SHOUD 08 - L’IMMAGINAZIONE

La Serie della Nuova Energia

SHOUD 8 -  L’IMMAGINAZIONE 

presentato al Crimson Circle il 6 marzo 2004

E così, cari insegnanti e Shaumbra, che oggi ci riuniamo in quest’energia molto amorevole, questa energia dolcissima, davvero diversa dalla nostra piccola chiacchierata in famiglia del mese scorso.

Per me, Tobias, stato un mese meraviglioso nel vedere i cambiamenti e le trasformazioni che hanno avuto luogo per i tanti tra voi che ci avevano chiesto di portarvi questo messaggio, questo messaggio di abbracciare la vita. Siamo pronti a passare a un livello del tutto nuovo con voi. Era una cosa su cui bisognava discutere. Voi ci avevate chiesto di parlare del valore della vita prima di aprire una nuova porta, il che è quello che stiamo per fare qui oggi.

L’energia è davvero dolce e noi danziamo nei corridoi mentre la vostra musica suona. Vi aiutiamo a lavorare nello spostamento, nel cambiamento e nel passaggio dall’energia vibrazionale a quella espansionale – un lavoro per nulla facile. Quando venite in questo luogo, quando vi riunite come Shaumbra da tutto il mondo ci date il permesso ad agevolare il processo e di contribuire a servirvi nel passaggio a questa cosa chiamata la Nuova Energia.

Oggi, con il vostro permesso, con voi intendiamo davvero passare attraverso un’apertura. Oggi abbiamo una meravigliosa ospite speciale. Non ci sono soltanto Io, Tobias, con gli Shaumbrac’è  unospite.

Se avete notato, Shaumbra, prima di questa riunione c’era un gran lavoro di purificazione che era necessario, lavoro di purificazione che è stato fatto da voi per mezzo dei venti che sono arrivati ed hanno pulito quest’area … non solo hanno pulito questa zona montuosa, ma hanno trasferito le energie, passandole a tutti quelli che stanno ascoltando in diretta. I venti erano qui per tutti voi, per aiutarvi a fare un cambiamento; erano per tutti quelli che in futuro leggeranno questo materiale. Molti di voi che lo leggeranno in una data a venire, potranno sentire i venti proprio ora... anche mentre state ascoltando… perché era necessaria una purificazione… Vecchie credenze e Vecchi concetti che erano bloccati, talmente bloccati che non ve ne siete nemmeno accorti.

Anche oggi che siamo riuniti qui, ci sono alcuni di voi che ancora hanno un’energia tormentata… una parte di voi che avete disprezzato… persino odiato… spinto nell’oscurità… e con cui avete lottato tanto a lungo… qualcosa di voi di cui vi siete sentiti colpevoli o per cui vi siete vergognati… qualcosa che vi sembra vi renda meno Dio… qualcosa che disprezzate… che considerate una parte brutta di voi … qualcosa che era nascosta talmente in profondità, che si tratta di un altro strato che si apre. Oggi vi chiediamo di portare quella parte – ogni parte di voi – allo scoperto, perché c’è tanta luce qui, amore e sostegno. Se poteste permettervi di scoprire e condividere quella parte di voi con voi stessi… non odiarla più… ma abbracciarla.

Voi sapete – quelli di cui stiamo parlando adesso – voi sapete di che cosa stiamo parlando. Non c’è alcun giudizio da parte nostra: vi amiamo teneramente. Queste sono le cose che vi siete date come esperienze e non c’è nulla di cui vergognarsi agli occhi di Dio… anche voi siete Dio.

Sono state cose che voi… esperienze che vi siete dati e forse, il risultato non era quello che vi l’aspettavate. Forse siete rimasti bloccati in qualcosa che chiamereste un vizio o una dipendenza. Forse era qualcosa che vi sembrava andare oltre voi -  fuori controllo - un demone dentro di voi.

Questo è il giorno per guarire tutti quei demoni. Potete farli uscire adesso perché vediamo, perché vediate il valore di ciò che vi siete dati. Qualunque oscurità, qualunque cosa abbiate disprezzato di voi… adesso potete aprirvi perché il tempo e l’energia sono diversi. Potete guardare queste cose di voi, quelle che vi siete portati dietro come vecchia spazzatura, con un tale senso di colpa. Oggi potete farle uscire, guardarle e vedere il dono che è realmente contenuto anche nelle cose più spregevoli. C’era un dono per voi: è arrivato il momento di smettere di combattere contro queste parti di chi siete.

Sapete… tante volte vi sentiamo parlare da soli - dite che vorreste essere più forti, che vorreste avere più volontà e risolutezza per superare queste cose - non è questione di avere forza. Non si tratta di volere che queste cose escano dalla vostra vita. In un certo senso, quando cercate di dominare queste cose che non vi piacciono di voi, non fate altro che aumentare la loro energia.

Si tratta di capire perché vi siete dati questa cosa… perché si è manifestata, o perché si è creata in un certo modo… perché non vi serve più… e perché potete lasciarla andare. Basta cercare di forzare le cose a uscire da voi, Shaumbra – si tratta di rilasciare. Rilasciare vuol dire con amore e con la più grande compassione.

Ora lo Spirito vi guarda e ama ogni parte di voi, persino le parti di cui vi vergognate, quelle che sembrano avervi fatto perdere la grazia dello Spirito e di voi. Lo Spirito ama ogni parte, ogni parte di voi in modo incondizionato.

Nell’energia che oggi condividiamo vi chiediamo di aprirvi, di lasciare che la guarigione avvenga e nella guarigione si tratta solo di avere saggezza. Non si tratta di sradicare qualcosa, non si tratta di combatterla, di dominarla o di usare la forza fisica per farla uscire dalla vostra vita. Si tratta di arrivare finalmente nello spazio della compassione, dove potete guardare anche la più difficile e più impegnativa cosa di voi… trovandoci verità e saggezza… senza accusarvi per aver preso la direzione sbagliata… o di non avere forza… ma per avere compassione… compassione totale.

Oggi, durante questo Shoud lavoreremo con voi per aiutarvi a vedere la saggezza in ciò che avete scelto per voi, anche nelle scelte che avete considerato sbagliate. Vi chiediamo di fare un respiro profondo e di aprirvi del tutto all’amore e alla compassione dello Spirito, di tutti noi del Concilio Cremisi e dell’ordine di To-bi-wah, e – più di qualsiasi altra cosa – apritevi a voi… aiutate a trasmutare… aiutate a trasformare queste zone di grande oscurità in zone di massima luce possibile. Si può fare, Shaumbra.

Così, eccovi qui, sulla Terra, in quest’anno di 2004. Perché siete qui – vi chiedete così spesso? Di che cosa si tratta in questa vita? Di che cosa si tratta in questo periodo specifico? Cosa c’è dopo? Perché vi sentite così spesso come se steste aspettando, aspettando che accada qualcosa?

Vi trovate qui molto semplicemente per sperimentare la vita. Potete permettere che sia così semplice? Siete qui per sperimentare la vita… qualunque cosa vogliate. Potete sperimentare com’è sentire dolore, com’è stare attaccati a queste cose di oscurità dentro di voi.

Potete sperimentare la gioia di ogni giornata, la gioia di osservare altre persone nelle loro creazioni. Potete sperimentare com’è avere grande amore e compassione per gli altri. Potete sperimentare com’è ricevere amore e compassione da loro.

Vi trovate qui sulla Terra proprio adesso per fare esperienza… per sentire… per imparare… per sapere com’è vivere… per vivere. È molto emplice. Non dovete renderlo complicato: siete qui solo per fare esperienza.

Perché volete fare un giro sulle montagne russe? Come mai pagate bene per farvi spaventare – per farne esperienza… per dire che l’avete fatto… per sentire com’è quando l’ansia sale su e su e su, sapendo che ci sarà una ripida e drammatica caduta, solo per essere portati su di nuovo? Èun’esperienza.

Vi trovate qui sulla Terra proprio ora – letteralmente per la prima volta tra le tante vite – per godervela, per godervela. Ora, per quanto possa sembrare strano, l’intero concetto del godersi davvero la vita è relativamente nuovo.

Voi qui, in un certo senso siete sempre stati in una scuola. Avete imparato, vi siete dati molte sfide, molte prove. Avete cercato di accumulare quanta più esperienza possibile e nelle vite più recenti avete cercato di superare il karma terreno.

Per tutte le vite che avete vissuto qui sulla Terra, quello che avete fatto è stato andare indietro per rivivere esperienze avvenute molto tempo prima che veniste sulla Terra, molto tempo prima che assumeste un corpo fisico – cose accadute quando vi trovavate nelle dimensioni angeliche, cercando di trovare una via di ritorno per Casa, cercando di capire chi eravate e chi fossero gli altri. Accaddero tante cose, ciò che voi chiamereste battaglie, ma c’erano anche molte cose meravigliose.

Abbiamo detto già altre volte ai nostri gruppi che questa vostra serie di film – Guerre Stellari e anche molta della vostra fantascienza – riguarda cose avvenute moltissimo tempo fa che vengono proiettate sui vostri schermi e riprodotte. Allora non avevate corpi fisici e non viaggiavate in navi spaziali metalliche, ma l’essenza è quella.

Così veniste sulla Terra per rivivere quelle cose, per rivivere com’era avere dei legami affettivi con altre persone; com’era fare i duelli, le faide con altri,  com’era cercare di accumulare potere. Siete venuti sulla Terra per rivivere queste cose. Non si trattava di karma, non si trattava di qualcosa che lo Spirito vi costringeva a fare. Voi avete scelto di farlo per guadagnare maggiore penetrazione e comprensione. Tantissime delle vostre vite sono state preparate da voi per passare di nuovo attraverso vecchie situazioni, in modo molto rallentato e in forma umana, il che vi permetteva di fare delle scelte consapevoli e, poi, capire l’impatto delle vostre scelte.

In questa vita, dove vi trovate ora tutto ciò cambia. In questa vita, proprio ora, voi potete effettivamente godervi la vita. Il viaggio finisce e ora potete davvero godervela.

Ne abbiamo parlato già in passato. Potete sedervi al banchetto della vita. Potete godervi tutto, dal cibo… alle relazioni… a una passeggiata nei boschi... sulla spiaggia. Potete godervi semplicemente la vita… com’è semplicemente vivere. Adesso siete qui per far esperienza della vita e godervi la vita.

