SHOUD 02 - LA COMPRENSIONE DEL SÉ SI ESPANDE

La Serie della Nuova Energia

SHOUD 2 - LA COMPRENSIONE DEL SÉ SI ESPANDE 

presentato al Crimson Circleil13 settembre 2003

E così, cari Shaumbra, che ci riuniamo di nuovo. Oh, come ci piacciono - a Me, Tobias, e a tutti quelli che fanno parte del Crimson Council - questi momenti che condividiamo con voi! Amiamo questi momenti in cui c’è la musica… in cui voi aprite i vostri cuori… in cui vi permettete di sentire… in cui invitate tutti noi in questo spazio.

C’è una vera transizione di energia in atto qui. É una tale delizia osservare durante questi momenti come tutti voi… lasciate andare un po’… rilasciate… e permettete all’amore dello Spirito di fluire dentro e attorno a voi.

Da parte nostra serve un po’ di tempo per adattarci, quando arriviamo. Le energie sono così forti, anche per noi. Siete così intensi nel vostro lavoro! Siete così appassionati! Ci piace stare semplicemente seduti qui con voi.

Il lavoro con queste canalizzazioni - che ora definiamo Shoud - sta diventando molto più facile. C’è una profonda differenza per me, Tobias. Di solito arrivavo da un Cauldre nervoso e alquanto perplesso: lui non era sicuro se mi sarei presentato all’appuntamento! Non era sicuro che la sua energia fosse abbastanza pura da permettermi di entrare con la massima quantità di integrità. In quei primi periodi… oh, cari amici, allora eravate così diversi, molto più tristi, molto più timorosi di voi stessi!

Ora ci possiamo riunire energeticamente e fare Shoud con una singola voce e, tuttavia, con molte, molte voci. Quello che state sentendo adesso è molto di più di Me, Tobias. State sentendo Cauldre. Finalmente lui si sta permettendo di diventare una parte di questo. Sorprendente!

State sentendo voi stessi, perché state aprendo i vostri cuori e vi rendete conto che siamo tutti connessi. Vi rendete conto che noi vi riportiamo semplicemente il vostro stesso messaggio. State aprendo i vostri cuori con amore e fiducia e state prestando la vostra energia, perciò potete sentire la vostra voce scritta in queste parole, scritta nella vibrazione di questa energia. Vi state permettendo, per la prima volta, di sentire voi stessi.

Vi state permettendo di sentire la persona che vi sta accanto. Oh, per tanto tempo vi siete chiusi davanti a chiunque vi stesse vicino o intorno. Il livello della fiducia negli altri era talmente basso invece, ora, sentite la loro voce scritta nelle vibrazioni di queste parole: chi vi sta accanto ha saggezza, amore e compassione.

Sentite gli angeli che arrivano per celebrarvi! Oh, si mettono in fila per partecipare a questo evento, per stare con voi. Ora potete sentire il coro degli angeli che arrivano, che si riuniscono nel Secondo, nel Terzo e nel Quarto Cerchio.

Che viaggio meraviglioso stiamo condividendo, tutti insieme, che tempi meravigliosi sulla Terra! Oh, sì, certo che ci sono difficoltà e sfide, ma mai prima la coscienza si è spostata con tanta velocità, mai prima la vibrazione della Terra si è spostata con tanta rapidità.

Potete vedere le prove di tutto ciò nella tecnologia tutt’attorno a voi. La tecnologia segue semplicemente la coscienza e sta cambiando così in fretta, ma non è la tecnologia a cambiare il mondo: siete voi, sono la coscienza e la vibrazione che cambiano il mondo, dopodiché si riflettono nella tecnologia.

In questi ultimi quindici anni la tecnologia è stata sviluppata una quantità maggioreche in tutta la storia dell’umanità. Voi che siete arrivati durante la Seconda Guerra o subito dopo e quelli che stanno arrivando da allora in poi… voi portate una coraggiosa modalità nuova nei movimenti delle energie.

Le generazioni precedenti avevano paura di lasciar andare la loro eredità, le tradizioni e le radici famigliari. Voi arrivate e a volte, con grande sorpresa dei vostri genitori e dei loro genitori, non vi attaccate alle tradizioni. Voi avete frantumato le barriere, avete creato le Nuove vie. Gli altrivi guardano con sospetto, ma voi arrivate qui pronti per effettuare un cambiamento.

La cosa speciale riguardo a voi Shaumbra è che siete così pronti ad entrare in livelli molto difficili. Siete disposti a continuare a ritornare a queste riunioni, ad entrare in alcuni livelli molto difficili ed impegnativi dentro al vostro stesso essere. Noi ammiriamo profondamente questo gruppo di Shaumbra.

Abbiamo scherzato con Cauldre e con tutti voi sul fatto che, in queste riunioni, sarebbe stato facile parlare dei tempi passati. Avete notato, Shaumbra, che negli Shouds voi non parlate dei Vecchi tempi, non cercate di tornare indietro per riaccendere le energie di Lemuria o Atlantide.

Oh, sono molti, molti, coloro che stanno facendo questo viaggio e che sono attratti dal passato e ciò è appropriato: hanno bisogno di capire in che modo tutte le cose sono venute ad essere, ma ci si può anche perdere in questo gioco. Ciò non vale per questo gruppo di Shaumbra. Voi ci siete già passati e l’avete fatto, ora volete andare avanti, nel Nuovo, volete muovere in avanti la coscienza. Questo gruppo di Shaumbra è così speciale.

Sì, potremmo parlare degli alieni, degli esseri galattici: è appropriato per tanti, perché hanno bisogno di capire che nell’universo c’è molto di più del loro mondoe sta avvenendo molto di più, ci sono tante cose che sono trapelate in passato.

Questo gruppo non sceglie di affrontare argomenti riguardanti energie intergalattiche, multidimensionali o di tipo “alieno”. Voi ci siete già passati e l’avete fatto, ora scegliete di passare al livello successivo di scoperta, di gioia e di relazione con il vostro Divino. Invece di andare a cercare in questi luoghi lontani, voi continuate ad andare dentro.

Voi siete quelli che scelgono gli argomenti discussi negli Shoud. Noi siamo solo quelli che portano l’energia. Vi aiutiamo semplicemente a celebrare ciò che state imparando e questo gruppo di Shaumbra non sceglie certo di introdurre le cospirazioni.

Cauldre scherza con noi dicendo che forse, se parlassimo di queste cose, attrarremmo dei gruppi molto, molto più numerosi, ma non è questo che scegliete di introdurre, non è su questo che scegliete di concentrare la vostra attenzione. Cospirazioni? Certo, molte di loro sono reali e certo, si drammatizza troppo su molte di loro che e sono tutte spaventose. Questo gruppo non sceglie di andarci ed è per questo che gli Shaumbra sono così speciali.

Voi siete qui per un lavoro impegnativo, sete qui per ottenere rivelazioni interiori su voi stessi e sulla vostra relazione con lo Spirito e siete qua per scoprire la Nuova Energia che si trova dentro di voi. Certo, gli Shaumbra sono speciali in tutto il mondo e stanno aprendo una Nuova via, una via molto Nuova, perciò oggi è un onore per tutti noi essere qui con voi. Éun onore anche per voi essere qui con voi in questo giorno!

Cari amici, nella Serie della Nuova Energia voi avete detto di presentare - e noi vi stiamo aiutando a farlo - messaggi che sono un po’ diversi e un diverso tipo di ospiti. Abbiamo detto che avremmo discusso di argomenti terreni, delle cose che stanno accadendo sul vostro pianeta aiutandovi a capire ciò che vi si presenta davanti, quali sono le tendenze e i modelli e perché state affrontando i sentimenti, le emozioni e le esperienze che state vivendo.

Oggi introduciamo un ospite speciale e vi chiediamo solo di inspirare e di sentirne le energie. Egli è importante per ciò che sta succedendo nel mondo proprio ora, è importante per la coscienza di questo pianeta. Inoltre, l’ospite di oggi è importante per la nostra discussione. Inspirate e permettetevi di sentire le sue energie: si tratta di una persona che attualmente vive sul vostro pianeta, ma se ne andrà molto, molto presto. Voi lo conoscete come la persona che ha portato avanti una lunga tradizione, una tradizione che è pronta per cambiare.

Oggi viene a farci visita l’energia del Papa Giovanni Paolo II che sta transitando, sta lasciando il fisico. In questo preciso istante sta effettuando uno degli ultimi pellegrinaggi del suo pontificato. Se ne andrà molto presto, è vecchio e debole nel corpo umano ma il suo spirito è forte e acuto, come sempre.

