SHOUD 06 - IL SÉ OMBRA E I POTENZIALI II

La Serie della Chiarezza

SHOUD 6 - IL SÉ OMBRA E I POTENZIALI II

presentato al Crimson Circle il 6 gennaio 2006 

E così è, cari Shaumbra, che ci riuniamo ancora una volta in questa bella, bella energia della Terra. Che luogo meraviglioso in cui essere, vivere e creare; che luogo meraviglioso dove avere voi e le vostre energie per imparare come non avreste potuto fare in nessun’altra dimensione o parte del cosmo e dell’omniverso. Solo qui, solo sulla Terra potevate farlo.

Cari Angeli, prima di venire sulla Terra voi siete stati dappertutto. Siete esistiti in tantissimi spazi e tempidiversi, in moltissime dimensioni ma niente è come questo. É un tesoro, una gemma, è un onore.

A volte ci sentite parlare di come vi siete offerti volontari ma in un certo senso è più accurato dire che siete stati scelti perché furono convocati solo gli angeli che volevano passare al livello successivo, il più importante e grandioso. Solo quegli angeli - voi - sentirono la chiamata della tromba di Gabriele che annunciava che il tempo era giunto e che la consapevolezza dell’omniverso era pronta per aprire il pianeta Terra.  Voi pensate in termini di spazio e tempo, pensate a quanto tempo ci è voluto per arrivare qui e per evolvere come specie, per sviluppare un corpo e una consapevolezza umana. In un certo senso, è accaduto solo un flash o un respiro fa. Voi avete lasciato Casa solo un respiro fa; non ci è voluto poi così tanto.

A volte ciò che sembra buttarvi giù come essere umani è il pensare che tutto ciò va avanti da un’eternità. Non è per forza il processo che vi butta giù: è la mancanza di velocità, è la lentezza che vi butta giù. Se aveste saputo che tutto ciò poteva finire entro un anno, ovviamente vi sareste rilassati un po’. Non sareste così preoccupati se sapeste che c’è una sorta di ‘turnover’, quello che noi chiamiamo ‘punto di ‘separazione’, che va da un livello di coscienza o consapevolezza a un altro. Se aveste saputo che sarebbe accaduto in una sequenza temporale relativamente breve, nessuno dei problemi che oggi vi affliggono vi sarebbero sembrati problemi.

Ci viene un po’ da ridere quando ci chiamate, cosa che accade quasi ogni notte e dite: “Caro - o maledetto - Tobias” dipende dalle notti, “nella mia vita sto affrontando tanto dramma, tutta questa sofferenza e miseria e non so più chi sono.” A parte tutto, è una buona cosa. Voi avete vissuto tutto ciò e io dico con amore e gentilezza: “Caro, abbi pazienza.”

La risposta universalmente comune a tutti gli Shaumbra è: “Pazienza un cavolo! Sono stanco di avere pazienza!” Voi dite, “Sono stanco morto di questo andamento, del tempo che ci vuole, non del procedimento o dell’esperienza in sé ma da quanto sembra andare avanti.”  Indovinate una cosa Shaumbra: voi potete cambiare tutto questo.

Ho provato a spiegarvelo, ma a quel punto tendete a disconnettervi. Ve lo dirò ora e poi potete anche disconnettervi per il resto di questo Shoud.

Ora cambiamo tempo. Voi indossate sul braccio quella cosa, l’orologio da polso e sulle pareti ci sono i vostri strumenti meccanici ma in realtà una cosa come il tempo non esiste, almeno non come lo conoscete.  Dalla nostra parte non ci sono orologi e francamente siamo irritati e bloccati dalla natura del tempo in cui operate, capiteci perché quando siete nel tempo e noi siamo qui come vostri servitori leali e fedeli - non pagati, forse - ma leali e fedeli, anche noi cadiamo nella struttura del tempo e per noi è molto difficile.

Oggi forse, durante questo Shoud, possiamo cominciare a espandere il tempo, a trascenderlo e a usarlo quando vogliamo, quando volete usarlo e a non usarlo quando non è opportuno. Nessuno ha detto che ci in un giorno devono essere 24 ore. Se eliminaste tutti gli orologi e gli strumenti per misurare il tempo e anche l’effetto del sole che sorge a una certa ora e tramonta a una certa ora, non avreste nessuna concezione del tempo. A quel punto il tempo significherebbe davvero poco per voi.

Allora potreste aprirvi più facilmente alla natura multidimensionale, al potenziale, all’ombra dell’‘essere senza tempo’. Allora potreste usarlo a vostro vantaggio, in qualsiasi modo. A volte, ovviamente volete che il tempo scorra molto lentamente; quando gioite nell’ascoltare musica, quando siete con gli amici, quando state meditando o facendo una lunga passeggiata; quando state guardando un buon film e volete che duri per sempre.  Molte volte il tempo si può allungare.

Non c’è niente, assolutamente niente se non il velo di coscienza che dice che il tempo è fisso e voi l’avete accettato. Voi dite: “Devo essere al lavoro a una certa ora.”  Bene, prima di tutto dovreste lasciare i vostri impieghi e a quel punto non avreste quel problema - ve l’abbiamo detto tante volte, Shaumbra. Alla fine sarete ‘auto-occupati’, o meglio ‘auto-disoccupati’ attivi, se volete essere precisi!

Se non ci fosse l’elemento tempo che tira fuori difficoltà o ansia, le sfide del vivere sulla Terra non sembrerebbero tanto difficili. Lasciateci cominciare questo Shoud aprendo il tempo stesso, penetrando attraverso le sue barriere.  La vostra società è sempre più basata sul tempo.  Non stiamo dicendo che voi dissiperete il tempo o ve ne sbarazzerete tutto in una volta: diciamo che lo userete quando vi serve e lo ignorerete quando non vi serve affatto.  Lo allungherete quando è appropriato e lo condenserete e concentrerete quando non lo è. 

Che cosa meravigliosa - un gruppo di umani che ignora davvero le restrizioni e i limiti del tempo.

Proprio ora vediamo che alcuni di voi sono preoccupati di arrivare tardi agli appuntamenti. Forse per un paio di volte dovreste sperimentare com’è. Crolla forse il mondo? No! Le persone all’incontro devono davvero avere la vostra energia?  No…è triste da dire ma possono andare avanti anche senza di voi! Se mancherete all’appuntamentoperderete la vostra legittima posizione? È probabile - praticamente scomparirete dove lavorate, ma in ogni caso è ciò che state chiedendo!

Vedete, voi chiedete un nuovo lavoro ma volete che noi vi garantiamo che lo otterrete prima di lasciare il vecchio. Ah, ah cari Shaumbra, quello è un abisso che dovete attraversare. Proprio nel vostro cuore dovete rilasciare con amore e del tutto ciò che siete pronti a rilasciare e se non siete pronti, aggrappatevi. Se ancora vi serve aggrappatevi ma quando siete pronti a lasciarlo andare, lasciatelo andare del tutto e guardate cosa accade.

Affiorano le vostre paure.  Voi dite: “Come pagherò le bollette?”  Beh, e se creaste una situazione lavorativa più ricca? Se creaste un modo nuovo per permettere all’abbondanza di fluire?  Non deve essere un altro lavoro, non deve essere una sostituzione - lavoro vecchio/lavoro nuovo - quello è pensiero lineare, è il modo di pensare da Vecchia Energia, è anche un modo di pensare noioso che consuma e logora la vostra mente.  Noi stiamo per trascendere tutto il problema del tempo, uno dei più grandi veli che ci siano.

Oggi sono qui con l’energia del caro Adamus-Saint-Germain -  siamo insieme. Se ascoltate per un momento lo noterete: ascoltate un attimo, fate attenzione, sentite e siate consapevoli dei diversi strati d’energia che operano in simultanea. Voi pensate di ascoltare una voce sola, invece proprio ora ascoltate molte voci in contemporanea. Voi credete che le parole vengano da Cauldre, attraverso il suo microfono e attraverso il vostro sistema ma non è così.  Siete stati portati a crederlo, siete stati portati a focalizzarvi su quello.

Ciò che state ascoltando proprio ora è questo e molto di più. Quello che state ascoltando proprio ora sono io, Tobias che sono in piedi proprio accanto a voi. Voi non mi ascoltateattraverso il sistema audio: mi sentite perché sono proprio dietro la vostra testa e vi parlo in un modo diverso.

Voi sentite l’energia di Adamus-Saint-Germain.  Saint-Germain dice - indica la sua testa - che è proprio di fronte a voi e anche lui vi sta parlando. State sentendo una voce e molte voci in simultanea. Oh, qui c’è anche un coro intero, il coro degli Shaumbra che parlano. Voi parlate e tutti voi state canalizzando lo Shoud - in questo momento state facendo shouding insieme a noi. Gli Shaumbra sono dappertutto nel mondo, ci sono e stanno parlando. Noi stiamo parlando all’unisono come un'unica voce, come molte voci, come un concetto e come molti concetti. 

Voi dite: “Io non sento niente.” Sì, ma se vi espandete potete farlo. Noi siamo lieti che Cauldre lo abbia fatto quando, all’inizio del nostro incontro di oggi, gli abbiamo chiesto di farlo - espandi l’energia, espandi la tua energia.

Si, ciò significa la vostra immaginazione. Abbiate fiducia nella vostra immaginazione tanto da potervi aprirvi e sentire. Sentire non deve passare per forza dalle vostre orecchie fisiche; sentire è anche un senso divino. È proprio lì, è proprio lì.

Vi diremo qualcosa più avanti in questo Shoud - voi veramente lo direte a voi. È qualcosa che riguarda il campo dell’immaginazione, dei livelli multipli e del perché a volte vi bloccate. Ecco il principale argomento di oggi. Che cosa vi blocca? Che cosa vi ferma? Non è molto, davvero ma vi piace credere che lo sia.  No, non è molto, davvero ma ne parleremo.

Per un momento ascoltate la magia di molte voci. Oh, alcune di loro sono veicolate attraverso la voce e la vibrazione di Cauldre. Vedete, Cauldre s’imbarazza quando parliamo di lui ma Cauldre ha vissuto molte vite come ‘canalizzatore’.  È importante che ognuno di voi canalizzi e non riguarda solo l’aprirsi a noi che possiamo entrare; si tratta di aprirvi al punto che anche voi possiate esserci. Voi aprite tutti i condotti - per noi, per voi e per tutti quelli che canalizzate - aprite tutto. Cauldre l’ha studiato come molti di voi hanno fatto in passato.

Studiando la canalizzazione - come portare qui letteralmente tutti gli aspetti energetici attraverso la vostra voce - accade anche qualcos’altro. Quando Cauldre canalizza, con la sua voce arrivano anche le nostre e le vostre vibrazioni: è il dono del canalizzatore e il suo obbligo è quello di allenare la voce che si estende letteralmente giù fino allo stomaco e sale su attraverso i polmoni, il petto, la gola e la bocca per canalizzare anche nelle energie fisiche.

Oggi siete circondati dal suono che arriva da ogni direzione. Perché?  Beh, così lo sentirete! Se non lo sentite da una fonte lo sentirete da un’altra anche perché siete multidimensionali. Mentre siamo seduti a parlare con voi c’è dell’energia che si riversa nel vostro spazio, nel vostro regno, l’energia di diversi aspetti dimensionali che corrispondono ai diversi aspetti o ombre di voi, come vedete.

C’è molto di più del singolo ‘voi’ seduto sulla sedia o di Cauldre che si siede e canalizza. Sta accadendo su ogni livello, che ne siate consapevoli o no, sta accadendo su ogni livello. Una cosa sorprendente è vivere nella Nuova Energia - multidimensionale, multipotenziato, tutto in una sola volta e voi sapete che non viene da chissà dove. Non viene dall’eterico e non viene per forza da noi. C’è sempre stato - aspettava, aspettava che gli permetteste di venire ed entrare in gioco.

Oggi Saint Germain, Io, Tobias, gli angeli che ci accompagnano e tutti gli Shaumbra ci siamo riuniti qui per passare al prossimo livello, il primo passo, il Tempo - trascendere il tempo. Non dovete diventare intellettuali, non dovete sedervi e fissare i vostri orologi cercando di spostare le lancette! Dovete solo capire che il tempo è flessibile ma gli umani lo hanno reso piuttosto rigido.

In origine… per un attimo sentite proprio l’origine del tempo. Non definitelo, sentitelo e basta: sentite l’origine del tempo, la struttura che ci sta dietro, perché è lì e come vi ha servito.  Non nella vostra testa…se sentite una pressione nella testa è facile che si sia espansa.

A volte vi dite che ci vorranno molti minuti o ore per portare a termine un compito e poi dite, “Posso fare solo un tot di lavoro in una certa quantità di tempo della giornata!” Beh, allora diventa reale, ma se dite: “Un giorno porterò a termine molti compiti e completerò molte cose in un periodo di tempo brevissimo. Tutto sarà svolto in modo efficiente e efficace senza per forza diventare nevrotici o iperattivi e nell’incubatrice del tempo resterà solo un breve periodo e ciò mi lascia molto più tempo - o ‘non-tempo’ - per fare le cose che voglio fare davvero per me.” 