Inoltre vi trovate qui, per scelta vostra, per essere tra i primi a entrare in questa cosa che chiamiamo la Nuova Energia, per aiutare nella transizione – non solo voi, ma per preparare l’energia per tutti gli altri che verranno dopo di voi.

Sì, sappiamo che molti di voi si sono sentiti stanchi e affaticati per via dei tanti cambiamenti che hanno affrontato, per aver rilasciato tante cose delle vite passate. A volte siete stanchi di tutta questa cosa chiamata vita, ma avete scelto di essere qui per essere i primi a portare la Nuova Energia, per integrarla nella vostra vita e poi per condividerla con gli altri.

Si potrebbe dire che voi siete “l’avanguardia”, gli esploratori che partono prima degli altri, che escono dalla coscienza di massa per contribuire a creare tutta la struttura, la struttura energetica per questa cosa chiamata Nuova Energia. Allo stesso tempo, mentre state facendo il vostro lavoro qui sulla Terra, durante i vostri stati di sonno siete anche sulla Nuova Terra, per contribuire a creare anche quelle energie. Si potrebbe dire che siete qui in servizio, proprio ora, per vostra scelta… niente più karma… niente più lezioni… niente più viaggio. Siete qui per sperimentare qualunque cosa vogliate… per godervi la vita in qualunque modo vogliate… e anche per aiutare a completare questa transizione nella Nuova Energia.

Infine, lo scopo più elevato e il fine più alto per cui siete qui, è per essere insegnanti: è essere insegnanti. Per tutto ciò che avete passato – le vostre esperienze e tutta la saggezza che avete raggiunto – siete qui per aiutare gli altri con l’insegnamento. L’insegnamento va ben oltre – ben oltre – ciò che riuscite ad immaginare.

Ora tutti voi siete seduti proprio qui e vi connettete con gli Shaumbra in tutto il mondo. State insegnando, state ancorando un’energia che sarà disponibile per altri che verranno in questa direzione. Potete immaginare che state creando questo globo, questa massiccia, dinamica palla vivente d’energia, una biblioteca di tutto quello che state imparando proprio ora e che sarà disponibile per altri.

L’insegnamento non deve avvenire sempre a parole né stando davanti a un gruppo. Voi state insegnando proprio ora, state lasciando saggezza per altri che seguiranno lungo il sentiero. La state lasciando proprio ora, in questo momento. Non sapete per chi o quando accadrà. Il lavoro stesso che state facendo ai livelli interiori più profondi – che chiamereste i livelli psicologici di chi siete – sta facendo la differenza su questa Terra… la differenza per quelli che verranno dopo di voi… la differenza in tutto l’universo.

Uscite dalla vostra mente per un momento e unitevi a noi nel sentire come state aiutando a cambiare la Terra, come state aiutando a cambiare l’universo e l’omniverso. Ogni volta che dentro di voi siete passati attraverso una battaglia o una prova facendo una scelta, arrivando a un nuovo livello di comprensione, avete appena aiutato a cambiare il mondo.

É piuttosto strano che la maggioranza degli umani, nelle loro menti, non passi attraverso le stesse cose come fate voi. Cauldreridacchia e definisce me, Tobias, “il maestro dell’ovvio”. Ciò che passa nelle menti e nei cuori della maggior parte degli umani non è uguale a ciò che state passando voi. Loro non hanno le stesse domande, non affrontano le stesse sfide. Non hanno i vostri stessi sogni e desideri.

Alcuni di voi l’hanno scoperto in modo difficile, quando sono andati da consulenti che non capiscono la natura della spiritualità della Nuova Energia. Loro cercano di trattarvi con Vecchi metodi e ciò diventa frustrante per entrambi; non capiscono ciò che sta accadendo all’interno. Il bruco nel bozzolo che sta passando attraverso l’inferno, che sta subendo una trasformazione… non capiscono.

Voi siete sopratutto insegnanti. Da questa parte del velo ricevere il titolo, possedere il titolo di insegnante. É’ il più importante di tutti. Non c’è titolo… non c’è nome… non c’è ruolo che sia più importante.

É strano che sulla vostra Terra, agli insegnanti non venga attribuito il dovuto merito – agli insegnanti nelle vostre scuole – perché dalla nostra parte del velo è il segno distintivo più elevato, è l’ordine più elevato. Voi siete insegnanti di vita, insegnanti dello Spirito e insegnanti del corpo, della mente e dell’anima che registrano tutte le loro informazioni a livello energetico e non sempre nei libri, ma energeticamente e poi le lasciano nella biblioteca per chi verrà dopo.

Ogni mattina quando vi alzate, per tutti voi la domanda adesso è: “Come decido d’insegnare oggi?” Voi state insegnando, sia che ne siate consapevoli o meno. Gli altri vi osservano e a volte vi sfidano non solo per mettervi in difficoltà ma per scoprire di cosa siete fatti. Vogliono trovare la profondità e la convinzione nella vostra anima e così vi sfidano, forse vi mettono in ridicolo e vi disprezzano, forse vi prendono in giro per le vostre credenze strane e diverse. In realtà si stanno domandando: “Insegnante, quanta saggezza hai? Quanto hai imparato dalle tue esperienze? Che cosa puoi condividere con me?”

Insegnanti, Shaumbra, come insegnerete domani? Come insegnerete il giorno dopo? Come condividerete ciò che siete e ciò che sapete? Per mezzo dell’esempio? Sarà per mezzo dell’attività? Sarà per mezzo della condivisione attraverso un libro o una canzone? Attraverso i consigli? Sarà solo mantenendo uno spazio di divinità, lasciando che la vostra energia risplenda illimitata, senza trattenerla, per essere tutto quello che siete davvero?

Ogni mattina chiedetevi: “Come insegnerò oggi? Come condividerò questo dono della vita? Come condividerò la semplicità e le meraviglie della vita qui sulla Terra? Come condividerò la libertà che ho dentro la mia anima, sapendo che lo Spirito mi ama per tutto ciò che ho mai fatto... in modo incondizionato?

Come condividerò con gli altri il fatto che qui sulla Terra non c’è alcuna punizione? Noi non siamo esiliati qui, non siamo angeli caduti. Siamo qui per fare esperienza, per godercela e per contribuire a preparare un’energia del Nuovo, per poi aiutare gli altri ad insegnare.”

Noi ve lo chiediamo oggi, Shaumbra – come insegnerete in ogni momento, in ogni giorno? Non dovrete salire in cattedra, non dovrete pontificare. Tutti voi l’avete già fatto in passato e guardate a che cosa avete dato inizio – le chiese! Come insegnerete – attraverso il vostro esempio, attraverso la vostra luce, attraverso la vostra energia, attraverso la vostra creatività, attraverso i vostri sentimenti?

Durante la nostra ultima riunione di Shaumbra, davvero, abbiamo avuto… Io, Tobias, ho fatto un discorso molto diretto con voi. Era il momento di esprimere questa domanda sulla vita e la morte, era il momento di farvi osservare il valore dell’essere qui, per portare lo Spirito nella vita in questo luogo chiamato Terra e ora per portare la divinità ad unirsi a voi, per portare la divinità a fondersi con la vostra umanità.

Come abbiamo detto, moltissimi di voi stavano vivendo in attesa di qualcosa – non siamo sicuri di che cosa – ma non stavano vivendo, non sentivano di essere Creatori, non sentivano di avere una scelta in questa cosa. Così vi abbiamo buttato lì una scelta – vivere o morire. Siamo felici di dire che quasi tutti avete scelto la vita. Alcuni non l’hanno fatto: erano pronti per ritornare dalla nostra parte, per essere qui a lavorare con noi per aiutarvi ad affrontare questo processo meraviglioso ma a volte molto impegnativo. In quel breve periodo, un mese nell’energia fa abbiamo visto uno spostamento maggiore di quanto abbiamo visto in molte, molte altre canalizzazioni. Ciò vi ha condotti a rendervi conto del valore del perché vi trovate qui.

Questo tema si doveva affrontare prima di passare al prossimo livello e lavorando con tutte le vostre energie e con quelle dalla nostra parte, abbiamo discusso molto su quale fosse il momento giusto per questa apertura. Quel giorno è proprio oggi, sì. Oggi è stata una giornata di grande purificazione, di grande apertura e ora, pronti per un nuovo livello.

Chiediamo a tutti voi di sentire l’energia. Non fate delle congetture… niente supposizioni qui. Uscite dalla vostra mente, quello è un gioco umano di Vecchissime Energie. Non vi stiamo chiedendo di essere sensitivi, vi stiamo chiedendo di essere dei ‘sensori’, sensori d’energia, motrici d’energia. Vi chiediamo di sentire. Ora non potete resistere, vero? State entrando nella testa, state cercando di indovinare!

Fate un respiro profondo e sentite l’energia della nostra carissima ospite speciale, un’ospite che ci accompagnerà per un po’. Fate un respiro profondo e odorate l’essenza di questa cara ospite. Sentite come le sue energie siano proprio adatte al gruppo. Sì, davvero, lei entra in maniera molto forte e lavora con moltissimi di voi.

Noi la conosciamo, la definiamo l’energia di Myriam (Tobias pronuncia Mye-REE-um), Myriam… sì, davvero. Miriam, come forse la conoscete (pronuncia il suo nome come MEER-ee-um) Miriam di Magdala… Maria di Magdala. (Per il resto del testo, se Tobias dice Mye-REE-um, il suo nome sarà scritto M-y-r-i-a-m, con una “y”. Se Tobias dice MEER-ee-um, il suo nome sarà scritto M-i-r-i-a-m, con una “i”.

Noi la conosciamo come l’energia di Myriam, un essere amato che viene dalla stirpe di Abramo, nota anche come Debora e che guidò una delle dodici tribù d’Israele, un grande, grande leader di uomo e donna. Myriam abbraccia anche l’energia di Quan Yin e contribuisce a portarla in vita. Myriam è un’insegnante, una discepola, un apostolo che camminò con Yeshua, dapprima come allieva di Yeshua imparando tantissimo, ma poi entrò nel suo potere e nel suo diritto di stare fianco-a-fianco con Yeshua… perché, sapete, doveva esserci un equilibrio femminile.

Specialmente in quei tempi, Yeshua non poteva reggereda solotutte le energie e quindi Myriam si unì a lui. Oh, gli altri, John, Paul, (pausa)… Ringo e George – oh, ho sbagliato gruppo – volevo dire Pietro e tutti gli altri erano gelosi di lei, dell’attenzione che Yeshua le dedicava ma poi capirono anche la ragione della sua presenza: l’equilibrio.