Éarrivato in un momento molto importante per la Chiesa Cattolica la quale, come sapete, trae le sue origini dal lavoro che tutti voi faceste ai tempi di Yeshua. É stata chiamata la chiesa di Yeshua e da questa sorsero moltissime altre chiese.

Il Papa è arrivato in un momento di cambiamento e ha fatto un lavoro molto difficile equilibrando la Vecchia Energia e la Nuova. Éstato un compito molto difficile per lui perché ci sono molti, molti umani che si aggrappano ad una Vecchissima Energia della chiesa e non vogliono lasciarla andare: vogliono davvero ritornare alle Vecchie maniere e Giovanni Paolo II è venuto come un ponte verso la Nuova Energia.

In effetti, da parecchi anni vuole lasciare questo pianeta: si è assunto una responsabilità molto difficile, ma le Vecchie Energie della chiesa gli hanno impedito di andarsene. Non volevano vederlo partire, perché sanno che ci saranno dei grandi cambiamenti in arrivo, dei cambiamenti difficili nella chiesa. Ora però è davvero pronto ad andare, ed è ora che questa chiesa delle origini cambi.

Una parte di quest’energia resta ancora con il Papa che non riesce a capire perché si aggrappino a lui. Non riesce a finire i suoi discorsi e altri li finiscono per lui. Non li ha nemmeno scritti lui, infatti notate la differenza tra le parole che pronuncia ora rispetto a ciò che diceva due, tre o quattro anni fa. Egli non scrive più le sue parole ma ogni tanto, quando riacquista le forze, butta dentro qualche parola non contenuta nel copione e ciò fa andare in panico molti anziani della chiesa perché sta avendo molte Nuove comprensioni e intuizioni, persino adesso.

Egli arriva a questa riunione per vedere un gruppo di umani che possono coraggiosamente dire: “Anch’io Sono Dio”. Egli arriva a questa riunione non come un vecchio fragile e malaticcio, bensì come un fiero angelo, un umano ardente che capisce la necessità di cambiare e capisce che la chiesa stessa sta attraversando molte difficoltà e molti cambiamenti. Si preoccupa di come se la caverà la chiesa nel superare questi cambiamenti.

Oggi Giovani Paolo II si siede qui con voi, tutti voi. Sente la vostra energia, vede i progressi che avete fatto e come avete contribuito sin dall’inizio a creare la chiesa; alcuni di voi qui presenti furono suoi insegnanti in vite passate. Si rende conto di come vi allontanaste dalle stesse chiese che avevate contribuito a costruire per affrontare il vostro viaggio solitario e ora avete ottenuto una Nuova comprensione per cui potete dire: “Anch’io Sono Dio”.

Éun piacere avere con noi oggi Giovanni Paolo, che chiede di non piangerlo, di non preoccuparsi quando effettuerà il suo trapasso. Dice che la sua energia sarà più presente che mai in questo gruppo: vorrebbe lavorare con gli Shaumbra e vorrebbe imparare da loro. Épiuttosto sorpreso dal fatto che un gruppo così piccolo di umani possa avere un tale impatto sulla coscienza e che riesca ad affrontare così in fretta un processo molto difficile e impegnativo.

Noi definiamo questo processo “la crescente comprensione del Sé” - il processo che avete attraverso ogni giorno di questa vita, ma soprattutto durante questi ultimi anni. Voi state espandendo l’identità del vostro Sé mentre vi trovate ancora qui, sulla Terra. É un processo difficile, impegnativo e a volte sembra non avere fine.

Come avete imparato è un processo che aa avanti a cicli, non è un sentiero diritto ma circolare. Ogni volta che completate il cerchio ritornate indietro ma con una nuova comprensione, una comprensione espansa della vostra identità. Capirete il processo di cui stiamo parlando quando ci sarete passati e ve lo ripetiamo per aiutarvi a capire che cosa avete passato e che cosa passeranno gli altri umani. Ah… è un bene aver passato questa esperienza, così potrete essere gli insegnanti.

Il primo passo nella coscienza espansa della vostra identità è il risveglio. Fino al vostro risveglio, state semplicemente dormendo e siete inconsapevoli, attraversate i moti dell’essere umani.

Vi ricordate del vostro risveglio? Vi ricordate di quel bussare alla porta… di quella sensazione implacabile dentro di voi che qualcosa non andava bene… di quell’irritabilità che viveste a un livello molto profondo… di quella sensazione di non essere in contatto con voi stessi… di quella sensazione che qualcosa stava cambiando senza sapere cosa fosse?

Poi arrivaste a un punto di risveglio. Poteva trattarsi di una situazione molto difficile, forse un incidente d’auto o magari un momento in cui foste costretti a letto, costretti a guardarvi dentro. Forse fu il risultato di un’esperienza, forse un corso cui partecipaste o di un libro che leggeste. Il risveglio venne in risposta a quel desiderio incalzante che era dentro di voi, a quel bussare sulla porta che avevate sentito ma a lungo ignorato.

Il risveglio arrivò, e fu bello in tanti sensi. Fu esilarante, portò un’energia nuova e fresca. Ci fu una nuova speranza e una sensazione del tutto nuova. Guardaste indietro, a chi eravate stati prima del risveglio e non riuscivate nemmeno ad immaginare di essere stati così chiusi, con un raggio d’attenzione così limitato.

Quando un umano si risveglia, vuole precipitarsi fuori a raccontare a tutti quanti le sue esperienze; vuole raccontare a tutti della nuova sensazione interiore; vuole condividere con tutti i suoi sogni, i suoi nuovi livelli energetici. Il tutto per scoprire che, quando parlate agli altri essi alzano gli occhi al cielo! Sì, iniziano a parlare di voi alle vostre spalle. Vengono da voi dicendo: “Abbiamo parlato di te. Siamo preoccupati” ma nel vostro cuore voi sapete che è stato reale, che il risveglio non è stato solo un’altra falsa speranza. Era reale.

Nel risveglio ci sono delle difficoltà. Il risveglio risveglia tutto quanto dentro di voi, non solo il bene e non solo la luce: tutto quanto. Oh, sì, ora cominciate ad avere esperienze, sensazioni e pensieri… a rivivere vite passate… a rivivere difficoltà e sfide… a rivivere i tempi precedenti al vostro arrivo sulla Terra. Tutto questo si ripresenta con il risveglio.

A quel punto veniste quasi ingoiati da una depressione. Pensavate che il risveglio fosse la risposta finale, non è vero? Pensavate che tutto sarebbe andato meglio, che Dio e gli angeli si sarebbero presi cura di voi, non è vero?

Ora, nel secondo stadio dell’identità che si espande… una volta   passati attraverso il risveglio… entraste nel processo e diventaste esperti nell’elaborazione! Andaste da guaritori e da facilitatori, frequentaste seminari e corsi. Non ne avevate mai abbastanza dell’elaborazione. L’elaborazione era importante perché qualcosa stava ribollendo dentro di voi. Eravate stati risvegliati ed era arrivato il momento di acquisire una comprensione migliore. Avevate bisogno di parlare delle vite passate e delle difficoltà della vostra infanzia in questa vita.

Avevate bisogno di arrabbiarvi… con il coniuge… o con i genitori. Avevate bisogno di arrabbiarvi con Dio. Sì, va bene arrabbiarsi con Dio, aiuta a rilasciare un’enorme quantità di energia molto Vecchia e limitata.  Avevate bisogno di piangere, di lasciar uscire delle emozioni. A volte, avevate bisogno di recitare il ruolo della vittima e far uscire tutto questo. Il risveglio vi fornì l’apertura.

Avevate bisogno di parlarne. Sì, alcuni di voi hanno dei coniugi che pensavano che non avreste mai smesso di parlarne, degli amici che incominciavano ad evitarvi quando chiedevate loro se volevano pranzare con voi. Oh, che tempi meravigliosi per l’elaborazione! Tutto ciò vi ha reso un gran bel servizio: l’elaborazione fu una parte importante della vostra nuova comprensione del Sé.

Poi arriva il momento di passare oltre. Come farete a sapere che è appropriato? Oh, quando state ripetendo sempre le stesse storie oppure quando scoprite di essere più affascinati dalle vite passate che da questa. Quando vi trovate a entrare costantemente nel passato… a dover far riaffiorare sempre queste storie… a creare alcune vite passate per darvi un qualche genere di conforto riguardo al punto in cui vi trovate proprio ora… in quel momento l’elaborazione è finita: è ora di andare oltre.

