SHOUD 02 - NESSUNA MORTE

La Serie dell’Umanodivino

SHOUD 2 -  NESSUNA MORTE

presentato al Crimson Circle il 14 settembre 2002

Ed è così, cara famiglia, cari Shaumbra, che ci troviamo di nuovo nel nostro spazio sacro e divino. Voi siete tra i primi ad entrare in quella che chiamiamo la Nuova Energia della Terra. Essere qui con voi, in questo giorno, per il secondo Shoud - il momento in cui canalizzate voi stessi - dà tanta gioia a Me, Tobias.

Io amo questo momento in cui entriamo inizialmente nel vostro spazio, quando cominciamo a riunirci con voi, quando ci invitate nel vostro spazio, quando riuscite davvero ad aprire il vostro cuore. Amo il suono della vostra musica, ci racconta tanto del vostro viaggio. Amo il modo in cui vi sedete, oh, in attesa del tempo che passeremo insieme! Il nostro tempo insieme, durante la canalizzazione sembra così breve, ma, cari amici, noi siamo sempre con voi: vi camminiamo accanto, condividendo le vostre esperienze ed i vostri momenti…a volte potrei semplicemente star seduto qui ad inspirare l’amore che voi emanate, l’amore che viene dal vostro cuore.

Tutti noi che ci troviamo da questa parte capiamo che il viaggio che state facendo è difficile e impegnativo. Sappiamo che ci sono stati dei momenti in cui avete pensato di aver rilasciato tutto solo per scoprire che c’era altro da rilasciare, solo per scoprire che ci sono altri intorno a voi che non hanno tanta voglia di lasciarvi andare. Proprio quando pensavate di aver lasciato andare tutto scoprite che c’è del karma ancestrale, che ci sono momenti molto precedenti al vostro arrivo sulla Terra che ancora vi portate dietro ai livelli più profondi del vostro essere.

Voi invece andate avanti, proseguite nel vostro viaggio. Andate avanti, sapendo che il lavoro che fate è così importante per il vostro stesso essere, per la vostra stessa essenza…è talmente importante per gli altri umani che si trovano sulla Terra in questo momento e per gli altri umani che arriveranno dopo di voi. Il vostro lavoro è così importante per Tutto Ciò Che É, per lo Spirito e per tutti gli altri.

Vi state avvicinando a una nuova comprensione di chi siete realmente. Non si tratta dell’umano che vedete allo specchio, non si tratta della carne e delle ossa, non si tratta dell’umano che porta un certo nome…no, è molto di più di questo, molto di più.

Noi amiamo questo tempo che condividiamo con voi e abbiamo molto da dirvi oggi, molto da condividere.

Cari amici, ora vi chiediamo di unire le vostre energie alle nostre, vi chiediamo di tenere la mano degli angeli che si riuniscono in questa stanza oggi. Spiegheremo tra un attimo chi sono e perché sono qui ma vi chiediamo di porgere loro la mano e di lasciare che vi tocchino, che afferrino la vostra mano, che tocchino un Umano Divino per sentire, per un momento, com’è percepire le vostre vibrazioni, com’è sentire voi. Gli angeli arrivano qui oggi per imparare da voi, per capire come sia stato fare un viaggio così incredibile e finire in questo spazio, arrivando a nuove comprensioni su di voi.(pausa)

Ora, cari amici, Io, Tobias, vi chiedo di porgere le vostre mani agli umani seduti accanto a voi: tenete le loro mani per un attimo prezioso. Sentite la loro energia, sentite com’è il loro viaggio. Oh, non attraverso la mente… sentitelo attraverso il cuore. Oh, c’è una grande energia che si muove qui mentre vi volgete l’uno verso l’altro, mentre vi tenete le mani, mentre vi toccate per un momento! Questo riunisce tutta l’energia degli Shaumbra in questa stanza.

Ora, cari amici, stendete le vostre braccia, toccate le mani di coloro che si stanno connettendo con noi in questo momento attraverso la rete. Sentiteli …e per tutti voi che state ascoltando o leggendo, stendete le vostre mani per integrarvi veramente con gli Shaumbra qui, in questo momento di questo tempo. E adesso tutti voi, con le braccia tese, porgete l’energia di questo momento a tutti quelli che leggeranno o ascolteranno queste parole in futuro. Aiutateli a capire che sono presenti nel nostro momento Ora quanto lo siete voi, che non sono soli, che ci sono altri umani che sono divini. Ci sono altri umani che stanno entrando nella Nuova Energia accanto a loro.

Oh, noi ringraziamo tutti voi, che siete qui presenti e che vi state connettendo per la condivisione di questo momento. A volte vorremmo che ci fosse un modo diverso di comunicare e non solo le parole umane. Voi state imparando… state imparando a farlo, state imparando ad aprire quel vostro cuore, a capire a un nuovo livello, non solo dalla mente ma dal vostro intero essere.

Cari amici, abbiamo sentito Cauldre parlare di questi seminari che avvengono nel momento Ora. E’ difficile pianificare un seminario che avrà luogo fra due oppure sei mesi. Oh, potrete dare un titolo a questo discorso, potrete mettere le parole sulla pagina…e Cauldre potrà voler fare tutte le sue diapositive. Non è così che funziona la Nuova Energia: la Nuova Energia riguarda il momento e riguarda l’Ora.

Se c’è un titolo per i seminari che farete tra giorni, settimane o mesi sarà semplicemente “Da Definirsi.” "Da Definirsi" nel momento del vostro arrivo. Cauldre, sciocco umano che pensa di poter pianificare tutte queste cose! Sappiamo che questo lo rende nervoso e sappiamo che vivere nel momento renderà nervosi anche voi, Shaumbra.

Vorrete continuare ad avere un piano nel taschino, o forse vorrete avere le diapositive su quel vostro computer, ma quando arriverete in quel momento del tempo, allora saprete e vi renderete conto di ciò che serve realmente. Potete solamente pensare di sapere in anticipo che cosa servirà…ma ACCADRA’ nel momento.

Quando vivete quel momento e non avete paura, quando siete aperti al vostro stesso spirito e divinità... in quel momento tutte le risposte arriveranno. La soluzione è già lì, aspetta solo che voi arriviate. Capite cosa intendiamo dire?

I corsi, i seminari e le canalizzazioni degli Shaumbra saranno tutti nel momento – Da Definirsi – finché voi e gli altri partecipanti non arriverete sulla scena - nessun tema in anticipo, nessuna discussione predeterminata - nel momento, questo è il momento in cui vi arriva la scintilla dorata, la sfera di illuminazione, la conoscenza interiore, quel “Ah, ecco!”, che vi dice che siete nel posto giusto.

Per i guaritori e gli insegnanti è uguale. Sappiamo che molti di voi cercano di fare un’analisi, una lettura del cliente prima che questi entri dalla porta cercando di immaginare cosa fare ancor prima che arrivi. Vi rivolgete a noi, chiedete ai Sé Superiori: “Cosa dovrei sapere?" riguardo a quel cliente o a quella classe… non sentirete una risposta, se non DD – Da Definirsi – in quel momento.

Forse vi spaventa un po’, Shaumbra: siete stati allenati a pianificare tutto nella vostra vita, ora invece si tratta di vivere davvero nel momento…e quando quel cliente arriva alla vostra porta e vi sedete prima della vostra sessione con lui allora saprete, solo allora vi arriverà, in fiumi simili a raggi dorati. Tutto vi sarà rivelato in quel momento: saprete esattamente perché è venuto - non la ragione per cui dice di essere venuto - la vera ragione per cui è lì.

Quando vi radunate per i seminari del Crimson Circle potreste pensare di sapere perché partecipate, ma quando arrivate e aprite il vostro cuore allora saltano fuori i veri temi: allora vi aprite, allora vi verrà rivelata la vera ragione per cui siete lì.

Voi non partecipate a un seminario per imparare l’abbondanza: questo è un processo della vostra mente. Voi cercate di trovare uno schema, un meccanismo, un programma o un processo…ma non funziona così.

L’abbondanza spirituale non si può calcolare con un piano della mente: l’abbondanza arriva quando state seduti con voi, quando riconoscete la vostra divinità, quando vi aprite e vi rendete conto che tutto è perfetto nel momento. Quando state nel momento, lui è pieno di abbondanza.

Proprio ora, nel momento in cui vi trovate… avendo abbandonato gli argomenti di ieri e le preoccupazioni di domani... il momento in cui vi trovate è perfetto. Permettetevi di sentirlo… questo momento in cui vi trovate. Non si tratta di ciò che è accaduto in passato... o di ciò che accadrà domani… o di preoccuparsi di quella pila di fatture… o di qualsiasi altra cosa… o di rivolgervi urlando a noi per avere delle risposte… ma piuttosto di star seduti in questo Momento Divino. È pieno di abbondanza… guarigione… saggezza e amore. Permettetevi di sentire questo, mentre ci sediamo insieme come Shaumbra. Tutte le cose sono appropriate… tutte le cose sono equilibrate… tutte le cose sono nel momento Ora.