Si, ci saranno sempre degli incarichi - anche qui dalla nostra parte del velo ce ne sono ma noi li mettiamo in capsule del tempo così ci si prende cura dei compiti assegnati molto facilmente e ciò ci consente molto ‘non-tempo’ per fare le cose che amiamo.

Shaumbra, oggi ritorneremo al Centro Servizi Shaumbra. Ci siamo stati un paio di mesi fa: è un’energia, è un posto immaginario molto reale. Si, lo amo molto - un posto immaginario molto reale.  Voi pensate che le due cose non siano compatibili, ma lo sono in modo assoluto. L’immaginazione e la realtà - in effetti sono la stessa cosa: è diverso solo come l’energia si manifesta.

Oggi andremo al Centro Servizi Shaumbra perché è un posto meraviglioso - la vostra energia è lì. È un posto meraviglioso dove parlare dei problemi, dei blocchi e di come aprirsi alle potenzialità. È un posto meraviglioso dove aprirvi. Oggi faremo un piccolo esercizio di gruppo sull’aprirsi. Di sicuro muoveremo un po’ d’energia e parleremo di alcuni concetti e filosofie.

Uniamoci e portiamo le nostre energie nel Centro Servizi Shaumbra. Non ci vuole nessuno sforzo, non c’è bisogno di spingere. Non forzate la vostra mente: se scegliete di esserci, ci siete.

Il vostro Centro Servizi Shaumbra, la vostra impressione delle sue energie in qualche modo può differire da quella della persona che vi siede accanto. Ciò è appropriato: all’esterno o nei regni espansi ognuno ha una ‘presa’ sulle energie. Se nel Centro Servizi tu vedi un bel pavimento con un tappeto folto e morbido dove puoi distenderti e la persona accanto a te sente e percepisce un pavimento in legno è perché esistono insieme. Tappeto, legno, tegole, sporco, acqua – capite? É multi-dimensionale. Quale potenziale volete scegliere? Sta a voi. 

Ci sediamo qui nel Centro Servizi Shaumbra rinnovando la nostra energia. Siamo in un luogo sicuro che ci permette di rilasciare alcuni dei blocchi e di guardare oltre ciò che pensiamo di essere. Allora, facciamo un respiro profondo e sentiamo l’energia. 

In ogni caso dobbiamo proprio rimproverare alcuni di voi qui. Voi vi mettete nei pasticci. Durante queste settimane di vacanza alcuni di voi sono incappati in alcuni problemi interessanti e traumatici…che periodo meraviglioso per il dramma!  Siete nei guai e poi vi sentite sopraffatti. Vi sentite giù, siete depressi e alcuni di voi diventano anche piagnucolosi. Permettete che ciò governi la vostra vita.

A quel punto lanciate maledizioni e dite: “Con gli Shouds sto imparando tutte queste cose ma non dev’essere per me oppure non deve essere vero, dato che ho tutti questi problemi e drammi con il mio lavoro e la mia famiglia. Come potrei mai essere Shaumbra se sono stato licenziato proprio il giorno prima di Natale? Lo so che siete lì…vi sentiamo. “Com’è potuto accadere a me?”

Shaumbra, invece di essere sconvolti e arrabbiati, invece di fare il ‘povero me’ e soprattutto di sentire che non siete meritevoli di tutto ciò, fermatevi per un attino. Venite qui al Centro Servizi Shaumbra: spesso è assolutamente vuoto, non ci sono Shaumbra e potete averlo tutto per voi.

Venite, sedetevi, fate un respiro profondo e se volete portatevi dietro i vostri problemi. Effettivamente è un luogo eccellente per elaborare, guardare o osservare i problemi e per vedere davvero l’ombra dietro ciò che pensate siano i vostri problemi. Venite nel Centro Servizi Shaumbra. Non perdete energie in tutte lle altre cose, venite qui per un attimo Chiamateci - io, Tobias, Saint-Germain, Quan Yin, Ohama. Chiamateci, se volete ci sediamo con voi ma non chiedeteci di risolvere i vostri problemi perché sapete qual è la nostra risposta. Che c’è dentro? Che cosa senti?

Stando seduti nel Centro Servizi vi chiedete: “Allora, cosa c’è dietro al problema? Perché sono stato licenziato? Perché ultimamente il mio corpo è così esausto? Perché continuo ad avere problemi continui con la mia famiglia? Perché voglio lasciare il mio compagno\a ma mi sembra di non riuscirci? Sono infelice, ma non posso andarmene”.  Bene, venite qui, vi sedete, fate un respiro profondo e prendete un bicchier d’acqua.  Potete farlo; qui potete avere un bicchiere d’acqua - provateci.

Alcuni di voi pensano: “Tutto ciò è stupido.” Si lo è, ma non è stupido quanto essere un umano unidimensionale bloccato sulla Terra! Quello si che è veramente sciocco -  non dovete essere così. Allora, prendete un bicchier d’acqua, rinfrescatevi un po’, fate un respiro profondo e dite ad alta voce o dentro di voi: “Che cosa c’è? Che cos’è?”   Nel momento in cui lo dite tutto si mette in moto. La risposta deve arrivare a voi, prima o poi deve arrivare.

Se siete bloccati nella mente, se cercate di capire, la risposta avrà difficoltà a presentarsi da voi.  Sarà proprio lì e certe volte vediamo la risposta che galleggia intorno al vostro campo energetico e noi chiediamo: “Caro Dio, perché non riescono a vedere chiaramente come noi?” É perché siete nella mente.

Voi operate nelle ‘dimensioni vicine’ - come le definiamo noi - non operate nelle ‘dimensioni creative’.  Ne parleremo tra un minuto.  Uscite per un po’ dalla testa e abbandonate la domanda, smettetela di cercare di capire: “Caro Spirito, caro Sé, cari Shaumbra, che c’è con questo problema o mancanza d’abbondanza nella mia vita?  Perché all’improvviso sono colpito da tutte queste bollette, la macchina si rompe, l’affitto è aumentato e ho perso il lavoro?”

Buttatelo fuori tutto. Capite, lo state davvero esponendo dentro di voi state ascoltando da dentro.  Lasciatecelo per un po’ - non pensateci.  Avete già posto la domanda.  Tutte le volte che un angelo o un essere umano fa una domanda - una tra le cose più belle al mondo – mette in moto una dinamica per cui la risposta arriva facilmente.  Deve arrivare: è una risposta naturale di ciò che definite universo ma in effetti è una risposta naturale che viene da voi.

Accade che voi fate la domanda e tutti i livelli dicono: “Oh, è arrivato il momento di darsi da fare” Desiderano risposte e comprensione, sono stanchi di attraversare l’esperienza. Ora creiamo o portiamo avanti la risposta, che comunque era sempre stata lì.

Ora siete qui, avete fatto la domanda e ora lasciate andare. Ritiratevi, sedete al Centro Servizi, bevete acqua, fate una nuotata in piscina, sedetevi nella sauna o sotto la cascata, uno dei posti più popolari. C’è una bella cascata, davvero bella. L’acqua è calda e non vi cade addosso; è un movimento lento, capite? Qui potete anche rallentare gli effetti dello spazio. L’acqua scende su di voi.

Sedetevi per un po’. Respirate e mettete della musica. Qui ci sono tutti i tipi di musicapossibili, tutta la musica mai stata messa su cd. Ogni melodia mai pensata o scritta è qui. È musica celestiale, ma abbiamo anche musica country-western.

Ecco, avete lasciato andare e ora non ponete nessun limite di tempo su quando la risposta dovrebbe arrivare - ciò inizierebbe apasticciare le cose.  Lasciate che arrivi senza tempo - voi siete senza tempo, tutte le risposte sono senza tempo. Non dite: “Ho bisogno della risposta in cinque minuti!” perché così fin dall’inizio inserite nella domanda un effetto o un’energia sbilanciata.  Andate senza tempo. Alcuni di voi dicono: “Se ci mette un anno?” Bene e se ci impiega un anno? Avrete comunque la risposta, no? Qui al Centro Servizinon preoccupatevi del tempo. Siate senza tempo e la risposta verrà.

Shaumbra, il mese scorso nel nostro Shoud abbiamo fatto la domanda sull’Oscurità. Qualcuno ha chiesto: “Qual è la differenza tra l’oscurità e il diavolo?” e noi abbiamo risposto in breve che: “L’oscurità è uno stato naturale dell’essere”.

L’oscurità può essere definita con molti atri nomi - come il negativo o l’energia femminile oppure ‘l’altra energia’ o ‘l’altro lato’, qualsiasi nome vogliate dargli - fa giusto parte dell’equazione. Lo zero si può paragonare con l’uno della luminosità? Si può paragonare l’uno con lo zero? L’oscurità e la luce nella loro essenza più pura non sono bloccati nelle loro strutture. Cambiano…come vedete. Fanno avanti e indietro – dall’oscurità alla luce e le loro personalità cambiano.

La domanda era sull’ oscurità e il diavolo. Noi abbiamo detto che l’oscurità è uno stato naturale dell’essere. Fa parte della dualità, è una dimensione a sé stante. È il partner e l’amante della luce con cui si rotolano avanti e indietro.

Il diavolo, che come alcuni di voi sanno sarebbe ‘vivere’ scritto al contrario (si riferisce alla parola inglese ‘evil’ che scritta al contrario diventa ‘live’) è uno squilibrio nell’oscurità; dove c’è molta attenzione all’oscurità e molta focalizzazione su energie come la rabbia, l’odio, il vuoto, la mancanza d’amore o comunque vogliate definirlo, quello è uno squilibrio nell’oscurità. Si pone l’attenzione sull’oscurità e si cerca di ignorare la luce.

La nostra cara Linda ha chiesto: “Che succede quando c’è uno squilibrio verso la luce?” ma visto che cercavamo di rispondere a più domande possibili, abbiamo rimandato. Ora vorremmo parlarne per un momento, perché è un aspetto molto importante dell’essere multidimensionale e multipotenziale sulla Terra - dovete capire la dinamica della luce e dell’oscurità.

La luce - voi siete ‘operatori di luce’ e lavorate nella luce eliminando l’oscurità dall’universo - anche questo è squilibrio. Per questo abbiamo una parola che non è in relazione con nessuna parola umana e la migliore traduzione che possiamo fornire è ‘anost’. (si pronuncia come uh-NAHST) che significa uno squilibrio nella luce. Uno squilibrio nella luce, o anost, è il negare l’oscurità, è negare l’altra metà di voi se non di più.

Molti, molti appartenenti alla New Age - ridiamo perché Cauldre scuote la testa e dice: “Ora ci inimicheremo tutti quelli della New Age!” Essi hanno bisogno di un po’ di opposizione, lo sapete. È arrivato il momento che scendano dai loro troni piuttosto soffici.

Esiste anche uno squilibrio nella luce e ci viene da ridere quando sentiamo parlare dei ‘guerrieri della luce’. Che cosa combattete? Avete intenzione di partire e combattere l’oscurità? Bene, loro vinceranno perché sono più forti…come vedrete. Poiché voi impugnate le vostre spade anche loro lo faranno e quindi ci sarà una vera battaglia senza fine. Ora, a dispetto di tutte le parole d’amore e di pace e tutte quelle altre cose…di fondo il vostro negare l’oscurità crea una battaglia

L’oscurità chiede solo di essere riconosciuta. Ora, il velo sull’oscurità è un problema difficile per alcuni. L’oscurità ha preso un brutto colpo, capite? Da parte delle chiese, da tutto. Voi non potete essere oscurità, lei spesso è equiparata al diavolo ma non è così: è solo una versione senza equilibrio, instabile dell’oscurità e nell’oscurità non c’è niente di sbagliato.

Shaumbra, voi potete essere sbilanciati nella luce, talmente sbilanciati che la vostra forza tende ad affievolirsi e quindi vi fa parlare con nobili parole esoteriche della pace sulla Terra senza capirne davvero le dinamiche. Voi volete salvare il mondo senza avere compassione per il mondo.

In generale quando vediamo una persona sbilanciata nella luce, una delle prime cose che riconosciamo è la mancanza di compassione - strano ma vero. Voi pensereste che all’oscurità manca la compassione ma è la luce, è chi si trova nello squilibrio della luce che pensa che tutto debba essere salvato e che loro sono gli unici che possono farlo.

Ciò che accade quando una persona è sbilanciata nella luce è che risulta frivola, eterica, senza fondamento e intangibile e smette di essere efficiente. Ha tutti questi concetti sdolcinati che non sono davvero utili e non muovono affatto l’energia. La luce sbilanciata è spinta e agitata dall’energia, piuttosto che essere vera energia in movimento.

Ecco, volevamo rivolgere la nostra attenzione a questo livello delle percezioni dell’oscurità.

Alcuni anni fa, nel nostro incontro annuale di Shaumbra dicemmo che l’oscurità è la vostra divinità. È stata la parte più dura che abbiamo dovuto far passare attraverso Cauldre e alcuni di voi: arrivare a dire che l’oscurità è solo la compagna della luce. Nessuna delle due è giusta o sbagliata: sono state amanti e compagne, si sono completate l’un l’altra e sono stati gli specchi che vi hanno consentito di vedere chi siete.