Passate quindi al passo successivo, il rilascio e praticamente è qui che siamo intervenuti con voi, Shaumbra. Il rilascio. Quando iniziammo con voi quattro anni e un mese fa, vi trovavate in questo stadio del rilascio… alquanto confusi, molti di voi volevano tornare alla fase di elaborazione. Il rilascio è una parte molto importante di quest’espansione… l’espansione della vostra identità… il rilascio… questo lasciar andare… come sapete, il lasciar andare è molto difficile.

C’è una tendenza a voler arrivare a nuove comprensioni e illuminazioni mentre si sta ancora aggrappati al passato. Abbiamo lavorato con voi per vari anni sul rilascio, sul lasciar andare il Vecchio. Mentre stavate rilasciando, avete perso il lavoro… i coniugi… anche il senso d’identità di chi eravate. Dovevate lasciarli andare, dovevate lasciarli andare e questa fu probabilmente una delle fasi più difficili e impegnative che attraversaste.

Sarà lo stesso per quelli con cui lavorate: sotto la vostra guida vorranno rilasciare un po’, ma solo un po’. Sarà difficile per loro rilasciare del tutto e in modo aperto tutto ciò che pensano di essere. Ricordatevi com’era per voi: nelle nostre prime riunioni eravate disposti a rilasciare un poco qua e un altro poco là.

Solo in un secondo momento vi rendeste conto che il ciclo di rilascio era iniziato e fu quasi difficile smettere di rilasciare: fu difficile perché perdeste il senso d’identità del vostro Vecchio Sé, entraste nell’oscurità e nel vuoto nella vostra vita dove sembrava che tutto fosse chiuso, che foste tornati di nuovo nel vuoto e sì, tutto ciò vi riportò alla mente memorie del vuoto che affrontaste quando lasciaste Casa. Fu doppiamente difficile per voi.

Rilasciare non significa che negate chi siete e quelli che cosa siete stati: era solo il rilascio delle condizioni delle Vecchie Energie attorno a quelle esperienze.

L’esperienza continua ad esistere; voi stavate solo lasciando andare la vostra reazione… i vostri sentimenti… le vostre comprensioni… e i vostri atteggiamenti riguardanti quell’esperienza. Per esempio, l’esperienza difficile della vostra infanzia continua ad esserci, ma voi avete rilasciato la Vecchia energia emotiva che la circondava… forse le energie della vittima. Avete rilasciato le energie dell’abuso comprendendo che stavate semplicemente partecipando a questa meravigliosa esperienza con altre persone.

Mentre rilasciavate non stavate nascondendo la spazzatura sotto il tappeto: stavate lasciando andare il modo in cui percepivate quell’ esperienza. Così, molti di voi percepivano queste vecchie e difficili esperienze con un’energia squilibrata: forse si trattava dell’energia della vittima… un’energia di cose cattive che vi si ripresentavano sempre… un’energia secondo cui non eravate degni solo dell’oscurità. Rilasciare vuol dire lasciar andare la vostra percezione di come sono andate le cose.

Alcuni di voi dicevano di essere intenzionati a lasciar andare, ma una volta tornati a casa vi rendeste conto che non l’avevate fatto, che lo stavate ancora nascondendo. C’è una certa comodità nei vostri atteggiamenti da Vecchia Energia. A volte è più facile essere la vittima che essere il Creatore, a volte è più facile accusare gli altri piuttosto che assumersi la responsabilità di ciò che si è. Dicevate che stavate rilasciando, ma in verità vi stavate aggrappando ai Vecchi modi.

Ci permetteste di lavorare con voi, ci permetteste di spingervi e di spostarvi. Ci permetteste di entrare nei vostri sogni, come abbiamo fatto spesso, e spaventarvi a morte! Finalmente rilasciaste, lasciaste andare. Ci sono stati molti cambiamenti nella vostra vita, ma siete ancora qui e siete ancora al sicuro. Siete ancora nel Presente e, ora più che mai, Anche Voi Siete Dio. Quando lasciaste andare davvero, voi trasmutaste l’energia. Trasmutaste l’energia creando una vibrazione del tutto nuova. Quando trasmutaste il Vecchio, modificaste il potenziale del vostro futuro.

Viaggiavate lungo un sentiero pieno di difficoltà… buche, rocce, barriere e continuavate a mettere queste difficoltà sul sentiero davanti a voi, a causa della vostra percezione di ciò che c’era dietro di voi. Credevate che la strada dovesse essere difficile perché era sempre stata così. Quando trasmutaste l’energia attraverso il rilascio, voi cambiaste il vostro futuro potenziale: il futuro è il passato guarito, cari amici. Il futuro è il passato guarito.

Ascoltatevi proprio ora attraverso la voce di Cauldre e la mia, quella di Tobias. Ascoltatevi, sentitevi. Avete rilasciato, avete trasmutato e avete cambiato il potenziale dei vostri domani.(pausa)

Il passo successivo nell’espandere l’identità del Sé fu permettere l’integrazione del divino e dell’umano. Ecco dove vi trovate proprio ora, in un certo senso. Una parte di voi non è disposta ad accettare che Anche Voi Siete Dio; voi sentite le parole, ma il vostro cuore blocca i sentimenti. Sapete che è ora, ma non ve ne sentite degni; sapete che il seme di Cristo è dentro di voi ma non vi sentite abbastanza puri da permettergli di entrare nella vostra vita, così vi trattenete.

Proprio ora state lottando. Sentite le nostre parole sull’integrazione divina, sull’essere Dio ma non sapete se siete ancora pronti per questo, non sapete se lo potete accettare. Cari amici, secondo le parole di un insegnante molto saggio, ora Dio è pronto ad essere umano. L’umano è pronto ad essere Dio?

Questi cicli d’identità in espansione non sono cicli che accadono una volta sola: li riattraverserete di nuovo. Avete attraversato più di un risveglio, più di un periodo di elaborazione. Avete superato molti, molti rilasci e siete passati attraverso molta integrazione.

Quando raggiungete un nuovo livello di illuminazione - quello che definite il risveglio - allora sapete che è arrivato il momento di elaborare. L’elaborazione - invece di essere triste e difficile, invece di avvenire nell’ energia della vittima - può essere una gioia che vi catapulta, così che il rilascio sia molto, molto facile. Avviene con grazia, con la finezza di un ballerino professionista grazioso e dotato.

Poi nella vostra vita avverrà la trasmutazione e la trasformazione. Un livello del tutto nuovo di energia divina entrerà nella vostra vita, poi attraverserete di nuovo il ciclo … un nuovo risveglio… un nuovo modo di arrivare alla comprensione attraverso l’elaborazione… un nuovo rilascio… una nuova trasformazione… un nuovo livello di comprensione del divino. Pensavate che fosse un programma da svolgere in un’unica volta e invece ci ripasserete di continuo.

Alcuni di voi si sentono molto frustrati e un po’ depressi. Voi avete detto: “Ho già affrontato queste difficoltà. Perché mi sembra di trovarmi di nuovo sulla stessa giostra?” Cari amici, non è una giostra: è una ruota ed è circolare. Si tratta di una serie di cicli che continuano ad espandersi verso l’esterno, sempre di più… una spirale che va sia in alto che in basso … una spirale che va da tutte le parti… una spirale che si espande in modo interdimensionale.

Parlando di interdimensionalità, sappiamo che vi fate delle domande sulle diverse zone interdimensionali. “Nel momento in cui stiamo parlando ci troviamo nella quinta dimensione?” No, mentre parliamo, ci troviamo in tutte le dimensioni. “Come posso arrivare alla sesta dimensione?” Restando nel Momento Presente e permettendo alla vostra divinità di esprimersi attraverso di voi.

“Che cosa c’è nella dodicesima dimensione?” Non ha importanza! Noi, dalla nostra parte, non vediamo le dimensioni come le vedete voi, non le dividiamo in segmenti. Accadono tutte insieme nell’Ora e non c’è bisogno che facciate dei viaggi in queste altre dimensioni: dovete solo espandervi in questo Momento Presente per permettere loro di raggiungervi.

Ecco, voi attraversate questi cicli di consapevolezza sempre crescente del Sé e continuerete a farlo. Dovete capire che la spirale va su e giù… di lato… dentro e fuori. Può essere una grande benedizione e gioia rendervi conto di aver raggiunto la fine di un ciclo e essere pronti per iniziare un ciclo nuovo, un nuovo risveglio viene a voi. Gioitene. Giocateci.

