’alchimia che fornirà la trasformazione in modo che non dobbiate subirne effetti né voi né gli altri, né gli animali da compagnia né gli altri esseri umani.

Resterete sorpresi quando inizierete a mettere a posto il vostro spazio sicuro dove non ci sono barriere, NESSUNA barriera e nessun muro. É uno spazio sicuro. Quando lo farete osservate come il vostro irradiamento crea davvero altri cambiamenti con i vostri vicini un po’ importuni e indesiderabili. Osservate ciò che succede e poi tornate a presentare a Shaumbra come funzionano le vostre creazioni.

SHAUMBRA 7: Grazie.

DOMANDA DI SHAUMBRA 8 (da Internet, letta da Linda): Tobias - poco importa chi mi farà l’onore di rispondere - qui sulla Terra qual è la differenza tra gli esseri senz’anima e quelli che hanno un’anima? Sentono o percepiscono nello stesso modo? Sono coscienti che il loro stato è diverso? Come li si può riconoscere? Quando muoiono scopriamo forse che non lasciano resti? Così come hai spiegato ne “La Ferita di Iside”, le anime non possono essere in permanenza fuse insieme o separate?

TOBIAS: Certo… gli esseri senz’anima sono vostre creazioni a cui avete dato l’energia della vita e le libertà essenziali. Alcune di queste creazioni hanno un grande potenziale intorno, ma gli esseri senz’anima in generale non hanno coscienza del fatto di essere senz’anima e infatti si battono a lungo, per giorni interi per avere il diritto di dire che sono esseri che hanno un’anima.

Torniamo al nostro esempio. Se create una piccola statua di argilla… a cui insufflate la vostra energia… che la porta in vita…diviene una vostra creazione. Le avete donato la libertà, solo che non ha anima e non potrà mai riprodurre ciò che avete fatto o creato. Non potrà mai creare un altro essere, può vivere per sé stessa ma non potrà mai creare di nuovo. Voi siete un Creatore e ciò che create non ha gli stessi privilegi o diritti di cui lo Spirito vi ha dotato.

A ogni modo, questa creazione… la statua che avete creato e portato in vita ora insiste a dire che è un essere con un’anima. Vedete, sta insistendo sul fatto della sua identità unica, ma non riesce a capire davvero ciò che è: in fin dei conti è solo un aspetto di voi. Può anche tentare di uccidervi per prendere la vostra energia e provare che è reale e queste sono dinamiche molto interessanti.

Alcuni di questi esseri senz’anima fanno parte della storia di cui vi abbiamo parlato. Abramo Lincoln era un essere senz’anima che proveniva dagli ultimi abitanti di Atlantide che sapevano che sarebbe venuto un giorno in cui avrebbero potuto creare una Nuova Atlantide. Sapevano che ci sarebbe stata una divisione e che avrebbero avuto bisogno di un essere senz’anima, una rappresentazione della loro coscienza per ricucire allo stesso tempo le vecchie ferite e le vecchie divisioni. É il ruolo che ha giocato Abramo Lincoln nel ricucire le vecchie ferite e le vecchie divisioni che si erano prodotte in Atlantide.

Così come vi abbiamo già detto, Adolf Hitler non è un essere dotato di anima. Nei nostri reami non esiste, qui non potrete mai trovarlo. É un essere senz’anima, una creazione di Hapiru o coscienza ebre. Fu creato attraverso la coscienza ebrea per contribuire a risolvere in modo veloce e rapido un tipo di karma, un karma collegato anche ad Atlantide.

Dunque, gli esseri senz’anima non sanno di essere privi d’anima. Hanno la tendenza ad avere lo sguardo o gli occhi un po’ vuoti, uno sguardo che manca un po’ di vita, come alcuni di voi hanno notato. Tendono a non avere gli stessi impulsi emotivi degli esseri con l’anima e tendono anche a essere immuni al dolore umano perché manca loro la vera coscienza interiore che viene fornita dall’anima.