Sono lezioni davvero molto semplici, cari amici… per voi e per tutti noi ci sono lezioni così semplici. Voi tendete a renderle complesse, tendete a prendere ciò che si può dire con una frase o un paragrafo e cercare di farne dei libri. Prendete ciò che si può dire in un momento e cercate di farne ore di lezioni. La lezione migliore che abbiamo visto finora è quando state seduti nel Momento Ora, quando lo respirate e poi restate lì per un’ora, senza parole, senza intelletto, senza elaborare, respirando solo nel Momento Presente.

Le cose saranno diverse per voi, per Cauldre, per tutti gli altri mentre continuate il viaggio nella Nuova Energia. Niente più piani prestabiliti. Oh, sappiamo che ora Cauldre ci sta sgridando! Sappiamo che ci sono dei preparativi da fare:  ovrà esserci acqua sui tavoli e il vostro meraviglioso, bellissimo palcoscenico e tutti i vostri equipaggiamenti. Va benissimo, va benissimo. Fate queste cose, ma quando arrivate nel momento, non abbiate alcun ordine del giorno…lasciate che sia, lasciate che sia.

Durante i giorni precedenti a queste riunioni mensili, Cauldre continua a chiederci di che cosa parleremo, che cosa condivideremo. Vuole sentirsi sicuro che ci SARA’ qualcosa! Ma lui… e voi… dovrete imparare ad essere nel momento. In quel momento, forse non faremo altro che divagare.  Forse non ci sarà alcun argomento importante, nessun grosso titolo da mettere come titolo della canalizzazione. Forse sarà semplicemente Shoud 2: "Non sappiamo cos’ha detto Tobias, ma ci faceva sentire bene!" direte voi.

Sono il tempo, lo spazio, l’energia e l’amore delle nostre riunioni a essere importanti. Queste parole… queste parole non hanno tanta importanza. (pausa)

Molto viene detto nel silenzio e tutti gli umani hanno grandi difficoltà con il silenzio. Agli umani non piace la pausa…come mai? É scomoda perché nella pausa, nella quiete uno deve iniziare a guardarsi dentro: non ci sono distrazioni esteriori, rumore e chiacchiericcio, le cose con cui si occupano la mente e le mani. Oh, agli umani non piace il silenzio.

Nella Nuova Energia il silenzio sarà dorato, il silenzio sarà il modo di rinnovarvi. Ciò non avverrà attraverso la recitazione di mantra e di canti, né attraverso la lettura di libri o l’ascolto di file audio: avverrà stando nel momento. Non si tratterà nemmeno di recitare una preghiera o di cercare di meditare. Abbiamo visto tanti umani ben intenzionati confondersi nel semplice tentativo di meditare! Nel silenzio c’è il respiro… l’inspiro e l’espiro… la consapevolezza che la forza della vita continua… la consapevolezza che la creazione continua ad espandersi.

È dolce, è dolce essere qui con voi. Ci sono molti altri che arrivano qui quest’oggi. Si raduna qui questo gruppo unico di umani – in effetti, ex umani. Coloro che si radunano qui oggi… ce ne sono centinaia e centinaia… non ne abbiamo mai contati tanti: sono umani che arrivano da tutte le parti del vostro mondo, da tutti i diversi sistemi di credenze e razze e generi, centinaia e centinaia che hanno riempito questa stanza durante gli ultimi minuti mentre vi tenevo occupati con il mio discorso. Sono umani che sono “trapassati” durante gli ultimi tre giorni, umani che hanno lasciato il corpo e sono ritornati dalla nostra parte. Non sono Shaumbra nel senso che intendete voi, non erano umani che si trovavano sul vostro stesso tipo di sentiero spirituale.

I tre giorni successivi al momento in cui un umano lascia il corpo fisico, sono un periodo molto delicato, un periodo molto delicato. Non c’è un processo definito per quello che accade: ci si basa sulla coscienza della persona e sugli eventi che ne hanno caratterizzato la vita e la morte.

Quando noi angeli andiamo loro incontro – e ci sono angeli altamente istruiti che accolgono chi trapassa – a volte veniamo accolti a braccia aperte e con lacrime, ma altre volte veniamo rifiutati perché l’umano che sta transitando si aspettava qualcos’altro. A volte gli angeli non vengono neanche visti dall’umano in transito, perché è talmente concentrato sui propri modi umani da non vedere nemmeno gli angeli che gli stanno davanti.

Il gruppo che si trova qui oggi ha accolto gli angeli… ha voluto sapere che cos’era successo loro… dove si trovavano… dove stavano andando… che cosa succederà dopo. Erano in molti in questo gruppo ad aspettarsi un qualche tipo di giudizio, ad aspettarsi che gli angeli li portassero in un luogo di giudizio. Mentre sentivano il calore dorato, dolce emanato da questo spazio, alcuni di loro pensavano che stessero arrivando nel luogo del giudizio.

Invece, cari amici, oggi sono stati accompagnati in questa stanza! Sono stati portati in questo spazio e in questa energia creata da voi affinché possano vedere il potenziale della loro prossima vita; arrivano oggi a farvi visita, confusi, meravigliati del perché si trovino qui, a chiedersi come mai ci sia un gruppo di umani, seduti qui che emanano tanto amore. Non si rendono conto che il luogo in cui si trovano adesso è un posto sulla Terra, proprio ora. Oh, è la nuova Terra, in effetti. É la coscienza della nuova Terra.

Moltissimi di coloro che si trovano qui oggi pensano che questo luogo sia da qualche parte in cielo perché vedono degli umani che sono talmente aperti, amorevoli e impegnati nel loro viaggio. Loro non vedono le sofferenze e i dolori che avete affrontato ultimamente: ciò che vedono è la vostra coscienza e quella coscienza è amore e impegno verso lo Spirito, verso la divinità.

Oggi questi umani sono stati invitati qui per poter vedere il grande potenziale, per poter vedere che aspetto ha il viaggio e che la vita continua nonostante il cambiamento, nonostante la trasformazione. La vita continua. Le centinaia di esseri che ultimamente sono transitati e che si uniscono a noi oggi si stanno grattando il capo. Sapete, si associano ancora con il corpo fisico, si chiedono come mai l’abbiano perso, si chiedono come mai non hanno mai incontrato qualcuno come voi, un insegnante come voi. Sono qui per osservare un gruppo di umani che sono passati attraverso molte, molte vite di impegno verso lo Spirito, di impegno verso la divinità, che hanno rilasciato tutte le parti egoistiche dell’essere umani per essere altruistici eppure in pieno possesso di sé stessi.

Così, se non vi dispiace, cari amici, oggi staranno con noi! Sentiranno la vostra energia, impareranno qualcosa da voi. Gli angeli li hanno accompagnati qui prima di portarli in altri regni dove si troveranno con amici e parenti trapassati e altri. Oggi sono stati portati qui per capire un nuovo potenziale, perciò date loro il benvenuto nel Crimson Circle.

Dovete capire che potreste percepire la loro paura, potreste percepire le domande che sorgono in loro. Che cosa fare, cari amici? È semplice, lasciate che vi tocchino, porgete loro la vostra mano. Lasciate che sentano il potere acquisito di un Umano Divino, di uno che cammina sulla Terra ma cammina anche in altri regni… e siete voi, Shaumbra.

Oggi sono qui per ascoltare lo Shoud, sentir parlare la vostra divinità. Tantissimi di voi mi hanno chiesto com’è stare dalla nostra parte del velo. Che cosa facciamo per tenerci occupati? Che tipo di lavori abbiamo? Come ci si sente quando si passa di là? Dov’è che si va? Non è possibile spiegarlo nei particolari, cercheremo di darvi una specie di visione d’insieme.

In questa parte della discussione non parliamo di umani in generale, ma piuttosto di Shaumbra. Quando lasciate il corpo e venite dalla nostra parte, noi siamo lì: noi, gli angeli del Crimson Council siamo lì perché vi conosciamo da eoni, vi siamo più familiari di quanto lo siano persino coloro che in questa vita sono stati vostri amici e parenti. Vi salutiamo e vi diamo il bentornato e non appena vi guardiamo negli occhi scatta un riconoscimento, una connessione immediata. Ci sono alcuni membri del Crimson Council che di recente sono trapassati e dobbiamo dirvi che è un momento delizioso perché ci riconoscono immediatamente. Non ci sono domande, non c’è alcuna paura… ci ricordano da queste riunioni e dai sogni, sanno di essere arrivati nel posto giusto.