Nell’esposizione delle scritture ci sono state molte interpretazioni errate. Volevano essere più vicini a Yeshua e compresero realmente la ragione dell’equilibrio femminile. Come sapete bene, nelle revisioni delle scritture molto è stato alterato perché dovevano classificare questa persona che comprendeva anche le arti magiche. Myriam, che sapeva come gestire le energie dell’invisibile.

Dovettero presentarla come l’oscurità, la strega, la prostituta.Hanno scritto anche che Yeshua dovette scacciare sette demoni da lei e cari amici, non c’è cosa più lontana dalla verità. Yeshua lavorò con lei e lei con Yeshua nel contribuire a fondere insieme le energie dei sette chakras, per aprire questi i Sette Sigilli come facciamo con voi, per rilasciare le Vecchie credenze e le energie che ci stanno dietro.

Forse si potrebbero definire demoni, ma si trattava solo di Vecchi sistemi di credenze intrappolati nei sette chakra. Myriam e Yeshua lavorarono insieme per aprire questi… niente demoni… solo un’apertura… e poi una fusione e un’unificazione dei sette chakra in uno solo.  Quando l’integrazione fu completata e ci fu un solo chakra di energie in espansione, allora lei potè iniziare davvero a svolgere il lavoro che era venuta a svolgere.

Myriam, la quale porta con sé anche l’energia di Quan Yin si unirà a noi nel nostro prossimo viaggio nella mia patria, per il quale sono molto emozionato. Ci sono molte storie da raccontare… abbiamo molti posti in cui porteremo Cauldre e Linda e io consumerò alcuni dei miei pasti preferiti.  Cauldre si preoccupa un po’ per l’indigestione, ma l’ho avuta allora e l’avrò di nuovo se necessario! Che gioia! Così Myriam si unirà a noi in questo viaggio, come faranno tanti altri.

Adesso arriva Myriam. Ci riferiremo anche – stiamo parlando con Cauldre qui – in tutto questo Shoud ci riferiremo a lei anche come a Maria Maddalena, cosicché alcuni di voi che conoscono meglio quest’energia, capiranno. La chiesa doveva presentarla come quella cattiva ma è buffo che, per qualche ragione, non riuscirono a modificare la storia di Myriam che incontrò Yeshua dopo la crocifissione – dopo la morte del corpo fisico – parlando e condividendo con lui. Molti sono stati gli equivoci su tutto questo avvenimento e oggi siamo qui per chiarirne una parte.

Siamo qui per far entrare questa meravigliosa insegnante, perciò chiediamo a tutti voi di inspirare e abbracciare le energie di Maria Maddalena, Myriam.

Sì, sono tante le cose che accadono nella coscienza umana in questo momento con questi vostri film! Pensate forse che si tratti di un errore? Oh, il film della sofferenza più grande, di nuovo davanti a voi, di nuovo davanti agli occhi della gente, “La Passione di Cristo” che descrive la miseria e la sofferenza e in fondo la gente – non con le parole ma con l’energia – continuerà a scegliere la sofferenza nella vita?

Yeshua stava semplicemente agendo per tutti noi. Scegliete di proseguire con la sofferenza e la persecuzione, la messa all’indice, le ingiurie? O volete rilasciare tutto questo adesso? Alcune persone, che vedranno questo film rimarranno intrappolati nel dramma, nella sensazione che debbano continuare a soffrire. Altri invece si renderanno conto che è ora… è ora di togliere Yeshuadalla croce, è ora di porre fine alla sofferenza. É ora di porre fine alla messa all’indice, è ora di avere compassione per il viaggio.

Oggi entrano le energie di Myriam. Dopo la crocifissione, quando incontrò Yeshua c’era soltanto lei ed essi s’incontrarono perché loro avevano rapporto molto caro, dolce e amorevole. Non si sposarono mai e lei non portò mai in grembo un figlio di lui. Ebbero tremendo rispetto e amore l’uno per l’altra ma a quei tempi, in quella società, per loro non era – come dire – appropriato unirsi in matrimonio o avere dei figli. L’amore però era profondo e l’ammirazione era reciproca.

Doveva esserci un equilibrio. La chiesa ha cancellato tutto ciò perché voleva che ci fosse solo l’energia maschile, ma Myriam era importante quanto Yeshua e in un certo senso fu un’insegnante per lui. Anche dopo aver imparato tanto dai sacerdoti nei templi e dai misticiYeshua imparò tantissimo da lei, qualcosa di cui parleremo oggi, sarà un’apertura che effettueremo oggi.

Yeshua chiese a Myriam di non toccarlo dopo la sua morte e non perché lei fosse contaminata o non degna, ma solo perché in quel momento la sua energia era talmente elevata e il loro amore così forte da fargli temere che se l’avesse toccato nella sua forma spirituale lei avrebbe voluto ritornare, avrebbe voluto lasciare il corpo fisico in un istante, per essere con lui da questa parte del velo. Per questa ragione la pregò di non toccarlo.

La pregò di continuare a insegnare, a scrivere, a mantenere l’energia femminile. In quell’incontro, in quella riunione Yeshua le disse che l’energia femminile sarebbe stata soggetta ad abusi e attacchi per migliaia di anni a venire, perché l’umanità si era totalmente radicata nell’energia maschile e l’energia femminile stava permettendo che ciò accadesse, permetteva di farsi abbattere.

Perciò Yeshua chiese a Myriam di tenere le energie, di condividerle con altri e a far sì che questi le condividessero con altri… e che questi le condividessero con altri ancora. Ci sarebbero stati dei custodi delle energie del femminile finché non fosse giunto il momento per loro di ritornare nel giusto equilibrio con il maschile.

Alcuni di voi hanno letteralmente lavorato con Myriam frequentando le sue classi, le riunioni in cui lei vi faceva sentire e mantenere le energie femminili. Alcuni di voi, alcuni dei presenti sin d’allora sono stati tali custodi delle energie – delle energie femminili – che da allora non avete mai più avuto un figlio vostro. Dentro il vostro essere energetico non c’era posto per i bambini, perché stavate mantenendo un’energia femminile per conto di tutti gli altri, fino al momento giusto.

Ora è il momento giusto per rilasciare questo, per lasciarlo andare. Il momento è giusto adesso. Non c’è più bisogno che lo portiate sulle vostre spalle, perché adesso con voi ci sono decine di migliaia di Shaumbra a farlo risplendere. Sono milioni in tutto il mondo, pronti per il loro risveglio spirituale, per cui è ora di rilasciarlo.

L’energia di Myriam arriva qui oggi per aiutare a facilitare questo rilascio. Fin d’allora moltissimi di voi sono stati custodi consapevoli di questo spazio, sostenitori di quest’energia. Non è più necessario che soffriate per questo: è arriato il momento di rilasciare anche questo.

Maria si unisce a noi in questo giorno per un’apertura molto interessante. Lei era un’insegnante, era la maestra dell’immaginazione, dell’immaginazione e aiutò persino Yeshua a capire come aprire l’immaginazione, come usarla.

Lei arriva oggi per affrontare un’apertura con tutti gli Shaumbra, se voi le date il permesso e dipende da voi, non vi viene imposto ma è ora. Ecco perché il mese scorso abbiamo dovuto parlare dello scegliere la vita, perché voi non stavate scegliendo la vita e state aprendo questo dono dinamico dell’immaginazione.

Oh, non è l’immaginazione che voi pensate. Quella che viene dalla mente è un’immaginazione molto limitata: qui si tratta dell’immaginazione “spirituale” o “dell’anima” che è pronta per essere aperta dentro di voi.

Il mese scorso abbiamo dovuto affrontare il discorso sullo scegliere la vita, perché se voi non foste sicuri di scegliere la vita e cercaste di aprire l’immaginazione potreste vivere alcune ripercussioni molto interessanti. Potrebbe colpirvi con un ritorno di fiamma, causarvi dolore, difficoltà fisiche oppure mentali. Si trattava quindi di chiedervi di fare quella scelta affinché potessimo spostarci a questo livello: questa è un’immaginazione di tipo diverso.

Noi convogliamo molta dell’informazione a voi qui a livello energetico e ne parleremo in parecchi Shoud. La spiegheremo in modo che la vostra mente sia soddisfatta, ma oltre a ciò vi accompagneremo attraverso quest’apertura.

L’immaginazione non risiede in un luogo specifico del vostro corpo fisico: è una faccenda di Spirito e coscienza. Si tratta di un dono naturale e originale che voi avete, ma per un tempo lunghissimo è stato molto limitato o bloccato. Non è necessario che prendiate una decisione in questo momento, arriverà quando sarete pronti.

Si tratta di darvi il permesso di aprire il dono de “L’Immaginazione della Nuova Energia” e allora quelli che arrivano –  Myriam, Maria, i corridori, quelli Crimson Circle– affluiscono per aiutarvi a iniziare ad aprirla con molta dolcezza. Per un certo periodo di tempo si aprirà come un fiore, come un loto, si aprirà per gradi e con gentilezza.

Quando Myriam parlò a Yeshua nella risurrezione, lo fece attraverso la sua immaginazione… la interrogarono e dissero: “Hai visto o non hai visto Yeshua con i tuoi occhi fisici?” E lei disse: “Non con i miei occhi, perché erano chiusi… la luce era talmente brillante. Ho visto Yeshua con il mio cuore.” Ciò che diceva in realtà era: “Ho visto Yeshua nella mia immaginazione.”

Gli apostoli, quando si riunirono le dissero: “Hai sentito il maestro con le tue orecchie?” E lei disse: “Le mie orecchie stavano suonando. Stavano vibrando e il suono era talmente alto e bello che non ho potuto sentire le sue parole con le mie orecchie, ma ho sentito le sue parole nella mia immaginazione.”

Le dissero: “Hai toccato il maestro?” E lei: “No, mi chiese di non farlo.  Mi chiese d’immaginarmi con lui, di amarlo e di condividere con lui come nei tempi in cui era in un corpo fisico. Mi chiese di non toccarlo.”

Alcuni dei discepoli dissero: “Allora, in realtà, non hai visto il maestro apparire a te.” Lei disse: “Certo che l’ho visto, perché l’immaginazione è più grande, è più potente e contiene più realtà di quanta i miei occhi, le mie orecchie e i miei sensi possano mai percepire.” Da allora in poi le credettero perché in quel momento lei condivise con loro la sua energia, la sua verità e il suo amore ed essi compresero.

