SHOUD 12 - IL DONO DELLA CHIAREZZA

La Serie dell’Incarnazione

SHOUD 12 - IL DONO DELLA CHIAREZZA - con Tobias e Kuthumi

presentato al Crimson Circle il 16 luglio 2005

E così è, cari Shaumbra, che ci riuniamo in questa classe di Nuova Energia. Oh, oggi ci fate entrare con tale dolcezza e tenerezza e non sapete ciò che vi aspetta. Oggi cavalchiamo letteralmente le nostre onde, guidiamo i nostri carri d’energia qui. Oh, sì, siamo stati con voi per settimane prima di arrivare qui e siamo stati con voi in questi ultimi giorni.

Ora possiamo stare davvero con voi, non solo seduti vicino a voi o dietro di voi bensì seduti dentro di voi, in quanto voi siete arrivati fino a questo punto. Avete permesso la piena incarnazione, vi siete aperti a un punto tale e avete lasciato andare le paure e così potete incarnare qualunque cosa, senza timore. Voi potete accettarci, potete accettare qualsiasi cosa nel vostro spazio, nella vostra realtà senza temere che vi tolga qualcosa, che vi distragga, che in qualche modo vi annienti. Oh, questo è il vero marchio dell’Umano Divino: quando è capace di incarnare come state facendo ora.

Stiamo parlando da dentro di voi, stiamo parlando tutt’intorno a voi. É un momento prezioso quello che condividiamo con voi in questa riunione annuale di Shaumbra - con tutti quelli che si trovano in questa stanza, con tutti quelli che stanno ascoltando e con tutti quelli che nei tempi futuri saranno toccati da quest’energia di Shaumbra.

Forse il nostro Shoud di oggi è un po’ diverso da quelli a cui siete abituati.  In effetti tutto dipende da voi, dipende tutto da voi. Proprio ora, riunite in questa stanza insieme a voi ci sono le Energie di Mark, Ohamah, Aquila Bianca, Il Concilio, Quan Yin. Certo, è un’energia che richiama anche Maria – l’energia femminile benedetta e sacra di Maria – in questa stanza. Maria è l’Energia Madre propria di questa Terra. Persino i nativi - il popolo della Prima Nazione - attingeva a quest’energia di Maria; la chiamavano con un nome diverso ma si trattava dello stesso Essere. Tutta questa energia sta fluendo in questa stanza proprio ora, per stare con noi in questo 12° Shoud di questa serie.

Ora entriamo e raccogliamo l’energia di Shaumbra per lo Shoud. Queste sono davvero le vostre parole, la vostra energia, la vostra coscienza e noi non facciamo altro che raccoglierla e sostenerla: siamo qui per servirvi. Spesso – anche parecchi giorni prima – vi capita di sentire ciò che verrà detto perché siete voi. Oggi le cose sono un po’ diverse, in quanto ci sono due copioni che vengono scritti per questo Shoud 12 e non è ancora stato deciso quale vi verrà consegnato.

Ci sono due copioni, Shaumbra. Oggi ne consegneremo uno - non entrambi – ne consegneremo uno. Dipende da voi, in questo Momento Ora. Che questo sia chiaro, che questo sia chiaro per voi: dipende da voi. Fate quel respiro profondo.

 Ora, forse volete che descriviamo questi due copioni ma non possiamo: deve venire dalla vostra sensazione.

(di colpo avviene un cambiamento nell’energia):Namasté… namasté… namasté. Sono io, Kuthumi, che entro per interrompere questa canalizzazione di Tobias. Namasté….

PUBBLICO:Namasté.

 KUTHUMI: Qualcosa è andato storto. Io, Kuthumi, stavo guardando il programma di questa conferenza e ho visto i nomi di Tobias e di tutti gli altri… Aquila Bianca… e Mark. Persino Ohamah è stato invitato quest’anno. Ho letto ogni pagina, una dopo l’altra e non sono riuscito a trovare Kuthumi. Ho detto: “Dov’è Kuthumi? Deve esserci un errore!” Ho chiamato Tobias e lui mi ha ignorato.

Devo interrompervi per dire che sono un po’ sconvolto da tutto questo. Non riesco a immaginare un evento Shaumbra a cui non sono invitato, quindi ho fatto un salto. Sono talmente sconvolto dal corso degli eventi che ho deciso di creare un mio seminario e intendo promuoverlo proprio qui.

 Ho scavalcato Tobias qui e intendo creare un seminario, perché sono talmente dispiaciuto per ciò che è accaduto. Intendo chiamare questo seminario… intendo chiamarlo “Che cosa sono io allora… sterco di mucca?” Sarà un seminario sull’autostima e tratteremo argomenti come… come ci si sente a essere fatti fuori da internet… come ci si sente a entrare in un ristorante con tanta fame e quelli decidono di chiudere, di non servire altri pasti… come ci si sente a essere lasciati dal proprio compagno.

 Ehi… che cosa sono allora… sterco di mucca? Ecco come mi sento proprio ora…  mancanza di autostima perché non sono stato invitato alla conferenza, quindi creerò un evento tutto mio. Avremo questo seminario sull’autostima: “Ehi… ma allora che cosa sono … sterco di mucca?” Lo terremo a Cleveland in pieno inverno.

Per quelli che parteciperanno… devo dire che sarà molto, molto costoso e così vi sentirete davvero contrariati se non ve lo potrete permettere. Quando sarete promossi al mio seminario riceverete un diploma. Sarete un leccapiedi ufficiale … certo, certo, come il mostro di “lack-ness” (un gioco di parole tra il mostro di Lochness e Lack = Mancanza) che era mio anche lui. Ho dovuto proprio fare un salto qui, ho dovuto scavalcare Tobias per poter fare la mia comparsa alla conferenza. Namasté…

PUBBLICO:Namasté...(a questo punto, un altro cambiamento - torna Tobias)

TOBIAS: Oggi avete due scelte avete (risate del pubblico mentre Tobias continua come se nulla avesse interrotto il flusso del suo discorso) e dipende da voi quale scegliere. Vi chiediamo di entrare in profondità dentro di voi e sentire entrambe le scelte: si tratta di un bivio. É ora di entrare dentro e di sentire le diverse direzioni che solo voi, come Shaumbra potete prendere anche per chi vi seguirà.