Nella vostra evoluzione potete raggiungere il punto in cui considerate l’oscurità e la luce come la stessa cosa? Non ce n’è uno giusto e l’altro sbagliato - sono e basta.  Sono espressioni. L’oscurità aiuta la luce a girare, la muove. La luce contribuisce a illuminare nuove aree, ma ci vuole l’oscurità per farla funzionare e per radicarla. Noi non stiamo parlando dell’oscurità come oscurità/diavolo, oscurità/cattiveria, oscurità/violenza - stiamo parlando dell’energia nella sua essenza.

Come abbiamo spiegato molto tempo fa, di tanto in tanto l’oscurità e la luce invertono i ruoli; la luce dice, “Ora voglio sperimentare com’è essere l’oscurità” e l’oscurità vuole sperimentare l’illuminazione della luce e quindi si scambiano il posto.

In generale, lo scambio di ruolo tra la vostra luce e la vostra oscurità personali è avvenuto tra una vita e l’altra, perché di solito non è opportuno farlo mentre siete nel corpo. Ci sono casi in cui è avvenuto e Aandrah/Norma, può dirvi di più su cosa accade quando il rovesciamento avviene mentre una persona o uno spirito è incarnato: si disferà tutto. In generale voi siete un capovolgimento e non è un’inversione di polarità? In un certo senso, non proprio…c’è un problema diverso. L’inversione di ruoli avviene tra una vita e l’altra.

Per chi affronta un’ascensione spirituale o evoluzione spirituale molto intensa accadrà mentre siete in questo corpo: a ciascuno di voi è accaduto di fare avanti e indietro tra l’oscurità e la luce e ciò tende a spazzar via ogni cosa nella vostra realtà. É il punto in cui di solito perdete il lavoro, i compagni e tutto ciò che di bilanciato avete portato nella vostra vita.

Ora invertite i ruoli, ma è diverso dal passato. Si scambiano i posti così che possiate sperimentarli, così che possiate vedervi da un nuovo opposto e poi tornano come prima.  Si mescolano, si fondono insieme.  Ciò che sta accadendo proprio ora a molti di voi durante questa riunione è che l’oscurità e la luce manterranno sempre un certo grado della loro identità individuale: anche quando si fondono ci sarà sempre una consapevolezza che dice ‘una volta io ero luce, una volta io ero oscurità’. Luce e oscurità non vanno via, trovano solo un modo nuovo per danzare insieme.

Cosa succede quando si rimescolano? Durante gli ultimi 5 o 6 anni tutti siete voi avete attraversato questo scambio di ruolo, l’inversione di luce\oscurità. Sappiamo che vi sembra di averlo fatto molte, molte volte ma non è così. Si può fare solo una volta nella vita - fidatevi.  Voi avete affrontato l’inversione e ora luce e oscurità stanno tornando di nuovo insieme.

Pensateci in termini di un’eclissi, capite? Un’eclissi di luna, un’eclissi di sole: quando c’è un elemento che passa di fronte all’altro e lo blocca o lo mette temporaneamente in ombra, è quasi come un capovolgimento d’ombra. Ecco cosa sta accadendo ora nelle vostre vite: state integrando, mescolando e sposando luce e oscurità.

Ora, non correte in giro a dire alla gente che avete sposato la vostra luce alla vostra oscurità perché non capirebbero. Lo stigma dell’oscurità è così forte che non possono lasciarsi andare – ora ess sono nel bel mezzo della loro battaglia personale tra luce e oscurità. Voi sapete com’è; in questa vita l’avete vissuto anche attraverso gli altri.

Voi vi state reintegrando, state subendo una specie di eclissi dell’anima; la luce e l’oscurità si stanno fondendo insieme quasi rovesciando l’ombra. Mentre ciò accade, avolte vi chiedete perché nella vostra vita c’è tutta questa roba e perché le cose non si placano. É un procedimento che voi avete chiesto, è un sistema che voi avete voluto e se non lo attraversastesareste delusi. Se oratornaste indietro direste: “Perché non mi avete incoraggiato ad andare avanti? C’ero quasi. Mi stavo rifondendo.” Ecco ciò che sta avvenendo proprio ora.

Durante il periodo di eclissi dell’anima - di luce e oscurità - è molto appropriato che invece di separarsi di nuovi si fondano insieme. In questo periodo d’eclisse dell’anima parliamo dei potenziali e delle ombre che vengono creati. Dentro di voi, nell’eclissi di luce e oscurità che tornano indietro… dietro l’eclissi ci sono molti, molti potenziali.

A volte è difficile esprimersi a parole, ma mentre nelle vostre vite c’erano potenziali quasi infiniti tra cui scegliere, quelli che erano a portata di mano o raggiungibili in qualche modo erano limitati. L’abilità di portare dentro un potenziale del tutto diverso era limitata. C’era, ma si trovava oltre la comprensione consapevole o l’abilità della biologia di portarlo davvero dentro la realtà. Con l’eclissi dell’anima che sta avvenendo nella vostra vita, ora il numero o potenziale dei potenziali è più vicino. L’abilità di realizzare cose che un anno o due fa potevano sembrare impossibili, incredibili, ora c’è.  Tutto ciò è il risultato dell’eclissi dell’anima. Ora il numero di ombre o potenziali raggiungibili e realizzabili è di gran lunga superiore.

Quando ci siamo seduti con Cauldre e con voi e abbiamo canalizzato la Preghiera Silenziosa… è la “preghiera dei potenziali”. All’inizio l’abbiamo chiamata così e Cauldre non aveva idea di che cosa stessimo parlando, così abbiamo dovuto cambiare il nome in Preghiera Silenziosa.  In pratica dice: “Tutto è già presente nella mia realtà, tutto è già lì… ho solo bisogno di accettarlo… di portarlo nella mia realtà consapevole… l’amore che cerco è già nella mia vita… ho solo bisogno di aprire la porta e lasciarlo entrare piuttosto che sedermi e lamentarmi che non ce l’ho. Nella mia vita ho l’abbondanza che scelgo per fare questo lavoro, per poter essere un esempio vivente e prospero che lo Spirito sulla Terra è già qui…”

Qualcuno di voi dice: “Ma dove?  Dove?” Oh, è qui, è proprio qui.  È un potenziale su cui non vi stavate focalizzando, che non avevate concepito ma c’è. La salute del corpo; la Preghiera Silenziosa dice che il vostro corpo è già guarito perché il potenziale, l’ombra per il corpo guarito è già lì. Tutti i potenziali sono da sempre dentro di voi, da sempre. Sono qui ora, Shaumbra.

La Preghiera Silenziosa è la preghiera dei potenziali. Forse vogliamo valutare la possibilità di inserirlo come sottotitolo alla preghiera così forse, quando gli Shaumbra recitano la Preghiera Silenziosa non è una preghiera di richiesta o supplica; è più una preghiera di realizzazione e accettazione. “Io realizzo che la mia vita è abbondante in ogni modo. Io realizzo che Io Sono in ogni modo.” Shaumbra, dovrebbe essere la preghiera dei potenziali dove non chiedete nulla: dovete solo aprire le porte per lasciarli entrare ed è una cosa meravigliosa.

Nel nostro ultimo Shoud abbiamo parlato di ombre e potenziali. Abbiamo detto che gli umani tendono a vivere unvita ‘singola’, difficilmente anche dualistica ma più singola, una singola espressione di sé, un singolo cammino su cui sono già stati e su cui continuano a restare. Shaumbra sta imparando che c’è più del ‘singolo’: sta imparando che attraverso l’energia dell’immaginazione vi potete aprire a tutte queste altre cose e potete portarle dentro attraverso il portale, il portale cristallino che conduce direttamente dentro la realtà del momento Ora, che arriva nel vostro momento presente.

Quali sono i blocchi? Che cosa vi trattiene? Perché sembra che non funzioni?

Bene, prima di tutto ci state provando troppo duramente. State cercando di forzarlo, di capire: alcuni di voi in effetti stanno cercando di imbrigliarlo e manipolarlo ma non è possibile.

È una realizzazione: di per sé è un sistema di credenze. È assolutamente un sovrastrato, è la convinzione che per voi c’è molto più di voi. É anche una verità lapalissiana, è una convinzione che riguarda il permettervi di crederlo, il permettervi di uscire dalla scatola in cui siete stati senza lottare, spingere o combattere.

Un’altra cosa che certo vi trattiene sono i voti, i giuramenti, le promesse che vi siete avete fatti. Ognuno di quei voti, giuramenti o promesse fatte in questa vita o nelle vite passate funziona come barriera o blocco, una pietra in mezzo alla strada o meglioun macigno in mezzo alla strada o un chiodo nel muro della vostra anima, un chiodo che vi tiene, un voto che non fareste mai nelle arti oscure. O mio Dio, perché no? Oh, ne avete abusato; ne abbiamo già sentito parlare.

È tempo di andare oltre. Qualcuno di voi dice: “Io ero una strega. Io ero uno stregone. Io ero influenzato dall’oscurità.” Ripensate all’oscurità, Shaumbra. “Sì, ma a causa del tipo di magia che io ho portato, a un certo punto gli altri ne abusavano.”  Bene, è vero, ma voi non l’avete fatto. Oh, alcuni di voi dicono: “Sì, l’ho fatto!”

Ora è arrivato il momento tempo di passare oltre, di togliere quel chiodo dalla porta della vostra anima, quel chiodo che avete usato per chiudervi dentro e limitarvi. Provavate colpa e angoscia per ciò che avevate fatto, tanto da dirvi: “Non lo farò mai più!” Bang, bang, bang - l’avete inchiodato e vi siete limitati. Voi avete interrotto i potenziali, le probabilità e le possibilità della vostra anima.

Avete detto: “Ho ucciso un altro essere umano” Sì, lo avete fatto e non è una buona cosa: ora lo sapete e non avete più intenzione di farlo. Sapete che c’è? Chi avete ucciso è di nuovo sulla Terra, molto probabilmente non vi conosce e quindi non ce l’ha con voi ma avete inchiodato altre protezioni intorno alla casa della vostra anima e tutto ciò accade di continuamente, Shaumbra.

Noi ne abbiamo rilasciate molte, ne abbiamo esposte molte ma ce ne sono ancora. Ce ne sono alcune che sono conficcate così in profondità che non riuscite nemmeno a vederle e altre le avete proprio nascoste. Siete molto furbi - lo sapete - siete molto astuti.  Avete detto: “Non voglio farlo mai più. È stata la cosa peggiore che ho mai fatto e non voglio farla più. Non voglio più condurre un’armata sul campo di battaglia perché ho visto tutto il sangue che è stato versato e tutte le vite che sono state prese e ho visto le famiglie che soffrivano per nessun motivo che fosse buono” - altro che una guerra per Dio, come qualcuno vi aveva detto.

Dentro di loro alcuni di voi hanno questo voto o giuramento e dopo quella vita in cui avete detto: “Mai più, mi assicurerò di non farlo mai più, quindi inchioderò e sbarrerò io stesso con le assi quella parte della mia anima. La seppellirò e farò finta che non esiste, neanche se andrò a cercarla un giorno per cercare di aprirla o se qualcuno tenterà di imbrogliarmi per farmi andare nella mia anima e aprire parti che è meglio restino nascoste. Immaginerò che non esiste. Userò il velo, l’ipnosi - l’ipnosi più forte di tutte è quella che ci diamo. Lo farò così da non trovare mai più quella parte”.

Ora vi trovate a un punto interessante. Il chiodo è lì, lo sapete. La barriera messa davanti alla vostra anima è lì. Che cosa avete intenzione di farne? Che cosa farete con quei voti e giuramenti che sono seppelliti così in profondità? Alcuni di voi hanno detto: “Non permetterò mai più a me stesso di avere abbondanza di denaro perché mi ha trasformato in una persona corrotta” Si, voi eravate quelli ma non avete intenzione di rifarlo, Shaumbra. La consapevolezza, la vostra consapevolezza e il vostro amore vi hanno permesso di trascenderlo.

Riuscite a capire, proprio adesso…. prendetevi un momento per sentirlo, mentre sediamo qui al Centro Servizi. Riuscite a realizzare come sarebbe proprio ora la vostra vita se aveste un’incredibile quantità di denaro? Sentitelo per un momento. Oh, ora fermatevi - uno di voi ha appena detto che lo darebbe via tutto a tutti gli altri – fermatevi. Prima godetene voi!

Immaginate…sì, avete ragione, avete assolutamente ragione: tutto d’un tratto vi rendete conto che non avete bisogno di molto? Si, avete ragione. All’improvviso realizzate anche che se aveste tutta quest’enorme quantità di abbondanza nella vostra vita dovrebbe esserci anche una ‘fuoriuscita’, perché non ha alcun senso accumulare denaro e nasconderlo, non ha alcun senso usarlo per scopi che si basano sulla paura o pensando che il mondo sta per finire. Se il mondo finisce sarete i primi ad andare via, garantito. Pensateci! Perché soffrire? Andrete via prima.

Shaumbra, nella vostra vita entraun flusso di denaro. Sentitelo per un attimo, sentite com’è. Sentite com’è riavere finalmente l’energia nella vostra vita, sentite il potenziale e sì, avete ragione, deve entrare e uscire: è un flusso e riflusso naturale, un ciclo naturale. Ciò significa usarlo in modo appropriato: forse volete costruire un Centro, forse volete solo investirlo… cinque macchine. Forse volete parecchie case.