Lei divenne l’insegnante dell’immaginazione, l’insegnante dei regni invisibili. Lei ha lavorato con molti di voi in questa vita, aiutandovi a entrare nell’invisibile, aiutandovi a usare la vostra immaginazione.

Ora arriviamo ad un punto diverso, a un livello diverso per aprire davvero.

Quando Cauldre contatta me, Tobias – e quando vi parliamo in questo modo – non avviene attraverso la sua mente. Proprio ora, la mente è solo occupata a tradurre le nostre energie…è molto occupata. Non avviene per forza attraverso il cuore, come voi lo chiamereste - avviene attraverso una cosa chiamata immaginazione.

Cauldre usa l’immaginazionee e noi lavoriamo con lui nell’immaginazione per attivare questa connessione. Possiamo convogliare tanto attraverso l’immaginazione e Cauldredeve aprirsi, deve fidarsi di sé abbastanza da permettere che quest’energia fluisca attraverso di lui.

Abbiamo discusso con lui e con alcuni di voi sulla terminologia. Sappiamo che ci sono alcuni – come dire – preconcetti circa l’immaginazione. Non vi fidate di lei, vero? Avete imparato a non fidarvi e infatti vi sentiamo dire: “Oh, è solo la tua immaginazione.”

Ma noi decidiamo di continuare a chiamarla immaginazione. E’diversa, è Nuova: è l’immagine “divenuta realtà.” Se questo vi ricorda qualcosa… è riportato nelle scritture che voi foste creati ad immagine di Dio. Immaginate questo! Immaginate voi stessi, anche voi Dio a immaginare questo luogo chiamato Terra e poi a manifestarlo, a immaginare una cosa chiamata corpo umano e a manifestarlo. Tutto questo è il risultato della immaginazione… immaginando... immaginando.

Così, ora che siete degli Umani Divini – Umani Divini radicati – noi possiamo aprire l’immaginazione verso nuovi livelli e regni.

Vedetela così: immaginate un attore – che potrebbe essere maschile o femminile, Cauldre ci ha chiesto di spiegare – un attore che ha tanti copioni tra cui scegliere; li legge tutti e mentre lo fa prova delle sensazioni. Si sta immaginando come sarebbe recitarli sul palcoscenico. Lui ha dozzine e dozzine di copioni e sta cercando di trovare quello che sceglierà di portare in scena.

Alla fine fa la sua scelta, sale sul palcoscenico e comincia a recitare. Comincia a recitare uno dei copioni, uno dei potenziali ma persino mentre sta sul palco a recitare sta recitando soltanto l’essenza e non i dettagli…capite? Mentre va avanti, improvvisa. Si è ricordato dell’essenza dello spettacolo, del copione.

Lui sta anche permettendo che tutte le energie fluiscano. Sta permettendo alle energie immaginative e alle energie creative di avere una vita propria altrimenti lo spettacolo, la sua recitazione, sarebbe molto rigida, molto limitata, non ci sarebbe alcuna gioia. Ecco, lui prende la semplice essenza del copione e le permette di fluire sul palcoscenico. La vostra immaginazione è così.

Da questo momento in poi avrete molti, molti potenziali tra cui scegliere, molti copioni tra cui scegliere e siete stati voi a scrivere ognuno dei copioni. In realtà, avete avuto un aiuto da parte nostra, ma sono creazioni vostre. Ora sta a voi scegliere quali volete mettere in scena, portare in vita nella vostra realtà fisica. Ecco, immaginatevi tutti i potenziali.

L’immaginazione è come uno stato di sogno. Ci sono sentimenti… colori… reazioni…conseguenze… direzioni… altri potenziali dentro a ogni potenziale. Avete tutti questi potenziali tra cui scegliere, potenziali che risiedono nell’immaginazione. Cosa vi piacerebbe immaginare per voi? Quale copione volete portare nella vostra vita? Forse vi sentite in colpa se scegliete il copione che vi dà ricchezza, fama e fortuna. Forse non pensate di meritarvelo e così ne scegliete un altro, ma è la vostra immaginazione che lavora qui e poi le date la vita e la manifestate, la mettete in scena.

L’immaginazione è tutta quest’area creativa che è stata sospesa nella condizione umana, sospesa all’interno di tanti di voi. Vi hanno insegnato a pensare in maniera logica, vi hanno insegnato che l’immaginazione è per i sognatori, non per chi agisce: è esattamente il contrario.

Ecco perché Myriam arriva oggi per aiutare a livello energetico, a condividere con voi il grande potenziale dell’immaginazione.

L’immaginazione sta da qualche parte tra il cuore e la mente. Da qualche parte, tra il cuore e la mente c’è quest’area creativa… quest’area in cui potete esplorare i potenziali… sognare ad occhi aperti i potenziali… e poi portarli nella vostra vita. Moltissimi di voi sono stati dei sognatori ad occhi aperti sin da quando siete venuti sulla Terra in questa vita e per questo siete stati rimproverati, persino puniti.

Sognare ad occhi aperti fa parte dell’immaginazione. Sognare fa parte dell’immaginazione. Sognare non include tutto il suo potenziale, è solo uno degli aspetti dell’immaginazione. L’immaginazione è reale è molto, molto reale.

A volte andate nei regni dell’immaginazione e nei regni eterici. Lì recitate, ma non riportate tutto sulla Terra. Ora noi lavoriamo con voi per aprire questi condotti, per aprire le autostrade del flusso energetico, per aiutarvi a rendervi conto che ora potete portarle in questa realtà, potete immaginarle e poi portarle in vita. Ora che avete scelto la vita potete portare in vita le cose e le portate in vita solo respirandole.

Cari amici, qui l’immaginazione non è controllo della mente, è l’antitesi del controllo mentale. Affinché l’immaginazione si metta al lavoro, bisogna che la mente si tolga di mezzo.

L’immaginazione non è la visualizzazione. La visualizzazione, così come la conoscete è una funzione della mente. Tanti di voi hanno frequentato dei corsi di controllo mentale e visualizzazione che a quei tempi andavano bene, ma è arrivato il momento di passare oltre.

La visualizzazione, cari amici… vi è stato detto che, se volevate qualcosa nella vostra vita, dovevate visualizzarla. Visualizzare una grande macchina sportiva rossa nel vostro cortile, questa era una funzione della mente. Una volta ogni tante, tantissime la cosa funzionava, ma nella maggior parte dei casi vi sentivate frustrati, vi domandavate cosa ci fosse di sbagliato in voi.

In un certo senso allora la visualizzazione vi aiutava, ma la ragione per cui noi non la suggeriamo è che è limitata. Perché limitarvi ad una macchina sportiva rossa nel vostro cortile quando potete avere la vita, quando potete avere abbondanza, amore e tutte queste altre cose? Perché limitarvi a una macchina rossa?

L’immaginazione non è controllo della mente. Se vi trovate nella mente, fate un respiro profondo e uscite. Stiamo aprendo un centro completamente nuovo, da qualche parte tra il cuore e la mente. Non stiamo parlando di geografia, stiamo parlando di coscienza. Si tratta della creazione, si tratta di portare in vita dei potenziali. Non c’è nulla da spingere, non dovete lottare. Permettetevi di spiccare il volo… di aprirvi… di avere libertà.

Esplorate il potenziale proprio ora. Facciamo un piccolo viaggio insieme per farvi sentire com’è. Facciamo un viaggio, un semplice viaggio. Myriam, Yeshua, Io, Tobias, e voi camminiamo lungo la spiaggia, passeggiamo e noi nelle nostre lunghe vesti e voi nei vostri strani costumi da bagno passeggiamo lungo una spiaggia, sentiamo l’acqua, l’aria, il rilassamento e sentiamo l’amore che proviamo avuto gli uni verso gli altri… le risate e la gioia che abbiamo condiviso.

Questa è la vostra immaginazione. Quando cominciate a fidarvi di voi i colori diverranno più brillanti e più intensi, colori che forse non avete mai visto prima con i vostri occhi fisici. Comincerete a percepire altre cose. Non sarà così trasparente, comincerà ad avere profondità.

Éimmaginazione, ma è reale. Proprio come Myriam insegnò ai discepoli: è più reale della realtà umana. La vostra società vi insegna a scartare, a screditare l’immaginazione ma è arrivato il momento di ridarle il suo legittimo posto.

Mentre vi aprite e permettete a questo centro di aprirsi lei diverrà più definita, più dettagliata, più totale. Comincerete a sentire le parole che vi dice Yeshua, sarete in grado di sentire il tocco della mano di Myriam sulla vostra schiena, nel punto dolorante e sentirete il sollievo.

É reale, Shaumbra?Éreale che noi possiamo farlo insieme? Sì, se ve lo permettete!

Usiamo la vostra immaginazione per un momento. Ponetevi proprio ora nel Momento Presente in cui il vostro corpo può riequilibrarsi… ringiovanirsi… e rilasciare le tossine che non gli servono… rilasciare la lotta che va avanti in una parte del tessuto… rilasciare quella cosa chiamata processo d’invecchiamento – immaginatelo! –  il processo d’invecchiamento che rallenta…  potete riportare indietro la vostra giovinezza e vitalità.

Immaginate di sentirvi sani in ogni momento. Immaginate il vostro corpo che vi parla, che vi dice quali cibi vuole – forse un giorno vi dice di volere pochi carboidrati, il giorno dopo vi dice di volere cibi ricchi di grassi… il giorno dopo vi dice di volere solo dei biscotti. Immaginate di parlare al vostro corpo, di ascoltarlo, di avere un rapporto tale da riuscire a riportarlo in equilibrio e salute con vitalità.

Vedete… questo luogo chiamato immaginazione… non dovete forzarlo. Non dovete lottare. C’è e basta.

Quest’immaginazione di un corpo sano – sano in ogni modo e equilibrato – adesso prendiamola dai regni eterici esterni e respiriamola in questa realtà. Proprio qui… proprio ora… ancoratela. Accettatela. Possedetela e vivetela. E’ così semplice… niente ‘simsalabim’ qui… niente stregoneria. Immaginare, respirare e vivere… capite?

Non dovete entrare nei dettagli con il vostro corpo, lui sa quello che deve fare. Quello che voi avete immaginato e inspirato era l’essenza. Un potenziale… vedete… ci sono i potenziali di un corpo indebolito, che si trovano proprio accanto a lui… i potenziali di un corpo malato o storpio... i potenziali di nessun corpo, ma vi abbiamo fatto focalizzare su questo potenziale.