Vi chiederemo di fare un respiro profondo. Forse, mentre entrate dentro uscite dalla mente ed entrate nell’Energia del Cuore. Non c’è una scelta che sia migliore o peggiore dell’altra: entrambe le scelte vi porteranno nello stesso luogo, solo in due modi diversi, Shaumbra, in due modi differenti. Qui non c’è un modo giusto e uno sbagliato, ci sono solo due scelte e entrambe sono ben scritte per questo giorno. Ora, prima di continuare sentiamo la vostra energia, l’energia di tutti gli Shaumbra.

Negli ultimi 12 mesi e 11 Shoud abbiamo parlato d’incarnazione. Abbiamo parlato del fatto che l’incarnazione è accettazione senza paura… togliere quei blocchi… rilasciare quelle cose che vi trattengono… incarnare tutto di voi… incarnare le cose che vi piacciono e quelle che non vi piacciono…. incarnare le energie di una vita passata… incarnare tutti i potenziali che non sono mai stati messi in atto, mai manifestati. L’incarnazione è accettazione senza paura.

Ecco cosa fate da 12 mesi: si tratta di rilasciare la storia che pensavate di essere. É una bella storia, siete stati voi a crearla - è un capolavoro - ma arriva un punto in cui è ora di lasciar andare anche quella… oh, non di gettarla sulla strada né di negarla. Quando diciamo “rilasciare” - ogni volta che diciamo “rilasciare” - stiamo parlando di rimuovere le strutture, i limiti e i controlli energetici dalle vostre creazioni.

Come abbiamo continuato a dire per tutto l’anno quando lo Spirito, l’energia grezza dello Spirito crea non ci sono limiti. Lo Spirito crea, poi benedice la creazione e lascia che lei continui a espandersi e a evolversi senza controlli, senza trascinarsi dietro un vecchio bagaglio, senza programmi e senza limiti. Voi create così.

In questa vita create la storia, le date un nome e una forma corporea in cui camminare. Poi arriva il punto in cui vi rendete conto che non è più voi; è un aspetto di voi e la lasciate andare. Oh, naturalmente quando lo fate le cose cambiano.

In realtà questo vi permette di espandervi e di passare ai livelli successivi, vi permette di andare oltre questa 3a dimensione in cui vi trovate, una 3D che può sembrare e apparire così reale ma si tratta solo di una realtà, questa 3D che è così densa e spessa che dopo un po’ diventa opaca e perde chiarezza. Voi perdete la vostra chiarezza su questa realtà…vi perdete.

Nell’incarnazione, nell’accettazione di tutto ciò che siete e di ogni cosa intorno a voi, di tutti, di ogni cosa… oh, si rilascia un’energia che vuole esprimersi in un modo nuovo. Vuole andare nella Nuova Energia ed è ciò che avete fatto per un anno. Per questo vi amiamo e rispettiamo.

Avete imparato a prendervi cura di voi. Sembra persino strano che ci fosse la necessità di pronunciare queste parole, ma c’era. Vi stavate dimenticando di prendervi cura di voi, vi stavate dimenticando di onorare il corpo, la mente e lo spirito. Onorate il vostro viaggio, prendetevi cura di voi. Come insegnanti dovete aver cura di voi, dovete donare a voi. Non c’è nulla di sbagliato nell’essere in modalità ‘su di sé’, in amore verso sé stessi. Non c’è nulla di sbagliato, ma in qualche modo la coscienza umana ne ha fatto una cosa sbagliata.

Immaginate di uscire da qui e vedere che tutti nel mondo si amano: che benedizione sarebbe! Bene, si può cominciare proprio qui, con voi. Prendetevi cura di voi: amatevi, nutritevi - non c’è nulla di sbagliato in questo.

Avete paura di esagerare, di viziarvi, ma voi state andando oltre. Ne avete paura perché in passato avete esagerato, vi siete trovati in una modalità squilibrata ma ora la vostra energia torna in equilibrio.

Ricordatevi ciò che abbiamo detto: “L’energia cerca risoluzione. L’energia cerca una sua forma di equilibrio.” Quando è squilibrata, si trova in uno stato innaturale di essere. Non abbiate paura di amarvi, non abbiate paura delle cose accadute in passato, quando pensavate di esagerare.

Alcuni di voi si portano ancora addosso l’energia dell’alcolista, voi erigete questo blocco e continuate a dire: “Sono un alcolista.” In questo momento, in questo spazio sicuro e sacro in cui ci troviamo potete lasciarlo andare e amarvi? Non siete un alcolista: siete un angelo che si ubriacava parecchio e ora state andando oltre, sapete che non vi serve più ubriacarvi così.

Non vi serve esagerare nel mangiare o esagerare in altro: ora si tratta di una forma di equilibrio, proprio ora quell’equilibrio è in voi e con voi. A proposito, dobbiamo dirlo ad alcuni di voi - l’equilibrio non è noioso; l’equilibrio è completamento ed espressione, in un modo unico.

Nel corso dell’anno abbiamo parlato della libertà dell’anima. In parecchie occasioni avete avuto l’onore di sentire Adamus - come dire - di essere scossi parecchie volte da Adamus per far fluire l’energia - quell’energia di Saint-Germain - l’energia di alchimia e trasmutazione. Abbiamo parlato in modo ampio della libertà dell’anima e proprio nella libertà dell’anima diventate gli esseri radiosi, sincronici che scegliete di essere, che volete essere.

Oh,ora state irradiando. C’è un’energia che arriva in voi e attraverso voi, che è benedetta da voi e che sta causando un’enorme radianza in questa stanza e per tutti quelli che stanno ascoltando. Voi siete dei Bellissimi Esseri Radiosi.