Ogni volta che voi, Shaumbra, arrivate a completare uno di questi cicli, un nuovo livello di divinità può integrarsi con la vostra umanità. Avviene qualcosa; ne abbiamo parlato, ne abbiamo dato una nuova definizione.

Ogni volta che raggiungete la fine di un ciclo, voi create Nuova Energia. Il completamento del ciclo crea Nuova Energia che sarà disponibile per il ciclo successivo che affronterete! Il ciclo successivo sarà più facile, diventerà più largo, più definito, più profondo e sarà molto più chiaro. La Nuova Energia viene creata ogni volta che arrivate alla fine di un ciclo e poi verrà resa disponibile come potenziale per la coscienza di altri umani che possono scegliere di attingervi durante il loro viaggio. Alcuni non la riconosceranno, altri non la vorranno usare ma sarà disponibile.

Voi state creando Nuova Energia che contribuirà al cambiamento di coscienza. La Nuova Energia aiuterà a creare nuove tecnologie che beneficeranno l’umanità e l’universo.

Molti di voi stanno arrivando al completamento di un ciclo e quando ciò accade, capite cosa sta succedendo. Capite che ora create semplicemente della Nuova Energia e passate al livello successivo. (pausa)

Molti di voi sono bloccati, bloccati in un’energia molto difficile. Noi non ci siamo resi conto dell’importanza di quest’area bloccata. No, noi non sappiamo tutte le cose, impariamo attraverso di voi. Dio non sa tutte le cose, Dio impara mentre voi sperimentate.

Dunque, noi non conoscevamo l’impatto di questa particolare situazione fino a quando non ci incontrammo otto settimane fa (alla Conferenza di Mezz’estate della Nuova Energia, nel luglio 2003) e passammo attraverso l’apertura dei Sette Sigilli. Quando toccammo il Quinto Sigillo, cari amici, gli allarmi esplosero dalla nostra parte! Ci rendemmo conto che c’era ancora tantissima energia bloccata! L’energia della lotta, l’energia della sofferenza, è ancora intessuta  in profondità dentro di voi da far sì che voi non stiate completando questi cicli in modo equilibrato.

Voi superate questi cicli di risveglio, elaborazione e rilascio, ma quando si tratta di integrare il Divino, vi bloccate: voi cercate di passare al ciclo successivo senza completare l’essenza dell’integrazione divina. Non vi sentite degni, pensate di dover soffrire, poi iniziate un nuovo ciclo nella vostra vita - risveglio, elaborazione, rilascio, integrazione -  in cui incorporate di nuovo la sofferenza e un cammino difficile. Noi abbiamo considerato in profondità quest’energia e dobbiamo dire che ci sono volute tutte le nostre energie per creare un modo di aiutarvi a capire come passare oltre.

Il viaggio che Cauldre, Linda e i due dottori (Dr. Norma Delaney e Dr. GarretAnnofsky) hanno fatto di recente in Europa non è stata una coincidenza. Oh, no, non sono stati loro a progettarlo, siamo stati noi. Dovevamo cambiare le cose piuttosto in fretta per loro, dovevamo portarli in una zona dove la sofferenza è profonda, spessa e Vecchia, dove il quinto chakra - il Quinto Sigillo - è del tutto chiuso. Dovevamo andare là, in quella terra, dovevamo fare i preparativi per trovarci su questa barca (sul Lago Costanza, in Germania) per trattare quest’energia di sofferenza.

Parliamo della sofferenza in relazione alla chiesa e alla libertà spirituale. Qui vi stiamo dando una mano ad attraverso alcune energie proprio in seguito alla nostra discussione di meno di una settimana fa. Ora parliamo delle chiese e forse capirete l’importanza della presenza di Giovanni Paolo II alla nostra riunione qui oggi.(pausa)

Ai tempi di Lemuria, cari amici, non c’erano le chiese e non c’erano le religioni. Non esisteva nemmeno la comprensione di Dio! A quei tempi non c’era alcun bisogno di cercare di comprendere. Voi arrivaste su questa Terra per sperimentare come fosse essere in un corpo umano… e contribuire ad equilibrare la biologia… e anche per aiutare Gaia a sviluppare il sistema di vita sulla Terra.  Vi riuscì difficile mantenere la vostra energia nel corpo fisico, fu alquanto impegnativo ma fu un gioco divertente. Con una focalizzazione sempre maggiore delle energie, riusciste a mantenervi nella biologia.

Ai tempi di Atlantide, tempi meravigliosi e a volte difficili, voi contribuiste ad equilibrare la biologia e così assumeste la forma di base che avete oggi. Allora furono fatte molte ricerche su come creare un veicolo corporeo e su come rendere gli umani generalmente simili nell’aspetto.

Persino ai tempi di Atlantide, con tutte le comprensioni nel campo del lavoro con le energie non avevamo una comprensione e nemmeno un concetto di Dio. Non parlavamo in quei termini e neppure pensavamo in quei termini. Non ne avevamo la coscienza. In un certo senso, tutto quello che comprendevamo era l’umano e in quei tempi l’umano era Dio. Non capivamo tanto della Terra e delle stelle, ma ottenemmo grandi comprensioni sull’umano e sulla biologia.

Fino a circa 6.000 anni fa non esisteva la comprensione di Dio come la conoscete oggi e non c’era nemmeno quella che voi definite religione. Non era presente nella coscienza dell’umanità di quei tempi. La religione, così come voi la conoscete, è in circolazione solo in questi ultimi 6000 anni.  E sì - per chi l’ha appena chiesto - ecco perché le religioni credono che l’umanità abbia soltanto 6.000 anni nonostante le prove scientifiche dimostrino il contrario. Soltanto circa 6.000 anni fa la comprensione cosciente di Dio si manifestò e quindifurono fondate le religioni.

Per tutto questo tempo, nella coscienza umana c’è stata e c’è un’energia di sofferenza che ebbe origine in un tempo molto precedente alla vostra venuta sulla Terra. Si manifestò nella coscienza umana, particolarmente nella crescita ed evoluzione della umanità, durante i tempi di Lemuria e Atlantide e divenne particolarmente intensa circa 6.000 anni fa: si trattava di uno dei Sette Sigilli della Coscienza.

L’energia di sofferenza e di lotta derivò dal fatto che vi fu difficile accettare voi stessi e la vostra identità. Pensavate a voi stessi come a qualcosa di lontano e di diverso da Dio. Gli umani si sentivano banditi dal cielo, puniti per aver fatto qualcosa di sbagliato, in attesa di un salvatore che vi avrebbe innalzati dalle profondità della condizione umana. Credevate di dover strisciare sulle ginocchia, di dover adorare Dio, di dover essere devoti e soffrire. L’energia di lotta e sofferenza è stata a lungo profondamente radicata nella condizione umana.

Poi arrivò il tempo di Yeshua che venne per insegnare di un nuovo tipo di Dio… non un Dio maschile, vecchio, arrabbiato… non un Dio pieno di punizioni… non un Dio che aveva bisogno di essere adorato. Infatti, cari amici, è così ridicolo - perché mai Dio dovrebbe aver bisogno che voi... lo adoriate?  Non ha alcun senso, non ha proprio alcun senso! Yeshua venne per insegnare un nuovo tipo di Dio e voi vi incarnaste sulla Terra a quei tempi, portando in voi il nuovo seme della coscienza di Cristo. Yeshua era il portavoce e voi eravate i portatori. L ’umanità però era ancora piena di senso di colpa, era ancora talmente piena di lotta e sofferenza da non riuscire a sentire le vostre parole o le parole di Yeshua e infati l’umanità inchiodò Yeshua su una croce!

Cari amici, la croce è un simbolo divino, un modello geometrico sacro: è l’intersezione del divino e dell’umano. La linea orizzontale rappresenta l’umano e la linea verticale rappresenta il divino; s’incrociano e tutti gli elementi sono uguali ed equilibrati. Non c’è una linea più lunga dell’altra - si tratta di un simbolo sacro che è stato in circolazione per molto, molto tempo e parecchi ne hanno anche abusato.

Mentre in quel periodo sul pianeta il potenziale per conoscere il Dio interiore si stava risvegliando, l’umanità fece qualcosa a questo sacro simbolo: ci inchiodarono sopra un uomo! Inserirono un’energia orribile su questo sacro simbolo, misero la sofferenza all’ingresso della rivelazione divina e da allora è rimasta sempre lì. Ecco perché oggi Giovanni Paolo viene qui: egli ha capito e ha fatto il suo lavoro nel tentativo di aiutare a rimuovere quest’energia di sofferenza dall’umanità.