Immaginate il corpo sano ed equilibrato. Sceglietelo… inspiratelo… e dategli vita. Non dovete ripassare i dettagli. Non dovete essere medici, scienziati o dottori in filosofia per sapere che cosa accade quando inspirate quest’energia. Lei sa cosa fare, è solo  la vostra mente che, ancora una volta, vuole assumere il controllo. Il vostro cuore sa cosa fare, la vostra anima sa cosa fare.

Ora parliamo di questa cosa semplice chiamata immaginazione: è talmente reale che potete cominciare a giocarci. Iniziate ad usarla nella vostra vita, voi siete gli sceneggiatori. Che cosa scegliete? Come scegliete di vivere? Che cosa scegliete di immaginare?

Ripetiamo, non dovete preoccuparvi dei dettagli. Scegliete l’abbondanza? Immaginate di vivere nell’abbondanza… vivere nell’ abbondanza… scegliete entrambi – il vivere e l’abbondanza. Non dovete immaginare i dettagli, non dovete immaginare la quantità di soldi sul vostro conto in banca. Sentitelo e basta.

Mentre vi stiamo parlando sentitela per un attimo. Sentite com’è avere abbondanza nella vostra vita…ci si sente bene, vero? Forse c’è un po’ di senso di colpa? “Oh, troppa abbondanza… non ce n’è a sufficienza per gli altri!” Non vi preoccupate di questo proprio ora, ne parleremo più in là.

Donatevi l’abbondanza, vi servirà per fare il lavoro di insegnamento. Fatevi il dono dell’ abbondanza. Immaginate una vita in cui non dovrete mai più preoccuparvi di pagare le bollette. Sì… immaginate una vita in cui il cibo e gli strumenti che vi servono sono a vostra disposizione. Immaginatelo!

Voi siete gli Immaginatori, voi siete i Creatori. Se così scegliete, adesso respirate QUELLA realtà nella vostra vita e ancoratela. Inspiratela, datele vita. Date vita all’abbondanza – nella VOSTRA vita. Non vi preoccupate dei dettagli, tutto vi arriverà.

Cari amici,  in questo giorno c’è molto di più in questo,  di quanto vi arrivi alle orecchie, di quanto vi arrivi agli occhi: si tratta di un nuovo modo di vivere, si tratta di una nuova immaginazione creativa. Si tratta di abbracciare la vita e poi di scegliere come volete viverla.

Vedete… ora state espandendo le vostre energie. Vi state permettendo di sentire di nuovo, aprendo questa cosa chiamata immaginazione. E’ uno dei Nuovi strumenti, è molto Nuovo.

Per quelli di voi che… alcuni di voi che stanno ascoltando diceno: “ Oh, l’ho già fatto in passato.” Qui c’è un nuovo programma – gli diamo il nome ‘immaginazione’ – ma è Nuovo e diverso. Ripasseremo questo tema con voi in parecchi Shouds… ma in questo momento ve ne diamo solo le basi.

Quando vi aprite a questo livello d’immaginazione, all’inizio alcuni di voi dubiteranno. Direte: “Oh, è soltanto la mia immaginazione.” Dite: “Questa E’ la mia immaginazione “ e lei diverrà reale, diverrà reale. Voi siete il Creatore, immaginate l’essenza e poi inspiratela nella vostra vita.

Quando permettete l’apertura delle energie d’immaginazione qui, nella vostra realtà umana, alcuni di voi potrebbero sentirsi scollegati o fuori equilibrio più del normale. A volte alcuni di voi potrebbero sentirsi un po’ ‘ubriachi’, in quanto state davvero modificando la vostra dinamica energetica. Quando succede, fate un respiro profondo e radicatevi. Non chiudetevi, però, non si tratta di chiudersi ma di radicarsi. Potete aprirvi, espandere le vostre energie e nello stesso momento radicarvi.

La maggioranza di voi si scontrerà immediatamente con il problema della mente che cerca di assumere il controllo, che cerca di fare la lista dei dettagli. Dite alla vostra mente di prendersi una breve vacanza. Lei sta cercando solo di proteggervi… di aiutarvi…di assicurarsi che non prendiate delle decisioni cattive per conto vostro. Ditele che è sollevata dai suoi doveri: dovrebbe focalizzarsi su altre cose – la logica e l’immagazzinamento dei dati. Dovrebbe servirvi, non dirigervi o guidarvi.

Dite alla vostra mente di togliersi di mezzo e giocate con questa cosa chiamata immaginazione. Imparerete in che modo portarla a manifestarsi nella vostra vita, in che modo usarla. Imparerete in che modo crescere con lei. Non c’è bisogno che la vostra mente controlli. Quando inspirate l’immaginazione – qualunque cosa scegliate di immaginare – è così potente!

Dovete anche darle una sua vita. Ci sarà una tendenza da parte vostra a volerla controllare, a ddirle esattamente cosa fare e come crescere. Per un po’ di tempo sarete degli osservatori, osservatori di come in un certo senso entra nella vostra vita e assume una sua vita. E’ come un attore che entra in scena con l’essenza del copione ma poi va a ruota libera… improvvisa… entra nel momento… a volte lo cambia e lo altera.

Inspirate l’immaginazione – qualunque cosa scegliate di immaginare – e poi datele una vita propria. Lasciate che prenda una sua direzione. Osservate, guardate cosa succede. Guardate cosa succede tutto attorno e dentro di voi. Se  in un momento qualsiasi, decidete che la cosa non è quella appropriata o siete stanchi di questa immaginazione che avete fatto entrare, lasciatela semplicemente andare. Portatela fuori dalla realtà. Voi l’avete creata, voi potete eliminarla ma non cercate di controllarla mentre viene a recitare nella vostra vita.

Non usate questa tecnica con altre persone, Shaumbra. Questa è per voi, ora. Lavoreremo con voi in futuro per aiutarvi a capire come influenza gli altri.

Non cercate di cambiare il tempo… vedete… immaginate di adattarvi al tempo o di adattarlo a voi. Il tempo esiste per una ragione. Serve anche gli altri, non solo  voi. Se non vi piace il clima dove vi trovate, immaginatevi da qualche altra parte in un clima che vi farebbe stare più a vostro agio... capite?

Nell’immaginazione non si tratta di cercare di cambiare gli altri: al momento è  solo per voi. Non la forzatela, non lottate e se vi ritrovate a farlo, allontanatevi per un momento, ci ritornerete più tardi. Non ponetele dei limiti proprio ora e non abbiate aspettative riguardo al risultato – niente limiti e niente aspettative.

State a osservare per un po’ per vedere in che modo potete fare qualcosa, attraverso la vostra immaginazione, e poi portarla nella vostra vita. Sì certo, Myriam vi aiuterà, lavorerà con voi. Lei è la maestra e l’insegnante dell’immaginazione creativa. Lei sa come funziona, sa come trascendere persino la realtà in cui vivete ora.

Quest’immaginazione vi permetterà anche di incominciare a librarvi verso nuove dimensioni. Sì, certo, funziona in entrambi i sensi – voi portate delle cose nella vostra vita, ma potete anche iniziare ad andare nelle altre dimensioni. Quando lo fate, non abbandonate mai il vostro radicamento. Non lasciate mai indietro il vostro corpo, non cercate di proiettarvi in astrale - non fate i missili - i tratta di stare nel Momento Ora, pienamente radicati nel corpo fisico ma espandere le vostre energie e aprirvi verso gli altri regni.

Unitevi a noi per un momento con le energie dell’immaginazione – sì, a proposito, lo state facendo nel modo giusto. Passiamo a ciò che voi chiamereste dimensione superiore… a noi non piace questo nome. Per un momento andiamo nella quarta. Alcuni di voi sono comunque ben oltre ma andiamo nella quarta, quella che è più vicina all’energia della vostra Terra.

E’ una dimensione interessante – come la definireste voi. Noi la chiamiamo una zona d’energia: è quella in cui tendono a risiedere le energie disincarnate, le anime legate alla Terra che hanno lasciato il corpo fisico ma non sono ritornate del tutto dalla nostra parte. Sostano qui, in questa dimensione…è qui che moltissimi di voi vanno – come dire – nei loro sogni ad occhi aperti, come fosse un luogo d’evasione. Questa è un’energia che è molto familiare alle energie terrene, tuttavia senza la forma fisica.

Questa è un’energia in cui noi v’incontriamo abbastanza spesso. Nella maggioranza dei casi, per noi è molto difficile venirvi estremamente vicini, perciò vi incontriamo nella quarta. Dovremmo scriverci una canzone – “Ci Vediamo Nella Quarta.”

Per un momento sentite e basta. Lasciate libera la vostra immaginazione, per favore, lasciatela libera. Lasciate che per un po’ spicchi il volo. Noi vi stiamo accanto, non c’è nulla da temere. Lasciatela volare qui per un momento, è un’energia meravigliosa.

Sì, è vero, una volta ogni tanto qui s’incontrano delle energie piuttosto demoniache, ma non possono farvi proprio nulla. Non hanno mai potuto, sapete.

Immaginate… sì, riuscite a fidarvi di voi abbastanza da poter immaginare e basta? Da qui potete andare in molte delle altre dimensioni e ve lo ripetiamo, per favore non consideratele in un ordine lineare o numerico. Se lo farete, nei viaggi interdimensionali rimarrete bloccati. Le dimensioni passano le une attraverso le altre, le une sopra le altre…non c’è alcuna gerarchia. Ci sono solo delle differenze energetiche, delle differenze molto insolite tra loro. Con l’immaginazione potrete volare fuori da qua.

Perché mai vorreste farlo, Shaumbra? Una ragione è per contribuire a rilasciare questa cosa chiamata velo. Quando cominciate a viaggiare in entrambi i sensi – inter-dimensionalmente, verso l’esterno e verso l’interno – ciò contribuisce a rilasciare il velo. Vi aiuta – come dire – a levigare la vostra immaginazione. A volte è più facile venire qua fuori in queste altre dimensioni, con la vostra immaginazione, per giocare un po’. E’ qui che incontrerete alcuni di quelli con cui lavorate regolarmente e qua fuori sarà più facile uscire dalla vostra mente… vedete… e aprirvi… dare libertà… dare le ali alla vostra immaginazione. Perciò, è giusto che giochiate qua fuori.

In questo momento vi suggeriamo di chiamare le energie di Myriam perché vi accompagnino  quando uscite dalle aree in cui avete già viaggiato e in cui vi siete avventurati.