Guardate cosa sta provocando tutto ciò: il chiodo c’è, è ancora là e voi dite: “Mi sembra così da egoista. Non ho bisogno di tutte quelle cose”. Shaumbra, lasciate andare, abbandonate questi limiti. Noi sappiamo e voi sapete che non diventerete pazzi e non andrete a fare cose che sono inappropriate per voi e per gli altri. Tutto sarà in equilibrio…

Deve essere in equilibrio.  Perché? Perché state capendo la luce e l’oscurità, li state riportando insieme. Voi state vivendo un’eclissi dell’anima. I soldi non devono essere fuori equilibrio, le relazioni non devono essere senza equilibrio e l’amore, il sesso e il cibo, tutte quelle cose non devono mai essere squilibrate perché voi avete scelto di venire qui.

Certo, alcuni di voi si preoccupano e dicono: “Bene, mi sto equilibrando. Sto imparando tutte queste cose e sono davvero pronto per accettare i doni e la gioia nella mia vita. Cosa succede se scivolo indietro?” C’è una fisica spirituale che in pratica lo rende impossibile - non del tutto ma quasi impossibile - perché voi avete raggiunto un certo livello di consapevolezza. Non potete cancellare la consapevolezza non potete cancellarla.

Non scivolerete indietro, non farete cose malvagie o oscure. Non farete nemmeno cose da luce squilibrata. Ci sarà equilibrio e ci avete anche chiesto aiuto per assicuravi di non scivolare indietro e se lo fate noi verremo a spingervi da dietro. Lo faremo! Ci piace farlo, amiamo farlo perché - se non l’avete ancora notato – se andate avanti Shaumbra si muove, se Shaumbra va avanti voi vi muovete.

Moltissimi di voi sentono l’energia dell’entità Shaumbra nella loro vita: viene per sostenervi, per servirvi e per assistervi. Voi potete anche sentire quando c’è confusione nella forza di Shaumbra e sentite quando un altro Shaumbra attraversa un momento difficile. Forse non sapete nemmeno i loro nomi ma come parte del gruppopotete sentirlo.

Voi siete la vostra consapevolezza individuale e una consapevolezza di gruppo...dal momento che così avete scelto. Conviene anche a noi lavorare con voi, perché quando voi vi muovete noi ci muoviamo. Siamo una Famiglia, siamo un gruppo - noi siamo Shaumbra.

Allora, che altro vi trattiene in tutto questo concetto di potenziali, di nuovi potenziali che portate avanti? Bene, ci sono molti veli pesanti che vengono dall’esterno, dalle altre persone – dai vostri collaboratori, dalle persone che incontrate per strada. Ci sono veli pesanti che vengono in particolare dalla televisione, dai media, perché stanno nutrendo tutti gli altri. Oh, i media sono il più grande meccanismo di ‘nutrimento’ che possiamo riconoscere dato che nutre molti in una sola volta: nutre la realtà e i sistemi di credenze e sostiene la manifestazione di queste credenze in tutto il mondo.

I sistemi di credenze sono molto, molto pesanti e vi influenzano perché, mentre sentite qualcosa dentro o fate esperienza di qualcosa il mondo vi dice: “NO, non è quello il modo”. Voi dovete essere in grado di trascenderlo per comprenderlo. È arrivato il momento di disconnettersi da tutti quei nutrimenti, è arrivato il momento di abbandonare la loro versione di realtà. Lasciateli andare Shaumbra, c’ è qualcos’altro che vi sta trattenendo.

Il vostro sistema di credenze interno - come può essere possibile? Noi abbiamo sentito parecchi di voi dire:”Tobias, è una teoria meravigliosa ma provala, dimostrala.”  Noi non possiamo farlo perché la vostra realtà è basata sul vostro sistema di credenze e anche se lo facessimo, la frase successiva sarebbe: “Bene, lo hai fatto tu, ma non io.” Vedete, deve venire da dentro di voi.

Il vostro sistema di credenze basato sulla natura della realtà ha bisogno di essere un po’ esplorato, avete bisogno di guardarvi un po’ dentro. Qual è il vostro sistema di credenze sulla natura della realtà?  Avete bisogno di toccarlo, sentirlo, odorarlo perché sia vero? Potete accettare l’immaginazione? Potete accettare le altre probabilità e possibilità?

Voi siete esseri molto complessi: siete in parte umani e in parte angeli. Voi siete in parte Dio e in una certa parte diavoli: dentro di voi ci sono tutti i diversi aspetti di voi. Ogni tanto avete bisogno di venire al Centro Servizi Shaumbra per uscire fuori dalla confusione e dai rumori. Vedete, qui c’è un’energia molto speciale. Non c’è il livello di rumore delle vostre città, il livello di rumore della Terra e dell’umanità: voi potete venire qui, superarlo e ringiovanirvi.

Shaumbra, in un certo senso, lasciate che vi aiutiamo a capire i concetti, lasciateci fare un’analogia e dato che siamo al Centro Servizi, lasciateci parlare di una macchina. Ora immaginate una macchina - la vostra macchina, il vostro veicolo. La macchina non è altro che un oggetto fisico, un guscio fatto di acciaio, ruote e un po’ di plastica e se siete abbastanza fortunati c’è anche un po’ di pelle.

In un certo senso la macchina non ha una mente. È lì e basta, un po’ come il vostro corpo - il vostro corpo è un veicolo, è il vostro veicolo. Ora lasciateci aggiungere un cervello alla macchina: inseriamo un cervello nella macchina. Nella vostra realtà fisica non esiste, ma adesso creiamo una macchina con un cervello.

Il cervello di questa macchina l’aiuterà a passare da un posto a un altro; il cervello aiuterà la macchina a sapere come arrivare al negozio, in ufficio, come girare a destra e a sinistra. Il cervello raccoglierà e accumulerà informazioni su direzioni e percorsi, ma anche sulle cose da fare e da non fare.

Vedete, parte del compito del cervello è quello di proteggere la macchina e la sua identità. Ora abbiamo una macchina con un cervello e lei vuole mantenere la sua essenza. Intuitivamente sa come proteggersi e mantenersi, quindi il cervello si prende la responsabilità delle cose da fare e da non fare. Il cervello sa che in una curva molto stretta non si preme l’acceleratore né si viaggia a 100km/ora. Si protegge da sola.

È una cosa meravigliosa. Voi vi siete dati un cervello che raccoglie e immagazzina le informazioni - è un database che ha anche l’abilità di giudicare in base alle cose accadute in passato.  Non ha nessun modo di giudicare basandosi su cose che non sono ancora avvenute: a quel livello il cervello è molto limitato - raccoglie informazioni e giudica.

Il cervello non ha l’abilità di predire il futuro e in realtà se cominciate a parlare di esperienze nuove, del futuro o di qualcosa che ancora non avete sperimentato il cervello attiva la paura. Non conosce e quindi si protegge aumentando la paura, proprio come fate voi.

In effetti la maggior parte degli umani opera in ciò che definireste “la consapevolezza corpo/mente” - proprio come una macchina con un cervello che si protegge. La maggior parte degli umani si protegge e basta: raccoglie informazioni, impara come superare ogni giorno proteggendosi e difendendosi.

Prendiamo la vostra macchina che ora ha un cervello e anche una certa intelligenza: sa come fare certe cose, sa come andare in giro e proteggersi - ora aggiungiamo alcuni sentimenti. Wow…una macchina con i sentimenti! In un certo senso prima il cervello non se ne curava; la macchina-cervello non si curava dei sentimenti: in fondo si occupava di preservare la sua identità, lo sapeva a livello intuitivo ma ora ha dei sentimenti e può sentire dolore.

Ora il cervello dice: “Oh, il dolore - quando un’altra macchina mi colpisce fa male, non è piacevole. Se ci sono pezzi consumati ora posso sentirlo, mentre prima sapevo solo che si stavano consumando ma non facevano nessun particolare effetto su di me. Mi era indifferente, a parte proteggermi e mantenere l’identità. Ora invece ho aggiunto una nuova profondità; io posso effettivamente sentire. Come macchina ho ‘giornate buone’ e ‘giornate brutte’. Grazie ai miei sentimenti ho iniziato a notare che dall’altro lato del parcheggio. ci sono alcune macchine davvero carineOggi la piccola Micra è piuttosto attraente.”

Vedete, ora la macchina prova sentimenti e comincia a operare in un modo del tutto diverso; emozioni, sentimenti e consapevolezza. Ora la macchina ha un certo livello di consapevolezza che la porta in una nuova dimensione. Molti umani operano al livello di corpo/cervello e sentimenti bassi che noi definiamo sentimenti di ‘bassa vibrazione’ ciop un certo grado di comprensione: consapevolezza del dolore, sentire che cosa fa loro piacere, cosa li rende felici o tristi. Ecco, la maggior parte dell’umanità vive a quei livelli - corpo/cervello o corpo/cervello/un-certo-grado-di-emozioni.

Ora lasciateci aggiungere alla macchina lo Spirito. Oh, immaginate che cosa fa! Lo Spirito è scopo, lo Spirito è consapevolezza. Lo Spirito è ‘Io Sono’. Ora la macchina realizza di essere una macchina: adesso ha la sua personalità, la sua identità personale. Ha un corpo, ha un cervello e dei sentimenti: è davvero completa. Con lo Spirito aggiunto a questo veicolo, ora c’è un senso, c’è uno scopo - non solo sopravvivere, non solo evitare il dolore e cercare il piacere -  c’è lo scopo di evolversi, di espandersi, di crescere e creare.

Con lo Spirito che è entrato nella macchina, la macchina assume anche un aspetto nuovo, una comprensione del tutto nuova. Realizza che può ricrearsi, ancora e ancora. Può ricrearsi, passando da una Fiat a una Mercedes, tanto per usare alcuni dei vostri esempi. Può ricrearsi come jeep o come un taxi - lo Spirito nella macchina comprende la creazione e la ricreazione e dice a se stesso: “Se mi sono creato una volta, posso crearmi e ricrearmi di nuovo, ancora e ancora”.

Ci sono quattro livelli su cui operate e noi abbiamo appena ricostruito all’inverso il percorso dall’angelo all’umano. Noi abbiamo cominciato con un corpo e poi siamo andati nello Spirito ma nel vostro caso sarebbe il contrario – lo Spirito che prende un sentimento o un’emozione e poi prende un cervello e poi un corpo. Noi vogliamo che capiate come funziona ognuno di questi livelli, come aggiungere un cervello a un corpo ne cambia del tutto la composizione e come aggiungere un sentimento al cervello e al corpo cambia tutto. 

Aggiungere lo Spirito è l’ultima cosa: aggiunge l’abilità di comprendere sé stesso, di avere la consapevolezza del sé, di avere uno scopo in sé e non solo lo scopo di sopravvivere, non solo di vivere ma di guidare come pazzi, di sentire il vento contro il parabrezza, di vedere paesaggi belli e ampi. Lo Spirito aiuta a comprendere la gioia, la realizzazione, la creazione e tutte queste cose.

Adesso voi siete tutti questi elementi messi insieme. State iniziando a capire il vostro Spirito…lentamente ma state cominciando a capire.

Un altro dei blocchi, Shaumbra, il più grande blocco, il più grande blocco di tutti è stato quello di operare nella dimensione del corpo, del cervello e in parte in quella dei sentimenti. Voi siete stati allontanati dallo Spirito. Lo Spirito è stato con voi - anche se avete continuato a cercare là fuori lo Spirito è sempre stato lì.

Ora, portiamo lo Spirito in questo cocktail: siete voi, è l’Io Sono, è la Consapevolezza. È la parte che non conosce la morte, come vedete. Lo Spirito non conosce morte, mai. Non c’è morte nel cuore dello Spirito: c’è ri-creazione, c’è il ricreare e il re-inventarvi all’infinito.

Uno dei più grandi blocchi è l’avere diversi ‘programmi’ - quello umano contro il piacere dello Spirito, lo scopo e la presenza spirituale. Nella vostra vita avete chiesto tutte queste cose per soddisfare la macchina - per cercare di aggiustare le ruote, di rattoppare i buchi nella tappezzeria, di togliere la ruggine e di far andare avanti il motore ancora per qualche chilometro. La vostra attenzione Shaumbra è stata tutta rivolta a riparare la macchina.

È arrivato il momento di reinventare la macchina, di ricreare la macchina e smetterla di cercare di ricostruirla. La paura è stata morte e fine. Voi avete operato sui tre livelli bassi o livelli base cercando sempre di mantenere l’integrità della macchina, preservandola e proteggendola. Vedete, il vostro impegno per rendere la macchina un po’ più brillante, un po’ più veloce e un po’ più bella di quella di un altro non necessariamente corrisponde al desiderio dell’anima. Vi siete allontanati dalla vostra anima perché avete cercato di focalizzarvi sulle cose base: come fare andare avanti quella vecchia macchina.