Le religioni fanno di più di qualsiasi altra cosa sulla Terra per influenzare la coscienza dell’umanità! Se avverranno dei cambiamenti nelle religioni, avverranno dei cambiamenti nella coscienza e poi tutte le cose potranno passare al loro ciclo successivo con facilità, e grazia, e amore.

Cari amici, al momento la Vecchia Energia di sofferenza è profondamente radicata sul pianeta, ma deve essere rimossa. Le vostre istituzioni religiose e spirituali - il Cattolicesimo, il Buddismo, la religione Musulmana o una qualsiasi delle altre religioni - continuano a mantenere l’energia di sofferenza. Voi continuate a pensare di dover soffrire nel vostro viaggio spirituale: è ora di abbandonare questo concetto e quest’energia.

Sei giorni fa affrontammo un processo molto intenso con centinaia e centinaia di Shaumbra - sull’acqua, nello spazio limitato di una nave – proprio per rilasciare quell’energia. Portammo con noi le energie dell’Arcangelo Michele, che rappresentano una forza e una nuova comprensione della verità e portammo con noi le energie dell’Arcangelo Amael che rappresentano la speranza, una nuova speranza per l’umanità. Sul Lago Costanza lavorammo molto intensamente con quel gruppo.

Oggi proseguiamo con quelle energie per aiutarvi a rilasciare la sofferenza che pensate debba far parte della vostra realtà. Quel giorno sfidammo il gruppo a lasciar andare la sofferenza interiore. Non ne avete bisogno nella vostra vita, però ci credete. Ci siete quasi rimasti bloccati dentro e anche se diciamo: “Siete pronti a lasciare la coscienza di massa” voi vi portate dietro la sofferenza. È talmente radicata che pensate faccia parte di voi e quando abbandonate la coscienza di massa potete lasciarvi dietro tante altre cose, ma nella vostra valigia vi portate dietro la sofferenza.

Ora molte delle chiese della Terra devono cambiare. Il loro logo è un uomo morto inchiodato su una croce, è la prima cosa che vedete in moltissime chiese quando entrate. Voi aprite le porte e qual è l’energia che vi saluta in questa sacra casa? Un uomo morto inchiodato su una croce! Cari Shaumbra, è ora togliere Gesù dalla croce! Ciò rappresenta la sofferenza che è stata posta direttamente all’ingresso della fusione tra il divino e l’umano. Come possono gli umani passare alla nuova comprensione che Anch’Essi Sono Dio se a salutarli sono la sofferenza, la punizione e la morte?

Una settimana fa, sul Lago di Costanza chiedemmo al nostro gruppo: “Immaginate, immaginate gli alieni che vengono a farvi visita e vi chiedono di accompagnarli ai vostri luoghi sacri,” e voi li portate nella chiesa del quartiere, aprite la porta e c’è un uomo morto su una croce. Anch’essi conoscono l’energia della croce. Immaginate i bambini piccoli che portano nelle chiese che spesso sono molto buie… così piene di Vecchia Energia… e di lacrime… e di Vecchie, Vecchie preghiere… e immagini sulle pareti dove le teste vengono tagliate … il tutto glorificato in vetro colorato. Che razza di religione è questa?

Una settimana fa sfidammo il nostro gruppo e ora sfidiamo anche voi. Lo diciamo in maniera un po’ scherzosa, ma anche molto seria: andate nelle vostre chiese, parlate ai preti e ai ministri del culto e chiedete loro di togliere Gesù dalla croce.  Cari Shaumbra, potete essere coraggiosi? Siete pronti?

Si tratta di un simbolo, ma di un simbolo potente che è penetrato in gran parte della vostra struttura religiosa. Riuscireste, invece, ad avere la croce Divina come simbolo con gli umani felici, con gli umani e gli angeli che si riuniscono nel Momento Presente? Riuscite a liberarvi della sofferenza? C’è tale e tanta sofferenza associata alle chiese che risale, oh, ancor ai tempi anteriori al vostro arrivo sulla Terra.

Proprio ora ci sono delle religioni sulla Terra che trattano le donne come cittadini di second’ordine e queste donne hanno acconsentito ad essere trattate in questo modo: stanno portando un fardello dal passato, da un tempo molto precedente al vostro arrivo sulla Terra, quando l’energia femminile era al potere e ne abusava molto. L’energia femminile aveva imparato ad essere la seduttrice e lo è ancora.

Ci fu un abuso di potere e ora molte donne si permettono di soffrire e continuano a soffrire: indossano veli sul viso, non possono sedersi in chiesa e non possono essere viste. Sono coperte da un sudario di colpa, soffrono perÉ vecchie ferite. Éora di liberarci di tutto ciò.

Le chiese continuano a dirvi che siete stati cacciati dal Giardino dell’Eden, che Adamo ed Eva avevano fatto qualcosa di sbagliato. Cari amici, questa è una storia vecchia, molto vecchia. Tanto per cominciare non è vera: le metafore che in origine furono create sul Giardino dell’Eden, Adamo ed Eva sono state largamente fraintese. In effetti rappresentano l’energia Adam Kadmon e anche Eva, le energie femminili, il femminile: in un certo senso rappresentano la vostra partenza da Casa per affrontare un viaggio meraviglioso.

Cari amici, tutto ciò fa parte integrante della religione. Dicono che dovete lavorare per ritrovare la via per ritornare a Dio e alcuni che si definiscono devoti si bucano la pelle… danneggiano il proprio corpo… strisciano per terra… e sanguinano per poter essere considerati degni agli occhi di Dio. Cari amici, Dio non ha bisogno di questo, non lo vuole e non gli piace. Queste sono solo Vecchie Energie che sono bloccate sulla vostra Terra.

Sulla vostra Terra è arrivato il tempo della libertà spirituale. Étempo che le chiese abbandonino le Vecchie maniere o i loro muri continueranno a crollare. Ètempo che gli umani sulla Terra capiscano che Dio è amore… che Dio è compassione… che Dio è creazione… che Dio è profonda e vera comprensione di tutte le cose. Vedrete cambiamenti drammatici nelle chiese e finché si aggrapperanno alle Vecchie Energie, i cambiamenti proseguiranno.

Quest’oggi, riuniti qui con gli Shaumbra, per proseguire con l’energia che ebbe inizio in Europa, chiediamo agli Shaumbra in tutto il mondo di abbandonare la sofferenza come vostra realtà personale e di permettere al Quinto Sigillo di aprirsi. In questo momento non lo state facendo per il mondo, lo state facendo per voi e il mondo cambierà di conseguenza. Potete lasciare la sofferenza fuori dalla vostra vita? Riuscite a rilasciarla, in modo da permettere la pura integrazione del divino e dell’umano?

Fate un respiro profondo.

Avete permesso che la sofferenza facesse talmente parte del vostro sistema di credenze che, pur avendo rilasciato tutto il resto, vi siete dimenticati di lasciar andare la sofferenza. Dio non vuole che soffriate, Dio non vuole che affrontiate tutte queste cose difficili e impegnative. Lo Spirito vuole che proviate la gioia, l’opposto della sofferenza – la gioia nella vostra vita e la gioia nelle vostre creazioni.

La vostra sofferenza ha determinato la vostra mancanza di abbondanza. Vi siete concentrati sull’abbondanza, avete preparato un test tra voi e lo Spirito: “Spirito, se ne sono degno, dammi l’abbondanza”. State facendo un gioco tra maggiore sofferenza e minore abbondanza e poi minore fiducia nello Spirito e minore fiducia in voi stessi: è un circolo vizioso.

State facendo un gioco tra voi e la vostra salute. Dite: “Spirito, fammi stare bene. Fammi stare in salute, fammi trovare l’equilibrio” ma allo stesso tempo mantenete l’energia della sofferenza, permettendo così al vostro corpo di rimanere nello squilibrio. Voi permettete ancora il dolore, permettete ancora che questa cosa chiamata cancro vi penetri e che il vostro corpo soffra. É ora di abbandonare tutto ciò. 

Non esiste un Dio che vuole che soffriate, non esiste un Dio che vi chiede di soffrire: Dio vi chiede di essere nella gioia e nella celebrazione. Rilasciate la sofferenza da dentro di voi, Shaumbra, dal di dentro. Soffrire nella vostra vita non deve far parte della vostra realtà.

Quando la vostra vita continua ad essere difficile, quando non fate dei progressi nei vostri livelli d’energia secondo le vostre aspettative, voi mettete in dubbio voi stessi e il vostro merito. Dubitate del viaggio che state facendo, dubitate delle parole degli Shaumbra… degli Shouds… di Tobias. Dubitate di Dio.