Oggi - e ieri - avete sentito altre cose sulla vita sincronica. La vita sincronica è quando vi aprite…quando incarnate…quando vi amate… quando vi concedete la libertà… quando uscite dalla mentalità preoccupata per entrare nella modalità d’essere della Nuova Energia… tutto è sincronico. Accade in quel momento. Tutti gli eventi sembrano semplicemente fluire - letteralmente, le risposte sono lì già prima che venga posta la domanda.

In effetti questa è la modalità vera e naturale della Nuova Energia: le risposte sono lì prima che venga fatta la domanda. Dovrebbe essere così. Non sappiamo con sicurezza come sia uscito dalla polarità, ma è ora di tornare a quello stato d’essere in cui tutti i vostri bisogni sono già soddisfatti prima che sappiate di averne bisogno. Bene, ciò elimina il bisogno del bisogno.

Avete vissuto l’anno passato incarnando, rilasciando e permettendo. Arriviamo a questo punto nello Shoud 12, a questo punto in cui avete scelto una direzione per questo Shoud. Dobbiamo dire che questo è un giorno speciale: è un giorno da triplici sette (si riferisce alla data 16.07.2005). Non che voi siate regolati o controllati dai numeri, ma a volte sembra che imbocchiate certi sentieri d’energia - come il triplice sette - come momento, come evento e forse si può definirlo una cerimonia. Ecco dove ci troviamo oggi - un triplice sette - il che significa che oggi avete un potenziale significativo seduto qui con voi: c’è come un potenziale aggiuntivo che fluisce dentro… dato che il sette è sacro, mistico, di trasformazione. Non mi meraviglia che siamo seduti qui, in questo giorno, in questo momento.

Ora, prima di entrare nel cuore della vera ragione per cui siamo qui parliamo di tre elementi importanti, tre attributi importanti che si legano a tutto questo, tre cose che l’anno prossimo porterete letteralmente con voi. Si tratta di “teorie” molto semplici, ma molto importanti per il lavoro che svolgerete.

Per prima cosa, Shaumbra, dovete capire che Dio non è potere. In questo momento la coscienza umana mette Dio e potere sullo stesso piano, dice che Dio può creare nuvole, fulmini e alberi, Dio può muovere gli oggetti, Dio può fare tutte queste cose potenti.

L’umanità è ancora nella coscienza per cui ‘Dio è potere.’ C’è un legame energetico diretto, collegato, tra i due concetti - Dio è potere. In fondo, le religioni del mondo sentono ancora che Dio è potere, hanno paura di Dio e del suo potere.

Shaumbra, sembra una cosa piccola ma è grande e vi aiuterà a capire la coscienza, a capire come mai le persone agiscono come agiscono e come vedono le cose che fate. La Vecchia Energia è: Dio è potere. La Nuova Energia, la nuova coscienza, dice che Dio è semplicemente espressione… espressione che crea continuamente e si tratta di una creazione che non ha bisogno di potere alle spalle. Il potere è un concetto da Vecchia Energia.

Ora con voi siamo entrati nella fisica energetica. Rinfreschiamoci rapidamente la memoria: l’energia non c’è, non esiste - non c’è altro che potenziali. “Il Campo”, la griglia - comunque la vogliate chiamare - non è altro che potenziale in uno stato neutro d’essere, in attesa di essere attivato dalla coscienza che può essere di gruppo, di famiglia o individuale.

La vera Sorgente di tutto si trova in uno stato neutro d’essere, tutto potenziale, tutto neutro. Non ha alcuna agenda… non ha desideri… non possiede alcun movimento proprio finché non viene attivata dalla coscienza. Quando viene attivata assume gli attributi dell’energia, assume diversi tipi di equilibri di ciò che chiamereste positivo o negativo, più o meno, maschile/femminile… comunque vogliate definirla, assume gli attributi della dualità e poi si mette al lavoro.

Esiste sempre un equilibrio del positivo rispetto al negativo. In generale, come abbiamo detto in Shouds precedenti, si tratta di un equilibrio di due terzi/un terzo, ma varia sempre e tende a tornare all’equilibrio due terzi/un terzo - sia che si tratti di un equilibrio verso il positivo o verso il negativo. Si tratta comunque di un attributo da Vecchia Energia; letteralmente si tratta del modo in cui la Vecchia Energia opera e si alimenta.

Ora però, nella Nuova Energia Dio è semplicemente espressione. Non ha bisogno di potere e neppure del vecchio negativo e positivo. Per un momento immaginate e sentite di esistere e di creare nel vostro mondo che non ha bisogno di attivare il negativo e il positivo, che non ha bisogno degli equilibri della Vecchia Energia e che opera in un tipo d’espressione da Nuova Energia.

L’espressione e la forza o potere sono due cose diverse. Sappiamo di aver a che fare con la semantica qui e a volte la lingua inglese è molto limitante. Immaginate… sentite per un momento che state operando in una vita sincronica in cui non avete potere: si tratta solo di espressione pura e chiara. Questa è una cosa molto importante da ricordare: Dio non è potere, Dio è espressione.

Quando la coscienza arriverà a quel punto di comprensione cambierà le religioni e cambierà il modo in cui l’umanità opera uno contro l’altro. Finora si è trattato di una lotta di potere: ognuno sta cercando di assimilare, accumulare e rubare potere o per costruire la propria storia o per cercare di tornare a Casa - a volte entrambe le cose.

Il secondo punto da ricordare, Shaumbra, è che… abbiamo parlato del Muro di Fuoco come di una metafora. Dal momento in cui lasciaste Casa, comunque vogliate chiamarla - il Grande Sole Centrale, il Regno, l’unità con lo Spirito – quando lasciaste Casa e sceglieste di lasciare Casa, quando foste benedetti dallo Spirito per lasciare Casa per poter andare a esplorare ciò che lo Spirito non sapeva, attraversaste questa cosa che definiamo il Muro di Fuoco dove venne creata la vostra identità individuale. Fu creato quello che definite il vostro Essere Animico e la vostra capacità di Creare.