Inoltre si tratta di riportare nella vostra vita – nella VOSTRA vita – quello che scegliete… capite? Anche voi siete Dio, siete fatti a immagine di Dio. Siete un Dio che può immaginare,  manifestare e portare nella materia.

Cari amici, prendiamoci un momento se così scegliete e diamo il permesso di aprire quest’area della Nuova Energia chiamata l’immaginazione, uno strumento potente di cui non avremmo potuto parlare finchè non avessimo affrontato l’argomento dello scegliere la vita. Intendiamo andare in alcuni posti nuovi insieme, avere un nuovo modo di vivere sulla Terra.

Metatron ci fa visita in questo momento e chiede: “Siete pronti per andare in questi Nuovi posti con noi? Siete pronti, Shaumbra, ad andare oltre i vostri sogni più sfrenati?”

Ecco, verremo a parlare con tutti voi nella vostra immaginazione, davvero. Non screditateci dicendo: “Era solo la mia immaginazione.” Noi intendiamo venire, intendiamo parlare con voi. E’ così che Cauldre parla con noi – nell’immaginazione. Noi intendiamo parlare con voi.

Se la vostra mente si mette di mezzo, fate un respiro profondo e sollevatela dai suoi vecchi doveri di guardia al palazzo. Quella era la Vecchia Energia, voi adesso siete in uno spazio sicuro. Noi verremo a parlarvi e se volete viaggeremo insieme - permettete alla vostra immaginazione di spiccare il volo.

Qual è la differenza tra immaginazione e delirio? Non ce n’è tanta! Non ce n’è affatto tanta! Quelli che voi definite deliranti sono molto fantasiosi. Si tratta di riportare nella vostra vita ciò che è appropriato, ciò che vi si adatta, ciò che scegliete... capite?

Perciò quando siete qua fuori, nei regni dell’immaginario ad esplorare, fate un respiro profondo e chiedetevi che cosa sia adatto proprio ora per voi nella vostra vita. Che cos’è adatto per voi? Che cosa scegliete di portarvi dietro? Come scegliete di vivere? Come scegliete di abbracciare la vita? Ecco perché abbiamo dovuto affrontare questo tema un mese fa. Che tipo di equilibrio desiderate? Che tipo di insegnante sarete? Che cosa insegnerete oggi? E’ questa la differenza tra immaginazione e delirio – quanto è appropriato per voi?

In verità, queste persone che  divise in tanti pezzi e parti, sono semplicemente dei grandi immaginatori. Stanno facendo un meraviglioso gioco con se stessi. Quelli che creano delle storie di fantasia riguardo alla loro vita, che non si adattano alla realtà data – quelli che voi chiamate deliranti – in realtà stanno soltanto immaginando.

Stanno immaginando da una prospettiva squilibrata. Non riescono a sopportare la loro vita normale e così se ne vanno nei regni immaginari e vivono lì. Quello che hanno fatto è stato negare chi sono realmente: hanno buttato troppa roba sotto il tappeto, hanno nascosto troppe cose a se stessi.

Ecco perché all’inizio della nostra riunione abbiamo detto: “Scoprite ogni parte di voi e lasciate che il vento vi soffi attraverso”… capite? Lasciate che il sole entri e che il vento vi attraversi – un’altra canzone che vorremmo scrivere. E’ questa la differenza tra immaginazione e delirio.

E’ ora di fidarvi a sufficienza di voi … vedete…è ora di fidarvi in tutto e per tutto di voi. Avete messo da parte l’immaginazione perché avevate paura delle vostre stesse abilità creative. La paura più grande e il dono più grande è questa cosa chiamata immaginazione.

In passato avete visto che cosa è possibile fare con l’immaginazione e da allora avete imparato molto. E’ ora di aprirla, è ora di aprire l’immaginazione da un posto Nuovo… in una Nuova Energia… in un’energia sicura…  in un’energia che abbraccia la vita.

Vi amiamo teneramente e lavoreremo con voi ogni giorno sull’ immaginazione. Unitevi a noi lì e non sarete soli.

E così è!

Nuova Energia 8

NUE 8 - DOMANDE E RISPOSTE

E così è, cari insegnanti, che continuiamo con le energie amorevoli… fluenti… rilascianti… e crescenti di questa giornata. Mentre la vostra musica suonava abbiamo provato un piccolo ballo qui, un po’ di walzer, sì,certo, Myriam  e io abbiamo fatto un meraviglioso ballo. Amiamo quando vi aprite e ci invitate nel vostro spazio, quando – ora – non solo aprite i vostri cuori, ma permettete alla vostra immaginazione di volare bucando il velo, bucando le dimensioni, rompendo le barriere e frantumando i limiti.

L’immaginazione vi rende liberi, vi dà una libertà completamente nuova nella vita. Non vorrete per forza riportare nella realtà umana tutto ciò che immaginate, tutto ciò con cui volete giocare. Qualche volta potreste voler solo aprirvi e giocare, altre volte potreste voler portare tutti gli strumenti che vi servono, che desiderate, nella vostra esperienza umana. L’immaginazione vi rende davvero liberi.

Quando trascorsi in prigione la mia ultima vita sulla Terra, fu l’Arcangelo Michele (Tobias dice Mike-el), Mikael (Tobias ora pronuncia questo come Meek-eye-el), come lo conoscete, che mi aiutò a capire il valore dell’ immaginazione, la libertà di uscire dalle mura della mia prigione in qualunque momento volessi. Fu altrettanto reale o più reale della realtà dentro a quelle mura: mi fornì un nuovo apprezzamento della vita, una nuova comprensione della natura della realtà.

Per tante vite qui sulla Terra, la mente ha preso in ostaggio l’immaginazione: ora è arrivato il momento di liberarla. Non potete accusare la mente, cari Shaumbra, perché voi le avete dato il diritto di fare questo, voi le avete permesso di prendere in ostaggio l’immaginazione… di intrappolarla… imprigionarla… trattenere le sue ali.

Oh, certo, certo, le ali degli angeli sono realmente l’immaginazione. E’ ora di lasciare che spicchi di nuovo il volo, senza il controllo, senza il giudizio, della mente. Alla mente non importerà nulla; come abbiamo già detto  è stata abusata, sovraccaricata, ha lavorato troppo. Ecco perché siete stanchi e affaticati.

Adesso è ora di dare ali a questo dono che avete sempre avuto – l’immaginazione. Giocate con lei, scoprite in realtà quanto può andare lontano. Scoprite cosa potete riportare nella vostra realtà e come potete dare vita con il respiro alla vostra immaginazione. Se scoprite, come accadrà, che la mente cerca di controllare tutto questo, respirate e rassicurate tutto il vostro essere che adesso scegliete la vita e la libertà.

Vi stiamo già osservando mentre vi aprite energeticamente, vi vediamo incespicare un po’ ma diventerete maestri, esperti nel fare questa cosa chiamata immaginazione.

Ciò che vi confonderà mentre ci lavorate è che le altre persone sono talmente imprigionate nei loro mondi. Voi vorrete condividere questa cosa. Vorrete mostrare loro come dispiegare le loro ali, per librarsi in volo e creare la loro realtà in qualunque modo vogliano, sia che si tratti di una realtà qui, in questa terza dimensione o in qualunque altra.

Oh, cari insegnanti, è qui che inizia il vostro vero lavoro. Oggi abbiamo aperto una nuova porta con voi. Come sapete, lo schiudersi, la fioritura, richiederà un po’ di tempo e un po’ di esercizio, un po’ di sperimentazione. Se vi capita di sbagliare strada, non preoccupatevi. Voi siete degli esseri umani auto-regolanti, auto-equilibranti e vi riporterete sulla giusta rotta.

Non abbiate paura di fare degli errori, perché in realtà non lo sono: si tratta soltanto di esplorare direzioni diverse.

L’immaginazione è libertà dell’anima soppressa dall’ umanità per secoli e secoli. E’ stata soppressa dai governi, dagli insegnanti, dalle chiese… perché quando un umano immagina è davvero libero. Quando immagina può creare qualunque cosa e questo non era nei programmi di tanti leader che volevano il controllo che volevano che tutto venisse dalla mente, perché la mente è limitata. E’ un potenziale limitato ma ora, in questo giorno, noi scegliamo – voi scegliete – la libertà.

Con questo saremmo lieti di rispondere alle vostre domande. Ma voi già sapete come vi risponderemo.

DOMANDA DA SHAUMBRA 1 (da Internet, letta da Linda): Tobias, capisco che non ci sono delle scelte sbagliate e ho scelto di seguire il mio cuore e abbracciare la vita così come si svela ogni giorno davanti a me. Vedo il bene che mi è arrivato da questo, ma sono anche perseguitato dalla preoccupazione per il dolore che ho causato a colei che amavo e con cui per tanti anni ho condiviso la mia vita. Siccome non riesco ancora a avere la visione più grande, finisco col dubitare che la mia scelta fosse veramente per il bene supremo di tutte le persone coinvolte. O forse mi sono ingannato da solo? Grazie.

TOBIAS: Davvero… ci sono sempre accordi tra due o più persone ma non sempre sul risultato, sui dettagli. i sono degli accordi per giocare nello stesso parco giochi, se vogliamo chiamarlo così, per sperimentare. Ora, tu porti gran parte del fardello e ti chiediamo di guardarti attraverso gli occhi dello Spirito – che sono gli occhi della compassione – e di lasciar andare questo fardello che stai portando, in quanto si trasformerebbe in karma che durerebbe vite intere, in debiti che durerebbero vite intere. E’ ora che rilasci questo.

Usa la tua immaginazione. Vai dalla tua partner, da colei che ha avuto un ruolo così importante nella tua vita e parlale. Chiedile del dolore, dell’amore, chiedile di rilasciare e poi chiedi a te stesso di rilasciare.

Poi, se scegli di portarlo nella realtà, vai da lei, faccia a faccia…vedi… e chiedile di nuovo. Scoprirai che non c’è alcuna amarezza ai livelli interiori più profondi, perché si tratta di qualcosa che entrambi avete scelto di mettere in scena. Adesso lo sapete meglio, conoscete un modo diverso di recitare. Conoscete un modo diverso di creare, per cui non temete: non ripeterete più quei modelli.

Come abbiamo detto all’inizio del nostro discorso, è ora di scoprire tutti quei luoghi oscuri dentro voi stessi... e lasciare che i venti… e lasciare che la luce… e lasciare che l’amore, purifichino quelle Vecchie Energie. Grazie.