Vedete Shaumbra, tra voi e la vostra anima c’è stata una disconnessione. Voi avete pianto per cose che non erano davvero importanti per lei.  In definitiva, l’anima vuole solo espandersi e ricrearsi, ancora ed ancora. Gli aspetti che voi trattenete così saldamente, la parte di voi - la parte umana che seduta qui sulla sedia aspetta di tirare avanti qualche altro anno sulla Terra, per l’anima non ha davvero importanza. Questa parte di voi non è interessata davvero a cose di questo tipo. Qualche volta questa parte di voi - che voi avete tagliato fuori - sa molto di più, sa che qualche volta è tempo di finire una vita per potersi ri-creare.

La cara Melanine che di recente è passata dall’altra parte del velo e che era stata un’insegnante per Cauldre, l’ha capito molto bene e lo sta capendo proprio adesso. A volte l’anima vuole solo ricrearsi. Beh, naturalmente una parte di lei voleva riparare il corpo dove c’era il cancro quindi si è dovuta connettere con la sua anima: “Qual è lo scopo reale? Qual è il significato reale di tutto ciò?” L‘anima ha risposto: “È arrivato il momento di reinventarci. Il vecchio sé, il vecchio tu è stanco. Noi possiamo lavorare meglio, ora sono usciti i modelli nuovi e possiamo fare un lavoro migliore.”

Vedete, il più grande blocco di tutti è stato ciò che considerate come le vostre priorità e i vostri desideri contro i desideri dell’anima. Noi abbiamo intenzione di metterli insieme, di riportarli insieme. Noi abbiamo intenzione di inserirli insieme in un’eclissi - un’eclissi dell’anima, una comprensione completa.

Voi pensate che la vostra anima conosce ogni cosa che la vostra umanità desidera: non lo sa perché voi l’avete tagliata fuori. L’avete chiusa, avete fatto tantissimi voti, giuramenti e promesse - avete tagliato fuori l’anima e il sé.  Adesso rimettiamole insieme, Oh, veramente fanno parte della stessa cosa ma voi avete creato una separazione artificiale. Rimettiamole insieme.

Respiriamo per un momento l’anima, il sé, la parte di voi che ama creare, che ama ricreare, che ama l’espressione della vita, che sia in un corpo fisico o fuori. In un certo senso l’anima - il vostro vero essere - non ha desideri o priorità: sa che c’è già tutto. L’anima è la parte che comprende ogni probabilità e potenziale: sono già lì. Quella parte che a volte sentite piangere di notte è la vostra anima perché scegliete di non vedere che c’è già e che voi ci siete già.

Shaumbra, proprio ora nel Centro Servizi cominciamo a portare l’anima nella vita, dentro di voi e nella vostra realtà, nel vostro momento Ora e nello stesso momento arriva anche una comprensione vera su come portare tutti questi potenziali nella vostra vita; invitateli senza priorità, invitatevi.

Qui faremo un’altra osservazione, parte del…nel prossimo Shoud ne parleremo ancora, ma parte dell’altro grande blocco è il livello dimensionale da cui avete operato. Ora, nella Scuola di Dreamwalking Saint-Germain scenderà nei dettagli e in ogni caso Io, Tobias, sono senza ‘agenda’. Suggerisco che prima o poi tutti gli Shaumbra passino da quella scuola. L’informazione non riguarda la morte ma le nuove realtà e le nuove probabilità - ecco di che cosa si tratta.

Saint-Germain parla in dettaglio del non-fisico,cioè delle dimensioni o realtà legate alla Terra. Lui le definisce le “realtà-vicine” non-fisiche ma vicine perché sono vicine alla Terra. Non sono fisiche, ma sono molto connesse con la Terra.  Ecco dove tendete ad andare di notte, è dove tendete ad andare per risolvere i vostri problemi, dove il vostro cervello si sente a suo agio perché avete la sensazione, l’odore e il senso della realtà fisica. Vi ci sentite più a vostro agio.

La maggior parte delle persone quando muore non supera le dimensioni vicine. Lasciano la Terra, lasciano il loro corpo e vanno nelle dimensioni vicine che hanno tutti gli attributi della realtà fisica della Terra; sono semplicemente senza materia.

Nella scuola di Dreamwalking Saint-Germain parla di come attraversare la porta successiva che conduce in quelli che definisce ‘ i Reami Cristallini’. Dice agli studenti che lì - nei reami cristallini - la mente non funziona. I regni cristallini sono oltre il reame terrestre e non c’è alcuna particolare affiliazione o familiarità con la Terra. Voi vi lasciate tutto alle spalle.

I regni cristallini sono quelli in cui si creano cose nuove - sono chiamati ‘cristallini’ perché sono il seme di Cristo in forma embrionica, che sta per nascere. Se arrivate in questo regno, sentirete la nascita. È creativo e non-mentale: qui la mente non funziona. Qualcuno ha cercato di spingersi fino a questo regno usando droghe: è diventato pazzi perché qui la mente non funziona e con le droghe vi portate sempre dietro la mente, capite? Brutto viaggio.

Nel Centro Servizi Shaumbra, proprio mentre parlavamo abbiamo fatto un salto; con il vostro permesso abbiamo fatto un salto fuori dal mentale. Qualcuno di voi si è addormentato perché siamo andati nel regno cristallino - alcuni stanno mantenendo le loro menti occupate con giochi o fingendo di ascoltare ma noi siamo stati davvero nel cristallino.

Qui – lo sottolineo ancora e lo enfatizzerò, sottolineerò e per favore, nel testo inserite un punto esclamativo - nei regni cristallini la mente non funziona!! Se la vostra mente sta lavorando non ci siete - non funziona. Cercherete di farla funzionare e di prendere appunti con la mente su come sono i regni cristallini.

Dopo vi sentirete pieni di voi e racconterete alle persone come sono: non potete, non potete. Io posso toccarvi e farvi capire l’energia cristallina, ma non posso dirvi nulla al riguardo. Potete condividerla con un’altra persona con il vostro cuore o toccandola ma non potrete mai parlarne e non perché sia un segreto ma perché supera le parole e la mente.

A un certo punto ognuno di voi c’è stato quindi la memoria c’è lì, ma non ve ne ricordate con il cervello. Il cervello sta sforzandosi di capire, proprio adesso vi sta dicendo” Oh si, ci sono stato, là sono un maestro, sono un insegnante.” Non mi ricordo di aver invitato Kuthumi, ma penso si sia presentato.

I reami cristallini sono dove si creano le vere probabilità, i potenziali e dove si risolvono i problemi. Nella scuola di Dreamwalking di Saint-Germain lui ne parla in dettaglio fornendo tutte le basi che può e convogliando tutta l’energia come lui sa fare.

Allora, quando dite: “Come mi apro a nuovi potenziali e probabilità? Adesso che sto avendo un’eclissi d’anima come porto dentro le ombre riunendo luce e oscurità? A mia disposizione adesso ci sono una miriade di potenziali. Come lì porto nella mia realtà?”

Venite nei regni cristallini e cominciate dal Centro Servizi. Se avete bisogno di una scorta o di una guida, va bene. Qui ci sono molti che vi accompagneranno. Andate nei regni cristallini e poi state calmi e fate esperienza della creazione alla nascita, sperimentatevi mentre vi reinventate e fatelo senza paura.

Sperimentate com’è reinventare e ricreare tutto di voi. Immaginate tutti i potenziali che si possono portare nella vostra realtà e immaginate che non debba essere un solo potenziale ma molti e poi lasciateli fluire.

Si, la vostra vita cambierà di nuovo - lo sappiamo. Accadranno delle cose ma fate un respiro profondo e lasciate che accadano. Smettetela di tenervi attaccati così tanto a quella vecchia macchina, smettetela di cercare di ricostruirla. Forse c’è il potenziale che quella macchina può ricrearsi senza prima distruggersi per forza, capite? Vedete come tutto torna insieme.

Shaumbra, di nuovo stiamo per rispondere alla domanda prima che venga fatta. Voi dite: “Esistono tutti questi potenziali e anche quello che io sia un grande musicista come ho sempre sognato ma non so nulla di musica. Allora, come funziona? È un potenziale del tutto carico? Arriva come un abile pianista o compositore io mi siedo come se stessi canalizzando e comincio a suonare e basta?”

È un potenziale ma per una varietà di ragioni ci possono essere altri potenziali che vogliono venire prima ed è allora che l’aspetto dimensionale del tutto di voi - corpo, mente, emozioni e spirito – lavora insieme ma ciò che accade è che voi mettete davanti l’ombra, la respirate e le date il permesso di entrare. Voi non conoscete limitazioni. 

Ora, il potenziale è qui ma, in certo senso, all’inizio è qualcosa di eterico, instabile: è vicino a voi, è vicino al vostro essere fisico - è parte di voi, ma anche se stesso e ora, ha bisogno di essere nutrito. Ha uno scopo e un desiderio: vuole creare musica e ora dev’essere completato. È come un essere vuoto che vuol essere riempito.

Comincia a nutrirsi dal voi collettivo, da qui e qui, e qui…dovunque ci sia l’energia e la consapevolezza della musica. Non esiste su una montagna da qualche parte: è tutto intorno - l’energia della musica è dappertutto, proprio come l’energia del dipingere o l’energia scientifica della scoperta.

La probabilità di quel sé potenziale che si è unito a voi, alla vostra realtà tramite l’immaginazione ora comincia a nutrirsi.  Può cominciare con lo strimpellare, può cominciare con il capire la scala musicale che, comunque, in sé è limitata. Può cominciare con l’afferrare dall’aria l’emozione o la risonanza degli strumenti …la consapevolezza di massa permette a tutto ciò di fluttuarvi intorno tutto il tempo.

Voi attirate dentro la probabilità di voi che vuole inventare –  per esempio – una nuova risorsa energetica per la Terra. Proprio ora la Terra ne ha bisogno, ha bisogno di un nuovo metodo. Ecco, volete cominciare a portare dentro la probabilità, il potenziale sé che comprende come ottenere energia dall’acqua. Voi la portate dentro e questa probabilità comincia a nutrirsi della consapevolezza di massa, dell’informazione che è già stata immagazzinata. Sappiamo che a volte alcuni di voi parlano delle memorie akashiche - è il registro della consapevolezza umana che fluttua tutto intorno. Voi potete letteralmente prendere energie e informazioni dall’aria e portarli nella probabilità, portarli a voi.

Ultimamente alcuni di voi hanno avuto l’esperienza in cui vi siete sentiti… oh sì, lo sentiamo, ci stiamo dilungando troppo ma ci stiamo divertendo. Ultimamente alcuni di voi hanno avuto l’esperienza: “Non so come facevo a saperlo. Mi sentivo così brillante, sicuramente stavo canalizzand.” No, voi stavate portando dentro dei probabili sé, dei potenziali sé.

Quei potenziali sé, cominciano immediatamente ad aggrapparsi al nutrimento, si nutrono della consapevolezza di massa e con il permesso dalla griglia anche delle banche dati dell’omniverso e da lì parte l’esperienza e voi cominciate a giocare con quell’energia. Ecco, tutte le risorse sono qui. Voi inserite il potenziale e lasciate che si nutra. Ecco perché alcuni di voi sentono canzoni che non avete mai sentito alla radio - arrivano attraverso di voi. Voi state attingendo alla consapevolezza di massa.

Voi volete sapere come operare con la fisica nucleare. Oh, sì, potete studiare i libri, ma accade una cosa interessante. Voi avete creato una probabilità che sceglie di sapere di fisica nucleare e mentre cominciate a leggere i libri, all’improvviso la vostra comprensione cresce in modo esponenziale - avviene un salto quantico. Bene, voi state leggendo, ma nello stesso momento stanno accadendo molte altre cose: vi state connettendo con le informazioni della consapevolezza di massa e le state portando dentro non attraverso la mente ma attraverso la vostra connessione cristallina.

Ciascuno di voi ha una connessione cristallina che non è stata usata per molto, molto tempo e che supera i reami vicini e si connette direttamente con i reami cristallini. Non è stata usata per molto tempo e il vostro compito per casa in questi 30 giorni di tempo che abbiamo - più o meno - è quello di considerare - quando avete interrotto la vostra connessione cristallina? E perché lo avete fatto?

Ascoltate, venite al Centro Servizi Shaumbra e ascoltate la risposta. È importante. Questa volta non è un compito banale: è un compito a casa importante.La connessione cristallina è dentro di voi ma l’avete disattivata, avete tolto la spina. Perché lo avete fatto? Quando l’avete fatto? Siete pronti a riattivarla?

E così è!

La Serie della Chiarezza

CHI 6 - DOMANDE&RISPOSTE  

E così è, cari Shaumbra, continuiamo il nostro incontro qui nel Centro Servizi Shaumbra. È un luogo in cui potete ESSERE e basta, davvero. È un luogo in cui potete farvi delle domande su di voi, in cui potete formularle e poi rilasciarle e le risposte vi arriveranno.

Qualche volta arriveranno da un luogo che noi definiamo il Reame Cristallino. A volte le riceverete per via di eventi sincronici che avverranno nella vostra vita, in altri casi vi renderete conto delle risposte nel cuore o nella vostra e qualche volta le riceverete anche da altre persone o attraverso eventi diretti.