Quando attraversaste il Muro di Fuoco foste frantumati in miliardi e miliardi di pezzi e in quell’esperienza attraverso il Muro di Fuoco sperimentaste ogni potenziale che potesse mai accadere. Ora, si tratta di un sacco di roba… un sacco di cose. Sperimentaste i potenziali dentro ai potenziali. Immaginate tutto questo che vi arriva addosso in ciò che sembrerebbe un singolo punto di tempo e un’unica esperienza: tutti i potenziali tra cui avreste mai dovuto scegliere fluirono in voi - immaginatevi tutto questo.

Ora, non vogliamo scombussolarvi troppo e sappiamo che questo argomento stasera solleverà alcune discussioni. In un certo senso vi trovate ancora dentro il Muro di Fuoco, Shaumbra. Noi tutti lo siamo, stiamo ancora sperimentando il Muro di Fuoco.

Voi sceglieste un potenziale e ci saltaste dentro. Quel potenziale sembrava essere la realtà di lasciare il Muro di Fuoco per entrare in questa grande avventura del creare l’universo fisico e tutte le dimensioni e finire col sedervi proprio qui, a questa riunione di Shaumbra. Ma quello che sceglieste era solo un potenziale; ce ne sono moltissimi altri che sono di equilibrio o significato uguale quindi, in un certo senso, siete ancora dentro al Muro di Fuoco - i potenziali sono ancora tutti lì, fluiscono dentro e attraverso voi come un flusso di sogni che entra ed esce.

Una delle cose che tutti gli angeli dell’universo e gli arcangeli, arrivarono a sentire e a sapere fu che a un certo punto dovevamo rallentare tutto. Dovevamo arrivare a questa forma materiale d’esistenza che si chiama Terra… materia… energia rallentata… terza dimensione… per avere una comprensione più vera, più grande di noi stessi… per liberarci… o in un certo senso reintegrarci in questo Muro di Fuoco.

Una delle cose che stiamo letteralmente sperimentando proprio ora è che siamo ancora nel Muro di Fuoco e stiamo scegliendo ancora un altro potenziale per essere in una realtà materiale da terza dimensione come una nostra scelta; è un modo per reintegrare quelli che percepiamo come tutte quelle parti e quei pezzi che furono sparpagliati di proposito e con grande amore. Per riportarli indietro, sentivamo che il sentiero della 3° dimensione, di un mondo materiale sarebbe stato il migliore.

Pensare che siete ancora dentro al Muro di Fuoco forse vi farà girare troppo la testa ma il vostro cuore capisce di che cosa stiamo parlando: il vostro cuore comprende.

Questo sarebbe il secondo attributo importante che continuerà a ritornare durante il prossimo anno. Capirete molto di più il significato di ciò che state dicendo e che noi stiamo dicendo oggi.

Il successivo attributo da ricordare è che -  questo sì che vi farà davvero girare la testa ma aprirà il vostro cuore - ci siete già arrivati. Avete già completato tutto questo. É proprio vero. Ciò che state facendo adesso è divertirvi con l’esperienza di arrivarci… capite?

Siete già arrivati, siete già ascesi. Siete già integrati, lo siete. Oh, non stiamo parlando di metafore ma a livello letterale: siete già passati nella Nuova Energia, avete già ricevuto la vostra piena capacità di Creatori… comunque vogliate definirla. Avete completato l’intero ciclo, avete chiuso il cerchio.

Voi dite: “Ma allora perché tutto sembra essere com’è? Perché sembra incompleto?” Perché fa parte del vostro magnifico e brillante desiderio creativo. Ora volete sperimentarlo… capite?  quindi state facendo l’esperienza.

Ciò dovrebbe darvi conforto eora forse potete godervi l’esperienza piuttosto di preoccuparvene ogni giorno. Ci siete già arrivati, Shaumbra, adesso godetevi l’esperienza. Lungo la via, tra qui e là non ci sono trappole, non c’è l’uomo nero. Non c’è nulla che vi divori, non c’è nulla che vi tolga qualcosa.

Allora, quanto volete sperimentare? Come volete sperimentare? Fondamentalmente questa è la domanda che abbiamo fatto in precedenza. Due copioni… dipende da voi. Essenzialmente - se volete riassumerli -  i copioni erano: la via difficile o la via facile. Questo vuol dire semplificare molto, ma una via era più difficile. Una era la via del martire, la via in cui si porta la croce sulle spalle, la via della sofferenza e la via che passa attraverso grandi traumi e drammi.

Sapete una cosa? A volte può essere divertente, ma di per sé può essere anche una trappola. Vi amiamo quando sentiamo dirci: “no.” Può essere una trappola, può esserlo… può bloccarvi. Noi pensiamo che ne abbiate avuto abbastanza, vite intere…forse è ora di andare avanti.

L’altra via è quella della facilità e della sincronicità… la via della semplicità… la via senza paura… la via dell’abbondanza… la via dell’essere un insegnante radioso. Voi siete su questo pianeta, proprio ora, perché avete scelto di esserci. Non è necessario che ci stiate, siete qui perché avete scelto di essere un insegnante. Vi siete regalate alcune esperienze infernali pensando che ciò vi avrebbe aiutati a essere un insegnante ancor migliore. Avete fatto il gioco di Adamus - “la mia sofferenza era peggiore della tua; i miei problemi sono più grandi” - perché sentivate che: a) questo è un gioco divertente da fare, e b) vi avrebbe fornito la più grande empatia e il più grande amore e saggezza per quelli con cui lavorerete.

Quindi avete scelto la via facile, vero? E avete comunque questa profondità di saggezza, non l’avete sacrificata. Dentro di voi c’è ancora un oceano di conoscenza e un universo di sentimento. Quindi proseguiamo sulla via facile; questo è un bene, perché eravamo alquanto stanchi della via difficile.

Bene, ora passiamo al livello successivo. É ora di fare dei regali, un regalo che avete impacchettato per voi nella storia facile. Non si trovava nella storia difficile ma in quella facile. Non volete nemmeno sapere che cosa c’era impacchettato per voi nella storia difficile? Aveva a che fare con questa piccola scuola di mancanza di autostima di cui abbiamo sentito parlare. Dobbiamo dire che dalla nostra parte del velo,ci piace anche divertirci, scherzare…pensavamo di aver chiuso a chiave Kuthumi per la giornata.