Cercate di capire: l’energia della sofferenza è profondamente radicata dentro di voi, vi è stata inculcata nel corso di molte vite e in questa le chiese hanno contribuito a spingerla ancora più in profondità. Voi non siete degni, dicono. Dovete lavorare per ritrovare la via per ritornare da Dio. Siete dei peccatori e un giorno ci sarà il giudizio. Forse ce la farete, forse no. Paura, sofferenza e ancora sofferenza… l’idea che la via per giungere a Dio passi attraverso profonda sofferenza e dolore è profondamente radicata in voi.

Cari amici, cambiate tutto ciò in questo stesso istante. Voi non dovete soffrire per niente, la sofferenza non vi serve per aiutarvi a capire la dualità. La sofferenza non vi serve la per aiutarvi a capire l’amore: quella è la Vecchia Energia. Non vi serve il dolore per capire la gioia… è Vecchia Energia. Voi potete capire la pienezza della gioia senza dover passare attraverso il dolore, non dovete soffrire più.

Se vi permetterete di rilasciare la sofferenza proprio ora, in questo momento nel tempo che passiamo insieme, se permetterete il rilascio di quel processo di sofferenza, lei potrà essere trasmutata, potrà essere trasmutata in Nuova Energia e resa disponibile per altri, perché nel momento in cui raggiungeranno il punto in cui si rendono conto di non dover soffrire, potranno attingere alla Nuova Energia che voi avete contribuito a creare. La loro transizione potrà essere più facile grazie a ciò che voi avete fatto qui.

Voi non state facendo sì che il mondo rilasci la sofferenza, voi state lasciando la sofferenza al di fuori della vostra vita. State cambiando la vibrazione dell’umanità, state cambiando il potenziale di domani. In questo Momento Presente in cui ci troviamo lo state facendo per voi stessi.

É arrivato il momento di una nuova libertà spirituale che voi state contribuendo a creare. É la libertà dalla sofferenza - niente più sofferenza - una libertà spirituale che vi permette di dire: “Anch’Io Sono Dio” e di esserne degni al livello più profondo… una libertà spirituale dove c’è un equilibrio tra il maschile e il femminile… tra l’umano e il divino… tra la luce e l’oscurità… una libertà spirituale che vi dispenserà dal seguire il sentiero dei Vecchi modi della sofferenza… del karma… del peccato e della punizione.

Oggi Giovanni Paolo è seduto qui con voi e vi chiede se sarete gli insegnanti della nuova libertà spirituale. Quando la insegnerete non serve che entriate nella retorica o nel dogma: non vi servono le regole né libri voluminosi.

Potete far sapere agli altri che non hanno più bisogno della sofferenza. Potete insegnarlo ai corsi o potete insegnarlo ad uno ad uno. Potete insegnarlo mentre insegnate le informazioni sui Sette Sigilli: si tratta d’insegnare a ogni umano che può essere libero, che potrà avere la libertà spirituale nella sua vita e che potrà essere libero dalla sofferenza.

Le chiese subiranno cambiamenti molto importanti e mentre li osservate, mentre i cambiamenti hanno luogo, cercate di capire che tanto di questo è stato possibile grazie al lavoro che voi avete fatto. É ora che le chiese cambino ancora una volta il concetto di Dio, un concetto che in oltre 6.000 anninon si è mai raffinato, un concetto di Dio che è molto Vecchio e molto strutturato.

Nei prossimi quattro mesi vedrete grandi cambiamenti nelle chiese, tempi difficili. Siate presenti e siate pronti ad insegnare un nuovo tipo di spiritualità - quella della libertà… quella dell’amore e dell’accettazione… della tolleranza e dell’onore.

Ecco cosa vi aspetta, Shaumbra, ecco cosa vi aspetta. I cambiamenti iniziano oggi, quando potete davvero dirvi che nella vostra vita non avete più bisogno di sofferenza. Nessuno ce la mette per voi, possiamo confermarvelo proprio adesso - no, non sono i vostri angeli… non è il vostro karma… e nemmeno la coscienza dell’umanità.

Non c’è bisogno che sia difficile, non deve più essere difficile. Quando al mattino vi svegliate, ricordatevi… fate un respiro profondo e dite: “Non dev’essere difficile.” Se è difficile… fermatevi… fate un respiro profondo e cambiatelo. Cambiate la vostra coscienza, cambiatela. Se state lottando… fermatevi… fate un respiro profondo … e ricordatevi che adesso non c’è nulla che vi faccia soffrire e non un Vecchio sistema di credenze che avete mantenuto.

Sì, la sofferenza pesa molto nella coscienza della umanità, ma non c’è più bisogno che crediate nemmeno a questo. Esiste la tendenza a tornare ai Vecchi modi, c’è una tendenza che rende questi Vecchi modi attraenti come una calamita. La situazione attuale non cambierà in una notte, ma il processo inizia qui ed ora. Quando vi trovate in una situazione in cui c’è sofferenza attorno a voi - in voi e nelle altre persone - dite a voi stessi, rammentatevi che nessuno sta scegliendo la sofferenza, se non voi stessi. Onorate gli altri se desiderano soffrire, ma non c’è più alcun bisogno che crediate ancora in questo sistema di credenze.

Cari amici, per 2000 anni. quest’energia della crocifissione è stata molto forte sulla Terra Alcuni di voi - la maggioranza dei presenti - hanno contribuito a mettercela. L’energia della crocifissione… ora è pronta ad andarsene. Gesù è davvero pronto a scendere dalla croce, è stanco di starci.

Per chi ha appena chiesto: “Gesù morì davvero sulla croce?” la risposta è sì. Non continuò a vivere come umano e la sua energia rimase molto presente sulla Terra. Lo è ancora ma lui non può farci niente. Éinchiodato sulla croce ma solo l’uomo, solo il corpo morì. Il lavoro proseguì e oggi continua in voi e attraverso voi.

Moltissimi di voi sono profondamente coinvolti in quei tempi di 2.000 anni fa, così invischiati nella sofferenza e nella lotta che allora avvennero.  Voi non potete lasciarla andare, troppi di VOI sono ancora inchiodati sulla croce. Quando intendete permettervi di vivere senza lottare, senza soffrire? Togliete Gesù dalla croce. Toglietevi dalla croce!

Vi amiamo teneramente. Non siete mai soli.  Adesso siete insieme, siete un gruppo.

E così è.

La Serie della Nuova Energia

NUE2 - DOMANDE E RISPOSTE

Ed è così, cari Shaumbra, che oggi continuiamo con la meravigliosa energia del rilascio. Quando lavorate con voi e con gli altri, ricordatevi dei cicli del Sé che si espande: voi passate dal risveglio all’elaborazione, al rilascio, alla trasmutazione e integrazione e, finalmente, alla Nuova Energia.

Oggi è stata solo un’altra fase di rilascio, un rilascio che era molto importante e che determinava lo squilibrio. Voi continuate a mantenere e a portare la sofferenza nella vostra coscienza, continuate a trascinarvi dietro l’energia della crocifissione da un ciclo all’altro. Sì, state imparando, state scoprendo delle cose su di voi, state arrivando a nuove comprensioni della vita ma continuate a trascinarvi dietro la croce, continuate a rendere tutto difficile.

Sei giorni fa a Bodensee (Lago di Costanza) rivolgemmo al gruppo una domandasemplice: “Tutto ciò è reale? C’è qualcosa di reale in questo?” La mia energia, l’energia di Tobias… è reale? La sensazione di rilascio che avete adesso… è reale? O forse è solo il momento in cui vi trovate? State soloascoltando la voce di un umano seduto senza scarpe su uno sgabello? L’energia di Giovanni Paolo è accanto a voi proprio ora, a incoraggiarvi nel vostro lavoro? Ora lo Spirito è presente nella stanza con voi sotto forma di angeli - sì, davvero – o di chi è trapassato, o di membri della vostra famiglia e vostri sposi? C’è qualcosa di reale in tutto ciò? Riuscite a rilasciare la sofferenza? Riuscite ad abbandonare la croce che vi siete trascinati dietro… restando semplicemente in questa energia? C’è qualcosa di reale in tutto ciò?

La risposta è semplice: se lo permettete, è reale. Émolto semplice… se lo permettete e permettete alla sofferenza di andarsene, se ne andrà. Oh, può darsi che ci vogliano prove ed errori, può darsi che servirà che capiate che non dovete continuare a portarvela dietro ma, se lo permetterete, se ne andrà.