A quel punto sono ancora appesantiti da tutte le vibrazioni dell’essere umani. Ci appartiamo con loro in uno spazio di quiete e rivediamo insieme la loro vita… un giorno questo accadrà con voi… sì, un giorno voi sarete di nuovo qui. Lo sappiamo per certo! Ci siederemo con voi e parleremo del vostro viaggio, ascolteremo le vostre storie, i vostri racconti di alcune delle parti più memorabili della vostra vita. Esprimere tutto ciò vi aiuterà a ritornare in equilibrio dalla nostra parte. Voi ci fate molte domande, ci chiedete cosa avete fatto bene e cosa avete sbagliato e se pensiamo che abbiate sbagliato qualche svolta: la nostra riposta è sempre la stessa - non c’è nulla di sbagliato - esiste solo l’esperienza del momento e ciò che fate con la vostra nuova saggezza.

Ci fate molte domande sulla vostra vita. Avreste potuto fare di meglio? Avreste potuto prendere delle decisioni migliori? Spesso abbiamo le lacrime agli occhi quando ce lo chiedete: cari amici, tutto ciò che state facendo è appropriato! Tutto. Voi non vi rendete ancora conto che nella vostra vita una guida divina è già presente.

Dopo un periodo di vari giorni ci uniamo a voi al vostro funerale. Questa è una cosa divertente, divertente per voi e piuttosto divertente per noi. Non è così con gli altri umani: quando andiamo ai loro funerali con loro c’è afflizione, dolore e rimorso. L’umano tipico è oppresso dalla colpa e dalla vergogna, vuole toccare i membri della sua famiglia, specialmente quelli a cui ha fatto del male o che ama - vuole tornare da quell’umano e scuoterlo – ma di solito quell’umano non lo sente.

L’umano tipico sente di essere presente al proprio funerale; è’ ancora talmente pieno della vibrazione umana da sentire di essere seduto lì proprio come voi sentite di essere seduti qui, in questa stanza, proprio adesso. Non riesce a capire come mai nessuno possa sentirlo, non riesce a capire e per rendere la cosa ancora più difficile può darsi che incominci a percepire e a sentire i pensieri degli umani e questo gli dà fastidio, perché quando si trovava nella condizione umana non riusciva a sentire i pensieri degli altri.

Ora però comincia, molto in piccolo, a sentire e sente qualche umano dire: "Siamo contenti che se ne sia andato!" nei loro pensieri privati, naturalmente …e un altro umano dice: "Vorrei averla trattata meglio" …e un altro umano dice: "Vorrei essere stato un figlio migliore, o un marito migliore" e un altro dice: "Oh, non avrei dovuto divorziare da lei/lui."  Inizia a sentire queste cose e ciò rende la situazione ancora più terrificante e sconcertante.

Cari Shaumbra, quando andrete al vostro funerale avrete l’illuminazione…sarà alquanto divertente per voi, sarà uno spasso, sarà una celebrazione! Voi sapete che in genere gli altri umani non possono sentirvi. Lo sapete eppure andate e state in piedi dietro di loro e mettete loro la mano sulla spalla e li consolate e dite loro che state benissimo.

Sapete di che cosa hanno tanta paura gli umani? Questa cosa del giudizio è stata impressa attraverso le vostre religioni: vi è stato insegnato che quando morite esiste un qualche tipo di retribuzione, un qualche tipo di giudizio e la maggior parte degli umani si porta dietro porta questa paura quando transita dalla nostra parte. Questa è la cosa più difficile da trattare per noi: non c’è nessun giudizio, non c’è nessuna giuria ad aspettarvi. Yeshua non è in attesa di giudicarvi, né lo sono gli altri.

Quando un umano arriva - dopo aver superato il periodo della sua afflizione -  al suo funerale, si manifesta un passo successivo interessante e impegnativo. A questo punto può creare qualunque cosa: immaginatevi senza un corpo fisico, immaginatevi solo come sentimenti e saggezza. Che cosa ci fate?

A questo punto, alcuni umani sentono di dover entrare in un periodo di punizione. Si piazzano in un luogo buio, si rifugiano in uno spazio tutto loro circondati da sentimenti brutti e densi. In un certo senso entrano in una specie di incubatrice per punirsi da soli per tutte le cose che pensano di aver sbagliato e quando noi stiamo loro intorno cercando di dire loro che li amiamo e che non hanno sbagliato nulla, non vogliono ascoltare. Dobbiamo rispettare anche questo.

A un certo punto – non c’è alcuna misurazione di tempo in questo – a un certo punto ne escono, si aprono e solo allora siamo in grado di cominciare a lavorare con loro che sono ancora gravati dalla vibrazione umana, che sono ancora pesantemente connessi con la Terra ma poi ne escono; è allora che li portiamo a una specie di corso.

Ci raduniamo con umani che sono transitati prima di loro e con gli angeli al nostro fianco, poi iniziamo a rivedere tutto e cominciamo a parlare di chi sono realmente. Vediamo la loro energia cambiare mentre rilasciano l’identità che avevano come umani: è buffo, perché vengono qui e non si rendono conto che la loro identità è talmente più grandiosa dell’umano su cui erano focalizzati in quella vita.

Noi li aiutiamo a cominciare a capire e a riequilibrarsi. Quando iniziano a riequilibrarsi, a capire che la loro identità è tanto più grande, tanto più grande… oh, in un certo senso affiorano dei ricordi, dei filmati di vite passate anche per rinfrescarsi la memoria… e di vite precedenti a quelle… e di vite ancora precedenti e quando cominciano a rilasciare la pesantezza della vibrazione umana accade una cosa buffa: vogliono tornare Immediatamente sulla Terra! Vogliono ritornare!

Quando arrivano al punto in cui comprendono il loro viaggio, vogliono ritornare. A quel punto noi cerchiamo di dissuaderli dal farlo; vorremmo che trascorressero un altro po’ di tempo qui, dalla nostra parte, per arrivare a una comprensione maggiore, per diventare ancora più equilibrati.  Solo in quel momento cominciano a capire il loro viaggio, invece vogliono saltare dentro di nuovo e sperimentare dell’altro.

È come l’umano che fa un giro sulle montagne russe: è pieno di paura, ma poi vuole risalire subito per rifarlo. A questo punto, sono molti gli umani che effettivamente ritornano sulla Terra senza contemplare in profondità dove scelgono di andare in quella vita. Rientrano dritto nel dramma dell’essere umani, dritto nella stessa famiglia, nello stesso gruppo di amici – e di nemici – con cui hanno viaggiato in passato…e noi sorridiamo, versiamo alcune lacrime ma comprendiamo.

Altri di voi aspettano, aspettano per un certo periodo, trascorrono del tempo dalla nostra parte del velo frequentando corsi di questo tipo; passano del tempo viaggiando perché qui è possibile fare viaggi interdimensionali, è possibile andare in altre parti del vostro universo fisico e in altre parti di tutte le dimensioni che lo circondano. Voi viaggiate, vi ricordate di nuovo di chi siete, rivedete alcune delle vite passate per metterle in prospettiva.

A un certo punto siete attratti a ritornare sulla Terra. Una volta assaggiata l’esperienza umana, volete ritornare. Siete connessi con la Terra e in verità, ci sono persino degli aspetti e delle energie di voi stessi dal passato che si trovano ancora nella Terra... prima o poi venite attratti di nuovo verso la Terra.

Io, Tobias, vissi un momento difficile quando decisi di non tornare per molto tempo. C’era una parte di me che era attratta così profondamente da voler ritornare, da voler essere di nuovo in forma umana con tutti voi. Voglio tanto condividere il cammino insieme a voi ma, cari amici, so che il mio ruolo adesso è quello di stare dall’altra parte per guidarvi e per esservi amico. Sono ancora connesso e un giorno ritornerò.

Una volta che uno spirito, una volta che un angelo è stato in forma umana resterà in quel ciclo fino al completamento: è attratto a tornare di nuovo. Quando ritornate da questa parte del velo ci sono molte lacrime, ci sono molte storie, ci sono molte barzellette ma per tutto il tempo possiamo vederlo nei vostri occhi: volete ritornare, ritornare sulla Terra, ritornare alla forma umana, ritornare a imparare di più perché, in qualsiasi vita, lunga o breve che sia guadagnate tanta, tanta saggezza che viene portata al vostro spirito, tanto amore. Ecco perché dite: "Questa sarà la mia ultima vita sulla Terra…" cari amici, esiste un’attrazione, come una gravità spirituale che vi riporta a vivere l’esperienza ancora una volta.

Dalla nostra parte del velo non esiste il tempo come voi lo conoscete; esiste una progressione di eventi. Immaginatevi di non avere un orologio, di non avere il sole per il giorno e l’oscurità per la notte, che vi diano indicazioni del tempo che passa. Noi non l’abbiamo qui, abbiamo una progressione di eventi e di esperienze. Alcuni di voi hanno teorizzato che dalla nostra parte del velo non abbiamo il tempo, che tutte le cose accadono simultaneamente ma questo non è poi tanto vero.