Ecco, è arrivato il momento. È molto semplice, è il momento del dono, è il momento del dono della CHIAREZZA - della chiarezza. Ve lo siete meritati, Shaumbra, ve lo siete fatti oggi. È qui come una bellissima gemma, radiosa e scintillante in mezzo a questa stanza, in mezzo a questo spazio sicuro che abbiamo creato: è un dono che si trova anche dentro ognuno di voi.

Avete tenuto a bada questa chiarezza, l’avete tenuta lontana finché il momento non fosse stato giusto e ora, in questo giorno di triplici sette voi sentite che il momento è arrivato, sapete che il momento è giusto. Avete scelto questo dono, quindi si tratta della chiarezza. La chiarezza è la capacità…  a proposito, non è solo il risveglio. Quello forse era il primo passo nella chiarezza, ma qui si tratta di un tipo diverso di chiarezza, chiarezza da Nuova Energia nella vostra vita.

Come abbiamo detto prima a volte le cose si fanno molto confuse, è difficile vederle per ciò che sono. Qualche volta siete molto poco chiari e a volte vi perdete in ciò che state facendo.

Ora vi concedete il dono della chiarezza che vi arriverà in modi diversi. Non abbiate aspettative su come vi arriverà. Per alcuni di voi si tratterà letteralmente della chiarezza di visione o di udito; per tanti altri sarà solo la chiarezza nella conoscenza, vedere oltre a ciò che pensate sia ovvio e vedere oltre questa realtà e dimensione.

Vedete, persino in un albero… voi lo osservate come un albero… e dite: “Ha la corteccia, le radici e le foglie.” Ah… siamo chiari su ciò che è, ma entriamo in un altro strato o livello, spazziamo via alcune delle illusioni che quell’albero ha e che voi avete sull’albero. Dentro l’albero c’è un’energia di forza vitale dinamica e la potete vedere o conoscere se vi permettete di saltare da un livello di realtà – che chiamate 3D – per espandervi in altri.

Eh sì, potete espandervi facilmente se saltate su alcuni di questi flussi energetici di cui abbiamo parlato l’altro giorno, se uscite dalla scatola. Saltate su una spirale, invocate un cerchio, fluttuate con un’energia che va su e giù. Alcune vanno dentro e fuori, sapete? Alcune di queste energie entrano e escono - un momento sono qui, il momento dopo no - sentite di esserci dentro e sentite di esserne fuori. Saltate su una di loro.

Diventate semplici… semplificate. Ditevi che state scegliendo la chiarezza e sarete in grado di vedere un albero per ciò che realmente è. Vedrete che quest’illusione – il fatto che abbia la corteccia, le radici e le foglie – è solo uno strato e un livello - è solo un’illusione.

Ah, quando trattate con la gente a volte diventate molto poco chiari: vedete solo l’energia che proiettano fuori e pensate che quella sia il loro unico aspetto. Siate chiari, invocate la chiarezza. Come abbiamo detto, si tratta di una gemma in mezzo alla stanza che ora fluisce nel vostro unico chakra, proprio mentre vi parliamo. Anche se non siete seduti in questa stanza o state ascoltando ora, anche se leggete o ascoltate in un secondo momento c’è una ragione: l’avete chiesto. Questa chiarezza è vostra. Vi appartiene, l’avete creata voi e ora avete scelto di portarla a essere.

La chiarezza vi dà la capacità di vedere oltre l’ovvio nelle persone con cui avete a che fare. Oh,essi fanno dei giochi. Hanno le loro facciate, non è vero? La chiarezza vi permette di vedere la loro energia, la chiarezza vi permette di vedere chi sono davvero. La chiarezza vi permette poi di essere chiari riguardo a chi siete voi rispetto a loro.

La chiarezza elimina questo vecchio gioco della lotta per energia e potere, del rubarsi e di manipolarsi a vicenda. Non permetterete ad altri di portar via la vostra energia né voi cercherete di portare via la loro: non ne avete bisogno e in definitiva neppure loro ne hanno bisogno.

La chiarezza vi aiuterà a vedere tutti i potenziali che esistono nella vostra vita in questo momento. Vi circondano, turbinano intorno a voi… potenziali di ciò che succederà nel momento successivo… potenziali per ciò che può essere portato a esprimersi nella vostra vita nei giorni a venire.

Moltissimi di voi sono poco chiari - strati di fango o catrame - strati e strati tutt’intorno. Voi ci chiamate e ci chiedete: “Che cos’è che dovrei sapere?” Noi diciamo che vi amiamo.

Vogliamo che sappiate che ora potete essere chiari. Non è una cosa magica, non è qualcosa che dobbiate sforzarvi o cercare di fare. Smettete di provarci nella vostra vita, Shaumbra. Togliete quella parola dal vostro vocabolario… basta provarci: lei è e basta, si tratta di un potenziale. Avete scelto attraverso la chiarezza della vostra anima di portarla a esprimersi in questa e in molte altre realtà, capite? Basta provarci.  Provarci implica l’energia dello sforzo, della lotta. Voi adesso avete scelto la vita facile, quindi volete la vita facile.

Non si tratta di tentare, si tratta di scegliere. Si tratta di permettere, di lasciar entrare la chiarezza sulle vostre scelte e sui vostri potenziali. C’è una quantità quasi infinita di potenziali che proprio ora turbinano intorno a voi: alcuni sono più vicini, sono quelli che più probabilmente sceglierete…ma non siete obbligati. In un attimo potete cambiare e scegliere un altro potenziale.

Eh sì, sappiamo che spessissimo dite: “Prima di scegliere il potenziale devo sapere esattamente che cosa contiene. Voglio leggere il copione, voglio conoscere le clausole scritte in piccolo e voglio conoscere tutti i dettagli e le ramificazioni, voglio analizzare tutto prima di fare una scelta.”

Avete appena perso il potenziale che a quel punto si allontana dalla vostra presa perché state cercando di attirarlo attraverso la testa: state cercando di analizzare, di sezionare e vi perdete il momento Ora, la spontaneità e la sincronicità che contiene.