Ricevere risposta non è difficile come avete sempre pensato. Alcuni di voi hanno creato un paio di labirinti complicatissimi, un paio di metodi altrettanto complessi attraverso cui dovrebbero arrivarvi le risposte. Poi vi siete sentiti frustrati, vi siete arrabbiati e avete iniziato ad aspettare che altre persone vi fornissero le risposte.

Avete aspettato che fossero altre persone a darvi le risposte su come condurre la vostra vita – ma loro non possono farlo per voi. Shaumbra: ci sono alcune cose dello Shoud odierno che dovreste ricordare, che dovreste assimilare davvero.

Una sta nel comprendere che esiste questo “elemento tempo”, che al momento rappresenta per voi una delle frustrazioni più grandi. Dovete comprendere che potete espandere e comprimere il tempo a vostro piacimento. All’interno della vostra realtà letteralmente potete generare molte diverse dimensioni di tempo, Non solo potete espanderlo, ma potete creare tutta una serie di potenziali temporali che possono esistere qui, direttamente nel vostro momento Ora. Per esempio, se volete portare a termine in fretta un determinato progetto potete creare una dimensione di tempo molto compressa - cioè potete fare in modo che il tempo sembri passare molto alla svelta.

Se avete bisogno di più tempo per poter lavorare contemporaneamente a un altro progetto, potete espandere il tempo - il tempo non deve essere visto al singolare.

Nello Shoud di oggi, qualcosa che dovreste ricordare è che questi aspetti del vostro Sé - di cui era composto il vostro Sé qui, nella realtà terrena, la luce e l’oscurità - questi aspetti stanno effettuando un’eclissi.

In un certo senso si stanno ricongiungendo dando luogo a un ‘ombra di ritorno’ del Sé, un’ombra di ritorno di potenziali. Lo ripetiamo di nuovo: è appropriato che sia così, perché in verità ‘le ombre’ non devono sempre trovarsi dietro la fonte di luce, cioè dietro le cose su cui è diretto il focus dell’attuale fondamento della realtà.Può esserci anche una specie di ‘ombra protesa in avanti’. Vorremmo che voi pensaste in modo espanso e che viveste in modo espanso, in ogni possibile modo. Non dovreste accettare niente solo in base alla sua impressione superficiale.

Detto fra parentesi, Saint-Germain ha già lasciato la nostra riunione - chi oggi voleva fare domande potrà tirare un sospiro di sollievo. Oggi avrebbe voluto dare il suo contributo a questo Shoud, ma ha un appuntamento per cena. È proprio…hm, Cauldre ci dice che non ci crede, ma è vero - sarà davvero a cena dal presidente Bush, hm.

Non si manifesterà come Saint-Germain, ma parteciperà a questa cena come un commensale qualsiasi. Non ci è permesso di rivelare chi sarà, ma cercherà di nuovo di portare questo particolare Essere ad ascoltare per condividere con lui un paio di informazioni su una ‘indole più compassionevole’ nei rapporti con il mondo.Questa sera andrà là; si sta vestendo e preparando per questo evento e io, Tobias, questa sera risponderò alle domande.

Vorrei ancora farvi partecipi del fatto che Saint-Germain, come sapete, qualche tempo fa ha reso noto di voler tenere un seminario molto speciale con un piccolo gruppo di Shaumbra.  Per una serie di motivi i partecipanti sono stati scelti da lui – solo da lui – in persona.  Il tema di questo seminario dovrebbe essere “L’ipnosi nella Nuova Energia”. Dovrebbe trattare che cosa sono le sovrapposizioni della consapevolezza e come funziona l’ipnosi nella Vecchia Energia. In particolare dovrebbe trattare come si può lavorare con un tipo di ipnosi del tutto nuovo.

Si tratta di una “ipnosi da Nuova Energia” che si basa sulla compassione e che non in nessun caso è manipolativa. Si tratta di permettere…l’ipnosi della Nuova Energia ha a che fare con la sincronicità degli eventi. Più o meno si tratta di essere il vero creatore di sincronicità invece di considerala solo come qualcosa che ti succede se hai fortuna. Si tratta di essere il creatore di eventi sincronici nella tua vita.

Tutte le informazioni di questo seminario, che avrà luogo la settimana prossima su un’isola davvero solitaria e con un piccolo gruppo di Shaumbra, secondo Saint-Germain tutte quelle informazioni verranno poi condivise con tutti gli Shaumbra e messe quindi a disposizione di tutti.

Non c’è bisogno che partecipiate al seminario per ottenere queste informazioni - questo incontro di gruppo viene organizzato per creare e preparare l’energia per tutto ciò. Preghiamo quindi tutti gli Shaumbra di aiutarci a muovere quest’energia e di lasciar che le loro energie ne facciano parte. Questo evento avrà luogo, riferendosi alla zona temporale di qui, martedì, mercoledì e giovedì della prossima settimana e le informazioni date verranno poi pubblicate.

Saranno informazioni molto importanti su come funzionano le davvero le stratificazioni, le sovrapposizioni e l’ipnosi e su come voi stessi potete farne parte, se lo vorrete e su come potrete liberarvene.

In questo seminario porteremo letteralmente dentro la prima delle ‘ipnosi della Nuova Energia’  e l’ipnosi non è niente di negativo. Alcuni di voi reagiscono a questo concetto con determinate emozioni e partono dal presupposto che l’ipnosi si usi per cambiare lo spirito e per manipolarlo. Naturalmente può essere possibile, ma l’ipnosi – o meglio il “radicamento dei sistemi di credenze” perché in verità si tratta proprio di questo– rappresenterà per tutti gli Shaumbra un mezzo molto utile e presto sarà un tema da trattare.

Shaumbra, qui oggi abbiamo parlato dell’analogia di una macchina e l’abbiamo fatto solo perché vi fosse più facile capire, perché per un momento usciste fuori dalla vostra testa.

Abbiamo detto che questi singoli piani di realtà sono - per così dire -  accatastati uno sopra l’altro. Una macchina senza un cervello è solo un veicolo che vi è utile per andare da un posto all’altro e che vi aiuta a restare in una determinata realtà.

Appena il veicolo verrà dotato di un cervello ne cambierà la sua natura in modo multidimensionale e poi verranno aggiunte le sensazioni, le percezioni emozionali e poi - dulcis in fundo - lo SPIRITO. In un certo senso VOI siete una macchina e questa è un’analogia del vostro Sé ma per voi è stato così, che prima avete “costruito” lo SPIRITO e che poi avete inserito le vostre energie in tutti gli altri piani. Voi SIETE già estremamente multidimensionali m volevamo aiutarvi a sentireper una volta com’è essere solo il corpo, poi il corpo e la ragione e poi il corpo, la ragione e i sentimenti.

Volevamo aiutarvi a comprendere che la maggior parte delle persone lavora semplicemente e solo a partire da questi tre piani basilari – senza incorporare davvero lo SPIRITO.

Da qualche parte dentro a tutte le vostre energie esiste, celato e nascosto esiste il ‘collegamento cristallino.’ C’è sempre stato, è il seme di Cristo dentro di voi.

Lo avete già incontrato, avete potuto sentirlo – ma sembra che non riesca davvero ad ancorarsi a nulla.  A un certo punto lo avete chiuso fuori, lo avete sepolto e spento. Non è da intendersi alla lettera perché in fin dei conti è sempre attivo ma in un certo senso lo avete semplicemente ignorato. Vi siete talmente ipnotizzati da credere davvero che quel collegamento non fosse attivo, sì, persino che non esistesse.

Vi abbiamo dato dei compiti a casa e preghiamo proprio gli Shaumbra: lavorate insieme su questo tema. Naturalmente lavorate anche da soli ma fatelo, per favore!

Osservatene esattamente i motivi. Osservate esattamente perché lo avete spento e quando l’avete fatto. Quando la risposta arriverà, abbiate fiducia in voi e nella vostra immaginazione, abbiate fiducia in voi poi, quando il primo livello di risposte sarà arrivato, fate un respiro profondo – e permettete che arrivi il livello successivo, più profondo e poi il più profondo ancora. Vi accorgerete che tutto ha davvero più strati e che ci sono stati molti motivi e occasioni per cui avete staccato questo collegamento.

A quel punto vi troverete di fronte alla domanda: siete pronti per aprirlo di nuovo? Siete pronti per allacciarvi di nuovo al livello cristallino, non mentale? Con il vostro Sé? Con TUTTO CIO’ CHE É?

Partendo dai vostri attributi fisici, vi siete sempre attenuti al dato di fatto di essere un uomo che vive sulla Terra, ma ora vi aprite verso un livello del tutto nuovo.

Immaginatevi di essere questo veicolo - quel veicolo con anima, sentimenti, cervello e corpo. Chissà quando avete spento la connessione con queste sfere veramente indescrivibili, oppure quando le avete nascoste dentro di voi. Ora immaginatevi che cosa verrebbe aggiunto a quest’ insieme di aspetti multidimensionali del vostro Sé se venisse riportato dentro la realtà. In un certo senso sono compiti a casa molto difficili: dovrete concedervi il tempo per guardare nel vostro intimo e forse dovrete anche occuparvi di alcuni ricordi problematici.

Vi abbiamo già detto che avete nascosto la connessione che avevate dietro tavole inchiodate a forza di promesse, voti e giuramenti e poi avete nascosto persino i chiodi e le tavole dandovi ad intendere che non esistessero neppure.

Solo voi stessi potete riaprirla, Shaumbra. Se voi l’avete nascosta, allora solo voi potete ritrovarla.

Noi non possiamo farlo. Non possiamo proprio, letteralmente  perché l’avete nascosta voi e quindi persino noi non possiamo vederla. Se venite da noi a chiederci: “Dove l’ho nascosta, che trucco ho usato?” Dobbiamo rispondervi che non lo sappiamo perché avendo fuorviato voi stessi in modo così eccelso, avete fatto la stessa cosa con noi. L’ipnosi funziona così.

E con ciò, siamo lieti di accogliere le vostre domande.

LINDA: Oplà. L’’interferenza di tempo’ ci dice che hai esaurito tutto il tuo tempo.

TOBIAS: Hm, ho modificato il tempo per adattarlo alle mie esigenze.

DOMANDA DA SHAUMBRA  1: (da una e-mail letta d Linda) Ciao Tobias. Mi chiamo Ildego e sono ungherese. Ho cercato di smettere di fumare, ma non ha funzionato. Aiutami, che cosa posso fare? Molte grazie.

TOBIAS: In effetti è un tema con cui ha a che fare anche Cauldre – ora lo preghiamo di tenersi in disparte.

Prima di tutto dobbiamo dire che c’è un’enorme strato di coscienza sul fumare. Devo dire che probabilmente fumare non è proprio la cosa migliore che possiate fare per il vostro corpo, ma lui sa come accogliere e assimilare il fumo e tutto ciò che ingerite.

Quello che accade a causa di tutte le sovrapposizioni –o meglio dire a causa di tutte le interferenze contraddittorie e dell’ipnosi – è che i fumatori che cercano di smettere di fumare si ritrovano in un dilemma e inoltre la nicotina di per sé è una delle sostanze potenzialmente più influenzanti che ci siano sulla Terra. La nicotina può indurvi a credere a TUTTO il possibile e può rafforzare in modo molto semplice i sistemi di credenze.

Si può usare per rafforzare e sostenere il sistema di credenze secondo cui fumare è “nocivo” oppure rende dipendenti. Se la coscienza assimila ciò attraverso i mass-media, altre persone o persino attraverso i cosiddetti “studi scientifici che asseriscono che il fumo fa male e rende dipendenti – allora la nicotina risponde e reagisce a tutto ciò. Si tratta di un sistema di credenze che almeno in parte appartiene anche a voi ed ecco che vi trovate in trappola sul tema del fumo. Se volessi smettere di fumare, a rigor di logica la cosa migliore sarebbe che tu iniziassi dal fumare e che la smettessi di cercare di smettere.

Devi chiederti: “Perché cerco di smettere?” Perché ti è stato detto che fa male? Perché senti di non aver più tanta energia a disposizione?  Qualunque sia il motivo lo devi osservare più da vicino.

Non dovresti cercare di smettere di fumare se lo fai con accanimento. Prima di tutto vai dentro di te e cercare di capirne i motivi reali; vieni al Centro di Servizi Shaumbra e permettici di lavorare con te nelle sfere cristalline così che tu possa osservare più da vicino il tuo fumare: scoprirai quando hai iniziato, perché e con quale retroscena. Riconoscerai quel “piccolo elemento scatenante” che ora è cresciuto nella tua vita diventando un tema primario.  Scoprirai che puoi rilasciare queste sovrapposizioni e scoprirai che una volta raggiunto il livello base sarai davvero in grado di smettere di fumare.

Vediamo moltissimi di voi lottare con questo tema e condannarsi per questo. Non ne vale la pena! Il danno che vi provocate rafforzando questi concetti di credenze è maggiore del danno provocato dal fumo stesso – se mai ce ne fosse uno.