Noi abbiamo accesso al passato, possiamo tornare nel passato con facilità. Non possiamo far parte del passato, ma possiamo ritornarci e sentirne le energie. Non possiamo andare nel futuro perché non è stato ancora creato, ma possiamo osservare i potenziali di ciò che potrebbe succedere, la direzione in cui state andando. Non ci piace nemmeno giocare a questo gioco e a quello. Quello non è vivere nel Presente: è immaginare come saranno le cose. Abbiamo imparato già tempo fa a non predire il futuro e ci chiediamo quando lo impareranno anche gli umani!

Noi occupiamo molto del nostro tempo qui lavorando con voi, camminandovi accanto, condividendo esperienze e confortandovi. Siamo qui a salutarvi quando passate dalla nostra parte, siamo qui per condividere energie e condividere amore con voi mentre siete di nuovo brevemente qui dalla nostra parte.

Da questa parte non abbiamo bisogno di mangiare, mentre alcuni di voi pensano che noi dobbiamo mangiare come voi. Non ne abbiamo bisogno: otteniamo energia… assumiamo energia in molti modi: un modo è quello di consumare un’altra entità, impadronirsene e prendere la sua energia! Cari amici, tutti noi - voi compresi - abbiamo imparato tanto, tanto tempo fa che questo non funziona perché se cerchi di consumare un’altra entità si tratta di una fame che non può essere soddisfatta.

L’altra cosa che facciamo è quella di sederci da soli in un momento e in uno spazio nostri, respirando. Sì, davvero, noi respiriamo! Inspiriamo ed espiriamo energie. Voi respirate – così, voi pensate di respirare – l’aria…in realtà respirate energia. Noi respiriamo nella pulsazione di Tutto Ciò Che É, di Casa. Qui riusciamo a sentirla, qui riusciamo a sentire la pulsazione di Casa perciò la inspiriamo e la rilasciamo. Ciò ci nutre, è il nostro cibo e il nostro sostentamento.

Ci sono momenti in cui noi, quelli di noi che sono stati in forma umana… festeggiamo con un pranzo. Prepariamo un menu con i nostri piatti preferiti dei tempi della nostra permanenza sulla Terra: a me personalmente piaceva l’agnello e inoltre produciamo le verdure, la frutta e i dolci.... anche i vini! Prepariamo la tavola, ricreiamo l’esperienza in base alla nostra vibrazione e comprensione, ricreiamo l’esperienza umana del pranzare…e ce la godiamo, invitiamo gli amici dalla nostra parte - alcuni che sono stati in forma umana, altri che sono appena trapassati – e tutti vengono alla nostra tavola. Alcuni che non sono mai stati in forma umana trovano molto strano che consumiamo il cibo ma, cari amici, non è nulla in confronto alla gioia che prova l’umano quando consuma il cibo.

Quando state seduti nel momento a tavola, per pranzare, non c’è bisogno che benediciate e passiate le mani sopra il vostro cibo: dovete solo godervi il momento, godervi la vibrazione, godervi l’esperienza di portarlo dentro al vostro corpo fisico e far sì che il nutrimento e l’esperienza facciano esplodere la vita nel vostro corpo.

Cari amici, non c’è bisogno che trasformiate quelle che potreste considerare impurità - nel cibo, nella carne o in qualsiasi altra cosa - per cercare di fare "abracadabra" sul vostro cibo nel tentativo di liberarvi di tutti i componenti negativi. Voi siete degli Umani Divini! Nel momento in cui questo cibo raggiunge la vostra vibrazione voi lo trasformate all’istante - non dovete fare una cerimonia - la cerimonia É ed è ORA, È sempre con voi.

Dalla nostra parte del velo ci fondiamo con altre entità. In un certo senso dalla nostra parte del velo c’è stato un tempo in cui questo veniva evitato. Avvenne in un tempo molto lontano, molto prima che la Terra fosse creata, quando temevamo questa fusione. Ci fu un tempo in cui le entità consumavano e combattevano altre entità, quindi avevamo paura di uscire dal nostro guscio energetico ma ora molti di noi hanno imparato come farlo. È una cosa benedetta: posso entrare e sentire un’altra entità e permetterle di sentire me - noi manteniamo le nostre identità uniche ma per un momento le fondiamo insieme.

Da questa parte del velo possiamo creare qualsiasi cosa vogliamo. Possiamo creare una bella villetta: io, Tobias, ho un posto che amo creare basato sulla mia esperienza come essere umano. È una villetta di campagna piena di alberi, piena di sole con un fiume che le scorre accanto e animali tutt’attorno. Io amavo i miei animali quando ero umano, quindi ricreo questo luogo.

Cari amici, non è nulla in confronto alla possibilità di crearla in forma materiale come potete fare voi come umani. È come il vento in confronto all’esperienza umana, quando potete essere in forma materiale e viverlo davvero. Come umani il modo migliore per sperimentarlo è vivere nel momento, piuttosto di preoccuparsi del passato o di ciò che arriverà domani.

Dalla nostra parte del velo ci sono entità che stanno ancora lottando con chi sono: hanno ancora paura. Sono ancora in giro a lottare in alcune parti di altre dimensioni, a lottare l’uno contro l’altro, a lottare con sé stessi cercando di capire, cercando di tornare a Casa. Quando andiamo a lavorare con loro, a parlare loro vogliono combattere anche con noi. Così abbiamo imparato, già tempo fa, a lasciarli stare: stanno facendo un gioco là fuori, questi esseri energetici. Stanno facendo un gioco e li rispettiamo per questo, li lasciamo giocare.

Dalla nostra parte ci sono entità che si sono perse - si perdono. Vedete, qui ci sono delle dimensioni che voi non potreste nemmeno immaginare con la mente umana. Immaginatevi di essere in grado di creare qualunque cosa vogliate, non in forma materiale ma energeticamente. Ci sono alcuni che si perdono in questo dedalo, si perdono nelle proprie creazioni. Molti di noi, da questa parte, vanno là fuori a cercare di aiutarli a trovare la strada di ritorno. Siamo dei fari per loro e una volta che capiscono che c’è un modo di uscire da questo dedalo... oh, cari amici, sono tremendamente sollevati. Noi li aiutiamo e li guidiamo in uno spazio energetico sicuro.

Noi qui possiamo creare, ma non è come la realtà che voi avete dalla vostra parte. Ecco perché essere umani è così prezioso…è un tale dono. A volte voi lo maledite, volete una visione d’insieme, volete il quadro generale. Volete conoscere tutto il passato e tutto quello che verrà: vi dimenticate di vivere nel momento per apprezzare l’esperienza di essere umani.

Cari amici, da esseri umani potete riuscire a sapere qualcosa di speciale su chi siete, potete passare attraverso molte esperienze grondando di vibrazione, grondando di sentimento…eppure volete ignorare tutto questo: volete vivere nel passato o vivere nel futuro che non è ancora stato creato.

Essere umani è un dono, perché vi aiuta a capire la vostra identità. Voi siete concentrati sull’identità di un umano in una vita, ma il vero dono è quando - mentre siete ancora in forma umana - capite che siete molto di più del nome sulla vostra patente di guida, siete molto di più. Entrando nella condizione umana e assumendo un corpo fisico accelerate il vostro stesso processo di crescita di dieci, cento volte in confronto alle entità che non sono mai state sulla Terra.

Sono molti quelli che non sono mai stati sulla Terra, sono molti, moltissimi. Molti di loro aspettano il momento in cui possono venire sulla Terra, altri aspettano il momento in cui la Nuova Terra sarà creata letteralmente nel vostro universo. Ora esiste un solo pianeta Terra, ma in futuro ci saranno molti luoghi con la vibrazione della Terra. Il lavoro che state facendo ora creerà una Nuova Terra e una Nuova Terra dopo di quella…e l’universo inizierà ad aprirsi e a fornire l’opportunità ad altre entità di sperimentare la coscienza umana e poi la coscienza Umana Divina.

Cari amici, capite l’importanza del lavoro che state facendo?

Ci sono molte entità che aspettano l’opportunità di poter fare l’esperienza umana e molte che temono l’esperienza umana poiché in base a ciò che hanno visto da voi… sanno che l’esperienza umana è difficile, dolorosa, sanno che ci si può perdere nell’esperienza umana, sanno che ci si può concentrare talmente su di lei da dimenticare del tutto sé stessi.

Anche quando si ritorna dalla nostra parte del velo, si dimentica. Ci sono delle entità che muoiono eppure non aprono gli occhi dalla nostra parte: sono legate alla Terra. Voi le conoscete come fantasmi che errano sulla Terra - sono così persi nella loro umanità - a volte trovano un modo per reincarnarsi, altre volte continuano a camminare sulla Terra come fantasmi, arrabbiati con se stessi o con gli altri, con la voglia di rimanere nella vibrazione dell’umanità.

Ci sono altri che non hanno ancora alzato la mano, angeli che non sono ancora pronti per affrontare quest’esperienza. Sanno che, prima o poi, cammineranno lungo il sentiero su cui voi avete camminato: assumeranno la forma umana e sanno che, per l’evoluzione della loro anima, questa è la via da seguire. Ora però restano in fondo e onorano profondamente i loro amici… voi. Voi avete percorso il sentiero di un umano e ora state percorrendo il sentiero dell’Umano Divino: state entrando nella Nuova Energia per aiutare a creare ciò che moltissimi altri sperimenteranno dopo di voi.