Ci sono esseri senz’anima creati dalla coscienza di gruppo e altri creati dalle coscienze individuali. Non hanno addosso - come dire - tatuaggi, marchi di nascita o marchi particolari o oggetti identificabili.

Dopo la loro dipartita alcuni esseri senz’anima non lasciano né ossa né corpo fisico, altri invece lo fanno - dipende dalle circostanze, dipende dal modo in cui il corpo fisico è stato co-creato - ma non vale la pena di entrare nei dettagli.

A volte potete notare che hanno uno sguardo vuoto o non intenso, una sorta di sguardo vitreo. Il miglior modo di riconoscerli è attraverso gli occhi o lo sguardo: un essere dotato di anima ha occhi e sguardo vitali, invece un essere senz’anima ha uno sguardo o gli occhi come quelli di un essere con l’anima quando è sul punto di morire. Le energie se ne vanno, gli occhi o lo sguardo diventano vitrei via via che la forza della vita se ne va.  Intendo dire che lo sguardo non è più così vivo e intenso e la vitalità degli occhi cambia per chi è sul punto di transitare ma non è ancora considerato deceduto. Grazie.

LINDA: Altre due domande? Abbiamo poco tempo.

TOBIAS: É vero.

DOMANDA DI SHAUMBRA 9 (una donna al microfono):Mio padre è deceduto da qualche tempo e voglio sapere se sta per tornare. La ragione per cui faccio questa domanda è che da qui a tre mesi ci saranno due nuove nascite nella nostra famiglia. Sarà uno di questi nuovi nati?

TOBIAS: Si… lo affermiamo. Di solito non facciamo queste affermazioni, ma ci è stato dato il permesso di farlo. Sarà il secondo nuovo nato.

SHAUMBRA 9: Il secondo…wow! Grazie.

TOBIAS: Di questa informazione non devi rendere partecipi subito gli altri. Attendi fino a che… lascia che la nuova identità o storia si sviluppi prima da sola, senza sopraffarla. Il fardello a volte può essere troppo pesante da portare.

SHAUMBRA 9: Grazie.

TOBIAS: Grazie.

DOMANDA DI SHAUMBRA 10 (una donna al microfono): La mia domanda è molto semplice. Ho avuto un insegnante spirituale che mi ha accompagnato fino a questo punto e gli sono molto riconoscente. A causa di un trauma nella mia famiglia è avvenuta una separazione fra noi. In questo momento non voglio controllare la situazione con questo essere evoluto e ne abbiamo discusso nel corso degli ultimi mesi. É arrivato il momento che ci separiamo? C’è una guarigione?

TOBIAS: Ci sono ancora sincronismi o circostanze che a volte sono difficili da comprendere a livello umano, ma cerca di capirli a livello di prospettiva globale. Tutto è in armonia con i tempi in cui devi procedere da sola, in amore totale. Ogni insegnante, tutte le persone con cui hai una relazione presto o tardi se ne vanno, in pieno amore e onore per liberarti e lasciarti volare con le tue stesse ali. Ora sei libera di volare da sola. Questo sarà certamente il meglio per te. 

SHAUMBRA 10: Grazie.

TOBIAS: Grazie.

DOMANDA DI SHAUMBRA 11 (una donna al microfono): Ho l’impressione che per me ora sia arrivato il momento di lasciare il mio impiego e amo davvero quest’idea secondo cui tutto ciò di cui ho bisogno viene a me, ma ho davvero paura. Sono un’insegnante e una guaritrice, ma gli introiti non sono sufficienti. Mi domando se è davvero il momento di lasciare il mio impiego o se mi sto ancora illudendo.