Potete percepire ogni potenziale, capite? Come avete fatto in precedenza, un’esperienza bellissima. Oggi c’erano due potenziali di copioni che vi siete permessi di sentire. Sì, lo sappiamo che la vostra mente si è messa un po’ di mezzo ma nelle vostre viscere, nel vostro cuore e nel vostro unico chakra lo sapevate già… lo sapevate già. Lo sentivate… quindi, chiarezza nei vostri potenziali.

Dobbiamo dirvi che dovete uscire dalla vostra testa. Scegliete quello chevi sembra migliore in base alla sensazione dell’anima e del chakra, quello che sentite migliore: sceglietelo e poi esprimetelo.

Chiarezza vuol dire avere a che fare con tutte le energie intorno a voi e ci sono molte, molte energie. Ci sono tante energie intorno a voi: energie esterne, della coscienza umana e di questa terza dimensione - è come un’autostrada congestionata che vi manda in confusione, tutto diventa difficile e frustrante e vi consuma letteralmente.

È una dinamica interessante: meno siete chiari più vi stancate, più vi stancate meno siete chiari - meno siete chiari più vi stancate: è un ciclo infinito e alcuni di voi sono letteralmente esauriti.

A un certo punto siete talmente stanchi che dovete lasciar andare e mollare il controllo, dovete tornare alla fonte di spirito dentro di voi. Vi rinfrescate per un pò, tirate un sospiro di sollievo e poi rientrate dritti dritti nel vecchio ciclo.

Shaumbra, usciamone ora. Abbiamo la chiarezza… la chiarezza. La chiarezza è la capacità di sapere prima che accada. La chiarezza è la capacità di vedere in tutto - materiale e immateriale - e capirne il nucleo, l’essenza, l’energia essenziale… capite? È molto semplice. Non entrate nella mente per cercare di analizzarlo, è molto semplice.

Noi ridiamo. Vedete, tutto è composto da energia… tutto: il microfono in cui parliamo… è fatto di energia creata per avere una certa forma fisica ed espletare determinate funzioni, ma per un momento siate chiari al riguardo - non è ciò che sembra.

Il microfono non è solo ciò che sembra, è anche altro: è l’energia di tutti quelli che ci hanno parlato dentro e nella sua forma d’essere più pura è la capacità di trasmettere e distribuire energie anche oltre il raggio dell’udito umano, che è ciò che sta facendo proprio ora… capite? Siate chiari - entrateci dentro, entrate negli strati, entrate negli strati semplici dell’energia essenziale.

Inizierete a vedere con chiarezza ogni cosa per ciò che è. Non vi imbroglierà con la sua presenza, sia che si tratti di una persona o di un oggetto, di un albero o di una pianta. Vedrete… diventerete talmente chiari da poter incominciare a vedere l’energia originale del creatore in qualunque cosa… in una persona, in un oggetto e persino in uno degli innumerevoli angeli che stanno fluttuando in giro in questo momento.

La chiarezza, sì, fa appello alla vostra immaginazione. L’immaginazione è solo il veicolo per esprimere la creatività, quindi fate appello alla vostra immaginazione.

Voi dite: “Tobias, non capisco. Come faccio a essere chiaro?” Scegliete la chiarezza… vedete in modo chiaro… sappiate chiaramente. In questi giorni, settimane e mesi osservate qualunque oggetto o persona e poi la chiarezza…  potete farlo attraverso il respiro… usatelo per chiarire il modo in cui osservate i vecchi modi condizionati e tridimensionali di qualunque cosa. Siate chiari e ciò scioglierà, in un certo senso, lo strato o la facciata che appare, che si presenta a voi: allora potrete vedere più in profondità. Chiarite di nuovo e riuscirete a vedere più in profondità e oltre.

Non è un esercizio psichico, non si tratta di cercare di entrare dentro per essere invasivi. Si tratta di vedere le cose nella loro forma d’energia più vera, più semplice - aprirsi un varco, uscire dalla scatola della terza dimensione, da come l’avete osservato in passato.

Il dono di chiarezza che vi fate in questo giorno… oh, è una benedizione. É una benedizione a lungo attesa. Vi servirà per ciò che verrà dopo, nei tempi futuri. Dove andrete partendo da qui richiede chiarezza: non sarete più ingannati dalle apparenze, non sarete più ingannati da ciò che pensate sia e non sia in realtà. La capacità di avere la chiarezza per entrare nelle fondamenta più semplici delle particelle elementari d’energia di qualunque cosa sarà importante, sarà molto importante.

Non chiedete a noi di fare chiarezza per voi: si tratta di un dono che vi fate, si tratta di un dono che vi state facendo. Ricevetelo oggi: non dovete fare nulla per attivarlo, non dovete riattivarla né renderla. È sempre presente, dovete solo ricordarvi di usarla. Ci vorrà un po’ di tempo e poi diventerà sempre più naturale. La chiarezza -  più la userete, più lei sarà presente… la chiarezza per quando scrivete un libro, per esempio.

Oh, sì, alcuni di voi sono molto confusi, così poco chiari da permettere letteralmente a tutte le energie esterne di coscienza di entrare e, in un certo senso, rendere confuse e poco chiare le cose perché in questo momento la coscienza è così: è come un fiume sporco e va bene così. Sceglie di essere un fiume sporco, ma voi state scegliendo di essere un fiume pulito.

Ci viene in mente questa storia di Shaumbra, una storia breve. (risate perché Tobias etichetta le sue lunghissime storie come “brevi”) Non ce n’erano sette ma solo una e il suo nome era Clare. Fu invitata a una festa, un amico la chiamò dicendo: “Ci riuniamo tutti. Facciamo una festa, saremo in tanti e si tratta di una festa in maschera. Ti chiediamo di indossare un costume e di venire qui.”

È ciò che Clare fece: indossò un costume: si vestì da strega, alquanto appropriato per una Shaumbra immagino-e andò alla festa. Passò la notte lì e osservò gli altri che indossavano i loro costumi.