Ci avete chiesto com’è dalla nostra parte del velo…ne riparleremo di tanto in tanto, condivideremo le nostre esperienze con voi. Quando ritornerete qui, da noi, vi saluteremo e festeggeremo, davvero…ripasseremo con voi gli eventi della vostra vita, di questa vita e di molte altre. Celebreremo.

Oh, e vedremo… vedremo. È come nelle parole della canzone suonata prima della nostra canalizzazione oggi. Era una canzone su un cane, un cane che amava vagabondare, la stella viaggiatrice: si trovava una casa comoda in cui si fermava per un po', ma poi doveva continuare a vagabondare senza sapere dove lo avrebbe portato il vento, senza preoccuparsi della pioggia, senza preoccuparsi del momento. Ecco che cosa diceva la canzone.

Ci ricorda voi, Shaumbra. Voi ritornate qui. Le cose qui sono facili, sono comode e calde perché noi tutti abbiamo creato quello spazio qui. Noi sappiamo… sappiamo. Vediamo quello sguardo nei vostri occhi, vediamo che Shaumbra sta scrivendo un’altra canzone da strada.

Oh, vi amo tutti così tanto! (pausa)

Cari amici, è ora che siate voi a parlare. É il momento dello Shoud. Io, Tobias del Crimson Council e dell’Ordine di To-bi-wah mi farò da parte. Cauldre inserirà la sua energia direttamente nella vostra e poi sentirete il suono della vostra voce.

Adesso, mentre aggiustiamo le energie prendetevi un momento per respirare. Prendetevi un momento per riconoscere tutti gli umani recentemente trapassati che si trovano in questo spazio con voi. Anch’essi sono ansiosi di sentire cosa direte! (una lunga pausa prima dell’inizio dello Shoud.)

SHOUD: Io sono Shaumbra. Io sono famiglia. Io sono una voce e molte voci. Sono la vostra essenza. Sono la vostra anima. Io sono la vostra divinità. In questo spazio posso parlare, in questo spazio non c’è alcuna separazione tra umano e divino. È uno e perciò voi permettete alla vostra essenza di parlare, di sentire, di sperimentare e di essere. Io sono Shaumbra, una vibrazione e molte vibrazioni.

Io sono la vostra essenza e condivido il messaggio che non C’E’ morte: C’E’ soltanto la vita. La nostra umanità interiore si preoccupa della morte, si preoccupa di entrare nel nulla, si preoccupa che a un certo puntotutto finisca.

Io, la vostra essenza, vi ricordo che non esiste alcuna morte. Io continuo, sempre avanti. Io continuo il viaggio con voi. Non c’è alcuna chiusura, non c’è alcuna fine… c’è vita e c’è il vivere.

Io, la vostra essenza, vi spingo nella vita e qualunque cosa facciate vi spingo nella vita e a vivere e, nel momento, a vivere appieno ogni prezioso momento.

Io, la vostra essenza, vi chiedo di nutrirmi. Sono dentro di voi e tutt’attorno a voi: sono il vostro inizio ma non abbiamo fine. Io, la vostra essenza, vi chiedo di nutrirmi come un bambino che sta per nascere… io, la vostra essenza, vi chiedo di sentirmi. Io sono presente ora e sempre.

Io, la vostra essenza, sono stata separata da voi - o così sembrava - ma ora ci riuniamo e possiamo riunirci soltanto nel momento Ora. Io, la vostra essenza, non posso riunirmi con voi nel passato, non posso riunirmi con voi in un potenziale futuro: posso solo condividere il momento con voi.

Io, la vostra essenza, la vostra anima, il vostro spirito vi chiedo di innamorarvi di nuovo di me, di capire che siamo una cosa sola. Innamoratevi di voi stessi, non sentitevi colpevoli o vergognosi di amare chi siete, chi sono io. Quando amate me imparate ad amare tutte le cose. Il vostro amore per tutte le cose lo troverete attraverso di me. L’amore non lo troverete prima all’esterno: prima lo troverete all’interno.

Io, la vostra essenza, la vostra anima, la vostra luce vengo a voi. Voi mi avete cercata, avete cercato la parte di voi che si è persa. Io vengo a voi, entro nella vostra realtà, nella vostra coscienza come un sentimento, come un’onda, come una brezza, come un respiro. Vengo a voi quando siete pronti, vengo a voi quando lasciate andare qualsiasi senso di colpa, vengo a voi quando vi perdonate…vengo a voi quando riconoscete la vostra divinità.

Io, la vostra essenza vengo a voi quando siete pronti per il potere e la gloria che sono contenuti in me. IO SONO voi, mai perduta, sempre qui, sempre in attesa del momento in cui voi potete sedervi nel Momento Ora e stare con me.

Io, la vostra essenza ho bisogno di nutrimento, ho bisogno delle vostre cure e del vostro amore, ho bisogno della vostra comprensione.

Io sono solo sensazione, il sentire. Ho bisogno di sentirvi, ho bisogno di sentire che siete lì e presenti per me. Io, la vostra essenza, vivo nel respiro che respirate, vivo nel momento in cui vi trovate.

Io, la vostra essenza non sono separata, non sono in attesa che arriviate a certe comprensioni o apprendimenti superiori: io sono qui adesso, pronta per voi.

Io, la vostra essenza non sono l’identità di una vita, io sono l’identità di Tutto Ciò Che E’ Voi, l’identità che vi fu donata quando lasciaste Casa.

Io, la vostra essenza vi porterò compimento, vi porterò comprensione, vi porterò saggezza, vi porterò amore come non l’avete mai conosciuto. Vi porterò potere e vi porterò equilibrio. Vi porterò sentimento ma più di qualsiasi altra cosa, vi porterò vita, vita eterna, vita di realizzazione.

Io, la vostra essenza, vi aspetto. Ho aspettato per eoni, mentre voi stavate giocando, mentre stavate cambiando identità da un’esperienza ad un’altra. Ho aspettato mentre sperimentavate l’essere in una forma di luce, l’essere in forma umana, cambiando vite, cambiando corpi, cambiando stati di vibrazione, cambiando stati di dimensione, cambiando posti in cui avete vissuto come umani, in cui avete vissuto come angeli. Vi ho aspettati.

Io, il vostro spirito, vi porterò le comprensioni non dalla mente ma dal vostro stesso essere. Io, il vostro spirito, vengo a voi quando siete pronti nel momento Ora e nel respiro che si risveglia.

Io, la vostra essenza verrò a voi, ma non da un luogo che vi aspettereste: verrò a voi in un luogo nuovo, in una nuova esperienza e in una nuova vibrazione. Vi chiedo di non cercarmi nei vecchi posti, ma soltanto nel momento Ora.

Io sono Shaumbra. Noi siamo famiglia. (lunga pausa mentre Tobias si prepara aitornare)

TOBIAS: Io, Tobias, ritorno per dire alcune parole, cari amici, alcune parole. La prima parola è: permettetevi di sentire. Questo è un tema, questo è un discorso che faremo ripetutamente. La vostra stessa anima vi sta chiedendo di sentire…noi vi stiamo chiedendo di sentire.

C’è una mente divina che sovrasta la mente umana, c’è un processo che va ben oltre il pensiero. Nel vostro cuore, nella vostra anima e nella vostra essenza esiste un’intelligenza del tutto diversa da quella che conoscete attraverso il cervello umano. Si tratta di un nuovo tipo di intelligenza, conoscenza, comprensione e saggezza. Vi chiederemo ripetutamente di sentire chi siete, di sentire chi vi sta attorno, di sentire noi. Aprite quei centri di sensazione…sì, ne abbiamo parlato recentemente con degli Shaumbra al Lago Tahoe. Lì abbiamo preparato l’energia, quel gruppo ha preparato l’energia per i discorsi che ripeteremo spesso.

SENTITE chi siete. Vi vediamo passare attraverso un processo intellettuale mentre cercate di analizzare questo intero essere che siete, mentre cercate di analizzare come arrivare al prossimo passo. State cominciando a capire che non vi arriverà attraverso l’analisi, xhe non vi arriverà attraverso lo studio.

Vi arriva attraverso l’apertura, attraverso il rilascio, attraverso il vivere nel momento. Arriva attraverso la respirazione, ecco perché abbiamo detto: "Lasciate andare le cerimonie, lasciate andare le preghiere, abbandonate i vecchi modi."