DOMANDA DA SHAUMBRA 2 (una donna al microfono): Ciao, Tobias, potresti forse dare dei consigli a quelli di noi che prendono degli antidepressivi, perché siamo troppo sensibili. E’veramente difficile alzarsi al mattino con l’entusiasmo di cui tu parli e il sonno diventa un importante modo per andare in quel luogo d’immaginazione di cui, penso, tu stia parlando.

TOBIAS: Usando questi farmaci psicotropi, sarà davvero difficile entrare nei regni dell’immaginazione. Letteralmente – personalmente per te – sei più pronta a rilasciarli di quanto pensi. C’è la paura che, se li lasci andare, ti capitino ogni sorta di cose difficili, però tu sei davvvero pronta a rilasciare.

Ci sono dei rimedi omeopatici e naturali, come pure rimedi energetici che sono disponibili proprio ora in questa stanza. Qui ci sono dei terapeuti e chiediamo che chi ha qualche comprensione su come fare questo, alzi la mano e tu puoi osservare le mani alzate nella stanza. Non abbiate paura di alzare la mano, ci sono molti di voi che possono aiutarti a liberartene.

Ci vorrà un insegnante, ci vorrà una guida per aiutarti. Sarà difficile ora, se cerchi di superarlo con la volontà e lottare per superarlo, ma ci sono quelli che capiscono come fare le consulenze della Nuova Energia e l’omeopatia della Nuova Energia che proprio ora, oggi possono aiutarti.

Quando comincerai a rilasciare la dipendenza da questi… e possono essere causa di molta, molta… “tossicomania” non è la parola giusta… dipendenza… la mente ne diventa tanto dipendente, ma troverai che riuscirai a liberarti sotto la guida di chi si è mostrato disponibile. E’ il tuo momento e tu sei una che sente profondamente, si apre profondamente. Ti sei scoperta a scontrarti con dei muri e ti sei chiusa, ma tu hai un dono edun’abilità naturali. E’ ora di volare di nuovo. Grazie.

SHAUMBRA 2: Grazie.

DOMANDA DA SHAUMBRA 3 (da Internet, letta da Linda): Tobias, qual è il significato del tuo viaggio in Israele?

TOBIAS: Ci piace portare Cauldre e Linda a viaggiare in tutto il mondo. Desidero ritornare in questa terra molto sacra, questa terra che ha dato i natali a tante religioni, ma ha anche dato i natali a tanti conflitti.

Vedete… sono talmente intrappolati nelle credenze E LE CREDENZE NON SONO ALTRO CHE IMMAGINAZIONE LIMITATA. Sono talmente intrappolati nelle credenze. Andremo là, andremo là per goderci la vita. Andremo là per abbracciare la vita e per aprire un po’ di energie e vedere che cosa succede.

Getteremo una bomba a mano nel vespaio, per così dire. Cauldre pensa che questo non sia per niente divertente ma lo faremo energeticamente. Gli effetti, il potenziale di ciò che faremo là, non verranno sentiti per un po’, ma sono necessari dei cambiamenti importanti in questo luogo di nascita.

Noi ci andremo con Myriam, con tanti del Crimson Council, con Abramo, con Davide e Salomone. Ci andremo con gli umani che – come dire – ci accompagneranno e ci aiuteranno a fare alcuni cambiamenti molto interessanti in questa terra. Andremo là per riportare qualcosa chiamata compassione.

LINDA: Una bomba a mano nel vespaio, eh?

DOMANDA DA SHAUMBRA 3 (una donna al microfono): Salve, Tobias. Di recente ho completamente capovolto la mia vita trasferendomi in quest’area, basandomi su nulla di più che una spinta interiore, che era innegabile. Mi chiedevo se tu potessi fare luce su quello che dovrei fare qui... sul perché mi trovo qui?

TOBIAS: Davvero… era ora di capovolgere la tua vita. Più che altro ti sei sentita fossilizzata, molto frustrata – come dire – un po’ fuori di testa, non sapendo da che parte voltare.

Quest’area contiene molte cose. Per dirne una, la dinamica dell’energia in questa zona – non ci piace tanto usare dei termini quali i “portali” – ma questo è un centro d’energia. Scoprirai che qui le cose si accelerano molto, molto velocemente fino al punto che, fra qualche mese, potrebbe darsi che salirai di nuovo sul palco per chiederci come rallentare le cose. E’ anche – come dire – un posto in cui farai molte associazioni con altri Shaumbra, il che ti aiuterà a ritrovare il tuo equilibrio – a ritrovare il tuo tipo di forza interiore – che a questo punto è tanto necessaria.

Questa è un’area in cui per te c’è un potenziale per assorbire energie e anche per usare la tua immaginazione per cominciare a fare un lavoro tuo, che poi porterai a molti, molti altri. Non vogliamo definire di cosa si tratti, perché sta a te scoprirlo ma per il momento permettiti, di essere in quest’area.

Tu stai dubitando molto, ti stai chiedendo cosa fare. Molto semplicemente, permettiti di chiamare casa questo luogo e osserva come tutte le dinamiche inizieranno a cambiare. Non c’è nulla che tu debba fare qui, non c’è una missione in cui tu debba lanciarti. Per un certo periodo di tempo, chiama questo luogo ‘casa’ e tutto incomincerà a tornare.

SHAUMBRA 3: Grazie tante.

LINDA inizia a leggere la prossima domanda: Caro Tobias, con tutto il…

TOBIAS: Vogliamo aggiungere ancora un commento qui. Non è stato un errore seguire i tuoi sentimenti. Nessun errore. Ora stai imparando a seguire il tuo cuore.

SHAUMBRA 3: Grazie.

TOBIAS: Grazie.

DOMANDA DA SHAUMBRA 4 (da Internet, letta da Linda): Caro Tobias, con tutto il clamore sul nuovo film, “La Passione di Cristo”, vorrei andare direttamente alla sorgente. Che cosa pensa Yeshua di tutto questo? Che cosa pensate Yeshua – e tutti voi, dall’altra parte del velo – di questo film?

TOBIAS: Pensiamo che il tempismo fosse veramente appropriato. Porta alla ribalta l’intero argomento della sofferenza. Porta alla ribalta – come dire – esattamente la ragione energetica per cui andremo in Israele: è ora che avvenga un cambiamento o una guarigione ma, come tutti voi avete scoperto, affinché la guarigione possa aver luogo tutti gli elementi devono venire a galla. Gli elementi di sofferenza… gli elementi di fanatismo… gli elementi di giustizia, devono tutti venire a galla per la guarigione.

Perciò questo film era molto appropriato, molto canalizzato e porterà a galla delle questioni in molte, molte persone. In un certo senso causerà una maggiore divisione, farà sì che molti prenderanno una posizione molto forte da Vecchia Energia, ma aiuterà anche moltissimi a rilasciare questa Vecchia Energia di sofferenza, conflitto e giustizia per rimpiazzarla con una cosa di cui abbiamo parlato, una cosa chiamata compassione.

DOMANDA DA SHAUMBRA 5 (una donna al microfono): Tobias, circa sei settimane fa alla mia buona amica labrador, Kona, si è paralizzata in parte la parte destra del muso. I veterinari che consultammo parlarono  “Sindrome di Horner”, dicendo che la causa era ignota, ma che si sarebbe aggiustato da solo in quattro mesi. Puoi spiegare, per favore, cosa sta accadendo dal punto di vista energetico? Grazie.

TOBIAS: Sta rispondendo ai molti cambiamenti che hai affrontato, ha assorbito tante energie difficili  affinché tu non dovessi farlo e ha causato una paralisi nelle sue energie mantenendo uno spazio per te. Davvero, in meno di quattro mesi passerà perché tu sarai più equilibrata.

DOMANDA DA SHAUMBRA 6 (da Internet, letta da Linda): Caro Tobias, com’è possibile che tu possa cambiare lo Shoud perché sei preoccupato circa il desiderio di vivere degli Shaumbra, quando, in realtà, lo Shoud dovrebbe essere il riflesso dei pensieri e dei desideri degli Shaumbra? Il piano originale dell’ultimo Shoud non sarebbe stato anch’esso un riflesso dei pensieri e desideri degli Shaumbra? Dato che questa è la mia vita, non dovrei essere io a dire se è sacra o no, piuttosto di te che cerchi continuamente di convincermi? Scusa, Tobias, ma questo mi ha confuso un po’. Apprezzo il tuo lavoro e anche le tue risposte. Grazie.

TOBIAS: Infatti… noi raccogliamo – come dire – raccogliamo,  manteniamo e abbracciamo tutte le energie degli Shaumbra che si uniscono a noi nel Momento Presente, non necessariamente di quelli che leggeranno più tardi. Raccogliamo nel Momento Presente le energie di chi partecipa di persona o in linea e in un certo senso, si potrebbe dire che abbiamo una grande discussione con tutti voi.

Adesso che aprite la vostra immaginazione, comincerete ad essere in grado di partecipare consapevolmente a queste discussioni ma noi parliamo, da una parte all’altra, di qualcosa di molto specifico. Tutto ciò che stai facendo proprio ora sta ponendo le fondamenta per quelli che verranno dopo di te, caro insegnante. E tu dici a te stesso: “Dove mi trovo proprio adesso nella mia comprensione ed evoluzione… cosa ho bisogno di sapere, affinché questa informazione possa essere impartita ad altri più tardi?” Dai uno sguardo a tutti i potenziali e a tutta l’energia, e dici: “Quello che ho bisogno di sapere – e quello che loro avranno bisogno di sapere quando arriveranno a questo punto, prima di lanciarsi nell’apertura dell’ immaginazione – è il valore della vita.”

In un certo senso, si potrebbe dire che tutti voi lo state facendo per gli altri che verranno dopo di voi. Voi state stabilendo il corso e preparando l’energia. Siete quelli che dicono: “Quello che avranno bisogno di sapere proprio in quel momento – dopo aver fatto un viaggio molto impegnativo e difficile per arrivare in questo spazio – sarà di abbracciare la vita prima di fare il passo successivo.” Voi state scrivendo il corso base per quelli che vi seguiranno perché voi siete gli insegnanti. NON SI TRATTA PIU’ DI VOI.

DOMANDA DA SHAUMBRA 7 (un uomo al microfono): Tobias, proprio la settimana scorsa la sorella della mia ragazza, Jill, è morta in modo davvero inatteso. E’ stato molto traumatico per Carrie, la mia ragazza e mi stavo chiedendo se tu potessi darci un po’ di saggezza della Nuova Energia su questo, e farci sapere come sta Jill?