Quest’energia che abbiamo davanti a noi è interessante, perché da una parte sentite dire che il fumo fa male – alcuni di voi sentono addirittura dire che il fumo è semplicemente spaventoso e che non c’è niente di peggio da fare al proprio corpo e dall’altra parte c’è l’industria del tabacco che esalta il fumo; lo rappresenta in modo che appaia come qualcosa di splendido e molto rilassante…a rigor di logica anche qui si tratta di una stratificazione. Se vi guardate indietro, non è passato molto tempo - forse cento o cinquant’anni - da quando le persone fumavano e non ne diventavano dipendenti. Potevano fumare e basta – gli aborigeni, gli Indiani d’America e altri popoli usavano il tabacco e ciò non li rendeva dipendenti. QUANDO è iniziato a diventare qualcosa che rende dipendenti?

Quando le stratificazioni della consapevolezza sono diventate così forti? Quando sei cascato in quella trappola? Come puoi uscirne fuori di nuovo e prendere una decisione chiara e liberae non basata su paure e sovrapposizioni? Grazie.

DOMANDA DA SHAUMBRA 2: (una donna al microfono) Tobias, potresti fare un commento su “BEAM”, il lavoro del Dott. Johan Beattie di Toronto? (è una forma terapeutica energetica, che dovrebbe aiutare a sciogliere modelli di credenze). Al momento mi conviene interessarmene più da vicino?

 TOBIAS: Al momento ci sono tipi molti diversi di lavoro energetico che contribuiscono a facilitare i processi energetici e nessuno si può considerare ‘giusto’ o ‘sbagliato’. Vedilo come qualcosa che può aiutarti a espandere la tua percezione del tuo Sé. Non vorremmo fare dei commenti mirati, né in riferimento a questo lavoro specifico né su come dovresti prendere la tua decisione: devi sentirlo DENTRO DI TE.

Una cosa su cui vorremmo attirare l’attenzione di tutti gli Shaumbra è la sensazione che una scuola o un lavoro siano l’unico giusto. Il Crimson Circle comprende gli Shaumbra, è un luogo di ritrovo e di per sé non è un lavoro. Si tratta di incontrarsi qui, di imparare, di crescere e di portare le informazioni da fuori a dentro.

A volte vediamo che gli Shaumbra si addentrano nello studio di un lavoro particolare partendo dal presupposto che questo sia l’unico giusto. Molti di voi hanno partecipato a un “Corso di miracoli” e c’è stato un momento in cui alcuni di voi hanno avuto la sensazione che quella fosse “l’unica risposta” ma poi avete scoperto che era solo una parte di una risposta più vasta – una parte di un processo di risveglio.

Ti incoraggiamo a seguire la tua sensazione e a nutrirti del fatto che grazie a lei potrai ricevere la risposta adatta a te e nutrire di nuovo quella sensazione.  Grazie.

DOMANDA DA SHAUMBRA 3: (da una e-mail letta da Linda)Tobias, non riesco a “Sentire” il mio cammino: ho avuto sempre grosse difficoltà quando ho avuto a che fare con la mia famiglia biologica. Se tento di entrare in contatto con loro continua va bene finché chiedo loro come stanno e come stanno i loro figli, insomma finché me ne sto “buona” e li lusingo.

Nessuno di loro mi chiede mai qualcosa sulla mia vita o su che cosa sia importante per me. Sono presenti grossi disturbi che vengono considerati erroneamente come amore incondizionato. Finché mi adatto vengo assorbita e inizio a partecipare a un dramma tremendo della dualità. Con uno dei miei fratelli ho il rapporto peggiore - di fatto mi irrita solo a causa di qualche ‘conseguenza futura’.

Hai qualche sensazione particolare o qualche visione per me o per altri che hanno dei problemi a rapportarsi con le loro famiglie biologiche?

 TOBIAS: Tu, Cauldre: non dovresti presentare qui le tue domande!

Questa è una situazione che si riscontra molto spesso fra gli Shaumbra e per questo suona così familiare a molti di voi. Le famiglie biologiche sono… come potremmo dire, in fondo potremmo parlarne all’infinito….

Per arrivare di nuovo sulla Terra molti di voi hanno scelto la “soluzione veloce”: avete scelto una famiglia biologica che forse non era la più adeguata. Alcuni di voi hanno scelto una famiglia biologica con cui in passato avevate avuto pochi rapporti o addirittura nessuno ed ecco perché sembrate essere ‘la pecora nera’ della famiglia. Alcuni di voi hanno scelto qualcosa che sapevate sarebbe stato ‘l’inferno karmico’ ma l’avete scelto comunque solo perché volevate avere una famiglia attraverso cui giungere sulla Terra. Volevate un corpo fisico e inoltre siete partiti dal presupposto che ve la sareste cavata molto bene con il vecchio karma.

A volte sono stati questi i motivi che vi hanno condotti alla vostra rispettiva famiglia e non quelli bilanciati al massimo.

Inoltre la vostra energia tende a trovarsi a un livello del tutto diverso dal loro: a volte siete semplicemente invisibiliper loro esattamente come molti di voi lo sono sul posto di lavoro o al supermercato – e poi vi chiedete poi come mai gli altri non vi vedono, non si accorgano di voi o non fanno attenzione a ciò che desiderate.

É così perché essi non possono quasi vedervi o sentirvi: in un certo senso per loro siete quasi come degli “spettri”. Sanno che ci siete, ma in un certo modo non fate parte del loro mondo e in fondo per loro non esistete davvero.

Può succedere che si dimentichino di invitarvi per Natale o di invitarvi a pranzo – proprio perché se lo dimenticano. Queste sono dunque le conseguenze del fatto che avete cercato di ritornare qui molto in fretta, hm.

Rilasciare la famiglia biologica e darle la libertà è una delle cose più difficili. Di per sé è un sovrastrato denso, è un’ipnosi forte e cioè aver bisogno dell’accettazione della propria famiglia biologica prima di potersi accettare e anche se può sembrare difficile o duro, qualche volta dovete divorziare dalla vostra famiglia biologica e basta.

Abbiamo parlato di ‘ganci e artigli’ presenti dentro di voi e in un certo senso loro hanno inserito i loro dentro di voi e viceversa. Qualche volta dovete andarvene e basta, per quanto difficile sia. Non per rabbia e non per essere drammatici, ma per il solo fatto che la famiglia biologica ha adempiuto il suo scopo per voi. È stata un semplice veicolo per farvi tornare qui sulla Terra e quando vi hanno sbattuto fuori di casa a 17 anni, avreste dovuto sapere che…

Quando rilasciate questi legami e trovate dentro di voi il vostro equilibrio individuale accade spessissimo che le persone prima o poi torneranno di nuovo da voi ma non potrete rilasciare quel legame se continuate a portare con voi quell’aspettativa particolare. Dovete essere davvero pronti del tutto a rilasciarli, in modo che possano seguire le loro strade.

Nel tuo caso esiste una vecchia connessione di natura karmica e in un certo senso i membri della famiglia provano avversione per il fatto che stai seguendo il tuo cammino e che stai cercando un nuovo tipo di risposte.

Il karma familiare – il karma degli antenati – in primo luogo dice che sono loro a possedere tutte le risposte. Tu invece fai ricerche, studi, ti rivolgi ad altri campi e in un certo senso questo li sfida, li provoca e li fa arrabbiare.

Più di ogni altra cosa loro sanno che se tu cambierai, allora cambierà anche tutta la linea completa del karma degli antenati! Alcuni di loro che sono in vita e molti che sono già morti non vorrebbero cambiare il karma degli avi – l’equilibrio degli antenati di questa famiglia.In un certo senso quindi hai avuto fortuna ad arrivare così lontano, hm. Grazie.

DOMANDA DA SHAUMBRA 4: (una donna al microfono) Ciao, mio angelo prediletto! Volevo chiederti un consiglio – e volevo rivolgermi anche ad Adamus ma se ne è già andato. Vorrei riuscire adesprimere il mio amore incondizionato, per te, per Adamus, per Kuthumi e per tutti gli altri angeli che lavorano con noi.

Mi sono chiesta, come abbiamo fatto allora a sciogliere la nostra connessione con i nostri Cristalli e come possiamo fare ora a ripristinarla? Inoltre volevo anche sapere come sta il mio cagnolino morto di recente.

TOBIAS: Il cane sta bene. Per cani e gatti, per i vostri animali domestici è molto facile passare dall’altra parte; loro non attraversano tutto quel dramma come fanno le persone e non restano bloccati nella “quarta dimensione” – a meno che non aspettino lì il vostro arrivo. S

Se vi aspettano allora il tempo non ha quasi nessuna conseguenza su di loro. Le loro energie sono sempre intorno a voi – ne parleremo il mese prossimo in modo più approfondito.

Inoltre ci hai fatto proprio la domanda che vi abbiamo pregato di porre a voi stessi, cioè quella sulla connessione cristallina.

Vi daremo un paio di indicazioni: non è fisica, di per sé non è una parte all’interno del vostro corpo. É sempre presente e lo è sempre stata: è anche una parte e stiamo dando a tutti voi un’indicazione importante, importante, hm! Posso farlo perché Saint-Germain non è più qui. Lui si divertirebbe un mondo a farvi lottare e soffrire.

La connessione cristallina è anche un’altra possibilità per descrivere l’Energia del Seme di Cristo. Quando è stata l’ultima volta che avete lavorato attivamente con l’Energia del Seme di Cristo? Che periodo era quello in cui – hm, hm, hm – avete contribuito a portarlo sulla Terra? Quale periodo della storia contemporanea è iniziato quando è stato portato sulla Terra? E che cosa avete….

SHAUMBRA 4: 2000 anni fa?

TOBIAS: Infatti. Ecco, io non posso darti le risposte. Devi scoprirle da sola.

SHAUMBRA 4: Dobbiamo tornare indietro di 2000 anni? OK, grazie Tobias.

TOBIAS: È vero, non so proprio come potrei aiutarti oltre con questo tema e… sì, infatti.

SHAUMBRA 4: Posso chiederti ancora qualcosa? Attualmentesto affrontando un bel po’ di porcheria. Hai qualche consiglio?

TOBIAS: Attraversala - al momento sarebbe meglio che tu non ti fermassi.

SHAUMBRA 4: Come se potessi farlo! Lo so, ora non posso fermarmi, non posso fermarmi.

TOBIAS: Permettiti solo e con sincerità di passarci attraverso. Una parte del problema è che si tratta di una parte di situazione energetica che ti sei creata da sola – stai attraversando un bel po’ di cose nella tua vita eancora una volta: se il passaggio non fosse così lento e tosto, non te ne cureresti neppure. Non fermarti! Perché altrimenti dovresti ritornarci dentro. Non fermarti nel mezzo di tutta quella confusione: cambia solo il tempo e attraversalo in fretta.

SHAUMBRA 4: OK. Sembra infatti che arrestarlo sia impossibile.

TOBIAS: E lo è.

SHAUMBRA 4: OK.

 

DOMANDA DA SHAUMBRA 5: (da una e-mail letta da Linda) Caro Tobias, osservando lo stato attuale di Ariel Sharon, dà l’impressione che Israele si stia trovando di nuovo a un punto di svolta. Potresti aiutarci con alcune tue osservazioni?

TOBIAS: Ci sono stati molti sviluppi interessanti in Israele e ne parleremo presto in dettaglio, quando visiterò di nuovo la mia patria. In effetti sono molto felice di tornarci, sono felice per il modo diretto e aperto in cui posso incontrare gli Hapiru di laggiù.

C’è stato…e ancora una volta: qui stiamo parlando di potenziali. I potenziali sono scenari di cui esiste la possibilità che diventino realtà – negli ultimi 2 anni in Israele c’è stato un potenziale per cui laggiù sarebbe potuto accadere un evento molto catastrofico.

Sarebbe stato un evento che avrebbe convogliato l’attenzione di tutto il mondo su quella zona e al confronto l’11/09 sarebbe apparsa una piccola cosa. I piani erano già pronti, i giocatori e le persone erano pronte per partire – avrebbe avuto qualcosa a che fare proprio con le armi nucleari. Sarebbe stata una catastrofe per i musulmani, per i cristiani e per tutti quelli che ne sarebbero stati coinvolti. In fondo avrebbe cancellato dalla faccia della Terra tutti i ricordi e tutti gli edifici.

Quello era un potenziale di qualche anno fa ed esisteva una possibilità molto grande che si sarebbe realizzato. Per tutta una serie di motivi tutto si è dileguato – ma dobbiamo ringraziare per il loro aiuto gli Shaumbra, che hanno partecipato molto attivamente allo spostamento d’energia direttamente in Israele e ringraziamo anche gli Shaumbra di tutto il mondo.

Ringraziamo le energie di Lee Carroll e KRYON, che hanno visitato questa zona e che hanno contribuito a dissolvere quel potenziale, ringraziamo Steve Rother e il ‘Gruppo’ e tutti gli altri Insegnanti della Nuova Energia che sono stati così coraggiosi da andare laggiù e che hanno letteralmente contribuito a portare dentro un altro potenziale così da non arrivare a quell’ evento catastrofico.

Questo evento avrebbe richiamato l’attenzione e la compassione del mondo su quella zona – vi siete accorti di quanto la compassione abbia fatto passi avanti dopo l’attentato dell’11/09. Potenzialmente questo evento avrebbe avuto le stesse conseguenze ma non c’è stata la necessità di passare attraverso tanto dramma o di far perdere la vita a tantissime persone.