La vostra essenza è seduta con voi adesso. "Perché non la vediamo o non la sentiamo?" alcuni di voi chiedono. "Dove sta, Tobias?" Voi siete ancora quassù, in quella vostra testa. C’è, è lì ma come lei stessa ha detto vi arriva da un posto nuovo. Ci arriverete, capirete. Un giorno, mentre state seduti vicino all’acqua oppure mentre guidate la macchina lungo la strada, una sera starete per addormentarvi e ci arriverete. Capirete di aver cercato la vostra essenza nei vecchi posti, mentre lei arriva da un posto nuovo: è qui, in questa stanza.

Lasciate che vi diciamo che ci sono centinaia e centinaia di entità sedute qui a bocca aperta e con gli occhi spalancati perché, persino nel loro stato vibrazionale di essere appena stati degli umani cominciano a sentire e a percepire, vedono quello che voi forse non vedete – la divinità che risplende dentro di voi in questo momento - in questo momento è qui. Loro vedono il potenziale dell’integrazione dell’anima, dell’essenza, dello Spirito in questa dimensione, sulla Terra, nella vostra forma umana, ne vedono il potenziale perché lo stanno guardando proprio adesso.

Cari amici, avete reso un grande servizio permettendo loro di essere in questo spazio oggi. La vostra essenza è qui in questo momento, nel respiro che fate.

Noi vi amiamo caramente e vi ringraziamo per aver condiviso questo tempo con noi e con tanti altri.

Torneremo fra qualche momento per rispondere alle vostre domande e per divertirci con voi. Vi chiediamo di venire a presentare le vostre domande al microfono. Vorremmo parlare direttamente con voi - non siate timidi - ah, come vi siete detti un mese fa: "Esprimetevi. Esprimete chi siete, esprimete la vostra divinità."

Ecco, ritorneremo fra qualche momento per condividere le domande e i pensieri con voi. Nel frattempo dovete capire che ci sono tanti intorno a voi durante il vostro viaggio. Non siete mai soli.

E così è!

La Serie dell’Umanodivino

UMD2 - DOMANDE&RISPOSTE

Ed è così, cari amici, che ci riuniamo ancora una volta in questo spazio, nell’energia che sta crescendo da giorni, persino da settimane. Ci troviamo tutti insieme per condividere, per imparare e per sentire.

Che cosa vi siete detti oggi nello Shoud? Quale pezzo di saggezza avete condiviso con voi? Il fatto che non esiste la morte. Non esiste alcuna morte, esiste soltanto il vivere, il vivere in questo momento: si tratta di vivere in pienezza, di vivere con gioia. Si tratta di vivere senza condizioni, senza giusto o sbagliato, senza preoccuparvi se state facendo una cosa buona o cattiva.

Lo sentirete nel vostro essere, la vostra essenza lo condividerà con voi. La vostra essenza vi guiderà, la vostra essenza è con voi. É VOI, la mortenon esiste.

I nostri ospiti di oggi hanno lasciato di recente la Terra fisica. Credono così fortemente nella morte in cose come il giudizio, essere buoni o cattivi. Ciò che hanno visto oggi è un gruppo di umani che ha condiviso con loro il fatto che non esiste alcuna morte. Forse il corpo fisico a un certo punto se ne andrà ma cari amici, ora che la vostra essenza sta entrando in voi e vi raggiunge, la morte non esiste nemmeno come l’avete pensata.

Vedete, quelli che si riuniscono qui oggi e che siedono nel Secondo Cerchio… ciò che li preoccupa davvero è la morte dell’identità che avevano come umani. Oh, la morte fisica passa velocemente per la maggior parte di voi: un momento prima siete là e poi siete qua! É la perdita dell’identità, tutto ciò a cui vi siete attaccati – quel nome sulla vostra patente di guida, chi pensavate di essere.

Shaumbra, voi avete imparato che siete molto di più della persona che si guarda allo specchio o che sta seduta SU queste sedie. Avete imparato a rilasciare o limiti della vostra identità per diventare pieni e completi. Nel rilasciare la vostra vecchia identità umana cominciate ad accettare tutto di voi ed è proprio allora che tutti i sentieri si aprono per cominciare ad accettare tutto quello che siete, il vostro spirito, tutte le esperienze che avete avuto da sempre... tutto. Allora la paura della morte se ne va.

Ora potete vivere, potete vivere appieno ogni momento, potete vivere in ogni respiro che fate, potete vivere in ogni momento senza più preoccuparvi di quello che porterà il futuro: vi arriveranno, tutte queste cose vi arriveranno.

L’abbondanza… sarà lì come risultato del vivere. L’abbondanza è il risultato dell’esprimervi in ogni momento. Sarà lì. Se vi concentrate sull’abbondanza, lei vi sfuggirà- cercherete sempre di avere l’abbondanza, di raggiungere la felicità o di avere la salute - starete sempre cercando senza essere mai, senza realizzare mai.

Non esiste la morte: esiste soltanto la transizione, esiste solo il rilascio e il rinnovamento. Non esiste la morte, esiste solo il cambiamento. Esiste solo il rinnovamento e la vita. Viviamo adesso, qui, in questo momento presente.

(Tobias passa a un ritmo meditativo, ipnotico) Respirate in questo momento...

Questo momento… respiratelo dentro, cari amici… poi lasciatelo andare… espiratelo.

Inspirate la vita. Inspirate la vita attraverso di voi.

Respirate il rinnovamento, lasciate che il rinnovamento attraversi tutto il vostro essere fisico e la vostra coscienza.

Inspirate la vita nel Momento Presente. Vedete quanto è facile? 

Mentre respirate sentite un secondo respiro: è la vostra essenza, il vostro spirito, la vostra divinità. Anche lei respira, si arrende a voi con ogni respiro che fate; con ogni respiro che fate vi arrendete a tutto quello che siete. Voi respirate dentro la divinità e lei respira dentro voi.

Voi la inspirate e lei fa il prossimo respiro per voi. Voi inspirate divinità che ora diventa voi.

Voi e lo Spirito. Un unico respiro, dentro e fuori in questo momento. Con sentimento, pieno di vita. Tutte le altre cose di cui vi preoccupate… sono tutte in equilibrio in questo momento di tempo che condividiamo.

(Tobias torna aun ritmo normale) È molto semplice, cari amici. Voi uscirete da questa porta e forse vi scontrerete con alcune condizioni terrene, condizioni umane. Potreste dimenticare per un momento ma domani, o forse il giorno dopo, vi ricorderete quello che avete sentito e che abbiamo fatto qui, insieme.

Nel momento, il respiro, il momento Ora è il punto d’abbondanza. Questo è il punto dell’equilibrio, questo è il punto d’unità con il Sé. Il vostro Sé Superiore non è lontano, in qualche posto lontano o in un’altra galassia - non esiste un muro che vi separi da tutto quello che siete -  esiste solo un respiro nel momento Ora che vi riporta insieme. È molto facile, davvero. Scoprirete che tutte le altre cose vi arrivano e tutto ciò che vi serve nella vostra vita umana vi arriverà, sarà lì. Vi renderete conto che la morte non esiste; esiste soltanto la vita.

E con questo, saremmo lieti di rispondere alle vostre domande.

DOMANDA DA SHAUMBRA 1: Tobias, un mio amico che aveva la sclerosi multipla si suicidò un paio d’anni fa. La mia domanda è: cosa accade chi si suicida, quando passa dall’altra parte? Forse è diverso da noi?

TOBIAS: C’è tanta polemica nella vostra società riguardo al suicidio. Facciamola facile:l’umano è proprietario del suo essere! Può farne ciò che vuole. Se sceglie il suicidio, dalla nostra parte viene salutato esattamente come una persona che muore in un altro modo. Da parte nostra non c’è alcuna condanna del suicidio.

Quando arriverà dalla nostra parte sarà la coscienza che aveva in quel momento, quella in cui ha scelto di trapassareche determinerà il suo livello di vibrazione. Se era pieno di rabbia e di ira, quella rabbia e quell’ira saranno qui quando compare dalla nostra parte. Se era pieno di compassione verso sé stesso, la compassione traspare quando arriva. Moltissime persone che commettono suicidio sono piene di compassione verso sé stesse nonostante la tristezza o il dolore che provano. Per noi è abbastanza facile lavorare con loro.

Naturalmente c’è il senso di colpa, forse pensano di aver fatto una cosa sbagliata suicidandosi ma, cari amici, non c’è alcuna condanna da parte nostra. É la vostra vita: potete giocarla, viverla o perderla in qualsiasi modo vogliate e noi vi ameremo comunque.

DOMANDA DA SHAUMBRA 2: Il mio ragazzo aveva un tumore al cervello. Come sarà la sua salute e quale sarà il futuro della nostra relazione?

TOBIAS: Questo è un altro DD! È Da Definirsi. Ci sono esperienze che tutti voi umani vi date, ci sono esperienze che questa cara persona nella sua vita sceglie attraverso il tumore al cervello ma, d’altronde, tutto accade nel momento. Lui può scegliere di guarire, può scegliere che la sua condizione si aggravi, può scegliere di arrivare a nuove comprensioni. Ora, il tuo ragazzo si è dato questo squilibrio perché l’aiutasse a fermarsi un attimo, affinché ad entrare in un momento di quiete per considerare dove stava andando nella sua vita. Dipende da lui.