Questo è il filo conduttore della Nuova Energia - se lo permettete, così sarà, se lo permettete. Se permettete all’amore dello Spirito di essere presente nella vostra vita, se abbandonate la sofferenza, allora sarà reale. Se vi permettete di essere un Umano Divino e ve ne assumete la responsabilità, allora così sarà. Se vi permettete di sentire di nuovo, allora così sarà.

Sei giorni fa abbiamo fatto più volte questa domanda agli Shaumbra - “Questo è reale? State giocando con voi? Questo è solo un diversivo? Avete intenzione di ritornare alle stesse Vecchie situazioni difficili? Questo è reale?” Éreale se gli permettete di esserlo quindi permettetelo, cari amici. Permettetevi di rilasciare l’energia della sofferenza che non vi serve più.

Non è radicata dentro di voi così profondamente da non poter essere rilasciata, non rientra nei requisiti dell’essere umani e non è mai stato inteso che lo fosse. Non è così che stanno le cose, è solo quello che credete. E’ reale - che siete qui e rilasciate la sofferenza? Se lo permettete, così sarà!

Con questo saremo lieti di rispondere alle vostre domande.

DOMANDA DA SHAUMBRA 1: Puoi dirci che cosa sta accadendo a Madre Terra nel Parco Nazionale di Yellowstone?

TOBIAS: Sì, certo. C’è una purificazione in atto, fa parte della partenza di Gaia e fa parte di un processo generale. Sappiamo che a volte è difficile osservarlo ma, in un certo senso, è appropriato. Anche alcune energie antiche erano mantenute lì ed è arrivato il momento che vengano rilasciate o trasmutate affinché le Nuove Energie possano entrare.  Si tratta di un processo che andrà avanti per parecchi anni e poi in quell’area vedrete un tipo d’energia completamente nuovo.

DOMANDA DA SHAUMBRA 2: Tobias, ho due domande collegate tra loro. La prima è - negli ultimi 5000 anni il 98% delle culture della Terra ha percepito gli uomini come superiori e le donne come inferiori. Di che diavolo si tratta? L’altra domanda è - Gesù si sposò mai?

TOBIAS: Questa vecchia energia patriarcale fu il risultato di vecchie ferite risalenti a molto prima che voi veniste sulla Terra. La coscienza dell’umanità sentiva di dover avere una figura rigida di tipo paterno, una figura predominante e disciplinatrice per evitare delle cose che erano accadute in passato. In un certo senso, quindi, bisogna dire che entrambi i sessi - il maschile e il femminile - furono d’accordo su questo punto. Ora invece c’è un forte squilibrio perché l’energia maschile è stata parte integrante della struttura religiosa e di quella culturale.

Parecchi anni fa abbiamo parlato di questo, abbiamo detto che ci vuole un nuovo equilibrio tra maschile e femminile. Vi abbiamo parlato dei gay e delle lesbiche, che stanno contribuendo a portare dentro un equilibrio integrato delle energie maschili/femminili. Ciò non ha nulla a che fare con la scelta sessuale, ma piuttosto con un equilibrio integrato delle energie. Parleremo ancora di questo tema nelle future discussioni - ma vedrete un nuovo equilibrio del maschile e del femminile, in particolare nel vostro mondo degli affari e nel mondo sociale.

Fino a quando non contribuiranno a riportare questo equilibrio nelle loro chiese, le religioni staranno semplicemente in attesa che i loro muri crollino. Per noi, che ci troviamo da questa parte del velo, è addirittura difficile capire come le chiese possano giustificare quest’energia maschile squilibrata, ma a volte ci risulta ancora più difficile capire perché le donne continuino ad accettarla.

Gesù era sposato? Sì, lo era davvero. Non era sposato in chiesa, ma piuttosto nel cuore. Non ci fu una cerimonia particolare, ma c’era un amore profondissimo. Sì, certo, era sposato e si godette tante delle cose più belle dell’essere umano. E’ ora di abbandonare anche il concetto secondo cui Yeshua non praticava il sesso… lo trovava alquanto stimolante. Gli piacevano i cibi, il vino e tutte queste altre cose.

Yeshua venne per dare il messaggio che Dio non era quello che le chiese avevano insegnato, così si godette la vita matrimoniale ma, come tanti di voi, era talmente occupato da non avere molto tempo da passare con la sua sposa.

DOMANDA DA SHAUMBRA 3: Ho abbandonato un matrimonio della Vecchia Energia e sono coinvolta con un uomo sposato. Quando ci tocchiamo, ci fondiamo come non mi è mai capitato di sperimentare. Forse sono soddisfatta perché sto perdendo me stessa? Questa relazione è una relazione da Nuova Energia con del potenziale, o forse sono un’illusa? Grazie.

TOBIAS: Se le permetti di esserlo, lo sei. A questo punto è davvero qualsiasi cosa scegli che sia. Per noi è difficile dire se si tratti di Nuova Energia o no. Non vogliamo appiccicarci quell’etichetta ma, più di tutto, ti stai aprendo a sentimenti e a emozioni che hai tenuti nascosti tanto a lungo. Quest’esperienza che stai vivendo ti sta permettendo di espandere ciò che sei e di capire che il sesso è una cosa meravigliosa, sacra e benedetta.

Cauldre ci sta di nuovo rimproverando perché qui ce la prendiamo con le chiese, ma è questo il tema di oggi. Hanno aggiunto tanta energia all’oscurità del sesso, soprattutto da parte delle chiese che insegnavano che il sesso non era un atto buono, che si faceva solo per procreare altri umani e che non era fatto per il piacere. Alle donne veniva insegnato che non dovevano trarne piacere.

Questa è una cosa molto triste, perché è davvero una delle cose più belle dell’essere umani - stare con un altro o soli con sé stessi - e aprirsi davvero. Il sesso vi apre tutti i sensi e apre anche i vostri sensi divini.

Proprio come Gesù fu messo sulla croce - che è il simbolo dell’intersezione tra divino e umano - energia oscura è stata messa su questa cosa che voi definite sesso. Il sesso è uno dei modi più grandi di aprirvi alla fiducia… all’amore…ai sentimenti e alla divinità. Se volete sentire la vostra divinità entrare in gioco, allora apritevi del tutto mentre fate l’amore. Ecco, noi la vediamo come

una cosa meravigliosa per te.

DOMANDA DA SHAUMBRA 4: Tobias, ho una domanda relativa alla salute. Quand’è il momento di credere e di accettare dei consigli da un medico, invece che assumere la piena responsabilità di sé? C’è forse una collaborazione in cui uno accetta alcuni consigli mentre ci lavora su anche personalmente?

TOBIAS: Ci risiamo, a Cauldre non piace molto ciò che dobbiamo dire, ma noi vediamo che oggi le istituzioni e le professioni mediche si sono allontanate da qualsiasi tipo di vero sentimento o intuizione. I medici lavorano in base a ciò che dicono i libri e anche a ciò che dice l’orologio.

Esiste una tecnologia straordinaria e meravigliosa, che però non viene usata nel modo appropriato il che la rende molto difficile, in quanto i custodi di questa tecnologiasono proprio quelli che non lavorano con il cuore. Ora è importante che ci sia un equilibrio tra la medicina, la tecnologia e lo spirito in una fusione d’insieme.

Voi potete contribuire a cambiare la dinamica del vostro incontro con il medico, per esempio aprendo la vostra divinità già prima della visita, connettendovi con il vostro dottore - Divino con Divino - e connettendovi anche come umano con l’umano. Il tempo che passate col medico è vostro e potete dirgli ciò che vi serve, piuttosto di essere un altro paziente nella catena dimontaggio. In effetti vediamo che la maggior parte dei medici lo apprezzerebbe, perché li fareste

uscire dalla loro condizione ipnotica determinata dal vedere un paziente dopo l’altro.

Nella forma più pura, il vostro corpo può guarirsi da qualunque cosa, ma fino a quando ci sono ancora delle credenze secondo cui ciò va oltre le vostre capacità, fino a quando è ancora presente l’energia di sofferenza è difficile che il corpo risponda alla giusta guarigione. Ne discuteremo più dettagliatamente in un futuro Shoud. Voi, Shaumbra, potete assumervi la responsabilità della vostra guarigione ma per ora suggeriamo ancora un programma equilibrato o integrato con i vostri medici e le tecnologie attuali e con un bravo facilitatore della Nuova Energia.

DOMANDA DA SHAUMBRA 5: Tobias, mia madre ha il morbo di Alzheimer e mi chiedevo se potevi parlare della sua condizione in particolare e del morbo di Alzheimer in generale. Grazie.