Il giorno dopo, bevendo il caffè con un’amica questa le chiese: “Allora, Clare, com’era la festa?” E Clare disse: “Il cibo era meraviglioso, le bibite ottime e la musica era bella ma era difficile, non conoscevo nessuno.” Nonostante fossero tutti suoi amici, erano tutti travestiti e le sembrava di non conoscere nessuno. Era caduta talmente nella sua stessa realtà e illusione da non riconoscere nessuno, anche se li conosceva molti da anni.

É un modo di dire, Shaumbra. La vita sulla Terra è così: una festa in maschera. Ogni cosa si maschera da qualcosa… le persone si mascherano con la loro identità… piante e animali si mascherano da piante e animali… ogni cosa sembra qualcosa ma non è tutto così e di certo non di tratta di energia essenziale.  Nella chiarezza potete superare l’illusione e le maschere, quindi siate molto chiari su ciò che sta accadendo nella vostra vita e su tutto ciò che vi sta intorno.

A proposito, chiarezza significa anche facilità. È molto facile. Incominciate ad usarla, iniziate a lavorarci, unitevi in gruppi. Un paio di cose, quando lavorate con la chiarezza: non dovrebbe esserci alcuno sforzo - si tratta di una semplice scelta, quella di superare l’illusione per raggiungere l’energia essenziale, di oltrepassare la superficie e arrivare alla vera realtà. Osservate gli oggetti, osservate le persone - tutto ciò che dovete fare è inspirare e dire: “Io scelgo la chiarezza.”

Potrebbe accadere una cosa interessante. La vostra mente non si è ancora messa in pari, la mente fisica umana non è ancora in grado di percepire informazioni come quelle che riceverete e quindi non capirà alcune delle informazioni che arrivano. Per voi è difficile persino immaginare il concetto di non capire qualcosa attraverso la mente.

Proprio qui che entra in gioco un altro bellissimo beneficio della chiarezza della Nuova Energia. Ah… v’indurrà a iniziare a usare l’Intelligenza Divina, l’essere animico, la conoscenza interiore, l’unico chakra. Vi farà uscire dalla mente e vi farà entrare in quel luogo centrato.

Quando guardate un’altra persona comincerete a ricevere informazioni. Fate un respiro… chiarite… entrate nella loro essenza… non in modo invasivo, naturalmente, ma entrate nella loro essenza per percepire la loro vera natura. Ora, può darsi che all’inizio la vostra mente non capisca affatto ciò che traspare ma il vostro cuore sa… il vostro cuore sa. La vostra mente, la vostra mente fisica - che è solo un dispositivo di rilevamento, registrazione e analisi - si metterà in pari e crescerà anche, letteralmente. La vostra mente crescerà e si espanderà.  Ricevete le informazioni e basta: sono lì, solo che non arrivano attraverso la mente.

Chiarezza in ogni cosa che trattate… sarà così importante là dove andremo d’ora in poi… capite? Come ho detto prima, proprio ora nessuno di voi è costretto a stare qui. Siete usciti dai cicli del karma delle vite passate e state scegliendo di essere qui per portare dentro la Nuova Energia, per insegnare e per godervi semplicemente la vita. La chiarezza vi aiuterà a vedere le cose come sono in realtà.

Ora, per tutti gli Shaumbra che sono pronti intendiamo passare al livello successivo -  questa è una cosa buona e facile - e per tutti gli Shaumbra che vogliono intraprendere quest’altra parte del viaggio - come sapete ci stiamo avvicinando rapidamente al 18 settembre 2007, il salto quantico della coscienza umana. Ecco perché ultimamente le cose sembrano così bizzarre e caotiche.

Vi ripetiamo ancora che questo è un evento benedetto. Non è la fine della Terra: è solo la fine della coscienza come l’avete conosciuta finora. È l’inizio dei nuovi tempi, letteralmente l’inizio del modo da Nuova Energia, quindi orale cose stanno cambiando davvero.

Noi lavoriamo con voi da circa sei anni, ora entriamo nel settimo. La nostra chiamata iniziale in servizio, la richiesta iniziale da parte vostra era che venissimo giù per aiutarvi ad attraversare il vostro risveglio personale e individuale e a superare questo periodo di rilasciare e permettere. I due elementi vanno di pari passo, il risveglio richiede di rilasciare e di permettere e rilasciare significa togliere la struttura energetica.

In un certo senso si potrebbe dire che stiamo arrivando al completamento del nostro servizio per voi. Abbiamo fatto ciò che ci avete chiesto di fare: ci siamo impegnati a stare con voi fino alla fine del 2007 e a quel punto dipende fondamentalmente da voi se continueremo a lavorare in questo modo o no. Ci sarà sempre chi viene a lavorare con voi, angeli e gruppi - sempre, ma la modalità che abbiamo stabilito tra noi e Shaumbra è unica.

Come abbiamo detto, ci siamo impegnati a lavorare con voi fino alla fine del 2007 ma se sceglierete di passare al livello successivo, noi rimarremo. Io, Tobias rimarrò per circa dieci anni, non oltre -  prendete nota delle mie parole. Oggi m’impegno per dieci anni, non di più. Non c’è, non ci sono ‘se’ o ‘ma’: il mio corpo è già incarnato sulla Terra e sta già facendo impazzire i suoi genitori. Ho atteso così tanto di tornare sulla Terra - mi mancate e mi manca la Terra e mi manca ciò che la vita ha da offrire.

Se Shaumbra decide di andare avanti ritarderò il mio rientro per un po’, ma andare avanti ha questo aspetto: è ora di uscire dalla scatola, è ora di alzarsi dalle sedie…è ora di fare qualcosa, Shaumbra. Il mondo lo chiede, il mondo lo vuole- è arrivato il momento di riunire le energie di Shaumbra.

Dalla nostra parte ci siamo preparati. Certo, dobbiamo dire che Kuthumi è passato in vantaggio. Dalla nostra parte ci siamo preparati lavorando con un certo numero di voi, dalla vostra parte per trasformare tutto ciò in realtà, per trasformare Shaumbra in un’espressione dinamica, fluente, più dei semplici Shouds mensili.