Il potenziale continua a esistere, ma ora lo vediamo allontanarsi in sottofondo. Quando Jassir Arafat ha deciso di lasciare la Terra ha lasciato andare anche le energie di un possibile combattimento, l’energia del terrorismo. Non ha dovuto lasciare la Terra perché la sua biologia ha ceduto: lui ha scelto di lasciare la Terra perché sapeva di dover rilasciare, per far in modo che in quella regione ci fossero le soluzioni e la pace e che chi sarebbe subentrato al suo posto potesse essere una o più persone con una connessione più stretta o migliore nei confronti di Hapiru.

Se vedete che Ariel Sharon è pronto per lasciare la Terra, allora ci sarà di nuovo un cambiamento nelle strutture del potere. Non è molto semplice da capire: ci sarà una guerra, una guerra politica che si svolgerà tra chi rappresenta un modo di vedere energeticamente molto vecchio e chi un modo di vedere nuovo a livello energetico.

Noi vediamo il potenziale che questo conflitto non sarà risolto molto in fretta o con facilità; causerà lo spostamento o il cambiamento di grandi energie per Israele e per Hapiru. É arrivato il momento di un nostro ritorno laggiù, hm.

Questo sarà un periodo in cui tutti gli Shaumbra potranno aiutare a muovere le energie e non portandovi dentro la vostra agenda o i vostri desideri ma dicendo: “Entriamo per contribuire a muovere le energie, in modo che i potenziali possano cambiare e nel caso che Hapiru scelga che ciò debba accadere”.

Si tratta di un periodo molto particolare, molto particolare. É un periodo con un equilibrio molto instabile tra le due possibilità - procedere o ritornare di nuovo indietro.

Questo è il motivo per cui fra un paio di mesi torneremo là. Grazie per questa meravigliosa domanda e siamo felici di venirvi a trovare e di portare a tutti gli Shaumbra in Israele le energie  ‘dell’essere Uno’.

 

DOMANDA DA SHAUMBRA 6: (una donna al microfono) Namaste, Geoffrey, Tobias e Linda. Mi sono chiesta se potresti definire il termine ‘anima’ per me e per altri.

TOBIAS: Questa è una questione di semantica e di interpretazione. L’uso di termini come ‘anima’, ‘spirito’ e tutti gli altri, è diverso da persona a persona ed è difficile rispondere.

Dalla mia prospettiva del tutto personale, l’anima è l’impronta digitale più singolare o inconfondibile del tuo Sé. È l’identità spirituale inconfondibile; è la parte, il dono che TUTTO-CIO’-CHE-E’, lo Spirito, l’Eterno ti ha fatto dicendo: “Ti dono la Libertà. TU sei come ME. Anche tu sei Dio, ma tu sei Unico in te stesso. Possiedi diritti e facoltà di creazione completi e totali. Tu sei una parte del tutto e allo stesso modo sei unico nel tuo Sé. Se sceglierai di accettare solo questa tua singolarità ignorando di essere anche una parte del tutto è un tuo diritto farlo e sarai comunque benedetto.”

Quella è la tua Anima, quella è l’essenza del tuo Sé ma è anche quella parte in te che alla fine raccoglie ogni esperienza fatta nelle diverse vite, ogni sfida, ogni sorriso, ogni respiro che tu abbia mai fatto. L’anima è il centro riunificato del Sé.

Ora stiamo diventando un po’ cerebrali e questo di solito è il motivo per cui tutti voi avete dei problemi, perché poi volete sapere di più e sempre di più sull’anima e fate tutte quelle domande su dove si trova, che cosa fa e come si chiama. Ora vogliamo darci un taglio e lasciare le cose così come stanno - abbiamo fornito le cognizioni di base.

Il resto è un viaggio di scoperta. Se vorrai continuare a scoprire sappi che non è possibile trovare le risposte su questo tema dell’anima nei “reami vicini”, cioè nei reami non fisici legati alla Terra. Dovresti superare quei reami e raggiungere quelli in cui la ragione non funziona più. La maggior parte delle persone non è pronta ad andarci perché la ragione è il loro mezzo di protezione e di difesa e anche la loro scusa, hm.

Per poter comprendere davvero l’anima, devi superare tutte le dimensioni legate alla Terra o in relazione con lei. Ti devi inoltrare nei Reami Cristallini e là la risposta sta aspettando proprio te.

 

DOMANDA DA SHAUMBRA 7: (un uomo al microfono) Ciao Tobias. Ho la sensazione che tu abbia già trattato la mia domanda durante lo Shoud ma nonostante ciò te la rifaccio.

Caro Tobias, da poco mi sono risvegliato dall’ipnosi di un rapporto durato 18 anni e mi ritrovo con diversi talenti e qualità che ho sempre creduto essere di natura personale ma che ora vorrei condividere con il mondo. Sento un vuoto – e una possibilità di essere tutto ciò che sono. Vorresti condividere una parte della tua saggezza con un uomo nella Nuova Energia che è ancora alquanto bloccato nella dualità?

TOBIAS: Sì lo vorremmo ed è indirizzato proprio a te, ma partiamo dal presupposto che contenga qualcosa anche per tutti gli Shaumbra.

Hai già sentito le parole: abbi il coraggio di entrare nei nuovi potenziali! Osa uscire fuori dal tuo pantano! Ci sei stato dentro per un determinato motivo, non sei stato condannato dallo Spirito o da qualcun altro a restarci.

Io stesso – per usare la storia raccontata in modo un po’ esagerato da Saint-Germain – mi sono scavato da solo il mio buco per me e poi ho pregato Dio, l’ho chiamato in aiuto perché mi tirasse fuori da lì dentro.

Non mi era chiaro che sarebbe stato molto semplice per me uscire da lì: ero talmente prigioniero dei miei dubbi e contraddizioni.

Vedi, avrei dovuto avere solo il coraggio di prendere un’altra direzione. Ho scavato sempre più a fondo verso il basso – quella era una direzione – e ho guardato sempre verso l’alto per vedere se avrei potuto essere salvato da lassù. Avrei dovuto andare di lato!

Avrei dovuto cambiare il mio modo di pensare, avrei dovuto solo osare essere un po’ diverso. In fondo è così per ognuno di voi.

Qualche volta osare significa lasciare andare il cammino su cui vi siete mossi per tutto il tempo. Può significare lasciare andare tutte le aspettative, tutti i modi con cui vi siete identificati finora. Le persone hanno paura di passarci dentro, hanno paura di lasciare andare tutto ciò mollare la presa con cui avete mantenuto stretto un particolare aspetto del vostro Sé, qualche volta avete la sensazione che sotto di voi si apra un precipizio senza fine.

Alcuni di voi non molleranno finché non avranno ottenuto la garanzia che c’è un nuovo aspetto diverso e migliore che li sta aspettando. Lo ripetiamo ancora una volta: questo è un modo molto poco lungimirante di osservare le cose.

In questo momento, osa uscire dalla tua piccola scatola, vai in una direzione del tutto nuova e inizierai a scoprire che puoi entrare e uscire in tutte le diverse realtà.

Offrirò qualcosa a te e a tutti gli Shaumbra, ebbene sì, ne farò una parte del compito a casa: tempo fa Saint-Germain ha parlato di ‘essere attori’ e di ‘recitare dei ruoli’ e ha detto che se si vuole davvero comprendere chi siamo, bisogna iniziare a recitare.

Iniziate a sviluppare nuovi ruoli per voi: datevi un nuovo nome, se lo volete: è lo stesso se lo scrivete su un foglio o se lo fate solo per voi. Fingete di avere caratteri diversi e godetevi la recita.

Alcuni di voi - pochissimi - lo hanno fatto e pochissimi si sono sentiti a loro agio. L’argomento che ci è giunto più spesso all’orecchio era: “Così non sono fedele a me stesso. Se recito, se prendo diversi ruoli, se fingo o se immagino di essere un artista, che diritto ho? O di essere un contabile?”

Molti voi hanno la sensazione che così facendo non sarebbero più fedeli a sé stessi ma non è affatto così!  É proprio così che vi siete fedeli, siete molto più multidimensionali che non restando bloccati solo nel ruolo da ‘contabile’.

Osate, recitate ruoli diversi! Siate gli attori di voi stessi! Immaginate e poi liberatevi. È una cosa straordinaria e molto divertente. Ancora una volta: Shaumbra, qualche volta vi sentite in imbarazzo a recitare ruoli diversi e a comportarvi in modo un po’ diverso. Avete anche un po’ paura di diventare come una di quelle persone che soffrono di disturbi da personalità multipla ma noi vi diciamo di giocarci su. Recitate commedie sull’essere multidimensionali; per quanto mi riguarda potreste anche recitare il ruolo di una persona con un disturbo da personalità multipla e osservare come ci si sente. Sperimentate come alla fine proprio la vostra elasticità spirituale vi riporterà di nuovo qui.

Nei prossimi 30 giorni recitate aspetti e caratteri diversi! Recitate ruoli diversi e osservate che sensazione vi dà.

Non dovrete farlo per forza insieme ad altri, potrete farlo anche solo per voi. Svegliatevi un mattino e immaginate di essere un brillante - oh, lo siete già. Immaginatevi di essere tutto ciò che vorrete essere! e poi lasciate entrare quella possibilità e quel potenziale nella vostra vita.

Innanzi tutto vi meraviglierete di vedere quali splendidi creatori siete - stiamo parlando a ognuno di voi. Rimarrete sbalorditi di quali magnifici creatori dell’immaginazione siete e di quanto sia facile per voi creare sovrapposizioni ipnotiche a cui crederete. Sarete sbalorditi ed entusiasti di come potrete sempre tornare alla vostra anima o al vostro centro personale.

Si tratta di una questione molto sorprendente e ti ringraziamo per aver fatto questa domanda.

SHAUMBRA 7: Grazie.

 

DOMANDA DA SHAUMBRA 8: (una donna al microfono) Molte grazie! Sono nervosa, hm…

TOBIAS: Lo siamo anche noi! Siamo sempre nervosi quando abbiamo a che fare con gli uomini. Non si può mai sapere se ti buttano fuori dalla città! Detto per inciso anche Gesù ha avuto un’esperienza del genere, quindi abbiamo il diritto di essere nervosi.

SHAUMBRA 8: Probabilmente la mia domanda è vecchissima e viene sempre fatta. Trovo che un rapporto sia uno dei modi più stupefacenti per poter imparare qualcosa su di sé, per crescere e per continuare a svilupparsi e ciò grazie agli specchi che si fanno.

Per me una delle cose più difficili è quella di decidere se devo continuare a portare avanti un rapporto –  si continua comunque a imparare, che si sia in un rapporto oppure no quindi si deve andare avanti perché si viene sempre confrontati con questi temi, gli stessi della persona con cui si sta -   si tratta solo di un altro corpo e di un altro viso. Io lo capisco, ma…

TOBIAS: Vorremmo pregarti di fare un paio di cose. Prima di tutto: in primo luogo lo ‘specchio del rapporto’ dovrebbe essere lo specchio del rapporto con te stessa. Tu diventi il tuo specchio, diventi il tuo rapporto. Vedi te stessa dentro di te.Finora era appropriato, ma adesso smettila di cercare dei rapporti a questo scopo. Che cosa scegli riguardo a come dovrebbe essere un rapporto? Immaginalo per un momento! Immagina il potenziale per il rapporto possibilmente meraviglioso. Come ti servirebbe e ti nutrirebbe questo rapporto? Come sceglieresti di creare questo rapporto?

SHAUMBRA 8:Hm….

TOBIAS: Naturalmente non devi rispondere proprio qui e ora, ma questa è la domanda che sta alla base di tutto. Vorremmo che vi muoveste al di là di questo vecchio potenziale per cui un rapporto deve esserci solo per aiutarvi nella vostra crescita - non è così e non deve essere così.

Un rapporto può essere la forma d’amore più formidabile dove non dovete più condividere niente, capite? Non dovete condividere nessuna esperienza o lezione e dove potete ESSERE e basta. Immaginatevelo.

Nella Vecchia Energia i rapporti erano tipicamente come li hai descritti: erano dualistici e sussistevano per il fatto di riempirsi a vicenda gli ’spazi vuoti’. Erano modi per spingersi e spronarsi reciprocamente verso la crescita personale, erano possibilità per proteggersi dalla sensazione di solitudine. A partire da questa base c’èrano anche rapporti unicamente di natura finanziaria in cui l’uno sosteneva l’altro e viceversa.

Supera tutto questo.  Sarebbe meraviglioso se fra uno o due mesi potessimo sentirti dire com’è la tua visione di un rapporto da Nuova Energia! Grazie, grazie di aver rilasciato il tuo nervosismo.

Con ciò, Shaumbra, questa è stata una lunga giornata – abbiamo fatto muovere attraverso di noi una grande quantità di informazioni. Queste informazioni sono per VOI, si riferiscono a voi e sono state create da voi.

Sono a disposizione di ogni singola persona che si incammina su questa strada, che percorre il sentiero su cui anche voi avete camminato. Cercate di immaginare quanto più facile sarà per loro! e grazie a tutto ciò che avete permesso di fare arrivare a voi qui.

Vi amiamo molto.

E così è.