Tu… tu sei una luce per lui, oggi puoi uscire da questo posto con tutto ciò che hai imparato su te stessa e sulla vita e senza dover dire molte parole puoi essere presente per lui. Attraverso di te vedrà cosa significa vivere, poi la scelta dipende da lui. Può scegliere di vivere appieno la vita o può scegliere di ritornare da questa parte del velo.

Lo sapete che questa è una delle sfide più grandi che gli umani abbiano? Ci rende perplessi. Perché mai dovreste NON scegliere la vita e il vivere? Perché scegliete di stare nel dolore, quando non ce n’è più bisogno? Non esiste nessun karma, non ci sono i peccati eppure, a volte, l’umano si sente talmente in colpa da imporsi queste cose.

Tu puoi sederti davanti al tuo partner, carissima, ed essere un esempio di quello che può essere il vivere nel Momento Ora, vivere nella gioia e nella pienezza. Vivere può essere così facile ma gli umani lo rendono così complesso! La risposta alla tua domanda è Da Definirsi. La risposta dipende da lui e con te al suo fianco, come Shaumbra, come una che riflette luce e vita... ciò lo aiuterà a vedere molto più chiaramentela sua scelta. Ti ringraziamo e vi onoriamo entrambi.

DOMANDA DA SHAUMBRA 3: Tobias, mi potresti dare delle informazioni sugli ‘autostoppisti’? Per quanto ne so, si tratta di esseri che sono così attratti dalla nostra luce da attaccarsi a noi e vivere attraverso di noi, al posto nostro. Hai dei suggerimenti sulla protezione o sulla rimozione?

TOBIAS: Si, è una domanda davvero deliziosa per noi. Tu hai chiesto di queste entità che si attaccano agli umani, o come dite voi, fanno ‘l’autostop’ sulla vostra vita, diventano parte della vostra vita e in un certo senso accade perché glielo permettete. Ci sono molte entità legate alla Terra, entità che hanno lasciato il corpo fisico ma non hanno lasciato i piani dimensionali della Terra e che, come abbiamo detto prima, vagabondano sulla Terra e si attaccano agli umani che sono disponibili e cooperativi.

Generalmente non si attaccano agli umani ben equilibrati e illuminati come voi. Tendono ad attaccarsi a persone con basse vibrazioni,tendono ad essere attratti dalle vostre osterie e dai luoghi dove ci sono molte droghe. Potete trovare lì queste entità perché si trovano a loro agio in quel tipo di vibrazione. In un certo senso esistono aperture attraverso cui arrivano e si attaccano.

Altre sono affascinate dal vostro viaggio e vogliono farne parte; pensano che se stanno attaccate a voi le aiuterete ad ascendere e a trasformarsi, ma abbiamo scoperto che non riescono a starvi attaccate molto a lungo. E’ come mettere la mano su una casseruola bollente, dopo pochissimo tempo fa male e quindi mollano la presa.

Noi suggeriamo a tutti gli Shaumbra di non preoccuparsi di queste entità. Semmai… se c’è un’influenza che molti di voi hanno subito non proviene da queste entità legate alla Terra, piuttosto è dovuta ad aspetti di voi stessi del passato che non vogliono mollare la presa.  Cercano di attaccarsi alla loro identità e anche se sono morti cercano di continuare a vivere in voi e attraverso di voi cercando di influenzare la vostra vita. Per gli Shaumbra è molto più probabile che accada questo.

Se sentite l’influenza di questi ‘autostoppisti’, lasciateli andare e basta. Se non se ne vanno, allora esigete che se ne vadano all’inferno dalla vostra energia! Devono farlo, devono farlo. Quando siete abbastanza forti interiormente devono andarsene. Urleranno e scalceranno e causeranno un po’ di scompiglio nella vostra vita, ma quando prendete possesso della vostra divinità devono andarsene.

Oh, vi diranno che non è così, vi diranno che possono restare e che vi controllano, ma prendete possesso della vostra divinità e dite loro che se ne devono andare. Quello che temono è la morte dell’identità. Sanno di essere già morti, ma vogliono continuare a vivere la loro vecchia identità. Non si rendono conto che la loro identità è molto di più di quello che pensano, che sono molto più grandiosi di quello che pensano di essere. Dite loro di andarsene.

DOMANDA DA SHAUMBRA 4: Ciao, Tobias. Vorrei chiedere aiuto o avere alcuni suggerimenti. Tu hai costruito una casa così bella per te. Io stessa sto cercando una nuova casa. Sarei contenta se mi potessi aiutare in questo. Grazie.

TOBIAS: Ora, ti chiediamo di tornare qui e di dirci: "Cosa vorresti avere?”

SHAUMBRA 4: Uh, oh!

TOBIAS: Definiscici la tua casa.

SHAUMBRA 4: Una piccola casa con alberi, un fiume sul retro e animali tutt’attorno.

TOBIAS, ridacchiando: Quella casa non è in vendita! Vorremmo che tu creassi per te qualcosa di più e non solo piccolo, qualcosa di illimitato che sia un riflesso di tutto quello che sei stata e di tutto quello che sei. Sei pronta, carissima, a portare questo nella tua vita?

SHAUMBRA 4: Sì, lo sono.

TOBIAS: Senza riserve?

SHAUMBRA 4: Senza riserva alcuna.

TOBIAS: Senza sensi di colpa?

SHAUMBRA 4: Senza senso di colpa alcuno.

TOBIAS: Certo. Allora creala e noi saremo lì per te. Tutti gli Shaumbra saranno presenti mentre tu crei questo per te stessa, ma fallo senza limiti. Sei dove dovresti essere, sei qui perché tutto era stato preparato. Tutte le cose hanno coinciso per questo momento per cui ti chiediamo di vivere come la regina che sei.

SHAUMBRA 4: Grazie.

DOMANDA DA SHAUMBRA 5: Ciao a Joseph in Israele e salve, Tobias. Mi si è presentata un’opportunità che permetterebbe la scrittura di un libro per rivelare la verità su chi era mio fratello. Il processo relativo alla sua uccisione lasciò una falsa impressione, molto diffusa, su chi era. Mi chiedo se sia un intento di programmare o un intento di verità. Il mio intento è quello di affermare chi fosse e così le sue figlie possono saperlo e in realtà non m’importa come reagirà la gente o se cambierà idea su di lui. Vorrei piuttosto che venisse raccontata la verità su chi era perché è accaduto esattamente il contrario. Mi chiedo se sembra un intento di programmare? Cosa ne pensa Johnny di tutto questo?

TOBIAS: E la domanda che noi rivolgiamo a te è: "Che ne pensi tu? Quali sono le tue sensazioni riguardo a questo progetto?"

SHAUMBRA 5: Le mie sensazioni sono buone. Sento chiaramente di non avere un intento di programmare. Vorrei che la verità su di lui fosse lì, disponibile - perché lui era una persona meravigliosa - c’’erano tante informazioni sbagliate. Allo stesso tempo questo causa in mio padre un intenso… temo che avrà un attacco di cuore. Questo solleva di nuovo in lui la rabbia e tutta la roba, anche se dice che vuole che venga fatto, ma non mi è chiaro dove… sono preoccupato di come si senta Johnny riguardo a questo, se è possibile saperlo.

TOBIAS: Tu hai delle preoccupazioni dentro di te, dici che c’è chiarezza ma noi non la vediamo. C’è molta confusione su questo argomento, molta confusione su cosa fare. Noi non diamo alcuna opinione su come procedere con questo libro –  lasciar perdere o scriverlo o qualunque altro metodo tu abbia.

Siamo seduti qui con questo tuo caro fratello che ti chiede solo una cosa semplice.  Prima di tutto ti manda tanto amore, ma ti chiede di andare avanti con la tua vita. Lui è equilibrato nella sua e ritornerà sulla Terra molto, molto presto e vuole che tu viva e che non ti preoccupi di quelle cose. Erano tutte appropriate, erano tutte, tutte, appropriate. Lui faceva parte di questo scenario tanto quanto tutti gli altri attori. Tuo fratello vuole ritornare su questa Terra e vederti come un caro parente, come un caro parente che non è imprigionato nel passato ma che vive nel momento. Ecco come ti vuole vedere.

DOMANDA DA SHAUMBRA 6: Grazie, Tobias, per tutto quello che ci hai dato oggi. La mia vita è piena d’abbondanza, molti amici e molta comunità, molte cose materiali e amore di tutti i generi. La difficoltà sta nel flusso di denaro che arriva sempre all’ultimo minuto e in questi ultimi tempi, non c’è proprio stato, nemmeno all’ultimo minuto. Mi chiedo se tu puoi rispondere a questo.