TOBIAS: Questa è un’area molto difficile da capire per molti, ma la saggezza della Nuova Energia sta nel provare gioia per la partenza di questa persona. Lei è rimasta più a lungo di quanto avesse pianificato di rimanere. E’ stata una sua scelta andarsene e di partire in modo da non causare grande dolore, ma sappiamo che ne causa comunque.

Come sai, la sua energia è stata molto presente in questo breve periodo di tempo dopo la sua partenza. Lei è qui oggi, davvero, è tanto presente per tutti i membri della famiglia. Lei non sarà in contatto con voi per un periodo di parecchi mesi, ma non preoccuparti di questo. Di solito, dopo essere trapassati – ritornati dalla nostra parte – le persone affrontano un processo di ringiovanimento, di reintegrazione che richiede parecchi mesi del tempo umano…anche se dalla nostra prospettiva non è per nulla lungo.

La cosa più grande che tu possa fare, la più grande saggezza è gioire per la sua partenza. E’ appropriata. Ci sono alcune ragioni che coinvolgono nuovi membri della famiglia che sono in arrivo, che stanno per nascere… la ragione per cui lei se n’è andata adesso è per poter ritornare molto presto, molto presto.

SHAUMBRA 7: Grazie.

DOMANDA DA SHAUMBRA 8 (da Internet, letta da Linda): Tobias, in passato le mie azioni sono state al servizio di Dio. Avendo rilasciato sia Dio che la religione, ho rilasciato la mia ragione impellente di introdurre la Nuova Energia. Dove sta il vantaggio della Nuova Energia… perché mai dovremmo introdurla? La Nuova Energia è come qualsiasi altra esperienza. Per favore, sii specifico.

TOBIAS: Questo rilascio di cui parli – rilascio, persino, del concetto di servizio – è altamente onorato. Ed è ora… poiché molti di questi concetti sono Vecchi.

L’’intero argomento del servizio e le vite passate che tu e gli altri avete avuto e in cui avete pensato di dover essere al servizio di Dio… Dio non ha bisogno di servizi. Altri umani possono aver bisogno di essere serviti, ma Dio non ha bisogno di servizio. Dio non lo chiede nemmeno e perciò è un bene che tu l’abbia rilasciato.

Tu stai vivendo un periodo di vuoto, svuotamento di tutte le Vecchie passioni da te stesso e ti senti alquanto disilluso, alquanto vuoto. Mentre respiri e basta non cercare di rimpiazzarlo con nuove credenze, nuovi limiti.  Respira e basta  e permettiti semplicemente di percepire la vita. Non cercare di dare dei giudizi e neanche di dirigerla in qualche modo. Non cercare di forzarti ad essere qualcosa. Permetti, solo a te stesso di essere tutto. Una passione di Energia completamente Nuova entrerà e ti meraviglierai, tanto per cominciare, di aver posto questa domanda.

LINDA: Ultima domanda, se volete.

DOMANDA DA SHAUMBRA 9 (una donna al microfono): E’ bello vederti di nuovo.

TOBIAS: E’ bello percepirti.

SHAUMBRA 9: Grazie. Divertente! Hai dei commenti da fare sul lavoro della Dottoressa Stephanie Mines – la quale lavora in Eldorado Springs, lungo la strada, proprio da questa parte di Boulder – sul suo uso dell’approccio Tara per la risoluzione di shock e traumi, per aprirci alla nostra reale essenza creativa di compassione? Tara è un altro nome per Quan Yin.

TOBIAS: Tu hai trasmesso energeticamente il significato e l’importanza di questo lavoro. Noi possiamo solo confermarlo qui per te e questo ci permette di afferrare questa opportunità non solo per convalidare questo lavoro, ma per incoraggiare tutti voi, Shaumbra, ad iniziare il lavoro dal VOSTRO cuore. Non aspettate che lo Spirito vi scriva una nota per dirvi cosa fare, ma seguite i vostri sogni. Ne avete avuti. Sapete che ci sono delle cose che vi piacerebbe creare… scrivere… manifestare… programmi per la guarigione e per il riequilibrio.

Voi pensate di non avere l’addestramento giusto, l’esperienza necessaria. Cari amici, datevi un’opportunità. Alzatevi in piedi qui come ha fatto il musicista oggi. (si riferisce a James Duel il quale ha cantato, per la prima volta, le proprie composizioni al gruppo) Apritevi.

A volte, ciò può spaventarvi ma, dopo averci provato – l’essere che siete realmente e dopo aver condiviso la vostra energia – capirete ora perché, per tutti questi anni, abbiamo affrontato questo con voi. Capirete cosa voglia dire essere insegnanti e capirete la risposta alla domanda: “Che cosa insegnerai oggi? E come la insegnerai?”

Saremmo lieti di rispondere a un’altra domanda.

LINDA: Lo sapevo.

TOBIAS: Lo sapevamo che tu lo sapevi.

DOMANDA DA SHAUMBRA 10 (una donna al microfono): Grazie. Io voglio smettere di fumare e anni fa, quando smisi, fu un’esperienza veramente brutta. Le mie ghiandole surrenali andarono fuori controllo, fu spaventoso e ho paura di dover affrontare di nuovo la stessa cosa. Ho praticamente scelto il 1 aprile come giorno d’inizio. Voglio sapere se mi sai dire qualcosa sulle mie possibilità di successo, e qualunque cosa che lo possa rendere più facile e, tanto per cominciare, forse anche che cosa l’ha reso così difficile. Grazie.

TOBIAS: Sì,… ciò che lo rende così difficile, non sono solo le qualità che causano dipendenza ma anche le qualità emotive del fumare... la capacità di nasconderti... e, più di ogni altra cosa, la capacità di limitarti. Tu fai questa cosa del fumare, poi credi a tutta quella negatività, ti senti completamente a terra e non ti permetti di essere un Umano Divino.

A noi non importa se sei un Umano Divino… o un Umano Divino che fuma Non c’importa, ma tu hai accettato tutta quest’energia negativa per permetterti di pensare di essere qualcosa meno di Dio. Sai, ci sono dei momenti in cui persino Dio vorrebbe farsi una sigaretta.

Per rilasciare questo devi capire che si tratta di rilasciare la profonda paura interiore di chi sei realmente perciò, vogliamo che immagini te stessa nella tua gloria più piena, nella tua massima espressione di vita. Vogliamo che immagini chi sei davvero – un’insegnante, un’insegnante che può aiutare gli altri ad attraversare i corridoi energetici, i corridoi energetici della loro mente, della loro psiche. Sei un’esperta in questo. Ti sei esercitata in altre vite e ci lavori anche dalla nostra parte del velo. E’ buffo che tu sia caduta in preda alle cose che insegni, alle cose su cui lavori con gli altri.

Vogliamo che ti immagini come un umano pienamente espresso, completamente esposto. Non ti preoccupare adesso per nulla di questa faccenda del fumo, non forzarla e non combatterla. Se cercherai di batterlo in quel modo, sarà lui a vincere.

Vogliamo che cominci a respirare, a fare dei respiri consapevoli. Non importa se lo fai mentre fumi o meno. Fai la respirazione consapevole, riscopri com’è respirare veramente. Ti incoraggiamo anche a lavorare con alcuni degli esperti della respirazione presenti qui. C’è respirazione, e poi c’è respirazione.

Vogliamo che tu colga com’è respirare di nuovo, riportare alla vita il tuo corpo. Vogliamo che utilizzi il tuo corpo in maniera fisica, facendo esercizio. Fai ringiovanire il tuo corpo. Tu hai la credenza che i fumatori non possano fare esercizio fisico e non c’è alcuna ragione per questo, tranne che quello che dice la società e tutti l’avete accettato.

Un’ultima cosa: quando avrai superato tutte queste altre fasi – non usare più il 1 aprile come il giorno in cui smettere – un giorno terribile! Non usare una data precisa.

Dopo che avrai imparato ad immaginarti nella tua piena gloria divina… dopo che avrai imparato a respirare di nuovo… e dopo che avrai riportato il tuo corpo a fare esercizio di nuovo… allora chiediti, che cosa scegli di fare con questo? Chiedi al tuo corpo che cosa sceglie di fare. Chiedi al tuo corpo se è pronto a rilasciarlo o meno e sarai molto sorpreso delle risposte che riceverai.

Questo vale per tutti gli Shaumbra, compreso Cauldre, che partecipano a questo, anche loro. Non combattetelo, lui vincerà. Qui state giocando in un campo in cui siete destinati a fallire. C’è un modo diverso per farlo.

Chiediamo agli altri qui presenti… fumatori o non fumatori… di iniziare ad insegnare il rilascio, la liberazione dal fumo, in una modo del tutto diverso. Non avviene attraverso la lotta e lo sforzo – in questo modo perderete - e neppure attraverso i giochi come le gomme o i cerotti. Sono cose temporanee.

Il rilascio avviene respirando pienamente, vivendo pienamente. Avviene attraverso l’esercizio…riportatevi alla vita… e non credete a tutta la negatività associata al fumo.  Cari amici, tutte le energie negative associate con il fumo hanno fatto più danno del fumo stesso. E’ ora di rilasciare tutto ciò e potresti scoprire che il tuo corpo desidera solo qualche sigaretta al giorno, o magari nessuna. Affronta questi altri processi prima e grazie per essere stata l’ultima domanda, perché volevamo fare questo discorso.

SHAUMBRA 10: Grazie.

TOBIAS: Sì, davvero. Shaumbra, prima di chiudere la nostra riunione, vi chiediamo di stendere di nuovo le vostre ali, di aprirle. La vostra immaginazione… lasciate che la vostra immaginazione spicchi il volo. Sottraetela al controllo della mente e riconsegnatela di nuovo all’anima.

Permettetevi di immaginare qualunque cosa scegliate… qualunque cosa… qualunque cosa vogliate. Riportate i potenziali che scegliete nella vostra vita. Se scegliete… riportateli nella vostra vita. Inspirateli. Respirate vita nelle vostre immaginazioni, nelle vostre scelte e  poi rilasciatele in questa dimensione umana in cui vivete. Date loro vita, date loro un’espressione propria. Non cercate di controllare, non cercate di dettar legge. Siate semplicemente gli osservatori della nuova creazione nella Nuova Energia.

E così è!