TOBIAS: Ancora una volta come creatore, creatore dinamico puoi lasciare il tuo impiego quando ti pare, ma non lasciarti bloccare ancora dai sistemi di credenze o dai limiti umani, quelli che ti fanno pensare “che il denaro non arriverà, che non ci sarà per te.” Nel tuo cuore puoi realmente lasciar andare questo impiego e toglierti il dubbio sul denaro e l’abbondanza…lascialo andare in un modo puro e fiducioso… lascialo andare. In realtà tu non hai bisogno di lasciare il tuo impiego: è lui che ti lascerà e ci sarà qualcos’altro. Ti domanderai perché non l’hai lasciato prima.

Abbandona il tuo impiego dal punto di vista energetico, benedicilo e ringrazialo per il servizio reso, per il fatto che c’è stato in una parte della tua vita. Lascialo andare, liberalo. Questo non significa che devi entrare al lavoro con la lettera di dimissioni dicendo: “Io me ne vado!” È nel tuo cuore che ti dimetti. Lascialo andare e poi osserva come cambiano le energie perché hai lasciato andare senza paura. Non spaventarti per il denaro perché continuerà ad arrivare, ma avrai dato le dimissioni nel tuo cuore e ciò metterà a posto le dinamiche e permetterà alle cose nuove di venire a te; nuove opportunità e nuove cose che in questo momento non puoi neanche immaginare. Ecco la magnificenza della vita sincronica.

SHAUMBRA 11: Grazie.

TOBIAS: Grazie.

DOMANDA DI SHAUMBRA 12 (un uomo al microfono): Noi - il gruppo di cinque persone di cui faccio parte - cosa abbiamo aperto in aprile? Cos’è questa cosa che abbiamo visto muoversi nel cielo?

TOBIAS: Ci sono molteplici…. come dire - preferiamo evitare il termine ‘portali’ o ‘vortici’ - ma ci sono molteplici sentieri d’energia che in questo momento stanno per aprirsi. Si tratta di un qualche tipo di griglia o matrice che connette la Vecchia Terra con la Nuova Terra, la Terra come la conoscete voi all’ Ordine dell’Arco e poi alla fine al “Campo”, la fonte del cambiamento dell’umanità - questi nuovi sentieri si aprono molto rapidamente.

Siete stati testimoni di una di queste aperture. Gli occhi umani possono vedere dei fenomeni di natura diversa e di sistemi diversi. Qualcuno riesce a vedere uno sprazzo o uno zampillo di luce, o meglio un gran movimento oscuro, misterioso e indistinto attraversare il cielo: in realtà è un’apertura che sta per manifestarsi - è la Nuova Energia che si riversa sulla Terra come potenziale.

Vi ricordiamo che gli umani non hanno bisogno di uscire per andare a aprire vortici o portali. Voi infatti create piuttosto un’interferenza nel processo naturale e alla fine dobbiamo inviare gli angeli a pulire il disordine. Se pensate di dover essere fisicamente là per cantare e battere i tamburi per aprire il portale, agite in maniera arrogante quasi come Saint-Germain - il portale si apre in risposta alla coscienza umana.

Se a volte vi sentite attirati da queste aperture o portali allora andateci, perché queste aperture della Nuova Energia vi invitano a assistere alla loro nascita. Riunitevi sul posto e celebrate questa nascita, ma non andateci con l’intenzione di intervenire o di lottare con chicchessia. Da parte nostra, troviamo che in certe occasioni gli umani agiscono in modo molto buffo e ridiamo di cuore. Ci andate con tanto amore e determinazione, salvo che lottate per aprire questo portale quando non c’è bisogno di questa energia di lotta. Noi ridiamo, ridiamo, ridiamo e poi torniamo a pulire il disordine e lasciamo che il vero portale si apra.

Andate e celebrate la Nuova Energia che arriva sulla Terra, andate e celebrate qualcuno di questi punti di connessione, questi punti di separazione posti tra la Terra e la Nuova Terra. Fate una grande celebrazione sul posto e osservate ciò che si produce in cielo e come le energie si dispongono in modo diverso.