Il momento è arrivato, Shaumbra. Ve l’abbiamo lasciato intendere, l’abbiamo spinto e abbiamo quasi fatto diventare matti alcuni di voi. É’ arrivato il momento di essere gli insegnanti, gli autori, gli scrittori di musica e di commedie, gli inventori delle nuove tecnologie, i consiglieri, i facilitatori e i guaritori.

É ora che riportiate indietro il Frutto della Rosa, la passione. Non potete più parlarne e basta, non potete più sognarla e basta - ora si tratta di manifestarla e di esprimerla nella realtà.

Ai livelli potenziali Shaumbra ha creato una struttura -  una struttura da Nuova Energia che ha un tipo di flusso e di movimento diversi dalle strutture che avete sulla Terra. Si tratta di Euna struttura per Shaumbra, per creare - definiamola l’incubatrice Shaumbra, il congegno per partorire, il “grembo” Shaumbra. Fu creato a livelli potenziali e un certo numero di Shaumbra se n’è occupato a livello della vostra realtà, ma ora è arrivato il momento di portarlo a essere.

Portarlo a essere causerà un po’ di resistenza da parte di quelli che sono ancora nella Vecchia Energia e po’ di scetticismo tra gli Shaumbra, decisamente tra gli ambienti New Age e di certo negli ambienti fondamentalisti. Non c’è nulla di spaventoso o allarmante in quest’energia: è solo energia Shaumbra pronta a manifestarsi, pronta ad esprimersi sulla Terra.

Da questo grembo tutti voi potete attingere sostegno, abbondanza e creatività. Potete usare questo grembo come un luogo per partorire la vostra passione nella vostra vita. Con la chiarezza che avete portato dentro oggi saprete cosa fare, quando e come farlo e poi farete l’esperienza. Dal grembo arriva la sincronicità che porterà ogni cosa nei vostri tentativi.

Sì, qui chiediamo agli Shaumbra che sono pronti… vi chiediamo di fare il lavoro della vostra anima qui sulla Terra ora, il vostro lavoro animico della Nuova Energia. Voi entrate nel panico e dite: “Non so che cos’è.” Ah… la chiarezza, Shaumbra, la chiarezza.

La chiarezza è come spolverare gli oggetti che sono stati lì per molto tempo e togliere la polvere. É come entrare negli strati interiori, gli strati multidimensionali per vedere quale energia c’è in realtà.

La vostra passione è lì, il lavoro della vostra anima è lì. Forse ne avete avuto paura, forse avete pensato di non esserne degni e in quel caso dovreste partecipare al seminario di Kuthumi - “Cosa… pensi forse che sia sterco di mucca?” Ci piace.

È ora di uscire allo scoperto e di fare il vostro lavoro. Non si tratta di evangelizzare ma di esprimere e creare. Non state cercando di convertire o cambiare nessuno: li rispettate esattamente dove si trovano ma, come abbiamo detto, loro verranno da voi. Verranno da voi in quantità sempre maggiori, in grandi quantità. Vorranno sperimentare ciò che state creando…che sia un libro, un pezzo musicale o un’azienda.

Oh, come avete sentito ieri potete persino gestire un’officina di riparazioni di marmitte e può essere un lavoro spirituale. Sapete, sono tutte metafore. Una marmitta serve per liberarsi di una parte di quello scarico rumoroso molto difficile che avviene col processo di risveglio umano. Alcuni di voi hanno bisogno letteralmente dell’officina di marmitte perché farete anche le riparazioni metaforiche e spirituali delle marmitte. Avete bisogno di controllare alcune di queste emissioni e gas che stanno uscendo.

Non sarà per forza di fare seminari. Potrebbe essere dipingere: sapete quanta energia può contenere un quadro dipinto da uno Shaumbra? È matematica. Chiarite per un momento: inserite la vostra energia in un quadro, uno che vedete o uno che avete visto di recente. Chiarite, entrate nelle energie più profonde, alla radice. Si tratta di una serie di matematica e geometria sacra, non si tratta solo di colori su una tela: è molto di più - potrebbe essere una guarigione, potrebbe essere una storia di un’altra realtà, potrebbe essere un modo in cui il pittore si guarisce. C’è molto altro e una volta che sarete chiari vedrete oltre l’ovvio.

Shaumbra, è ora che facciate il lavoro della vostra anima. Domani, col permesso di Cauldre vi chiederemo una spiegazione. Anche lui ha avuto un po’ di paura, ma è arrivato il momento che anche lui sia chiaro e che lo condivida con tutti.

Siamo pronti. La domanda è nelle grandi parole di Metatron: “Siete pronti ora? Siete pronti per la Nuova Energia e per la via facile?” Per quelli tra voi che non sono proprio riusciti a far uscire quel ‘sì’ dalla bocca – non vergognatevi del facile. Dalla nostra parte non c’è alcun giudizio sul facile o sul difficile e di certo non ottenete punti extra per aver scelto la via difficile. Dalla nostra parte non otterrete una stanza migliore, né vi faremo sedere per primi al ristorante e di sicuro non otterrete un weekend speciale nel mio cottage.

In realtà quando scegliete la via difficile noi scuotiamo la testa e a volte versiamo qualche lacrima. Non è più necessario: Dio non emana più favore o amore su chi sceglie la via difficile - chi sceglie la via difficile perde letteralmente il contatto con Dio.

Shaumbra, abbiamo due anni per prepararci. Non è una cosa spaventosa, è una cosa gioiosa. Non abbiamo pretese di alcun genere e non sarete lasciati indietro, lo fanno solo negli altri gruppi (il pubblico ride per il riferimento di Tobias alla serie di libri “Left Behind” [Lasciati Indietro]). Per voi ci sarà sempre una sedia al tavolo di Shaumbra, sempre… sempre - anche se vi alzate e andate da qualche altra parte per un po’ - in ogni momento scegliete di tornare, per voici sarà sempre una sedia libera e noi saremo sempre lì, per servirvi.

Non siete mai soli perché voi siete Shaumbra.

E così è!