TOBIAS: Sì, l’Alzheimer è, in verità, la perdita di attenzione in particolare. Sta accadendo proprio adesso, mentre la coscienza si espande. Molti individuisi stanno permettendo di restare sulla Terra, in un corpo umano mentre permettono alle loro energie di espandersi o di andare nelle altre dimensioni.

É una condizione che in questa vita verrà superata; lo attribuiranno ai progressi e alle scoperte nell’ambito della medicina ma in fondo accadrà perché molti Shaumbra e altri in tutto il mondo stanno cominciando a capire come si può espandere la coscienza. Voi potete andare nelle diverse zone dimensionali senza dover lasciare il vostro corpo o la vostra mente; vediamo che ci sono persone che stanno lavorando con enzimi specifici e con combinazioni di enzimi da inserire nel sistema in modo relativamente indolore contribuendo così a ripristinare un nuovo equilibrio.

In un certo sensotua madre si è offerta volontaria per intraprendere questo viaggio molto speciale per conto di tutta la coscienza.

DOMANDA DA SHAUMBRA 6: Ho una domanda che riguarda mio padre che è morto circa un mese fa. Era cattolico e credeva tanto nel purgatorio, quindi mi chiedevo come se la sta cavando.

TOBIAS: Noi amiamo queste domande perché rilasciano tanta energia. Le sue credenze erano forti e al momento del trapasso è stato alquanto difficile lavorare con lui, ma nella sua vita c’erano varie speranze ed energie che si è portato dietro e che lo hanno aiutato a capire un po’ di più del suo viaggio. Lui ti osservava con un occhio molto curioso e, a volte, scettico ma ha percepito la tua energia nel trapasso, in particolare quando hai cominciato a comunicare con lui dandogli grande conforto.

Lui sta frequentando dei corsi intensivi adesso, si sta aggiornando in fretta e cerca di ottenere una comprensione migliore di tutto questo equilibrio tra umano e Divino. In quest’ultima vita si è trovato a doversi aggrappare saldamente alle credenze, perché nelle vite precedenti era stato alquanto destrutturato ed era abbastanza selvaggio. Ecco, vediamo che il lavoro sta progredendo velocemente. Come sai, oggi la sua energia era presente qui, accanto a te: lui vuole che continui a parlargli. Ti ringrazia e ti manda il suo amore.

DOMANDA DA SHAUMBRA 7: Tobias, questa è una domanda complicata e lunga. Mio figlio… è forse la reincarnazione di mio fratello? E, io sono sul sentiero giusto con lui, sto facendo la cosa giusta? E, l’altra domanda è - il mio amico, Dale… la sua missione qui è quella di guarire l’anima e il corpo?

TOBIAS: Non vogliamo entrare nello specifico - no, tuo figlio non è la reincarnazione di un fratello, ma tra i due c’è un’energia di connessione. Émeglio che liberi tuo figlio da quell’energia perché gli stai imponendo addosso un fardello e non è né giusto né appropriato, anzi è un tipo d’amore che ora impedisce la sua crescita. Le energie della guarigione sono presenti, è bene che tu le aiuti a farle uscire ma ora è importante che tu dia a tuo figlio il puro amore e non il fardello di quello che potrebbe essere stato in passato.

Ecco un buon consiglio per tutti voi. Onorate le persone presenti nella vostra vita proprio ora per quello che sono e non per quello che pensate possano essere state.

DOMANDA DA SHAUMBRA 8: Questa è una domanda sul cuore. Circa due mesi fa, avevo una relazione intima con una donna, lei ha troncato la relazione e ciò, naturalmente, mi ha fatto molto male. Questa relazione mi ha aperto il cuore più di qualsiasi altra relazione che abbia avuto con una donna: avevo permesso al mio cuore di espandersi e di sentire un amore così grande, come non avevo mai sentito prima. La mia domanda è questa - cosa posso fare come Creatore per creare questa stessa relazione con un’altra donna, se la dovessi creare e anche quali passi dovrei fare per creare questo stesso amore?

TOBIAS: Éimportante non cercare di ricreare questo stesso amore perché inseriresti di nuovo un’energia squilibrata sul nuovo partner, che è meglio amare per quello che è, non per quello che vorresti che fosse. La persona che troncò la relazione, in un certo senso lo fece per compassione e amore, perché ti avrebbe fatto molto male se foste rimasti insieme. A livello interiore lei lo sapeva, sapeva che ti saresti attaccato troppo alla sua energia. É buffo - ti saresti attaccato alla sua energia fino al punto che ciò avrebbe impedito la tua crescita e il tuo progresso.

Tu vuoi sapere cosa puoi fare per replicare il vero amore - che è stato così bello da aprirti il cuore - ti chiedi come puoi averlo di nuovo nella tua vita. La cosa buffa è che la stessa persona che ha troncato la relazione perché tu potessi trovare di più te stesso è quella che ha il potenziale più grande per avere di nuovo una relazione con te.

DOMANDA DA SHAUMBRA 9: Salve, Tobias, sono di nuovo qui. Volevo solo sapere se… se sono bloccata… dove sono bloccata… quale sigillo è bloccato… e come faccio ad aprirlo?

TOBIAS: Come ti abbiamo detto l’ultima volta, fai un respiro profondo. Attraverso la respirazione arriverai a nuove consapevolezze e comprensioni. Inspirando lo Spirito e permettendo a lui di respirare in te, sbloccherai tutti quei punti di blocco dentro di te.

Sei deliziosa, ma a volte ti preoccupi troppo e non ti dai abbastanza credito. Proprio adesso ti vediamo bloccata nella conoscenza interiore secondo cui è ora che tu incominci a insegnare, è ora che tu prenda tutto ciò che sai e cominci a lavorare con gli altri. Non sei sicura da dove cominciare, o come cominciare ma, più di tutto, non credi di essere pronta per essere un’insegnante, perciò fai un profondo respiro.

Hai tanto da offrire agli altri. Non hai bisogno di continuare a imparare - come pensi di dover fare - non hai bisogno di continuare a cercare di renderti perfetta: lo sei già. Sei pronta per andare, sei pronta per iniziare l’insegnamento.

Dentro di te ci sono molti nuovi modi di insegnare agli altri, sia giovani sia vecchi - come passare oltre i loro blocchi. Lo farai in un modo talmente semplice, divino e divertente, senza rimanere attaccata a tutte le cose della testa. Ecco, l’unico punto in cui ti vediamo davvero bloccata è nel credere di non essere ancora pronta. Noi vediamo che lo sei e quindi continua a respirare, è una buona cosa per te.

SHAUMBRA 9: Io respiro parecchio. Tante grazie.

Con questo, cari amici, è stato un onore essere qui con voi in questo giorno per vivere quest’esperienza di profondo rilascio della sofferenza. Voi continuate a trascinarvi dietro questa energia della sofferenza ma questo è stato un giorno in cui abbiamo parlato nella Nuova libertà spirituale.

Noi onoriamo le chiese per dove si trovano e per il lavoro amorevole che hanno svolto ed è giusto che le onoriate anche voi, tuttavia esiste un gruppo molto grande di umani che sono pronti ad andare oltre queste Vecchie Energie. Queste persone stanno cercando la Nuova via, una Nuova saggezza, Nuovi modi per imparare chi sono e qual è la loro relazione con Dio ma quando escono dalle chiese, a volte disillusi a volte arrabbiati, ci sono pochissimi posti in cui possono andare. Non vogliono legarsi a un’altra chiesa come quella Vecchia, non vogliono far parte di un qualche gruppo enfatico che ha solo un’altra serie di regole. Non vogliono diventare eccessivamente esoterici, perché hanno imparato che la filosofia pura non soddisfa il cuore, è solo cibo per la testa.

Stanno cercando qualcuno che sia passato attraverso i cicli, i cicli del risveglio che conducono all’elaborazione, al rilascio e alla realizzazione finale. Stanno cercando un umano che sia passato attraverso questi cicli, un umano che abbia empatia e comprensione. Ecco perché ci troviamo qui, a lavorare con voi: il mondo ha bisogno di ciò che voi avete da offrire. Il mondo ha bisogno del vostro amore… del vostro insegnamento… dei vostri corsi… dei vostri libri… della vostra musica… di tutte queste cose.

Perciò, cari amici, è ora. Éora che rilasciate la sofferenza interiore per aiutare gli altri a rilasciarla dentro di loro.

Fino a quando ci incontreremo di nuovo… vi amiamo teneramente.

E così è!