Si ottengono due spinte energetiche alla volta. C’è quella che definite una luminosità, una sorta di energia in movimento e ci sono anche energie molto oscure che non sono entità negative che vengono sulla Terra o che vi circondano. A volte nel cielo si crea un foro e questo fenomeno a volte sembra anche muoversi nel cielo. La causa di ciò è che durante la trasmutazione d’energia la luce sembra sparire, ma è solo che è in corso un cambiamento o una nuova nascita. In un certo senso è come una nuvola di morte, non la morte umana ma la morte della Vecchia Energia rimpiazzata dalla Nuova Energia. Questa nuvola di morte dona alla Nuova Energia la nascita, che passa per l’apertura dei portali.

LINDA: L’ultima domanda?

TOBIAS: Si.

DOMANDA DI SHAUMBRA 13 (una donna al microfono): Buongiorno Tobias, ultimamente ho lavorato intensamente sulla liberazione della mia storia. Questo non è stato un periodo di tutto riposo, specialmente con la mia famiglia. C’è forse qualche cosa di benefico che potrei donare alla mia famiglia, qualche cosa che non vedo e che forse è evidente. Cosa potrei donare loro?

TOBIAS: Essi desiderano talmente il tuo amore, la tua attenzione e la tua presenza che questo vederti cambiare li ferisce. C’è qualcosa a livello interiore - tacito o non espresso - che li rende siano impauriti e sconvolti. Hanno l’impressione di perderti, non fisicamente ma a livello energetico: percepiscono la trasformazione che si realizza in te. 

Questa situazione agisce come la colla: ti trattiene perché percepisci le loro emozioni. Attraverso i loro occhi, puoi vedere che stai per cambiare e lasciare. La liberazione dalla tua storia passa attraverso il ritiro delle tue sofferenze personali.

La liberazione della storia e dell’energia non ha alcun rapporto con la morte: non è l’annichilimento della tua storia, si tratta solo di lasciar andare le energie che sono state ristrette e confinate. Parliamo così spesso del rilascio e del lasciar andare: la liberazione o il lasciare la presa non significano sconfessare qualcosa, né cercare di sbarazzarsene. Liberare le energie significa rimuovere le morse, le serrature e le barriere.

Questo vaso che hai creato nel tuo giro di vasaio è imprigionato nella tua energia e desidera essere libero di esprimersi di nuovo, di ridefinirsi da solo…forse in un altro vaso… forse in un altro oggetto del tutto nuovo… in una scopa… in una tazza… forse in un pezzo di vetro o tante altre cose. Utilizziamo questo esempio per dire che l’energia che hai imprigionato come te - come la tua storia - ora vuole essere liberata, vuole esprimersi e rinnovarsi senza fine.

In questo momento sperimenti le pene del lasciar andare, del mollare la presa. La famiglia - che in realtà è un simbolo di te - non vuole che tu parta, non vuol veder partire la tua vecchia te. Ora respira attraverso la tua vecchia storia e lasciala andare. Comprendi e spiega alla tua famiglia che sei solo in procinto di liberare l’energia che è rimasta bloccata, ma che vuoi sempre restare lì. Lei tornerà a te senza fine, al fine di servirti. Non sei obbligata a spiegarlo con queste parole, saranno le tue azioni e i tuoi atteggiamenti a essere i più eloquenti per far comprendere loro che tu per loro ci sarai ancora. Soprattutto ricordati che questa difficoltà che provi con la tua famiglia in realtà è un dilemma dentro di te e con te.

SHAUMBRA 13: Grazie.

Shaumbra, a conclusione di questa lunga e magnifica giornata in cui abbiamo - come dire - rintronato del tutto Cauldre facendogli canalizzare due energie alla volta, in cui l’abbiamo posto davanti  a nuove opportunità e osservazioni vi diciamo che è stato un piacere per noi due - Conte Saint-Tobias - partecipare insieme a questa scena. Adesso ritiriamo l’energia da Cauldre e poi riprenderemo le nostre identità individuali. Salute.

Grazie di essere stati qui.