TOBIAS: Sì, certo, questa è una sfida, la sfida dell’abbondanza finanziaria, la sfida dell’abbondanza in generale che tanti Shaumbra si trovano ad affrontare. State tutti imparando, state ancora usando i vecchi modi per procurarvelo. Diciamo a tutti voi che è molto semplice: si tratta di stare nel momento Ora. Ciò che vi serve nel momento Ora vi arriverà. Non quello che vi aspettate di avere, non le cose che non vi servono nel vostro viaggio: se vi serve una casa per poter comodamente fare il vostro lavoro, ci sarà, se vi servono i soldi per il vostro viaggio ci saranno, vi arriveranno.

Questa è una delle cose più impegnative per tutti voi. State imparando a lasciare che l’energia arrivi all’ultimo momento. Questo è il vero riconoscimento che state vivendo e che intendete continuare a vivere!

Shaumbra, voi pensate tanto alla morte, pensate alla partenza. Cosa succede allora? Il flusso comincia ad interrompersi! Quando state pensando di ritornare dalla nostra parte... non stiamo parlando di suicidio, ma stiamo parlando di quando sapete che è ora di ritornare o forse volete ritornare... allora nella vostra vita le cose cominciano a morire proprio come le foglie sugli alberi. Perdono energia dalla loro sorgente, iniziano a cadere. Quando vi chiedete se restare o andarvene, voi interrompete il flusso.

Quando incominciate a vivere in ogni momento tutte le energie cominciano a salire, a salire attraverso l’albero, i rami e fino alle foglie e quindi avretedi nuovo l’abbondanza. Capite come funziona? Cari amici, è molto semplice. Sappiate che siete qui, sappiate che state vivendo in ogni momento. Vi arriverà.

DOMANDA DA SHAUMBRA 7: Buon pomeriggio, Tobias. Sin dai tempi delle elezioni presidenziali, sono incredibilmente scettico riguardo a tutto ciò che entra nelle notizie e apprezzerei molto delle informazioni da parte vostra sulla guerra di Bush in Iraq.

TOBIAS: È solo un simbolo della coscienza umana. A questo punto alcuni umani, trincerati nella dualità, hanno la necessità di agitare le sciabole, di fare delle minacce. In un certo senso è appropriato, questo è il tempo del completamento delle griglie. Tutti gli argomenti irrisolti salgono in superficie e ci sono molti argomenti irrisolti a livello mondiale, davvero molti.

Tutto ciò fornisce un’opportunità unica ad ogni umano che legge le notizie o ascolta i notiziari, quella di dover pensare a questo processo, a questa cosa chiamata “guerra.”Tanto, tanto tempo prima che voi veniste sulla Terra c’erano guerre, c’erano battaglie. Ciò che gli umani stanno facendo adesso è attraversare di nuovo quelle esperienze di tanto tempo fa mentre siete qui sulla Terra per arrivare a nuove comprensioni e a nuova saggezza. Avete un’opportunità unica di osservare la dualità, il valore – o l’assenza di valore – delle guerre, di vedere come vivere insieme come una comunità globale.

Abbiamo chiesto aShaumbra di non pregare per una parte o per l’altra. Vi abbiamo chiesto di andare dentro di voi per essere equilibrati nella vostra stessa divinità. Questo, più di qualsiasi altra cosa, può contribuire a cambiare la coscienza. Quando pregate per una parte state soltanto aumentando la dualità, quando pregate che tutta questa attività cessi forse non comprendete il valore insito in quello che sta accadendo, invece quando entrate dentro di voi, quando entrate dentro per cercare l’equilibrio ed il completamento in voi, questo cambia la coscienza a un punto tale che forse le guerre non saranno più necessarie.

Questi conflitti continueranno fino alla fine di quest’anno, forse anche l’anno prossimo. Si tratta semplicemente di tutti i cambiamenti che, a questo punto, hanno a che fare con l’aggiustamento finale della griglia.

I vostri leader e persino i vostri dittatori sono un riflesso della vostra stessa coscienza. Siete voi che li eleggete, siete voi a metterli in carica oppure a dare loro lo spazio per essere i dittatori. Quando guardate i vostri leader in realtà state guardando voi stessi, la vostra nazione e la vostra comunità. Loro sono ciò che voi siete.

Non faremo delle previsioni su ciò che accadrà nei mesi a venire, anche se potrebbe essere una corsa pazzesca per tutti voi! Noi non parteggiamo né per l’uno né per l’altro. Si tratta solo di un’espressione di dualità, però suggeriamo a tutti voi di rimanere centrati in voi stessi durante questi tempi difficili, durante queste guerre potenziali, durante i tempi di oscillazioni economiche, durante i tempi in cui tante persone attorno a voi perdono il loro equilibrio.

DOMANDA DA SHAUMBRA8: Salve, Tobias. Questa è una continuazione della domanda precedente. Si riferisce all’attuale situazione politica nel mondo e al ruolo degli Shaumbra e degli Operatori di Luce nell’entrare nel mondo con la nostra verità e le nostre credenze nella pace, esprimendole nel mondo in maniera fisica, oltre che interiormente.

TOBIAS: E come vorresti fare questo?

SHAUMBRA 8: Camminando nel mondo e dicendo la mia verità.

TOBIAS: E che aspetto ha la tua verità? La tua verità è un intento di programma? La tua verità si basa forse su un libro? O la tua verità è forse basata su qualcosa che hai scoperto da solo? Come esprimi e come condividi ciò che hai scoperto da solo, dentro di te?

SHAUMBRA 8: Lo condivido mettendo il mio amore a disposizione di tutti, di tutte le parti coinvolte. E la mia domanda è… ha a che fare con quella sottile linea tra lo stare nella verità e l’agire nel mondo.

Proprio così. Ciò che accade in questo processo è che devi fare ben poco, fino a quando non arriva alla tua porta e allora sarà il momento di danzare con lui. Quello che vogliamo dire con questo è che non c’è alcun bisogno di essere vigili, non c’è alcun bisogno di andare fuori e proclamare al mondo che deve fare una cosa o un’altra.

Fin dall’inizio ciò che stiamo dicendo a Shaumbra è di imparare a mantenere la vostra stessa divinità poi la gente verrà da voi, a uno ad uno e poi in gruppi e poi in grandi gruppi. Verranno a vedere cos’è che voi avete e più che dai libri, dalle parole e dalle dimostrazioni verranno ispirati dal fatto che la vostra divinità venga espressa attraverso la vostra condizione umana.

Questa è Nuova Energia ed è diversa dalla Vecchia. Non c’è bisogno che usciate e che agitiate dei cartelloni o delle bandiere. Non dovete cercare di salvare il mondo: il mondo sta benissimo, proprio ora il mondo sta facendo un gioco e si diverte. Rispettate questo fatto e quando si stancheranno di giocare e verranno da voi, allora sarà il momento di iniziare il vostro lavoro. Allora sarà il momento.

Noi vi amiamo tanto, Shaumbra, perché volete FARE. Volete essere attivi, volete andare fuori e cambiare il mondo ma, cari amici, il mondo che sarà pronto per il cambiamento verrà da voi. Allora, in quel momento, saprete cosa fare.

Molti di voi mi chiedono: "Che cosa dovrei fare, Tobias, quando comincio a sentir bussare alla porta e le persone iniziano a venire da me? Cosa dovrei fare?" Dovreste stare nel momento. Se non siete ancora sicuri sul da farsi, se non vi è arrivato, sedetevi con loro nel momento e respirate: è una cosa meravigliosa e allora saprete cosa fare.

Vi onoriamo perché voi vedete la ferita e il dolore nel mondo e vedete il potenziale per il mondo di divenire un luogo di vero amore, vedete il mondo diventare un luogo in cui ogni umano saprà chi è e saprà che tutti fanno parte dell’unità. Questo giorno sta arrivando: ci vorrà un po’ di lavoro, ecco perché siete qui, ecco perché tutti gli Shaumbra sono qui – per aiutarne uno e poi per aiutarne molti.  Verranno da voi, verranno da voi.

Nel frattempo, Shaumbra, siate pazienti, siate pazienti. Sono in arrivo ancora tempi difficili. Ci sono molti squilibri che possiamo vedere dalla nostra parte e non sappiamo esattamente cosa gli umani sceglieranno di sperimentare, ma vediamo che per un certo periodo di tempo potrebbe essere un po’ una scarrozzata Prendete possesso della vostra divinità e capite, cari amici, che non esiste la morte. Siate pieni di vita in ogni momento.

Ritorneremo il mese prossimo per condividere con voi, per stare con voi. Nel frattempo, cammineremo con voi attraverso le vostre molte esperienze, saremo qui per condividere con voi. Cercate di capire che le centinaia di anime trapassate di recente che sono venute qui oggi hanno visto qualcosa che non avevano mai visto prima sulla Terra. Voi avete fatto la differenza e loro ne parleranno dalla nostra parte del velo. Si ricorderanno dell’energia quando ritorneranno sulla Terra in forma umana.

Vi amiamo teneramente e non siete mai soli.

E così è!